Lettura quotidiana 9/9

5 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Sep 8, 2022, 6:22:29 PMSep 8
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 9/9.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 1Re 19 ---
Fuga di Elia nel deserto e a Oreb
(Sl 37:32-40; 91:9-12; Mt 4:11) Ge 21:14-19
1 Acab raccontò a Izebel tutto quello che Elia aveva fatto, e come aveva
ucciso con la spada tutti i profeti. 2 Allora Izebel mandò un messaggero a
Elia per dirgli: «Gli dèi mi trattino con tutto il loro rigore, se domani
a quest'ora non farò della vita tua quel che tu hai fatto della vita di
ognuno di quelli». 3 Elia, vedendo questo, si alzò, e se ne andò per
salvarsi la vita; giunse a Beer-Sceba, che appartiene a Giuda, e vi lasciò
il suo servo; 4 ma egli s'inoltrò nel deserto una giornata di cammino,
andò a mettersi seduto sotto una ginestra, ed espresse il desiderio di
morire, dicendo: «Basta! Prendi la mia anima, o SIGNORE, poiché io non
valgo più dei miei padri!» 5 Poi si coricò, e si addormentò sotto la
ginestra. Allora un angelo lo toccò, e gli disse: «Àlzati e mangia».
6 Egli guardò, e vide vicino alla sua testa una focaccia cotta su pietre
calde, e una brocca d'acqua. Egli mangiò e bevve, poi si coricò di nuovo.
7 L'angelo del SIGNORE tornò una seconda volta, lo toccò, e disse:
«Àlzati e mangia, perché il cammino è troppo lungo per te». 8 Egli si
alzò, mangiò e bevve; e per la forza che quel cibo gli aveva dato,
camminò quaranta giorni e quaranta notti fino a Oreb, il monte di Dio.
Es 3:1, ecc.; Ro 11:1-5; Is 49:4-5; Mt 14:31
9 Lassù entrò in una spelonca, e vi passò la notte. E gli fu rivolta la
parola del SIGNORE, in questi termini: «Che fai qui, Elia?» 10 Egli
rispose: «Io sono stato mosso da una grande gelosia per il SIGNORE, per il
Dio degli eserciti, perché i figli d'Israele hanno abbandonato il tuo
patto, hanno demolito i tuoi altari, e hanno ucciso con la spada i tuoi
profeti; sono rimasto io solo, e cercano di togliermi la vita». 11 Dio gli
disse: «Va' fuori e fermati sul monte, davanti al SIGNORE». E il SIGNORE
passò. Un vento forte, impetuoso, schiantava i monti e spezzava le rocce
davanti al SIGNORE, ma il SIGNORE non era nel vento. E, dopo il vento, un
terremoto; ma il SIGNORE non era nel terremoto. 12 E, dopo il terremoto, un
fuoco; ma il SIGNORE non era nel fuoco. E, dopo il fuoco, un mormorio di
vento leggero. 13 Quando Elia lo udì, si coprì la faccia con il mantello,
andò fuori, e si fermò all'ingresso della spelonca; e una voce giunse fino
a lui, e disse: «Che fai qui, Elia?» 14 Egli rispose: «Io sono stato
mosso da una grande gelosia per il SIGNORE, per il Dio degli eserciti,
perché i figli d'Israele hanno abbandonato il tuo patto, hanno demolito i
tuoi altari, e hanno ucciso con la spada i tuoi profeti; sono rimasto io
solo, e cercano di togliermi la vita». 15 Il SIGNORE gli disse: «Va',
rifa' la strada del deserto, fino a Damasco; e quando vi sarai giunto,
ungerai Azael come re di Siria; 16 ungerai pure Ieu, figlio di Nimsci, come
re d'Israele, e ungerai Eliseo, figlio di Safat da Abel-Meola, come profeta,
al tuo posto. 17 Chi scamperà dalla spada di Azael, sarà ucciso da Ieu; e
chi scamperà dalla spada di Ieu, sarà ucciso da Eliseo. 18 Ma io lascerò
in Israele un residuo di settemila uomini, tutti quelli il cui ginocchio non
s'è piegato davanti a Baal, e la cui bocca non l'ha baciato».
Vocazione di Eliseo
Mt 4:18-22; 9:9
19 Elia partì di là e trovò Eliseo, figlio di Safat, il quale arava con
dodici paia di buoi davanti a sé; ed egli stesso guidava il dodicesimo
paio. Elia si avvicinò a lui, e gli gettò addosso il suo mantello.
20 Eliseo, lasciati i buoi, corse dietro a Elia, e disse: «Ti prego,
lascia che io vada a dare un bacio a mio padre e a mia madre, e poi ti
seguirò». Elia gli rispose: «Va' e torna; ma pensa a quel che ti ho
fatto!» 21 Dopo essersi allontanato da Elia, Eliseo tornò a prendere un
paio di buoi, e li offrì in sacrificio; con la legna dei gioghi dei buoi
fece cuocere la carne e la diede alla gente, che la mangiò. Poi si alzò,
seguì Elia, e si mise al suo servizio.

--- Proverbi 4:20-27 ---
(Mr 7:21-23; Sl 51:10)(Sl 141:3-4; 34:11-14)
20 Figlio mio, sta' attento alle mie parole,
inclina l'orecchio ai miei detti; 21 non si allontanino mai dai tuoi
occhi,
conservali in fondo al cuore; 22 poiché sono vita per quelli che li
trovano,
salute per tutto il loro corpo. 23 Custodisci il tuo cuore più di ogni
altra cosa,
poiché da esso provengono le sorgenti della vita. 24 Rimuovi da te la
perversità della bocca,
allontana da te la falsità delle labbra. 25 I tuoi occhi guardino bene in
faccia,
le tue palpebre si dirigano dritto davanti a te. 26 Appiana il sentiero dei
tuoi piedi,
tutte le tue vie siano ben preparate. 27 Non girare né a destra né a
sinistra,
ritira il tuo piede dal male.

--- Ezechiele 36:16-38 ---
Ez 5:5, ecc.; 2Cr 36:14-20
16 La parola del SIGNORE mi fu rivolta in questi termini: 17 «Figlio
d'uomo, quando quelli della casa d'Israele abitavano il loro paese, lo
contaminavano con la loro condotta e con le loro azioni; la loro condotta
era davanti a me come l'impurità della donna quando ha i suoi corsi.
18 Perciò io riversai su di loro il mio furore a motivo del sangue che
avevano sparso sul paese e perché l'avevano contaminato con i loro idoli;
19 li dispersi fra le nazioni ed essi furono sparsi per tutti i paesi; io
li giudicai secondo la loro condotta e secondo le loro azioni. 20 E, giunti
fra le nazioni dove sono andati, hanno profanato il nome mio santo, poiché
si diceva di loro: "Costoro sono il popolo del SIGNORE, e sono usciti dal
suo paese". 21 Io ho avuto pietà del mio nome santo, che la casa d'Israele
profanava fra le nazioni dov'è andata.
(Ez 11:16-20; 37:12-28; De 30:1-10; Gr 32:36-44) 2Co 5:17
22 Perciò, di' alla casa d'Israele: Così parla il Signore, DIO: "Io agisco
così, non a causa di voi, o casa d'Israele, ma per amore del mio nome
santo, che voi avete profanato fra le nazioni dove siete andati. 23 Io
santificherò il mio gran nome che è stato profanato fra le nazioni, in
mezzo alle quali voi l'avete profanato; e le nazioni conosceranno che io
sono il SIGNORE", dice il Signore, DIO, "quando io mi santificherò in voi,
sotto i loro occhi. 24 Io vi farò uscire dalle nazioni, vi radunerò da
tutti i paesi, e vi ricondurrò nel vostro paese; 25 vi aspergerò d'acqua
pura e sarete puri; io vi purificherò di tutte le vostre impurità e di
tutti i vostri idoli. 26 Vi darò un cuore nuovo e metterò dentro di voi
uno spirito nuovo; toglierò dal vostro corpo il cuore di pietra, e vi darò
un cuore di carne. 27 Metterò dentro di voi il mio Spirito e farò in modo
che camminerete secondo le mie leggi, e osserverete e metterete in pratica
le mie prescrizioni. 28 Abiterete nel paese che io diedi ai vostri padri,
sarete il mio popolo, e io sarò il vostro Dio. 29 Io vi libererò da tutte
le vostre impurità; chiamerò il frumento, lo farò abbondare, e non
manderò più contro di voi la fame; 30 farò moltiplicare il frutto degli
alberi e il prodotto dei campi, affinché non siate più esposti alla
vergogna della fame tra le nazioni. 31 Allora vi ricorderete delle vostre
vie malvagie e delle vostre azioni, che non erano buone, e avrete disgusto
di voi stessi a motivo delle vostre iniquità e delle vostre abominazioni.
32 Non è per amor di voi che agisco così", dice il Signore, DIO, "siatene
certi! Vergognatevi, e siate confusi a motivo delle vostre vie, o casa
d'Israele!" 33 Così parla il Signore, DIO: "Il giorno che io vi
purificherò di tutte le vostre iniquità, farò in modo che le città
saranno abitate e le rovine saranno ricostruite; 34 la terra desolata sarà
coltivata, invece d'essere una desolazione agli occhi di tutti i passanti.
35 Si dirà: 'Questa terra che era desolata, è diventata come il giardino
d'Eden; e queste città che erano deserte, desolate, rovinate, sono
fortificate e abitate'. 36 Le nazioni che saranno rimaste attorno a voi
conosceranno che io, il SIGNORE, ho ricostruito i luoghi distrutti e
ripiantato il luogo deserto. Io, il SIGNORE, parlo, e mando la cosa a
effetto". 37 Così parla il Signore, DIO: "Anche in questo mi lascerò
supplicare dalla casa d'Israele, e glielo concederò: io moltiplicherò loro
gli uomini come un gregge. 38 Come greggi di pecore consacrate, come le
greggi di Gerusalemme nelle sue feste solenni, così le città deserte
saranno riempite di greggi d'uomini; e si conoscerà che io sono il
SIGNORE"».

--- Apocalisse 18 ---
Ap 17:1-6 (Is 13; 47; Gr 50; 51)
1 Dopo queste cose vidi scendere dal cielo un altro angelo che aveva una
grande autorità, e la terra fu illuminata dal suo splendore. 2 Egli gridò
con voce potente: «È caduta, è caduta Babilonia la grande! È diventata
ricettacolo di demòni, covo di ogni spirito immondo, rifugio di ogni
uccello impuro e abominevole. 3 Perché tutte le nazioni hanno bevuto del
vino della sua prostituzione furente, e i re della terra hanno fornicato con
lei, e i mercanti della terra si sono arricchiti con gli eccessi del suo
lusso». 4 Poi udii un'altra voce dal cielo che diceva: «Uscite da essa, o
popolo mio, affinché non siate complici dei suoi peccati e non siate
coinvolti nei suoi castighi; 5 perché i suoi peccati si sono accumulati
fino al cielo e Dio si è ricordato delle sue iniquità. 6 Usatele il
trattamento che lei ha usato, datele doppia retribuzione per le sue opere;
nel calice in cui ha versato ad altri, versatele il doppio. 7 Datele
tormento e afflizione nella stessa misura in cui ha glorificato se stessa e
vissuto nel lusso. Poiché dice in cuor suo: "Io sono regina, non sono
vedova e non vedrò mai lutto". 8 Perciò in uno stesso giorno verranno i
suoi flagelli: morte, lutto e fame, e sarà consumata dal fuoco; poiché
potente è Dio, il Signore che l'ha giudicata.
Ez 26:15-21; 27
9 I re della terra, che fornicavano e vivevano in lascivie con lei, quando
vedranno il fumo del suo incendio piangeranno e faranno cordoglio per lei.
10 Spaventati dai suoi tormenti se ne staranno lontani e diranno: "Ahi!
ahi! Babilonia, la grande città, la potente città! Il tuo giudizio è
venuto in un momento!" 11 I mercanti della terra piangeranno e faranno
cordoglio per lei, perché nessuno compra più le loro merci: 12 oro,
argento, pietre preziose, perle, lino pregiato, porpora, seta, scarlatto,
ogni varietà di legno odoroso, ogni varietà di oggetti d'avorio e di legno
preziosissimo, bronzo, ferro, marmo, 13 cannella, spezie, profumi,
unguenti, incenso, vino, olio, fior di farina, grano, buoi, pecore, cavalli,
carri e persino i corpi e le anime di uomini. 14 I frutti che l'anima tua
desiderava sono andati lontano da te; tutte le cose delicate e sontuose sono
perdute per te, e non si troveranno mai più. 15 I mercanti di queste cose
che sono stati arricchiti da lei se ne staranno lontani per timore del suo
tormento, piangeranno e faranno cordoglio, dicendo: 16 "Ahi! ahi! La grande
città che era vestita di lino fino, di porpora e di scarlatto, adorna
d'oro, di pietre preziose e di perle! In un attimo una ricchezza così
grande è stata distrutta". 17 Tutti i piloti, tutti i naviganti, i marinai
e quanti trafficano sul mare se ne staranno lontano 18 e vedendo il fumo
del suo incendio esclameranno: "Quale città fu mai simile a questa grande
città?" 19 E si getteranno della polvere sul capo e grideranno,
piangeranno e faranno cordoglio dicendo: "Ahi! ahi! La grande città nella
quale tutti quelli che avevano navi in mare si erano arricchiti con la sua
opulenza! In un attimo è stata ridotta a un deserto".
Ap 19:1-5; Is 14:3-23
20 Rallègrati, o cielo, per la sua rovina! E voi, santi, apostoli e
profeti, rallegratevi perché Dio, giudicandola, vi ha reso giustizia».
21 Poi un potente angelo sollevò una pietra grossa come una grande macina,
e la gettò nel mare dicendo: «Così, con violenza, sarà precipitata
Babilonia, la grande città, e non sarà più trovata. 22 In te non si
udranno più le armonie degli arpisti, né dei musicisti, né dei flautisti,
né dei suonatori di tromba; né sarà più trovato in te artefice di
qualunque arte, e non si udrà più in te rumore di macina. 23 In te non
brillerà più luce di lampada, e non si udrà più in te voce di sposo e di
sposa; perché i tuoi mercanti erano i prìncipi della terra e perché tutte
le nazioni sono state sedotte dalle tue magie. 24 In lei è stato trovato
il sangue dei profeti e dei santi e di tutti quelli che sono stati uccisi
sulla terra».

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages