Lettura quotidiana 13/7

3 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Jul 12, 2021, 6:16:12 PMJul 12
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 13/7.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 1Samuele 8 ---
Israele chiede un re
Sl 82; De 17:14-20 (1S 10:17-25; Os 13:10-11) Is 33:22
1 Quando Samuele divenne vecchio, nominò i suoi figli giudici d'Israele.
2 Suo figlio primogenito si chiamava Ioel e il secondo Abia; essi
esercitavano la funzione di giudici a Beer-Sceba. 3 I suoi figli però non
seguivano le sue orme, ma si lasciavano sviare dall'avidità, accettavano
regali e pervertivano il giudizio. 4 Allora tutti gli anziani d'Israele si
radunarono, e andarono da Samuele a Rama 5 per dirgli: «Ecco tu sei ormai
vecchio e i tuoi figli non seguono le tue orme; stabilisci dunque su di noi
un re che ci amministri la giustizia, come lo hanno tutte le nazioni». 6 A
Samuele dispiacque questa frase: «Dacci un re che amministri la giustizia
in mezzo a noi». Perciò Samuele pregò il SIGNORE. 7 Allora il SIGNORE
disse a Samuele: «Da' ascolto alla voce del popolo in tutto quello che ti
dirà, poiché essi non hanno respinto te, ma me, affinché io non regni su
di loro. 8 Agiscono con te come hanno sempre agito dal giorno che li feci
salire dall'Egitto fino a oggi: mi hanno abbandonato per servire altri dèi.
9 Ora dunque da' ascolto alla loro voce; abbi cura però di avvertirli
solennemente e di fare loro ben conoscere quale sarà il modo di agire del
re che regnerà su di loro». 10 Samuele riferì tutte le parole del
SIGNORE al popolo che gli domandava un re. 11 Disse: «Questo sarà il modo
di agire del re che regnerà su di voi. Egli prenderà i vostri figli e li
metterà sui carri e fra i suoi cavalieri e dovranno correre davanti al suo
carro; 12 ne farà dei capitani di migliaia e dei capitani di cinquantine;
li metterà ad arare le sue terre e a mietere i suoi campi, a fabbricare i
suoi ordigni di guerra e gli attrezzi dei suoi carri. 13 Prenderà le
vostre figlie per farsene delle profumiere, delle cuoche, delle fornaie.
14 Prenderà i vostri campi, le vostre vigne, i vostri migliori uliveti per
darli ai suoi servitori. 15 Prenderà la decima delle vostre sementi e
delle vostre vigne per darla ai suoi eunuchi e ai suoi servitori.
16 Prenderà i vostri servi, le vostre serve, il fiore della vostra
gioventù e i vostri asini per adoperarli nei suoi lavori. 17 Prenderà la
decima delle vostre greggi e voi sarete suoi schiavi. 18 Allora griderete a
causa del re che vi sarete scelto, ma in quel giorno il SIGNORE non vi
risponderà». 19 Il popolo rifiutò di dare ascolto alle parole di Samuele
e disse: «No! Ci sarà un re su di noi; 20 anche noi saremo come tutte le
nazioni; il nostro re amministrerà la giustizia in mezzo a noi, marcerà
alla nostra testa e condurrà le nostre guerre». 21 Samuele, udite tutte
le parole del popolo, le riferì al SIGNORE, 22 e il SIGNORE disse a
Samuele: «Da' ascolto alla loro voce e fa' regnare su di loro un re».
Samuele disse agli uomini d'Israele: «Ognuno ritorni alla sua
città».

--- Salmi 115 ---
Gloria al nome di Dio
Sl 135
1 Non a noi, o SIGNORE,
non a noi,
ma al tuo nome da' gloria,
per la tua bontà e per la tua fedeltà! 2 Perché le nazioni dovrebbero
dire:
«Dov'è il loro Dio?» 3 Il nostro Dio è nei cieli;
egli fa tutto ciò che gli piace. 4 I loro idoli sono argento e oro,
opera delle mani dell'uomo. 5 Hanno bocca e non parlano,
hanno occhi e non vedono, 6 hanno orecchi e non odono,
hanno naso e non odorano, 7 hanno mani e non toccano,
hanno piedi e non camminano,
la loro gola non emette alcun suono. 8 Come loro sono quelli che li
fanno,
tutti quelli che in essi confidano. 9 Israele, confida nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo. 10 Casa d'Aaronne, confida nel
SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo. 11 Voi che temete il
SIGNORE,
confidate nel SIGNORE!
Egli è il loro aiuto e il loro scudo. 12 Il SIGNORE si è ricordato di
noi;
egli benedirà,
sì, benedirà la casa d'Israele,
benedirà la casa d'Aaronne, 13 benedirà quelli che temono il
SIGNORE,
piccoli e grandi. 14 Il SIGNORE moltiplichi le sue grazie
a voi e ai vostri figli. 15 Siate benedetti dal SIGNORE,
che ha fatto il cielo e la terra. 16 I cieli sono i cieli del SIGNORE,
ma la terra l'ha data agli uomini. 17 Non sono i morti che lodano il
SIGNORE,
né alcuno di quelli che scendono nella tomba; 18 ma noi benediremo il
SIGNORE,
ora e sempre.
Alleluia.

--- Lamentazioni 4:12-22 ---
12 Né i re della terra
né alcun abitante del mondo avrebbero mai creduto
che l'avversario, il nemico, sarebbe entrato
nelle porte di Gerusalemme. 13 Così è avvenuto a causa dei peccati dei
suoi profeti,
delle iniquità dei suoi sacerdoti,
che hanno sparso nel mezzo di lei
il sangue dei giusti. 14 Essi vagavano come ciechi per le strade,
sporchi di sangue,
in modo che non si potevano
toccare le loro vesti. 15 «Fatevi in là! Un impuro!» si gridava al loro
apparire;
«Fatevi in là! Fatevi in là! Non lo toccate!»
Quando fuggivano, peregrinavano qua e là,
e si diceva fra le nazioni: «Non restino più qui!» 16 La faccia del
SIGNORE li ha dispersi,
egli non volge più verso di loro il suo sguardo;
non si è portato rispetto ai sacerdoti,
non si è avuto pietà dei vecchi. 17 A noi si consumavano ancora gli
occhi
in cerca di un soccorso, aspettato invano;
dai nostri posti di vedetta scrutavamo
la venuta d'una nazione che non poteva salvarci. 18 Si spiavano i nostri
passi,
impedendoci di camminare per le nostre piazze.
«La nostra fine è prossima. I nostri giorni sono compiuti,
la nostra fine è giunta!» 19 I nostri persecutori sono stati più
leggeri
delle aquile nei cieli;
ci hanno dato la caccia su per le montagne,
ci hanno teso agguati nel deserto. 20 Colui che ci fa respirare, l'unto del
SIGNORE
è stato preso nelle loro fosse;
egli, del quale dicevamo:
«Alla sua ombra noi vivremo tra le nazioni». 21 Esulta, gioisci, o figlia
di Edom,
che risiedi nel paese di Uz!
Anche fino a te passerà la coppa;
tu ti ubriacherai e ti denuderai. 22 Il castigo della tua iniquità è
finito, o figlia di Sion!
Egli non ti manderà più in esilio;
egli punisce l'iniquità tua, o figlia di Edom,
mette allo scoperto i tuoi peccati.

--- Luca 3:23-4:15 ---
Genealogia di Gesù Cristo
=Mt 1:1-16 (Ge 5; 11:10-26)
3:23 Gesù, quando cominciò a insegnare, aveva circa trent'anni ed era
figlio, come si credeva, di Giuseppe, di Eli, 24 di Mattàt, di Levi, di
Melchi, di Iannài, di Giuseppe, 25 di Mattatìa, di Amos, di Naum, di
Esli, di Naggai, 26 di Maat, di Mattatìa, di Semèin, di Iosec, di Ioda,
27 di Ioanan, di Resa, di Zorobabele, di Salatiel, di Neri, 28 di Melchi,
di Addi, di Cosam, di Elmadàm, di Er, 29 di Gesù, di Eliezer, di Iorim,
di Mattàt, di Levi, 30 di Simeone, di Giuda, di Giuseppe, di Ionam, di
Eliachim, 31 di Melea, di Menna, di Mattata, di Natan, di Davide, 32 di
Iesse, di Iobed, di Boos, di Sala, di Naàsson, 33 di Aminadàb, di Admin,
di Arni, di Esrom, di Fares, di Giuda, 34 di Giacobbe, d'Isacco, d'Abraamo,
di Tara, di Nacor, 35 di Seruc, di Ragau, di Falec, di Eber, di Sala,
36 di Cainam, di Arfàcsad, di Sem, di Noè, di Lamec, 37 di Matusala, di
Enoc, di Iaret, di Maleleel, di Cainam, 38 di Enos, di Set, di Adamo, di
Dio.
Tentazione di Gesù Cristo
=(Mt 4:1-11; Mr 1:12-13) Ge 3:1-6; 1Gv 2:16
4:1 Gesù, pieno di Spirito Santo, ritornò dal Giordano, e fu condotto
dallo Spirito nel deserto per quaranta giorni, dove era tentato dal diavolo.
2 Durante quei giorni non mangiò nulla; e quando furono trascorsi, ebbe
fame. 3 Il diavolo gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, di' a questa
pietra che diventi pane». 4 Gesù gli rispose: «Sta scritto: "Non di pane
soltanto vivrà l'uomo"». 5 Il diavolo lo condusse in alto, gli mostrò in
un attimo tutti i regni del mondo e gli disse: 6 «Ti darò tutta questa
potenza e la gloria di questi regni; perché essa mi è stata data, e la do
a chi voglio. 7 Se dunque tu ti prostri ad adorarmi, sarà tutta tua».
8 Gesù gli rispose: «Sta scritto: "Adora il Signore, il tuo Dio, e a lui
solo rendi il tuo culto"». 9 Allora lo portò a Gerusalemme e lo pose sul
pinnacolo del tempio e gli disse: «Se tu sei Figlio di Dio, gettati giù di
qui; 10 perché sta scritto:
"Egli darà ordini ai suoi angeli a tuo riguardo,
di proteggerti" 11 e "Essi ti porteranno sulle mani,
perché tu non urti col piede contro una pietra"». 12 Gesù gli rispose:
«È stato detto: "Non tentare il Signore Dio tuo"». 13 Allora il diavolo,
dopo aver finito ogni tentazione, si allontanò da lui fino a un momento
determinato.
Gesù Cristo in Galilea
(Mt 4:12, 17; Mr 1:14-15) Gv 4
14 Gesù, nella potenza dello Spirito, se ne tornò in Galilea; e la sua
fama si sparse per tutta la regione. 15 E insegnava nelle loro sinagoghe,
glorificato da tutti.


Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages