Il metodo del percorso critico

0 views
Skip to first unread message

am...@gmx.net

unread,
Sep 21, 2022, 4:02:10 AMSep 21
to sublimen googlegroup

Il metodo del percorso critico

 

Il metodo del percorso critico è uno strumento di gestione utilizzato per pianificare le attività. Aiuta a visualizzare chiaramente i punti critici, ovvero quelli che richiedono maggiore attenzione.

 

ÈIl metodo del percorso critico è uno strumento particolarmente adatto ad attività che presentano una certa complessità o in cui intervengono più persone. Chiunque, però, può utilizzare questa risorsa, la cui virtù principale è chiarire cosa si deve fare tenendo sotto controllo i diversi passaggi.

 

Il metodo del percorso critico è stato proposto negli anni ’50 ed è stato utilizzato anche per il famigerato Progetto Manhattan. Successivamente è stato sostituito da altri strumenti, ma alcuni decenni fa è stato nuovamente rivalutato.

 

Uno degli obiettivi di questo metodo è essere molto chiari sugli aspetti critici di un progetto o un processo. Proprio a ciò si deve il nome di questa tecnica.

 

“La pianificazione è portare il futuro nel presente in modo che tu possa fare qualcosa al riguardo ora.”

-Alan Lakein-

 

Il metodo del percorso critico è utile per attività complesse o che coinvolgono più persone.

 

Il metodo del percorso critico

 

È stato sviluppato da James E. Kelley della Remington Rand e Morgan R. Walker della DuPont nel 1950.

 

Questi esperti notarono che i grandi progetti spesso si traducevano in perdite o erano eccessivamente costosi, perché alcune attività essenziali richiedevano più tempo del previsto.

 

Risultava necessario, pertanto, chiedere un aiuto supplementare o prolungare le tempistiche, con le dovute conseguenze. Secondo i creatori, è ideale per soddisfare i seguenti fattori in un progetto:

 

Definire le attività con chiarezza.

Stabilire una sequenza di azioni.

Poter svolgere ogni attività in modo indipendente.

 

Come si può notare, il metodo del percorso critico è adatto a tutti quei progetti che richiedono uno sviluppo sequenziale.

 

Applicare il metodo del percorso critico

 

Per applicare il metodo del percorso critico, è necessario completare quattro passaggi di base. Ciascuno deve essere eseguito in un preciso ordine.

 

1. Elencare tutte le attività

 

Consiste nello scomporre l’intero progetti in singole attività, da descrivere nel modo più concreto possibile.

 

Successivamente, tali attività saranno suddivise in compiti, anch’essi molto precisi. Questo è il passaggio più difficile, ma anche il pilastro fondamentale della tecnica.

 

2. Stimare la durata

 

Bisogna calcolare il tempo massimo in cui svolgere ogni compito, che andrà poi sommato per ottenere il tempo totale. È molto importante tenere conto delle esperienze pregresse o delle opinioni di altre persone per fare una stima realistica.

 

3. Stabilire il grado di dipendenza tra le attività

 

Determinare il legame che esiste tra le attività. In particolare, è necessario specificare quali attività devono essere completate prima. Allo stesso, quali attività devono essere completate contemporaneamente.

 

4. Identificare le pietre miliari e i risultati

 

Le pietre miliari di un progetto sono quei momenti in cui viene completato o raggiunto un progresso che ha un impatto significativo sullo sviluppo del progetto in generale. È importante identificare le suddette, così come i vantaggi ottenuti raggiungendole.

 

Questo metodo è adatto a progetti che richiedono uno sviluppo sequenziale del processo.

 

Ultimo elemento del metodo del percorso critico: il grafico

 

Il metodo del percorso critico consente di visualizzare le attività necessarie per completare un progetto. Ciò risulta evidente dopo aver applicato i quattro passaggi di base e inserendo i dati ottenuti in un grafico.

 

Non c’è bisogno di fare un grafico complicato. È sufficiente utilizzare un semplice diagramma e includere ogni attività con la relativa data di consegna. La relazione tra ogni elemento va indicata per mezzo di linee di unione. I diagrammi devono essere posizionati in sequenza.

 

Alla fine, si otterrà un grafico che mostra chiaramente il percorso critico del progetto, quello che riunisce le attività che hanno più interconnessione con le altre. In questo modo, è possibile concentrarsi su quelle aree.

 

Bibliografia

 

Colcha-Sailema, A., Anastacio-Acosta, G. W., Moreira-Macias, N. D., & Torres-Palma, L. P. (2021). Diseño de Proyectos usando el método de la Ruta Crítica (Mrc) en las Empresas. Revista Científica FIPCAEC (Fomento de la investigación y publicación en Ciencias Administrativas, Económicas y Contables). ISSN: 2588-090X. Polo de Capacitación, Investigación y Publicación (POCAIP), 6(5), 309-320.

Morata, P. C. (2002). En el 60º Aniversario del primer reactor nuclear (1942). El proyecto Manhattan. Antena de telecomunicación, (150), 72-73.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Remington_Rand

 

https://dialnet.unirioja.es/servlet/articulo?codigo=4708511

 

da lista mentem gg

 

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages