Lettura quotidiana 10/7

4 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Jul 9, 2021, 6:16:15 PMJul 9
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 10/7.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 1Samuele 3 ---
Vocazione di Samuele
Gr 1:4-9 (1S 2:27-36; 4:1, ecc.) Mt 11:25
1 Il piccolo Samuele serviva il SIGNORE sotto gli occhi di Eli. La parola
del SIGNORE era rara a quei tempi, e le visioni non erano frequenti. 2 In
quel medesimo tempo, Eli, la cui vista cominciava a intorbidarsi e non gli
consentiva di vedere, se ne stava un giorno coricato nel suo luogo consueto;
3 la lampada di Dio non era ancora spenta e Samuele era coricato nel tempio
del SIGNORE dove si trovava l'arca di Dio. 4 Il SIGNORE chiamò Samuele, il
quale rispose: «Eccomi!» 5 Poi corse da Eli e disse: «Eccomi, poiché tu
mi hai chiamato». Eli rispose: «Io non ti ho chiamato, torna a
coricarti». Ed egli andò a coricarsi. 6 Il SIGNORE chiamò Samuele di
nuovo. Samuele si alzò, andò da Eli e disse: «Eccomi, poiché tu mi hai
chiamato». Egli rispose: «Figlio mio, io non ti ho chiamato; torna a
coricarti». 7 Ora Samuele non conosceva ancora il SIGNORE e la parola del
SIGNORE non gli era ancora stata rivelata. 8 Il SIGNORE chiamò di nuovo
Samuele, per la terza volta. Ed egli si alzò, andò da Eli e disse:
«Eccomi, poiché tu mi hai chiamato». Allora Eli comprese che il SIGNORE
chiamava il bambino. 9 Ed Eli disse a Samuele: «Va' a coricarti; e, se
sarai chiamato ancora, dirai: "Parla, SIGNORE, poiché il tuo servo
ascolta"». Samuele andò dunque a coricarsi al suo posto. 10 Il SIGNORE
venne, si fermò accanto a lui e chiamò come le altre volte: «Samuele,
Samuele!» E Samuele rispose: «Parla, poiché il tuo servo ascolta».
11 Allora il SIGNORE disse a Samuele: «Ecco, io sto per fare in Israele
una cosa tale che chi la udrà ne avrà intronati tutt'e due gli orecchi.
12 In quel giorno io compirò contro Eli, dal principio fino alla fine,
tutto ciò che ho detto circa la sua casa. 13 Gli ho predetto che avrei
esercitato i miei giudizi sulla sua casa per sempre, a causa dell'iniquità
che egli ben conosce, poiché i suoi figli hanno attirato su di sé la
maledizione ed egli non li ha sgridati. 14 Perciò io giuro alla casa di
Eli che l'iniquità della casa di Eli non sarà mai espiata né con
sacrifici né con oblazioni». 15 Samuele rimase coricato fino alla
mattina, poi aprì le porte della casa del SIGNORE. Egli temeva di
raccontare a Eli la visione. 16 Ma Eli chiamò Samuele e disse: «Samuele,
figlio mio!» Egli rispose: «Eccomi». 17 Ed Eli: «Qual è la parola che
egli ti ha detto? Ti prego, non me la nascondere! Dio ti tratti con il
massimo rigore, se mi nascondi qualcosa di tutto quello che egli ti ha
detto». 18 Samuele allora gli raccontò tutto, senza nascondergli nulla.
Allora Eli disse: «Egli è il SIGNORE: faccia quello che gli parrà bene».
19 Samuele intanto cresceva e il SIGNORE era con lui e non lasciò andare a
vuoto nessuna delle sue parole. 20 Tutto Israele, da Dan fino a Beer-Sceba,
riconobbe che Samuele era stabilito come profeta del SIGNORE. 21 Il SIGNORE
continuò ad apparire a Silo, poiché a Silo il SIGNORE si rivelava a
Samuele mediante la sua parola.

--- Salmi 112 ---
Felicità del giusto
Sl 1; 128; Pr 14:26-27
1 Salmo di Davide.
Alleluia.
Beato l'uomo che teme il SIGNORE
e trova grande gioia nei suoi comandamenti. 2 Potente sulla terra sarà la
sua discendenza;
la stirpe degli uomini retti sarà benedetta. 3 Abbondanza e ricchezze sono
in casa sua
e la sua giustizia dura per sempre. 4 La luce spunta nelle tenebre per gli
onesti,
per chi è misericordioso, pietoso e giusto. 5 Felice l'uomo che ha
compassione,
dà in prestito
e amministra i suoi affari con giustizia, 6 perché non vacillerà mai;
il giusto sarà ricordato per sempre. 7 Egli non temerà cattive notizie;
il suo cuore è saldo, fiducioso nel SIGNORE. 8 Il suo cuore è tenace,
privo di paure
e alla fine vedrà sui suoi nemici quanto desidera. 9 Egli ha dato
generosamente ai bisognosi;
la sua giustizia dura per sempre
e la sua fronte si alza gloriosa. 10 L'empio lo vede, si irrita,
digrigna i denti e si consuma;
il desiderio degli empi non potrà mai avverarsi.

--- Lamentazioni 3:1-33 ---
Dolori e conforti
(Gb 16:6-16; 19:5-21)(Sl 88; 102:1-11)
1 Io sono l'uomo che ha visto l'afflizione
sotto la verga del suo furore. 2 Egli mi ha condotto, mi ha fatto camminare
nelle tenebre
e non nella luce. 3 Sì, contro di me di nuovo volge la sua mano
tutto il giorno. 4 Egli ha consumato la mia carne e la mia pelle,
ha spezzato le mie ossa. 5 Ha costruito contro di me e mi ha circondato
di veleno e di affanno. 6 Mi ha fatto abitare in luoghi tenebrosi,
come quelli che sono morti da lungo tempo. 7 Mi ha circondato di un muro,
perché non esca;
mi ha caricato di pesanti catene. 8 Anche quando grido e chiamo aiuto,
egli chiude l'accesso alla mia preghiera. 9 Egli mi ha sbarrato la via con
blocchi di pietra,
ha sconvolto i miei sentieri. 10 È stato per me come un orso in
agguato,
come un leone in luoghi nascosti. 11 Mi ha sviato dal mio cammino, e mi ha
squarciato,
mi ha reso desolato. 12 Ha teso il suo arco, mi ha posto
come bersaglio delle sue frecce. 13 Mi ha fatto penetrare nelle reni
le frecce della sua faretra. 14 Io sono diventato lo scherno di tutto il mio
popolo,
la sua canzone di tutto il giorno. 15 Egli mi ha saziato d'amarezza,
mi ha abbeverato d'assenzio. 16 Mi ha spezzato i denti con la ghiaia,
mi ha affondato nella cenere. 17 Tu mi hai allontanato dalla pace,
io ho dimenticato il benessere. 18 Io ho detto: «È sparita la mia
fiducia,
non ho più speranza nel SIGNORE!»
Mi 7:7-10 (Sl 42:6-11; 77:2-14; 130)
19 Ricòrdati della mia afflizione, della mia vita raminga,
dell'assenzio e del veleno! 20 Io me ne ricordo sempre,
e ne sono intimamente prostrato. 21 Ecco ciò che voglio richiamare alla
mente,
ciò che mi fa sperare: 22 è una grazia del SIGNORE che non siamo stati
completamente distrutti;
le sue compassioni infatti non sono esaurite; 23 si rinnovano ogni
mattina.
Grande è la tua fedeltà! 24 «Il SIGNORE è la mia parte», io
dico,
«perciò spererò in lui». 25 Il SIGNORE è buono con quelli che sperano
in lui,
con chi lo cerca. 26 È bene aspettare in silenzio
la salvezza del SIGNORE. 27 È bene per l'uomo
portare il giogo della sua giovinezza. 28 Si sieda solitario e stia in
silenzio
quando il SIGNORE glielo impone! 29 Metta la sua bocca nella polvere!
forse c'è ancora speranza. 30 Porga la guancia a chi lo percuote,
si sazi pure di offese! 31 Il Signore infatti
non respinge per sempre; 32 ma, se affligge,
ha pure compassione, secondo la sua immensa bontà; 33 poiché non è
volentieri che egli umilia
e affligge i figli dell'uomo.


--- Luca 2:1-24 ---
Nascita di Gesù a Betlemme
Mt 1:18-25 (Mi 5:1-2; Is 7:14; 9:5) Gv 1:14
1 In quel tempo uscì un decreto da parte di Cesare Augusto, che ordinava il
censimento di tutto l'impero. 2 Questo fu il primo censimento fatto quando
Quirinio era governatore della Siria. 3 Tutti andavano a farsi registrare,
ciascuno alla sua città. 4 Dalla Galilea, dalla città di Nazaret, anche
Giuseppe salì in Giudea, alla città di Davide chiamata Betlemme, perché
era della casa e famiglia di Davide, 5 per farsi registrare con Maria, sua
sposa, che era incinta. 6 Mentre erano là, si compì per lei il tempo del
parto; 7 ed ella diede alla luce il suo figlio primogenito, lo fasciò, e
lo coricò in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo.

Da 9:20-26; Is 41:27
8 In quella stessa regione c'erano dei pastori che stavano nei campi e di
notte facevano la guardia al loro gregge. 9 E un angelo del Signore si
presentò a loro e la gloria del Signore risplendé intorno a loro, e furono
presi da gran timore. 10 L'angelo disse loro: «Non temete, perché io vi
porto la buona notizia di una grande gioia che tutto il popolo avrà:
11 "Oggi, nella città di Davide, è nato per voi un Salvatore, che è il
Cristo, il Signore. 12 E questo vi servirà di segno: troverete un bambino
avvolto in fasce e coricato in una mangiatoia"». 13 E a un tratto vi fu
con l'angelo una moltitudine dell'esercito celeste, che lodava Dio e diceva:
14 «Gloria a Dio nei luoghi altissimi, e pace in terra agli uomini ch'egli
gradisce!» 15 Quando gli angeli se ne furono andati verso il cielo, i
pastori dicevano tra di loro: «Andiamo fino a Betlemme e vediamo ciò che
è avvenuto, e che il Signore ci ha fatto sapere». 16 Andarono in fretta,
e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia; 17 e,
vedutolo, divulgarono quello che era stato loro detto di quel bambino. 18 E
tutti quelli che li udirono si meravigliarono delle cose dette loro dai
pastori. 19 Maria serbava in sé tutte queste cose, meditandole in cuor
suo. 20 E i pastori tornarono indietro, glorificando e lodando Dio per
tutto quello che avevano udito e visto, com'era stato loro annunciato.

Presentazione di Gesù al tempio
Ga 4:4-5 (Le 12; Es 13:1-2, 11-15)
21 Quando furono compiuti gli otto giorni dopo i quali egli doveva essere
circonciso, gli fu messo il nome di Gesù, che gli era stato dato
dall'angelo prima che egli fosse concepito. 22 Quando furono compiuti i
giorni della loro purificazione secondo la legge di Mosè, portarono il
bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore, 23 come è scritto nella
legge del Signore: «Ogni maschio primogenito sarà consacrato al Signore»;
24 e per offrire il sacrificio di cui parla la legge del Signore, di un
paio di tortore o di due giovani colombi.


Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages