contraddizioni

16 views
Skip to first unread message

Alessia Guidi

unread,
Oct 26, 2008, 3:35:38 PM10/26/08
to parliamo-de...@googlegroups.com

Ciao Pietro,

ho seguito le tue ultime peripezie sull'ACF (Arkeon Cesap Forum) e ho
visto che sei stato bannato. I motivi mi sembrano abbastanza simili a
quelli che portarono al ban di Psiche su SRS, solo che all'epoca l'ACF
insorse en-masse contro la presunta esclusione di "ex arkeon" (psiche
non lo è) dal forum della Di Marzio, stavolta plaudono alla tua messa
al bando. I soliti due pesi e due misure.
Se non che tu non hai postato comm private di qualcuno come invece
fece psiche su SRS e per quello fu bannata, ti sei limitato a
riprendere qualcosa da altro luogo di discussione (cosa che gli
ACForumisti fanno di continuo e di scuola, e mai nessuno ha avuto
nulla da ridire moderatore per primo).

Mi fa anche un po' ridere che tu venga ora accusato, e perciò bannato,
di andare a provocare "a casa di". Quando la Di Marzio, A CASA SUA,
fece notare che non accettava provocazioni senza tra l'altro ancora
sbatter fuori nessuno, la cosa venne vista dagli ACForumisti come
tentativo di intimidazione, non voler rispondere alle domande, ecc.

Bene, veniamo alle contraddizioni di cui al subject:
Qui:
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4135&catid=26&limit=6&limitstart=30
il 31.3.2008 Lorita Tinelli sostiene che:
"Nel caso della Dimarzio, personalmente non l' ho mai attaccata, nè in
privato nè in pubblico, nè ho foraggiato gli attacchi".

Non si direbbe proprio, visto il tenore della mail postata qualche
giorno fa su it.cultura.newage
http://groups.google.com/group/it.cultura.newage/browse_thread/thread/a39a4824fa73c721/2e1cc3f54f34cbf0?hl=it&q=arkeon#2e1cc3f54f34cbf0
e che tu hai ripreso, spedita a un numero imprecisato di destinatari a
febbraio 2008, per cui oltre un mese prima le affermazioni della
Tinelli lissù.

In questa mail, ammesso che sia sua, direi che la Tinelli attacca ben
bene la Di Marzio. Non solo lei, ma anche il marito.
Sulla autenticità della mail vorrei far notare che: in passato la
Tinelli ha lamentato sui suoi forum (mi dispiace non avere i
riferimenti precisi) che di qui o di là si usavano fraudolentemente il
suo nome e addirittura il suo indirizzo e-mail, che qualcuno la
clonava ecc. Su questa comunicazione invece non ha fiatato, e i suoi
forumisti lamentano non una frode ma una violazione di privacy (!!!).
Insomma, anche da quelle parti mi pare si dia per scontato che
l'autrice è proprio lei.
In merito alla violazione della privacy forse i forumisti dovrebbero
andarsi a rivedere cosa prevede il codice prima di dire delle
stupidaggini e di minacciare a destra e a manca come nelle abitudini
di qualcuno, es. Lella. Lella e Tinelli che si dipingono come povere
vittime di un milione di querele, ma che da quel che scrivono (o che
fanno, vedi Tinelli) si direbbe abbiano ormai intasato di denunce le
procure di mezza Italia.

Tornando a "io non ho mai attaccato la Di Marzio", ho trovato un'altra
chicca tinelliana qui
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=3731&catid=26&limit=6&limitstart=42

Il titolo del thread è "risposte a SRS", cioè al forum della Di
Marzio, nota studiosa di sette e NMR. E in tutto il thread non si
parla che del forum della Di Marzio, delle risposte della Di Marzio,
degli "epiteti" usati dalla Di Marzio ecc. Il 19 marzo, un paio di
settimane prima del " chi, io?!??? MAI!" la Tinelli scrive:
"Mi stranisce leggere epiteti da parte di chi si fa passare come
studioso del fenomeno e non mostra alcun rispetto verso la sofferenza
umana. Che con superficialità bypassa un racconto su una induzione al
suicidio e chissà cos'altro ancora".

Chi è che si "fa passare per"? Che "non mostra alcun rispetto per"?
Che "bypassa una induzione di suicidio"?? E se questo non è un attacco
molto esplicito e un "foraggiare" attacchi che cos'è? Ma si sa,
nonostante la Tinelli qui
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4413&catid=26&limit=6&limitstart=18
si raccomandi che "E' sempre bene fare nomi e cognomi, visto che io
non mi offendo se mi si fa una critica", lei nomi e cognomi non ne fa
mai mezzo, si limita a un linguaggio fumoso da "aumma aumma" e chi ha
da intendere intenda.

Stupenda anche l'affermazione "io non mi offendo se mi si fa una
critica".

Ad esempio, qui Re:Spunti di riflessione tratti dal forum FIRS
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4462&catid=26&limit=6&limitstart=120

L'utente Lella, nella pagina precedente, aveva fatto un lunghissimo
pistolotto sostenendo che io avevo "oltrepassato ogni limite"
diffamando e infangando il Cesap ecc. ecc. Lella ovviamente non dà
riferimenti precisi per facilitare il lettore alla verirfica di tale
onta, ma da un controllo incorciato delle date si direbbe che la mia
affermazione che tanto ha scatenato le sue ire sia questa:
"Non credo si possa ritenere il forum del Cesap (o il sito Cesap in
generale) un luogo su cui reperire informazione super partes. A
dispetto del nome (Centro Studi) è semplicemente un'associazione
anticult. Con pregi e difetti correlati." http://tinyurl.com/5c6e53

Da manuale mi sembra l'intervento gettato nell'aere della Tinelli il
giorno dopo (url lì sopra):
"Per quel che riguarda i vari tentativi di diffamazionee di
delegittimazione, di cui è facile intuirne le finalità, il CeSAP
proseguirà la discussione nelle opportune sedi a tutela del suo buon
nome e dei suoi utenti."

In breve si direbbe che, visto che come al solito la Tinelli non fa
riferimenti precisi ma si limita a sparare a pallini e chi ha da
intendere intenda, la mia semplice critica sia da lei ritenuta uno dei
vari "tentativi di diffamazionee di delegittimazione" da discutere
nelle "opportune sedi". Che non è difficile capire quali siano.

Il che, a mio parere, cozza con un'altra affermazione della Tinelli
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4366&catid=26
che si descrive come "una persona notoriamente pacata e aperta al
confronto".

Francamente la Tinelli non si direbbe tanto pacata e nemmeno aperta al
confronto, quanto meno alla luce delle numerose cause intentate alla
Radoani.
In merito alla pacatezza e al confronto che la
contraddistinguerebbero, qui
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4291&catid=26&limit=6&limitstart=18
la Tinelli così risponde a Laigos:
"ma che siano [superabili] anche alcune divergenze e soprattutto che
per prime le associazioni che hanno una tematica in comune su cui
discutere, imparino ad avere rispetto l'una per l'altra, a partire
anche dal rispetto delle storie, dei nomi utilizzati e degli anni di
esperienza di ciascuna."

Beh, per una che ha seppellito di cause archiviate per "insussistenza
di notizia di reato" una collega con 23 anni di esperienza, oltre che
dirigente di altra associazione "anticult" poi costretta alla chiusura
come sostiene la Radoani, non c'è male. Difficile, secondo me, avere
rispetto di chi si comporta in modo così ottusamente aggressivo. Mi
sembra abbastanza ridicolo che la raccomandazione al "rispetto" e al
"superamento delle divergenze" provenga proprio dalla Tinelli che
secondo me ha dimostrato di non avere l'uno e di non saper fare
l'altro.

In quanto al "rispetto per i nomi" credo che il riferimento sia
abbastanza evidente, almeno per chi è dentro questo mondo. Del resto
l'avviso sul sito CeSAP-Bari è chiaro: a suo dire il CESAP-Friuli
starebbe utilizzando "impropriamente un acronimo" (come qualcuno ha
scritto sul forum aduc: "ma neanche Totò!").

Per quanto ne so io il Cesap-Friuli nacque a fine 2004 come
associazione *indipendente* (proprio statuto, propria partita IVA,
proprio direttivo. propria registrazione ecc.) in continuità di
intenti con il Cesap-Bari. In breve, non era un ufficio o un
distaccamento Cesap (Bari) che quest'ultimo aveva facoltà di aprire e
chiudere, era una associazione in tutto e per tutto autonoma e
indipendente che collaborava con, fino a che gli intenti fossero stati
comuni.

Quando, mi pare ai primi del 2006, le divergenze tra le due
associazioni INDIPENDENTI divennero insanabili (la dirigente del Cesap
Friuli, se non sbaglio, era anche nel direttivo del Cesap Bari ma non
viceversa) il cesap-friuli già esisteva da un anno e con quel nome
aveva in ballo iniziative territoriali proprie da portare a termine
(es. la famosa interrogazione regionale Asquini che campeggia ancora
sul sito del Cesap-Bari). Suppongo che decise di modificare la
dicitura e il logo ma non l'acronimo (la legge lo permette, le onlus
fanno capo a registri regionali mica sono delle aziende a scopo di
lucro). Io non credo, visti i dissapori, che il Cesap-Friuli sia stato
particolarmente contento di dover conservare quella sigla, ma
probabilmente - per il bene delle iniziative già in corso d'opera a
favore DELLA GENTE - non poteva fare diversamente. L'associazione,
comunque INDIPENDENTE DA BARI, si era già accreditata con una certa
sigla presso le istituzioni e il pubblico del suo territorio (che sta
ad almeno 1500 km da Noci, prov. Bari).

Nel 2008 il CESAP-Friuli (Consulenza E Studi Abusi Psicologici) ha
edito un opuscolo intitolato "Allarme maghi, guru e santoni". La
presentazione dell'opuscolo è a firma Roberto Asquini, lo stesso
consigliere regionale Friuli Venezia Giulia che evidentemente ha ed ha
sempre avuto rapporti con Udine e non con Bari, anche se la sua
interrogazione, per chi legga soltanto l'incipit in homepage e non si
prenda la briga di approfondire, sembra sia stata opera e merito del
CeSAP-Bari.
CeSAP Bari che, sempre in homepage, scrive:
"Pertanto, in assenza di altri elementi, è possibile definire il
CESAP-FRIULI come un'associazione autonoma, indipendente e distinta
dal CeSAP Nazionale, con uso improprio di acronimo. Questo lo dobbiamo
per la massima trasparenza verso la nostra utenza.
Pertanto il CeSAP, CON SEDE LEGALE IN NOCI (BA), SI DICHIARA
ASSOLUTAMENTE ESTRANEO AD OGNI INIZIATIVA RICONDUCIBILE A CODESTA
ALTRA ASSOCIAZIONE".

A parte che il Cesap friuli è sempre stato un'associazione autonoma,
indipendente e distinta dal "CeSAP Noci" , resta la domanda: ma come,
il Cesap Bari si dichiara "estraneo ad ogni iniziativa riconducibile
a" il Cesap-Friuli e poi riporta l'interrogazione di Asquini alla
Regione Friuli in bell'evidenza? Risposta a interrogazione che, per
altro, cita espressamente il cesap friuli e non quello barese
(http://www.cesap-friuli.net/node/78) e sta sul sito friulano e non su
quello barese? Suppongo che se il "Cesap nazionale" fosse stato in
qualche modo coinvolto nell'iniziativa sarebbe stato titolato a
pubblicare la risposta della Regione Friuli Venezia Giulia. Ma non
l'ha fatto.

Insomma io vedo molte, ma molte contraddizioni che ritengo non
dovrebbero esserci in chi sostiene di agire per la "massima
trasparenza verso la nostra utenza".


Prego i soliti noti di non cominciare con la solita solfa
scientologica "stai estrapolando". Vi ho dato precisi riferimenti dove
andare a controllare l'interezza delle discussioni.

Prego altresì i soliti noti di non attaccare il ritornello "l'amica
di". E' un clichè bloccapensiero fatto e finito, un atteggiamento del
tutto settario e se vi ruga sentirvi dare dei settari cambiate
registro.
Non sono amica di Pietro Bono, non sono amica di Moccia, non sono
amica di Arkeon e di nessun altro. Se sostenete il contrario abbiate
la buona creanza di dimostrarlo, come si conviene in un'assemblea
civile. Altrimenti accettate serenamente di essere da me (e non solo)
considerati dei settari che utilizzano metodi, modalità e forma mentis
settari.

Se sono qui a scrivere, dopo lunga assenza dalle pubbliche arene, è
soltanto perchè condivido l'esigenza di Pietro: "Parliamo del Cesap
Bari". Credo che motivi per parlarne pubblicamente ce ne siano
veramente a bizzeffe.
Ho iniziato con le contraddizioni più evidenti, ma tempo permettendo
ho parecchio altro da rilevare.
Poi, come si dice, non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.
Proverbio che dovrebbe essere ben noto a chi asseritamente dice di
combattere le "sette" e gli atteggiamenti settari, e di essere esperto
di plagio.

Alessia

bono....@gmail.com

unread,
Oct 27, 2008, 5:53:34 AM10/27/08
to parliamo del CeSAP Bari
Ciao Alessia,
benvenuta e grazie per le tue dettagliate osservazioni.

Pietro

bono....@gmail.com

unread,
Oct 28, 2008, 5:06:58 AM10/28/08
to parliamo del CeSAP Bari
Ho trovato in rete qualche bando di concorso dell’Università di Bari.
Titolo del Corso: CRIMINOLOGIA GENERALE MINORILE E PENITENZIARIA
Ora, se ho ben capito la Dott.ssa Tinelli, Presidente del CeSAP, ha
avuto per l’anno accademico 2006-2007 nove ore di Insegnamento.
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4109&catid=26

Per l’anno accademico 2007-2008, sempre la Dott.ssa Tinelli, ha avuto
invece due ore di Insegnamento.
http://www.uniba.it/ateneo/amministrazione/dip-pl/area-formazione-post-laurea/master-corsiperfez-altaformaz./ateneo/amministrazione/dip-pl/area-formazione-post-laurea/master-corsiperfez-altaformaz./corsi.aformazione.0708/schematipo.afcriminologia0708.pdf

Se ho ben capito, ma non vorrei sbagliarmi, queste ore sono il totale,
per anno, di ore di Insegnamento.
Questa cosa mi lascia francamente perplesso.


Alessia Guidi

unread,
Oct 28, 2008, 5:17:17 PM10/28/08
to parliamo-de...@googlegroups.com

Che cosa ti lascia perplesso, di preciso?

Affidare una manciata di ore di docenza in un corso di criminologia
generale, minorile e penitenziaria - che ne prevede oltre 200 - a una
psicologa clinica e criminologa per parlare in linea generale di
"culti e sette sataniche" credo sia normale. A Bari c'è la Tinelli e
mi sembra normale chiamare lei.

Noto però qualche discrepanza con ciò che afferma Alice nel post
sull'ACF che segnali
http://www.cesap.net/index.php?option=com_joomlaboard&Itemid=34&func=view&id=4109&catid=26

Alice dice infatti che: "La Dottoressa [Tinelli] insegna in questo
corso dal 2001 ad oggi e nello stesso ogni anni è relatrice di diverse
tesi finali sull'argomento." (complimenti per l'italiano!!)

Io sono riuscita a reperire i bandi degli AA 2003/2004
http://www.area-formazionepostlaurea.uniba.it/perfezionamento/statutoaf0304.criminologia.htm
2005/2006
http://www.uniba.it/ateneo/amministrazione/dip-pl/area-formazione-post-laurea/master-corsiperfez-altaformaz./archivio.master/indice.corsiaf0506/af0506.criminologia.pdf
2006/2007
http://www.uniba.it/ateneo/amministrazione/dip-pl/area-formazione-post-laurea/master-corsiperfez-altaformaz./Corsi-Alta-Formazione-2006-07/ateneo/amministrazione/dip-pl/area-formazione-post-laurea/master-corsiperfez-altaformaz./Corsi-Alta-Formazione-2006-07/af-criminologia.pdf
2007/2008 (l'hai segnalato tu)
e il più recente, 2008/2009
http://www.uniba.it/ateneo/amministrazione/dip-pl/area-formazione-post-laurea/master-corsiperfez-altaformaz./corsialtaformazione0809/aformaz08.criminologia2.pdf/attachment_download/file

La presenza di Lorita Tinelli viene segnalata nell'AA 2003/2004 ma non
si specificano le ore.
Interessante però la dicitura:

"DOCENTI DEL CORSO:
I Docenti universitari del Corso a seguito dell’approvazione dello
stesso sono quelli di cui all’elenco allegato. Per le discipline per
le quali sono richieste particolari professionalità ed abilità
tecnico-scientifiche **ci si potrà avvalere di docenti esterni, scelti
tra quelli di cui all’elenco allegato**. Per le peculiari attività di
laboratorio e di sperimentazione il Direttore del Corso potrà nominare
a contratto, due tutors, che saranno retribuiti su ordine di pagamento
a seconda delle effettive prestazioni."

Lorita Tinelli viene elencata tra i docenti esterni di cui "ci si
potrà avvalere". Ci si è avvalsi? Non lo so.

Non ho trovato il bando del 2004/2005.
Nel bando del 2005/2006 Lorita Tinelli non era contemplata.
Nel bando 2006/2007 (ripostato anche da Alice) l'impegno didattico
della Tinelli è di 9 ore. Nel post di Alice, però, non compare questa
dicitura, presente invece nel bando pubblicato dall'università:

"Docenti di Università straniere e docenti non universitari"

Lorita Tinelli viene elencata tra questi. Poichè dal suo curriculum
non risultano docenze presso università straniere, la Tinelli è una
"docente non universitaria". Del resto già nel 2003/2004 veniva
elencata tra i "docenti esterni".
Nel bando 2007/2008 viene ancora elencata tra i docenti non
universitari, con 2 ore.
Nel bando 2008/2009, pubblicato da poco, viene elencata tra i docenti
non universitari, 5 ore.

Questi, però, sono solo bandi e non sappiamo se il corso è stato
realmente attivato e, se sì, se lo è stato tutti gli anni. Il corso
prevede infatti un numero minimo di partecipanti e una quota di
iscrizione abbastanza alta (dai 600 agli 800 euro).

Torno alla affermazione di Alice:
La Dottoressa [Tinelli] insegna in questo corso dal 2001 ad oggi e
nello stesso ogni anni è relatrice di diverse tesi finali
sull'argomento"

e mi chiedo:

Come è possibile che una "docente non universitaria" quale risulta
essere Lorita Tinelli, il cui impegno didattico è stato al massimo di
9 ore, - ammesso che il corso sia effettivamente partito - possa
essere "relatrice di diverse tesi finali" "ogni anno"??

Io l'unico elemento che sono riuscita a trovare in Rete in merito a
"tesi finale" o "tesi di laurea"+"Lorita tinelli" è un estratto della
tesi di laurea di Simona Campanella
http://www.tuttosullesette.it/index.pax?argomento=5&cerca=lorita+tinelli&neltesto=1
socia Cesap,
http://www.cesap.net/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=962
esperta del Cesap
http://www.cesap.net/index.php?option=com_content&task=view&id=1219
che però non cita il relatore/relatrice della sua tesi. Ma che ha
usato anche il sito della Di Marzio come fonte bibliografica.
Possibile che la Dott.ssa Campanella, nel riportare estratti della sua
tesi del 8.3.2007 al Corso di Alta Formazione in Criminologia
generale, minorile e penitenziaria (Uniba) dimentichi di citare la
Presidente della associazione di cui è socia ed esperta, se è stata
lei la sua relatrice? Che dire, bella ingratitudine.

Non resta che da chiedere alla "sbugiardatrice di menzogne" Alice,
utente dell'ACF, dove abbia trovato le informazioni che riporta in
merito alle "diverse tesi finali", "ogni anno", al master in
"Criminologia generale ecc.", "Università di Bari".
Noto tra l'altro che Lorita Tinelli, né in veste di Presidente né in
quella di moderatore del Forum Cesap dedicato ad Arkeon, smentisce
l'affermazione di Alice.

Attendo che Alice o Lorita Tinelli mi illuminino.

Altre domande:

a) il post di Alice è del 25.3.2008. Qualcuno sa a chi si stava
riferendo quando sosteneva che "Ho aperto questo post, perchè ho letto
altrove dei palesi tentativi di diffamazione della Dottoressa Lorita
Tinelli. Qualcuno sostiene che il suo curriculum è inesatto." ? [*]

b) nei bandi dell'Università di Bari la Tinelli viene definita
"esperta di culti e sette sataniche". Qualcuno mi potrebbe segnalare
un qualche suo studio o pubblicazione sulle seconde? Io non sono
riuscita a trovarli.

c) se non ricordo male, in una qualche intervista la Tinelli disse che
dava "la caccia" a Arkeon da 10 anni. Viene anche citata come "esperta
di Arkeon". Spigolando sull'ACF ho visto un gran parlare di un qualche
arkeoniano che si sarebbe introdotto nell'Università di Bari, dove la
Tinelli tiene la sua manciata di ore di docenza in qualità di "esperta
di culti e sette sataniche", dice Alice dal 2001. La domanda è: Lorita
Tinelli si è opposta a tale ingresso o ha portato le rimostranze sue e
del Cesap?, Se sì, in che forma? Di solito queste cose si fanno con
una comunicazione formale al Rettore. E' possibile vederla, se esiste?
E se è stata zitta, perchè lo ha fatto?

Alessia

[*] La mia maestra delle elementari, che era una proprio vecchia
maniera, metteva un 4 secco in qualsiasi prova in cui si fosse messa
una virgola tra soggetto e azione. La prova poteva essere perfetta in
ogni sua parte, ma se c'era quella virgolaccia era 4. That's it.
Noto però che diversi utenti dell'ACF mettono la virgola tra soggetto
e azione proprio come fa "Alice". Contagio?
Peccato davvero che non esistano più maestre vecchia maniera.

bono....@gmail.com

unread,
Oct 29, 2008, 6:52:45 AM10/29/08
to parliamo del CeSAP Bari


On 28 Ott, 22:17, Alessia Guidi <alessia.gu...@libero.it> wrote:
> On Tue, 28 Oct 2008 02:06:58 -0700 (PDT), Pietro wrote:

> Che cosa ti lascia perplesso, di preciso?
>
> Affidare una manciata di ore di docenza in un corso di criminologia
> generale, minorile e penitenziaria - che ne prevede oltre 200 - a una
> psicologa clinica e criminologa per parlare in linea generale di
> "culti e sette sataniche" credo sia normale. A Bari c'è la Tinelli e
> mi sembra normale chiamare lei.

Le cose che mi lasciano perplesso, in questa situazione, sono
molteplici.
Forse ciò è dovuto soprattutto alla mia ignoranza.
Però ciò che avevo capito io del Cesap e della Dott.ssa Tinelli era
ben altro.
Avevo capito che il CeSAP Bari collaborasse con il Ministero di Grazia
e Giustizia.
Avevo capito che il CeSAP fosse da diversi anni costituito da
collaboratori e professionisti scafati di diverse discipline.
Avevo capito che la Dott.ssa Tinelli tenesse corsi di Criminologia
all’Università ecc. ecc.
Ora mi viene da pensare malignamente che il CeSAP Bari, e la
popolarità della Dott.ssa Tinelli, siano nati, all’inizio del 2006,
sui cadaveri delle famiglie di arkeon, e che poco o niente fosse prima
presente.
Francamente non è una bella sensazione.

La sensazione che ne deriva è che la Dott.ssa Tinelli si sia
coltivata, sia dei laureandi che poi si sono strutturati come
consulenti del CeSAP, sia persone fuoriuscite da gruppi.
In ultimo, dopo la popolarità datale dai suoi ripetuti interventi
nelle trasmissioni del 2006-2007, abbia costituito solo allora un pool
di professionisti, con un solido e consistente pool di legali, che non
guasta mai.


> c) se non ricordo male, in una qualche intervista la Tinelli disse che
> dava "la caccia" a Arkeon da 10 anni. Viene anche citata come "esperta
> di Arkeon".

Una delle interviste in cui la Dott.ssa Tinelli sosteneva questo, è
stata la sua partecipazione di persona alla terza trasmissione di
Costanzo, il 27-1-2006.
“…Costanzo
Poi lo dirà Lorita Tinelli che è la presidente del Cesap
Tinelli
Sì sono io
Costanzo
Che è lei, voi avete insieme ad altri credo, denunciato no?
Tinelli
Sì, noi abbiamo fatto un lavoro di dieci anni su questo gruppo, che
poi tra l’altro pare che esista una
sentenza recente che definisce non un reato parlare di setta, quindi
si può anche parlare di setta.
Costamagna
Setta non è un termine assolutamente negativo, vuol dire scisso,
qualunque gruppo minore che si separa
dalla chiesa ufficiale, basta
Tinelli
……oppure deriva dal latino sequor, seguire quindi ……non ha
assolutamente un significato…. negativo
Costanzo
Eh che non è giusto chiamare setta una cosa che non lo è, magari ecco
Tinelli
Dicevo….. è un lavoro che faccio io personalmente ma anche il centro
studi abusi psicologici da ben dieci
anni ci occupiamo di questo caso perché sono arrivate a noi delle
segnalazioni veramente molto molto
problematiche , persone che non hanno più contatti con i propri figli,
coppie che si sono separate dopo
questi percorsi, gente che racconta di abusi sessuali subiti, tra
l’altro anni fa fu pubblicato un libro da un
maestro che poi adesso non fa più parte di Arkeon ma è pur sempre
stato iniziato dal guru il quale
raccontava in questo libro tutta una serie di giochi, tecniche
utilizzate dallo stesso gruppo, il libro
immediatamente è stato….
Costanzo
Per manipolare, per catturare era questo?
Tinelli
Sì…”


E a proposito di contraddizioni, ecco qui cosa afferma la Dott.ssa
Tinelli durante la trasmissione di “Mi manda rai 3” il
13-10-2006
http://www.rai.tv/mpplaymedia/0,,RaiTre-Mimandaraitre%5E0%5E12789,00.html

“…Vianello
Ma quale è l’altra voce? La stiamo ascoltando, stiamo parlando da
quaranta minuti
Campese
Lei non ci sta facendo parlare, Dott.Vianello
Vito Carlo Moccia
La voce è …..che noi ci troviamo in grande difficoltà, perché ci sono
migliaia di famiglie, con i
bambini a scuola e si sentono dire: ecco quelli fanno parte della
setta. Allora questo è ignobile
Vianello
E’ una parola che mi pare che non abbiamo usato in questo studio tv
VCM
Però l’ha usata la Dott.ssa Tinelli o nello spazio di Costanzo è stata
usata la parola setta, allora
prima eravamo una setta, poi siamo diventati un Gruppo
Tinelli
Questo……. questo non è vero
Vianello
Dott.ssa, presto che dobbiamo andare in pubblicità, dica
Tinelli
Io non ho mai ….non ho mai attribuito questo termine
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages