#SOD15: raduno tra noi o Woodstock degli Open Data?

84 views
Skip to first unread message

Andrea Nelson Mauro

unread,
Oct 25, 2014, 6:37:45 AM10/25/14
to spaghett...@googlegroups.com
Ciao Spaghettopoli,
 
noi emiliani (una quindicina di persone più un materano infiltrato - VincSoft :P) ci siamo trovati ieri sera (24/10/14) in aperiSOD per discutere del raduno (ricordo che lo faremo nell'ultima week di marzo 2015, a Bologna). 
Ci sono tante idee in pentola, voglia di fare, proposte e soprattutto c'è da rimboccarsi le maniche.
La questione principale che è emersa però è: questo raduno  dev'essere tradizionale tra noi (quindi momento di incontro per la comunità) o vogliamo immaginarci una specie di Woodstock dei dati, una cosa molto grande che sia estremamente inclusiva e provi a dare uno spread molto forte?
Nel primo caso organizzativamente ce la caviamo da soli, nel secondo bisognerebbe strutturare bene l'organizzazione, cercare sponsor, lavorarci in maniera costante, trovare spazi grandi, e tutto ciò che serve per organizzare un grande evento, per esempio incentrato sulla giornata formativa.

Chiariamoci le idee su questo - è la nostra proposta - prima di metterci all'opera

Let's talk :)

Alfredo Serafini

unread,
Oct 25, 2014, 11:44:48 AM10/25/14
to spaghett...@googlegroups.com
noi emiliani (una quindicina di persone più un materano infiltrato - VincSoft :P) ci siamo trovati ieri sera (24/10/14) in aperiSOD per discutere del raduno (ricordo che lo faremo nell'ultima week di marzo 2015, a Bologna). 
ah ecco mi ero perso che già avesse preso piede un periodo di riferimento
 
La questione principale che è emersa però è: questo raduno  dev'essere tradizionale tra noi (quindi momento di incontro per la comunità) o vogliamo immaginarci una specie di Woodstock dei dati, una cosa molto grande che sia estremamente inclusiva e provi a dare uno spread molto forte?
se si fa e posso contribuire ci sono, al solito, soprattutto se si può organizzare per tempo (altrimenti facendo tutto all'ultimo minuto è molto probabile che non riesca a dare contributi, per quanto mi riguarda)
 
Nel primo caso organizzativamente ce la caviamo da soli, nel secondo bisognerebbe strutturare bene l'organizzazione, cercare sponsor, lavorarci in maniera costante, trovare spazi grandi, e tutto ciò che serve per organizzare un grande evento, per esempio incentrato sulla giornata formativa.
uhm io partirei intanto dai contenuti del raduno: secondo me andrebbero creati per tempo almeno quest'anno dei momenti di confronto, presentando una/due tesi contrapposte ed articolandole. Questo potrà risultare noioso per qualcuno, ma potrebbe essere di aiuto a chi volesse capirci qualcosa, sennò il rischio è di proporre contenuti a senso unico. Idem sarebbe ora di cominciare a presentare anche talk un po' più tecnici, altrimenti rischiamo di focalizzarci troppo su cose da fare "al volo", e non su proposte integrabili dentro strategie di lungo corso.
Partendo da queste due piccole osservazioni, se si potesse fare la "woodstock" dei dati sarebbe ottimo, ma servirebbero partner tecnologici etc etc, sono un po' scettico sui tempi di organizzazione per marzo sinceramente, se si vuole fare qualcosa più di un hackathon. Quindi proporrei o di puntare su un hackathon con già due/tre aree di azione pronte per fine anno, così che chi vuole e può arrivi con qualcosa di abbozzato da sviluppare (in  caso una volta risolta la logistica sappiamo bene che si possono ovviamente diversi gruppi), o di pensare persino ad un evento a parte, da fare nell'altra metà dell'anno. A questo punto magari al sud? (per dire :-)

i miei 2 cents


 

Andrea Nelson Mauro

unread,
Oct 27, 2014, 7:46:29 AM10/27/14
to spaghett...@googlegroups.com
@Alfredo: ma sì, la questione appunto è capire se in qualche modo si vuol fare una riflessione condivisa, ponendo in campo tutte le opinioni, per capire in qualche modo a che punto sta il movimento open data in Italia e dove vuole andare. 
Da un lato quindi un momento quasi "interno" (anche se aperto ovviamento) sarebbe necessario per riflettere.
Dall'altro però mi chiedo: quante aziende avrebbero voglia di metterci un gettone per sostenere l'iniziativa? Quante vorrebbe raccontare cosa fanno o cosa farebbero con gli open data? Secondo me i margini ci sono per discuterne

Organizzare una "woodstock dei dati" è time consuming: ci vorrebbe un team di lavoro (e le persone che ci lavorano meriterebbero anche il riconoscimento di un budget, il lavoro va pagato).
Dall'altro una soluzione easy senza fare troppi casini non sarebbe neanche da buttar via: si fanno ugualmente molte cose divertenti in un raduno più classico, che non abbia le pretese di fare divulgazione a manetta, ma anche autocritica, riflessione.

Lorenzo Perone

unread,
Oct 27, 2014, 8:14:49 AM10/27/14
to spaghett...@googlegroups.com
Ciao,
rispondo in quanto bolognese (palermitano d'adozione :) rispetto ai temi che in una fredda serata di APERISOD ho avuto occasione di discutere.
Facciamo un ipotesi partendo dall'evento (proposto) più ambizioso per verificare se abbiamo il supporto e le forze per pensare di gestirlo.
Evento di 3 giornate, la prima (almeno) in una "location" prestigiosa (Palazzo Re Enzo, San Petronio....).
Ipotesi:
  • Primo giorno evento collegiale per definire le strategie e le linee guida dell'associazione, ospiti "importanti" location prestigiosa
  • Secondo/Terzo giorno tavoli di lavoro, panel, workshop
In questa ipotesi chiaramente è preponderante (in termini di impatto) il giorno di incontro collegiale/condivisione, il secondo/terzo potrebbero essere strutturati in base alle nostre risorse: workshop aperti, a pagamento (?), hackathon.
Giusto per provare a strutturare un canovaccio.
Ciao.
l.

Michele d'Alena

unread,
Oct 30, 2014, 11:18:05 AM10/30/14
to spaghett...@googlegroups.com
Ciao a tutte/i, 

anche a margine di una chiaccherata con Alberto, vi propongo di andare per gradi, puntando a smarcare le necessità e andando a verificare tutte gli scenari possibili.

cosa è sicuro: 
vogliamo fare una grande #sod15!
a fine marzo ci ritroveremo qui a Bologna e avremo 3 momenti: istituzionale + hackathon + formazione

cosa dobbiamo fare per organizzare tutto al meglio? e come farlo?

1) è necessario fare della ricerca sponsor. 
Per farlo, dobbiamo dotarci di una presentazione che racconti ai non spaghettari, cosa siamo, cosa vogliamo fare e i numeri dei nostri raduni: io me ne posso occupare e, non appena possibile, diciamo in 10 giorni, la condividerò per capire se è ok per voi (soprattutto sul lato di cosa diamo in cambio: siamo una comunità informale e le marchette non ci piacciono). Poi, con la collaborazione di tutti voi, sonderemo tutti i possibili partner.

2) logistica: 
dimitri ha bloccato la sala della regione per venerdì ed io sto bloccando working capital per il sab e la domenica dove  l'anno scorso abbiamo avuto wifi e spazi per tutti.  Nel frattempo, capiamo le altre opzioni: vogliamo sognare qualcosa di più grande? allora verifichiamo gli scenari possibili, per capire se sono concreti e a quali costi.
Andrea e Dimitri : voi che avete proposto la fiera, potete verificare costi e possibilità?  
Se ci sono altre opzioni, verifichiamo costi e possibilità.

per il resto, sul programma, taglio dell'evento del venerdì, le track dell' hackathon e sulla formazione, possiamo organizzarci con più calma magari dando la leadership ai nostri alberto e napo.

Potremmo avere sponsor così da invitare gruppi europei (per esempio), avere supporto di AGID,  avere un team capace di gestire flussi complessi ma, visto che siamo tutti molto impegnati, vi propongo di ragionare per gradi!  

Michele

Massimo Santi

unread,
Oct 30, 2014, 2:47:22 PM10/30/14
to spaghett...@googlegroups.com
Logistica: c'è fermento su #hackemergenze, perchè non fare un evento per la protezione civile in una sede della protezione civile? Avranno un capannone o un centro di raccolta che possa ospitare una sessione di hacking massiccia? In definitiva la PC fa spesso esercitazioni sul campo, questa potrebbe diventare la prima esercitazione/hackathon, coinvolgendo ovviamente nei gruppi di lavoro i tecnici e volontari della PC per consigli 'pratici'.
Domani ho già in programma di vedere Andrea a Bologna per altre cose, casomai ne parliamo.
ciao, Massimo

Alberto

unread,
Oct 30, 2014, 4:27:22 PM10/30/14
to spaghett...@googlegroups.com
Come vi ha anticipato Michele, io sono in favore di una cosa a misura di comunità. La ragione è che vorrei risparmiare le energie di SOD per lavorare sui dati; se ci mettiamo a fare eventi complessi, invece, alcuni dei membri più attivi dovranno correre avanti e indietro per trovare sponsor, organizzare i coffee break, assicurarsi che ci siano abbastanza prese elettriche e che il wi-fi regga 200 utenze... 

Un hackathon di protezione civile è una bella idea, Massimo, ma SOD è piena di belle idee. Diverse persone mi hanno già detto di volere proporre sessioni di hackathon; secondo me ha senso che nel nostro raduno non ci sia un tema per forza, chi vuole propone un tema e con quattro persone a hackerare hai già una track funzionante. L'anno scorso eravamo in 100 all'hackathon, quindi abbiamo spazio per fare un sacco di roba, anche roba non tecnica (hackathon legale, documentathon etc.). 

Però poi, detto questo, se la comunità si mette a fare cose complicate è segno che ne sente il bisogno, e io come sempre seguo. :-)

Andrea Nelson Mauro

unread,
Oct 31, 2014, 12:48:02 AM10/31/14
to spaghett...@googlegroups.com
Ma sì, forse devo spiegarmi meglio: io/noi durante l'AperiSOD non pensavamo che la 'woodstock' fosse necessaria, ma piuttosto che fosse necessario discuterne. Sono d'accordo con Alberto sul fatto che è meglio concentrare le forse sui dati e al max possiamo nel frattempo provare a ispirarci un po' all'OKFest se possibile :)

Logistica
Per WCAP se volete ci parlo io in giornata, io faccio base lì (ma se prendo un impegno mi piacerebbe poi mantenerlo possibilmente: sabato e domenica sono chiusi, e se aprono - come per altri eventi - lo fanno per noi). Btw ho chiesto info anche agli organizzatori del LinuxDay su luoghi disponibili e se volete sondiamo pure.

Formazione
Sulla formazione potremmo forse essere più ambiziosi e immaginarci di più rispetto ai due moduli dell'anno scorso: come Dataninja quest'anno possiamo provare a impostare una giornata intera, ad esempio dalle 10 alle 18 con vari task (ma devo sentire meglio il team).

Hackathon
Per me personalmente si potrebbe sicuramente fare un ConfiscatiBene reloaded: avrei in mente un grande Data Harvest per raccogliere e sistemare più dati possibili. Dopodiché per quel che mi riguarda se quest'anno abbiamo il buon Stefano Durì in azione, io mi aggrego a lui provando a impostare la questione 'dati delle aziende'. Sono solo i miei2cents, su questa parte la fantasia si scatenerà come l'anno scorso :)

Giornata Istituzionale
Qui va fatto imho il salto di qualità. Saremmo tutti contenti di dare spazio alla PA, ma io punterei ad allargare molto lo scenario. Se l'idea piace, mi impegno personalmente a organizzare un talk dedicato agli OpenData nelle NGO e provo anche a organizzarne un secondo sulle aziende (con le aziende).

Soprattutto sui punti formazione e giornata istituzinale datemi un feedback e comincio a muovermi.
that's all ;)

Michele d'Alena

unread,
Oct 31, 2014, 3:45:45 AM10/31/14
to spaghett...@googlegroups.com
perfetto andrea!

1vai pure su working capital e tienimi aggiornato.

2sulla giornata istituzionale, sono completamente d'accordo!!! 
è doveroso ripensare quel momento. 

3 Sulla tua proposta sulle NGO, posso attivare RENA per dare una mano!

Mic

--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Spaghetti Open Data" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo argomento, visita https://groups.google.com/d/topic/spaghettiopendata/M20K_6Q7q6Y/unsubscribe.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e a tutti i suoi argomenti, invia un'email a spaghettiopend...@googlegroups.com.
Visita questo gruppo all'indirizzo http://groups.google.com/group/spaghettiopendata.
Per altre opzioni visita https://groups.google.com/d/optout.



--

skype: micheledalena
twitter: @micheledAlena


Matteo Fortini

unread,
Oct 31, 2014, 4:47:25 AM10/31/14
to spaghett...@googlegroups.com
Sulla "giornata istituzionale" il discorso SOD/Woodstock è ancora più
importante:
- un lato importantissimo "guardiamoci in faccia, mettiamo un volto
accanto a un nickname e raccontiamoci le cose": non divulgazione, ma
racconto e anche discussione. L'anno scorso erano partite alcune
discussioni molto interessanti e gestite con maturità. In questo caso
il formato "conferenza in sala convegni" non è proprio che aiuti, ma
ci si può lavorare. Come a SOD14 al mattino plenaria, al pomeriggio
gruppi.

- alla giornata istituzionale ci sono anche i curiosi, le istituzioni,
i giornalisti. Forse è il momento di fargli trovare qualcosa, non solo
una bella assemblea che parla di argomenti fantastici, ma magari un
po' "alti" (che ci troviamo affare sennò?). Una mostra, esibizione,
chiosco con browser, presentazione in loop per "le perle di (S)OD" con
Confiscatibene, Migrants Files, OSM, Mediawiki, Hackathon, qualsiasi
altra cosa che inviti a guardare e scoprire il mondo OD. Si possono
ovviamente prendere due piccioni con una fava e realizzare la
presentazione sul web per linkarla nel sito di SOD.

Ciao e grazie,
M
> Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email,
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages