One word

35 views
Skip to first unread message

Dennis Angemi

unread,
Apr 18, 2021, 2:01:30 PMApr 18
to opendat...@googlegroups.com
Avrei voluto scrivere questa mail un po' di tempo fa ma non ho mai avuto la lucidità necessaria per farlo. Adesso, dopo il raduno, è arrivato il momento. 

Sono entrato nella vostra community in punta di piedi, un po' intimorito dalla vostra esperienza e professionalità nei campi più disparati (data scientist, sviluppatori, docenti, ecc) e oggi, a distanza di solo 2 mesi, sono qui a ringraziarvi. Ho tantissimi motivi per farlo: mi avete accolto in modo meraviglioso stroncando da subito la distanza che ci separa (sia in termini anagrafici che territoriali), mi avete aiutato a sviluppare alcune competenze basilari, mi avete permesso di raccontare ad un evento di importanza stratosferica la mia storia, ma soprattutto mi avete aiutato inconsapevolmente in un periodo non facile. 

Sono chiuso in casa da un mese, lontano dai miei affetti più cari (penso alla mia migliore amica, a tutti i miei amici e tutte le mie amiche che abitano a Catania) e, che ci crediate o no, avete giocato un ruolo fondamentale nel mio "benessere mentale" (se così lo si può definire).

Non vi nascondo che avvicinarmi al vostro mondo (terribile espressione, lo so, non dobbiamo considerarlo un mondo a parte) non è stato facile: non è facile rispondere a chi ti domanda "perchè impieghi il tuo tempo ad analizzare dati?" o "perchè impieghi il tuo tempo a preparare qualche grafica per un evento il cui oggetto sfugge ai più?". Agli occhi delle persone che vivono con te, appari come una persona legata più ad un pc che alle persone reali. Col tempo però chiunque riesce a comprendere la spiegazione implicita a tanti "perchè". Per me, essere riuscito a contenere l'emozione per intervenire ad un evento stracolmo di gente importante, significa dimostrare, a coloro i quali non comprendono l'importanza di determinate azioni, che è sempre necessario rispettare qualsiasi inclinazione e qualsiasi scelta personale (anche se inizialmente incomprensibile).

Mi piacerebbe riuscire a ringraziare singolarmente tutti e tutte voi, ma temo di non riuscirci perchè siete tantissimi/e. Ti basta sapere questo: se stai leggendo questo messaggio, sappi che esiste un Dennis che proprio in questo momento ti sta ringraziando per i motivi di cui sopra.

Spero di essere riuscito a scrivere qualcosa di senso compiuto e di non avere utilizzato un linguaggio eccessivamente criptico in riferimento "alla gente che ti domanda perchè".

Con tantissimo affetto,
Dennis

P.S.
Chissà quale sarà mai la "one word" dell'oggetto ;)

andy

unread,
Apr 18, 2021, 2:35:46 PMApr 18
to opendatasicilia
Caro Dennis,
ti voglio bene.

Queste tue parole mi stanno facendo piangere. Perché ok, è bello vedere un giovane uomo che si prende cura del suo territorio, che vuole crescere, che è brillante, educato, spiritoso e simpatico, che riesce a fare pubblicare dati che nessuno pubblica e riesce a contagiare altri comuni.
Ma queste cose - non proprio tutte tutte - mi sono capitate, sono bellissime, mi fanno immenso piacere, mi danno forza, ma non mi commuovono come adesso.

Sono purtroppo un quasi 50enne senza figli, quindi su alcune cose mi manca il polso.
Anche per me non è un periodo facile, ma non mi lamento

Le tue parole mi fanno sentire delle difficoltà, legate probabilmente alla tua età e al tuo essere lontano dagli amici e sopratutto dall'amica del cuore.
Se penso al mio ultimo anno del liceo e lo immagino "chiuso e lontano", accidenti mi manca l'aria.

On Sun, 18 Apr 2021 at 20:01, Dennis Angemi <dennis...@gmail.com> wrote:

Non vi nascondo che avvicinarmi al vostro mondo (terribile espressione, lo so, non dobbiamo considerarlo un mondo a parte) non è stato facile: non è facile rispondere a chi ti domanda "perchè impieghi il tuo tempo ad analizzare dati?" o "perchè impieghi il tuo tempo a preparare qualche grafica per un evento il cui oggetto sfugge ai più?". Agli occhi delle persone che vivono con te, appari come una persona legata più ad un pc che alle persone reali. Col tempo però chiunque riesce a comprendere la spiegazione implicita a tanti "perchè". Per me, essere riuscito a contenere l'emozione per intervenire ad un evento stracolmo di gente importante, significa dimostrare, a coloro i quali non comprendono l'importanza di determinate azioni, che è sempre necessario rispettare qualsiasi inclinazione e qualsiasi scelta personale (anche se inizialmente incomprensibile).

Ma è dopo questa parte che ho iniziato veramente a commuovermi. È un'età in cui spessa sembra di essere dei mutanti, in trasformazione, dei diversi.
E dovere rispondere a dei perché sulle cose in cui si crede, senza essere compresi, è sicuramente dura.
La maturità, la sensibilità, che hai nel dire "è sempre necessario rispettare qualsiasi inclinazione e qualsiasi scelta personale (anche se inizialmente incomprensibile)" è tanta roba.

Ci conosciamo poco purtroppo, ma sembri proprio un bell'essere umano. Questo da solo, non basta a sentirsi meno soli o finalmente a condividere dei perché.
Però puoi poggiare per terra senza paura, perché il tuo essere sembra proprio un buon punto d'appoggio.

Dennis grazie a te, oggi mi hai fatto riflettere e capire meglio tante cose, mi hai anche un po' svegliato

--
___________________

Andrea Borruso
website: https://medium.com/tantotanto
38° 7' 48" N, 13° 21' 9" E, EPSG:4326
___________________

"cercare e saper riconoscere chi e cosa,
 in mezzo all’inferno, non è inferno, 
e farlo durare, e dargli spazio"

Italo Calvino

Ciro Spataro

unread,
Apr 18, 2021, 3:59:33 PMApr 18
to opendatasicilia
caro Dennis 
quanto hai scritto commuove anche me. 
Al di la delle cose tecniche che facciamo su ODS, la cosa più importante è leggerti così.
E' la conferma che degli esseri umani stringono legami di vicinanza, raggiungono apprezzamento, stima, empatia, affetto. 
E non so cosa può esserci di più importante nella vita delle relazioni.

Fai crescere anche me che ho 54 anni.
Grazie per le belle parole, per essere anche tu in questa avventura, per il modo di porti.

Mi conforta leggere che le persone di ODS ti hanno aiutato nell'affrontare un brutto periodo di isolamento, per me è una conferma che non siamo solo smanettoni digitali, ma siamo prima di tutto  persone in grado di stare insieme piacevolmente nella vita di tutti i giorni, malgrado la distanza fisica che ci separa e la distanza culturale su alcuni temi che separa noi da un mondo circostante. 
Posso immaginare che per te alla tua età essere isolato fisicamente è molto più dura che per me che ho una moglie e due figlie. Lo immagino.

Sui "perché" ci ho macinato l'esistenza, incazzandomi spesso quando non riesco a trovare comunicazione, contatto con gli altri.
Sono ritornato sempre ad essere pronto a comunicare quando per l'ennesima volta non riuscivo a farmi capire in quello che facevo o volevo fare, e lo vivo attualmente nel mio abito di lavoro. Non credo di essere arrivato ad un punto di svolta, ci riprovo continuamente e non so come andrà a finire. Forse ci riprovo perchè non ho esaurito gli stimoli, ... gli stimoli sono quelli che mi aiutano oggi a non fermarmi e a non deprimermi. Questa comunità per me è fonte di generazione continua di stimoli ed emozioni,  l'evento che ieri abbiamo vissuto ne è la conferma, non solo per me fortunatamente :)

Conoscerti anche così tramite il web mi arricchisce dentro, ti ringrazio per ciò che sei in grado di far provare con le tue parole


--
Sito: http://opendatasicilia.it
Facebook: https://www.facebook.com/groups/opendatasicilia/
twitter: http://twitter.com/opendatasicilia
Gruppo Telegram: https://t.me/opendatasicilia
---
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "opendatasicilia" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a opendatasicil...@googlegroups.com.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/opendatasicilia/CADDNQKu7KeM9WDCWnLW_szC2w6Hev1oAyS4xUWk-eG%2BfCGjpUw%40mail.gmail.com.

Maurizio Napolitano

unread,
Apr 19, 2021, 4:20:20 AMApr 19
to opendat...@googlegroups.com
Ciao Dennis
qui sono intervenuto poco ma ti ho letto ed ho sentito tanto di te ti
ho ascoltato/visto ad raduno.
Quello che hai scritto qui mi apre tanti stimoli che potrei condividere.
Alcuni pensieri sono già arrivati da Andrea e da Ciro.
Mi fermo sul tuo " alla gente che ti domanda perchè" stimolandoti a
leggere il libro "Surplus cognitivo. Creatività e generosità nell'era
digitale" di Clay Shirky.[1]
Sono certo che ti ritroverai in tanti di quei racconti che troverai nel libro.
Faccio un piccolo spoiler (ma per far venire voglia di leggere tutto
il libro): un bel giorno Shirky viene invitato a parlare di Wikipedia
alla CNN.
Appena la giornalista venne a sapere che Wikipedia era scritta da
volontari nel tempo libero, si mise a ridere pensando all'immagine di
questi che "non hanno niente di meglio da fare".
Shirky intervenne in maniera abbastanza severa: "Secondo me Lei,
invece che ridere, dovrebbe preoccuparsi seriamente: il suo lavoro è
basato sul tempo libero delle persone. Le persone usano il loro tempo
libero per guardare la televisione e Lei vive di questo tempo libero,
pertanto, se cominciano a fare ad altro, dovrebbe seriamente
preoccuparsi".
Ora, se guardiamo a Wikipedia, anche se al suo interno ci sono più
biografie di persone inesistenti ( = personaggi dei fumetti e delle
serie tv) e quelle di sportivi (per la maggior parte in italia si
tratta di calciatori), rimane il fatto che è uno dei siti più visitati
al mondo [1] tant'è che è quasi impossibile non imbattersi in
Wikipedia nelle proprie ricerche [2].
Contribuire a Wikipedia alla fine vuole dire mettere quella goccia, in
quell'oceano che è la conoscenza, con cui si può cambiare il mondo.
Il tuo contributo al movimento open data fa parte di questo.
Io lavoro in un centro di ricerca e ti posso dire che, quello che
viene fatto ogni giorno, è aggiungere gocce alla conoscenza proprio
per cambiare il mondo.
Il tuo contributo va in quella direzione anche se non te ne stai
accorgendo, anche se - per ora - percepisci come un qualcosa di solo
tuo che ti sta facendo stare bene, che ti sta facendo conoscere nuove
persone e che ti permette di guardare oltre la linea di confine che
(probabilmente) prima non sapevi manco esistesse.
Da quello che scrivi leggo comunque che ne sei molto consapevole e
questo è il regalo più bello che dai a chi ti osserva con ammirazione
(ed anche un pizzico di invidia).
E sappi che, quando scrivi "sappi che esiste un Dennis che proprio in
questo momento ti sta ringraziando" anche se con te ho avuto zero
interazioni, ma mi da gioia leggere questa tua frase.
Ciascuno di noi contribuisce alla causa del bene comune e sapere che,
anche se con storie molto lontane nello spazio (ma non nello spirito)
da quelle a cui partecipa, accresce questo senso, non può che dare
gioia.
Andrai molto lontano senza che tu te ne accorga perchè tutto ti
sembrerà normale tranne quando ti guarderai indietro vedendo un altro
Dennis o incontrando altri Paola, Ciro, Andrea, Giorgia ... [4]
Un abbraccio


[1] un libro che ha 11 anni e che, ammetto, ha avuto anche diverse
critiche e, per cui, ti consiglio la lettura di Eugeny Morozov per
bilanciare
[2] al momento risulta al 13esimo posto su alexa https://www.alexa.com/topsites
[3] dai log di accesso a wikipedia c'è chi ha predetto l'arrivo delle
influenze - https://journals.plos.org/ploscompbiol/article?id=10.1371/journal.pcbi.1003581
[4] sorry! vorrei fare la lista di tutti :)

--
--
Le informazioni contenute nella presente comunicazione sono di natura 
privata e come tali sono da considerarsi riservate ed indirizzate 
esclusivamente ai destinatari indicati e per le finalità strettamente 
legate al relativo contenuto. Se avete ricevuto questo messaggio per 
errore, vi preghiamo di eliminarlo e di inviare una comunicazione 
all’indirizzo e-mail del mittente.

--
The information transmitted is
intended only for the person or entity to which it is addressed and may
contain confidential and/or privileged material. If you received this in
error, please contact the sender and delete the material.

Nino Galante

unread,
Apr 19, 2021, 3:45:32 PMApr 19
to opendatasicilia

Caro Dennis,

voglio ringraziarti anch'io per la tua bella lettera alla Comunità; come altri hanno già scritto, rappresenti quella linfa nuova di cui ogni comunità ha bisogno per continuare a vivere e che dà alla comunità stessa conferma della propria vitalità e utilità.

Purtroppo i temi di cui ci occupiamo non vengono compresi da molti (anche quando non sono strettamente tecnici) perché, soprattutto in certi ambiti, manca la consapevolezza della loro importanza e non è facile farlo comprendere. A volte, al contrario, la loro importanza è ben compresa e non si vorrebbe che siano in troppi ad accorgersene. Noi ce ne occupiamo anche per il nostro senso di altruismo di cui possiamo essere certamente fieri.

Al pari di te, anch'io, molti anni fa, cercai di allargare i miei orizzonti e trovai in quello che molti si ostinano a credere "virtuale" la soluzione, non tanto alle limitazioni di una grave situazione di emergenza come quella pandemica che ci affligge ormai da più di un anno, quanto a quelle, altrettanto gravi, imposte dalla piccola e asfittica realtà "fisica" in cui vivo, desideroso di confronto, di nuove relazioni e curioso di vedere cosa succede altrove per continuare a imparare e a crescere; desideri che bisognerebbe avere sempre, anche se si avesse la possibilità di vivere nel posto più aperto e più vivace al mondo.

Speriamo ad ogni modo che i problemi che stiamo vivendo cessino al più presto consentendoci di riappropiarci di quella fisicità di cui abbiamo comunque e certamente bisogno.

Con altrettanto affetto,

Nino
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages