Lettura quotidiana 18/9

2 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Sep 17, 2022, 6:20:49 PMSep 17
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 18/9.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 2Re 6 ---
La scure ritirata dal Giordano
Mt 17:24-27; Gr 32:17
1 I discepoli dei profeti dissero a Eliseo: «Ecco, il luogo dove noi ci
raduniamo in tua presenza è troppo stretto per noi. 2 Lasciaci andare fino
al Giordano; ciascuno di noi prenderà là una trave, e ci costruiremo un
locale dove possiamo riunirci». Eliseo rispose: «Andate». 3 Uno di loro
disse: «Ti prego, vieni anche tu con i tuoi servi». Egli rispose:
«Verrò». 4 Così andò con loro. Quando giunsero al Giordano, si misero
a tagliar legna. 5 Mentre uno di loro abbatteva un albero, il ferro della
scure gli cadde nell'acqua. Perciò egli cominciò a gridare: «Ah, mio
signore! l'avevo presa in prestito!» 6 L'uomo di Dio disse: «Dov'è
caduta?» Quello gli indicò il luogo. Allora Eliseo tagliò un pezzo di
legno, lo gettò in quel medesimo luogo, fece venire a galla il ferro, e
disse: «Prendilo». 7 Quello stese la mano e lo prese.
I Siri colpiti di cecità
(Ge 32:1-2; Sl 34:7; 2Cr 32:7-8)(Gr 39:17-18; Os 1:7) Ro 12:19-21
8 Allora il re di Siria faceva guerra contro Israele; e in un consiglio che
tenne con i suoi servitori, disse: «Io porrò il mio accampamento nel tale
e tal luogo». 9 L'uomo di Dio mandò a dire al re d'Israele: «Guàrdati
dal trascurare quel tal luogo, perché vi stanno scendendo i Siri».
10 Allora il re d'Israele mandò gente verso il luogo che l'uomo di Dio gli
aveva detto, e circa il quale era stato preavvisato; e là si tenne in
guardia. Il fatto avvenne non una né due, ma più volte. 11 Questa cosa
turbò molto il cuore del re di Siria, che chiamò i suoi servitori, e disse
loro: «Fatemi sapere chi dei nostri è per il re d'Israele». 12 Uno dei
suoi servitori rispose: «Nessuno, o re, mio signore! ma Eliseo, il profeta
che sta in Israele, fa sapere al re d'Israele persino le parole che tu dici
nella camera dove dormi». 13 Allora il re disse: «Andate, vedete dov'è,
e io lo manderò a prendere». Gli fu riferito che era a Dotan. 14 Il re vi
mandò cavalli, carri e numerosi soldati; i quali giunsero di notte e
circondarono la città. 15 Il servo dell'uomo di Dio, alzatosi di buon
mattino, andò fuori e vide che un gran numero di soldati con cavalli e
carri accerchiava la città. Il servo disse all'uomo di Dio: «Ah, mio
signore, come faremo?» 16 Quegli rispose: «Non temere, perché quelli che
sono con noi sono più numerosi di quelli che sono con loro». 17 Ed Eliseo
pregò e disse: «SIGNORE, ti prego, aprigli gli occhi, perché veda!» E il
SIGNORE aprì gli occhi del servo, che vide a un tratto il monte pieno di
cavalli e di carri di fuoco intorno a Eliseo. 18 Mentre i Siri scendevano
verso Eliseo, questi pregò il SIGNORE e disse: «Ti prego, acceca questa
gente!» E il SIGNORE li accecò, secondo la parola di Eliseo. 19 Allora
Eliseo disse loro: «Non è questa la strada, e non è questa la città;
venite dietro a me, e io vi condurrò dall'uomo che voi cercate». E li
condusse a Samaria. 20 Quando furono entrati a Samaria, Eliseo disse: «O
SIGNORE, apri loro gli occhi, affinché vedano». Il SIGNORE aprì loro gli
occhi, e a un tratto videro che si trovavano nel mezzo di Samaria. 21 Il re
d'Israele, come li ebbe veduti, disse a Eliseo: «Padre mio, li debbo
colpire? li debbo colpire?» 22 Eliseo rispose: «Non li colpire! Colpisci
tu forse quelli che fai prigionieri con la tua spada e con il tuo arco?
Metti loro davanti del pane e dell'acqua, affinché mangino e bevano, e se
ne tornino dal loro signore». 23 Il re d'Israele preparò loro abbondanza
di cibi; e quando ebbero mangiato e bevuto, li congedò, e quelli tornarono
dal loro signore; e le bande di Siri non vennero più a fare incursioni sul
territorio d'Israele.
Assedio di Samaria
(Le 26:25-29; La 4:9-10) La 3:37-40, 22-26
24 Dopo queste cose, Ben-Adad, re di Siria, radunò tutto il suo esercito,
salì contro Samaria e la cinse d'assedio. 25 Ci fu una grande carestia in
Samaria, e i Siri l'assediarono in modo tale che una testa d'asino la si
vendeva a ottanta sicli d'argento, e il quarto d'un cab di sterco di
colombi, a cinque sicli d'argento. 26 Mentre il re d'Israele passava sulle
mura, una donna gli gridò: «Aiutami, o re, mio signore!» 27 Il re le
disse: «Se non ti aiuta il SIGNORE, come posso aiutarti io? Con quel che
dà l'aia o con quel che dà il frantoio?» 28 Poi il re aggiunse: «Che
hai?» Lei rispose: «Questa donna mi disse: "Dammi tuo figlio, ché lo
mangiamo oggi; domani mangeremo il mio". 29 Così abbiamo fatto cuocere mio
figlio, e lo abbiamo mangiato. Il giorno seguente io le dissi: "Dammi tuo
figlio, ché lo mangiamo". Ma lei ha nascosto suo figlio». 30 Quando il re
udì le parole della donna si stracciò le vesti; e, mentre passava sulle
mura, il popolo vide che sotto, sulla carne, portava un cilicio. 31 Il re
disse: «Mi tratti Dio con tutto il suo rigore, se oggi la testa di Eliseo,
figlio di Safat, rimane sulle sue spalle!» 32 Eliseo se ne stava seduto in
casa sua, e con lui stavano gli anziani. Il re mandò avanti un uomo; ma
prima che questo inviato giungesse, Eliseo disse agli anziani: «Vedete che
questo figlio d'un assassino manda qualcuno a tagliarmi la testa? Badate
bene; quando arriva l'inviato, chiudete la porta, e tenetegliela ben chiusa
in faccia. Non si sente già dietro a lui il rumore dei passi del suo
signore?» 33 Egli parlava ancora con loro, quand'ecco scendere verso di
lui l'inviato, che disse: «Ecco, questo male viene dal SIGNORE; che ho più
da sperare dal SIGNORE?»

--- Proverbi 7:14-27 ---
14 «Dovevo fare un sacrificio di riconoscenza;
oggi ho sciolto i miei voti; 15 perciò ti sono venuta incontro
per cercarti, e ti ho trovato. 16 Ho abbellito il mio letto con morbidi
tappeti;
con coperte ricamate con filo d'Egitto; 17 l'ho profumato di mirra,
di aloè e di cinnamomo. 18 Vieni, inebriamoci d'amore fino al
mattino,
sollazziamoci in amorosi piaceri; 19 poiché mio marito non è a casa;
è andato in viaggio lontano; 20 ha preso con sé un sacchetto di
denaro,
non tornerà a casa che al plenilunio». 21 Lei lo sedusse con le sue molte
lusinghe,
lo trascinò con la dolcezza delle sue labbra. 22 Egli le andò dietro
subito,
come un bue va al macello,
come uno stolto è condotto ai ceppi che lo castigheranno, 23 come un
uccello si affretta al laccio,
senza sapere che è teso contro la sua vita,
finché una freccia gli trapassi il fegato. 24 Or dunque, figlioli,
ascoltatemi,
state attenti alle parole della mia bocca. 25 Il tuo cuore non si lasci
trascinare nelle vie di una tale donna;
non ti sviare per i suoi sentieri; 26 perché molti ne ha fatti cadere
feriti a morte,
e grande è il numero di quelli che ha uccisi. 27 La sua casa è la via del
soggiorno dei morti,
la strada che scende in grembo alla morte.

--- Ezechiele 41 ---
Descrizione dell'interno del tempio
1R 6; Za 6:12-13
1 Poi mi condusse nel tempio e misurò i pilastri; misuravano sei cubiti di
larghezza da un lato e sei cubiti di larghezza dall'altro, larghezza della
tenda. 2 La larghezza dell'ingresso era di dieci cubiti; le pareti laterali
dell'ingresso misuravano cinque cubiti da un lato e cinque cubiti
dall'altro. Egli misurò la lunghezza del tempio: quaranta cubiti, e venti
cubiti di larghezza. 3 Poi entrò dentro e misurò i pilastri
dell'ingresso: due cubiti; l'ingresso misurava sei cubiti; la larghezza
dell'ingresso: sette cubiti. 4 Misurò una lunghezza di venti cubiti e una
larghezza di venti cubiti in fondo al tempio; e mi disse: «Questo è il
luogo santissimo». 5 Poi misurò il muro della casa: sei cubiti; e la
larghezza delle camere laterali tutto intorno alla casa: quattro cubiti.
6 Le camere laterali erano una accanto all'altra, in numero di trenta, e
c'erano tre piani; stavano in un muro, costruito per queste camere tutto
intorno alla casa, perché fossero appoggiate senza appoggiarsi al muro
della casa. 7 Le camere occupavano maggiore spazio a mano a mano che si
saliva di piano in piano, poiché la casa aveva una scala circolare a ogni
piano tutto intorno alla casa; perciò questa parte della casa si allargava
a ogni piano, e si saliva dal piano inferiore al piano superiore passando
per quello di mezzo. 8 Io vidi pure che la casa tutta intorno stava sopra
un piano elevato; così le camere laterali avevano un fondamento alto una
buona canna, sei cubiti fino all'angolo. 9 La larghezza del muro esterno
delle camere laterali era di cinque cubiti; 10 lo spazio libero intorno
alle camere laterali della casa fino alle stanze attorno alla casa, aveva
una larghezza di venti cubiti tutto intorno. 11 Le porte delle camere
laterali davano sullo spazio libero: una porta a settentrione, una porta a
mezzogiorno; e la larghezza dello spazio libero era di cinque cubiti tutto
intorno. 12 L'edificio situato davanti allo spazio vuoto dal lato
d'occidente misurava settanta cubiti di larghezza, il muro dell'edificio
misurava cinque cubiti di spessore tutto intorno, ed era lungo novanta
cubiti. 13 Poi misurò la casa: era di cento cubiti di lunghezza. Lo spazio
vuoto, l'edificio e i suoi muri avevano una lunghezza di cento cubiti.
14 La larghezza della facciata della casa e dello spazio vuoto dal lato
d'oriente era di cento cubiti. 15 Egli misurò la lunghezza dell'edificio
davanti allo spazio vuoto, sul di dietro, e le sue gallerie da ogni lato:
cento cubiti.
L'interno del tempio, i vestiboli che davano sul cortile, 16 gli stipiti, le
finestre a grate, le gallerie tutto attorno ai tre piani erano ricoperti,
all'altezza degli stipiti, di legno tutto intorno. Dal pavimento sino alle
finestre (le finestre erano sbarrate), 17 fino al di sopra della porta,
l'interno della casa, l'esterno, e tutte le pareti tutto intorno,
all'interno e all'esterno, tutto era fatto secondo precise misure.
18 C'erano degli ornamenti di cherubini e di palme, una palma tra cherubino
e cherubino, 19 e ogni cherubino aveva due facce: una faccia d'uomo,
rivolta verso la palma da un lato, e una faccia di leone, rivolta verso
l'altra palma, dall'altro lato. Gli ornamenti erano in tutta la casa, tutto
intorno. 20 Dal pavimento fino al di sopra della porta c'erano dei
cherubini e delle palme; così pure sul muro del tempio. 21 Gli stipiti del
tempio erano quadrati, e la facciata del santuario aveva lo stesso aspetto.
22 L'altare era di legno, alto tre cubiti, lungo due cubiti; aveva degli
angoli; le sue pareti, per tutta la lunghezza, erano di legno. L'uomo mi
disse: «Questa è la tavola che sta davanti al SIGNORE». 23 Il tempio e
il santuario avevano due porte; 24 ogni porta aveva due battenti; due
battenti che si piegavano in due pezzi; due pezzi per ogni battente. 25 Su
di esse, sulle porte del tempio, erano scolpiti dei cherubini e delle palme,
come quelli sulle pareti. Sulla facciata del vestibolo, all'esterno, c'era
una tettoia di legno. 26 C'erano delle finestre a grate e delle palme, da
ogni lato, alle pareti laterali del vestibolo, alle camere laterali della
casa e alle tettoie.

--- Colossesi 1:1-23 ---
(1Co 1:30; 1Gv 5:12; Ef 3:8)
Indirizzo e saluti
2Co 1:1-2; Ef 1:1-2
1 Paolo, apostolo di Cristo Gesù per volontà di Dio, e il fratello Timoteo
2 ai santi e fedeli fratelli in Cristo che sono in Colosse: grazia a voi e
pace da Dio, nostro Padre.
Rendimento di grazie e preghiera di Paolo
Fl 1:3-6; 1Te 1:2-4
3 Noi ringraziamo Dio, Padre del nostro Signore Gesù Cristo, pregando
sempre per voi, 4 perché abbiamo sentito parlare della vostra fede in
Cristo Gesù e dell'amore che avete per tutti i santi, 5 a causa della
speranza che vi è riservata nei cieli, della quale avete già sentito
parlare mediante la predicazione della verità del vangelo. 6 Esso è in
mezzo a voi, e nel mondo intero porta frutto e cresce, come avviene anche
tra di voi dal giorno che ascoltaste e conosceste la grazia di Dio in
verità, 7 secondo quello che avete imparato da Epafra, il nostro caro
compagno di servizio, che è fedele ministro di Cristo per voi. 8 Egli ci
ha anche fatto conoscere il vostro amore nello Spirito.
Fl 1:9-11
9 Perciò anche noi, dal giorno che abbiamo saputo questo, non cessiamo di
pregare per voi e di domandare che siate ricolmi della profonda conoscenza
della volontà di Dio con ogni sapienza e intelligenza spirituale,
10 perché camminiate in modo degno del Signore per piacergli in ogni cosa,
portando frutto in ogni opera buona e crescendo nella conoscenza di Dio;
11 fortificati in ogni cosa dalla sua gloriosa potenza, per essere sempre
pazienti e perseveranti; 12 ringraziando con gioia il Padre che vi ha messi
in grado di partecipare alla sorte dei santi nella luce.
Il primato di Cristo
At 26:17-18 (Gv 1:1-3, 14, 16; Eb 1) 1Co 15:20-23 (Ef 2:13-19;
5:23-27)
13 Dio ci ha liberati dal potere delle tenebre e ci ha trasportati nel regno
del suo amato Figlio. 14 In lui abbiamo la redenzione, il perdono dei
peccati. 15 Egli è l'immagine del Dio invisibile, il primogenito di ogni
creatura; 16 poiché in lui sono state create tutte le cose che sono nei
cieli e sulla terra, le visibili e le invisibili: troni, signorie,
principati, potestà; tutte le cose sono state create per mezzo di lui e in
vista di lui. 17 Egli è prima di ogni cosa e tutte le cose sussistono in
lui. 18 Egli è il capo del corpo, cioè della chiesa; egli che è il
principio, il primogenito dai morti, affinché in ogni cosa abbia il
primato. 19 Poiché al Padre piacque di far abitare in lui tutta la
pienezza 20 e di riconciliare con sé tutte le cose per mezzo di lui,
avendo fatto la pace mediante il sangue della sua croce; per mezzo di lui,
dico, tanto le cose che sono sulla terra, quanto quelle che sono nei cieli.
21 Anche voi, che un tempo eravate estranei e nemici a causa dei vostri
pensieri e delle vostre opere malvagie, 22 ora egli vi ha riconciliati nel
corpo della sua carne, per mezzo della sua morte, per farvi comparire
davanti a sé santi, senza difetto e irreprensibili, 23 se appunto
perseverate nella fede, fondati e saldi e senza lasciarvi smuovere dalla
speranza del vangelo che avete ascoltato, il quale è stato predicato a ogni
creatura sotto il cielo e di cui io, Paolo, sono diventato servitore.


Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages