Lettura quotidiana 8/7

3 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Jul 7, 2021, 6:17:11 PMJul 7
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 8/7.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 1Samuele 1:1-2:11 ---
(Os 13:11)
Eli e Samuele, gli ultimi due giudici d'Israele
1:1-12:25 (Sl 99:6)
Nascita di Samuele
(De 12:5-18; 16:16-17)(Ge 29:30-31; 30:1-2)
1:1 C'era un uomo di Ramataim-Sofim, della regione montuosa di Efraim, che
si chiamava Elcana, figlio di Ieroam, figlio di Eliù, figlio di Toù,
figlio di Suf, efraimita. 2 Aveva due mogli: una di nome Anna e l'altra di
nome Peninna. Peninna aveva dei figli, ma Anna non ne aveva. 3 Quest'uomo,
ogni anno, saliva dalla sua città per andare ad adorare il SIGNORE degli
eserciti e offrirgli dei sacrifici a Silo; e là c'erano i due figli di Eli,
Ofni e Fineas, sacerdoti del SIGNORE. 4 Nel giorno in cui Elcana offrì il
sacrificio diede a Peninna, sua moglie, e a tutti i figli e a tutte le
figlie di lei le loro parti; 5 ma ad Anna diede una parte doppia, perché
amava Anna, benché il SIGNORE l'avesse fatta sterile. 6 La rivale
mortificava continuamente Anna per amareggiarla perché il SIGNORE l'aveva
fatta sterile. 7 Così avveniva ogni anno; ogni volta che Anna saliva alla
casa del SIGNORE, Peninna la mortificava a quel modo; perciò lei piangeva e
non mangiava più. 8 Elcana, suo marito, le diceva: «Anna, perché piangi?
Perché non mangi? Perché è triste il tuo cuore? Per te io non valgo forse
più di dieci figli?»
Nu 30:4, ecc.; Sl 50:15; 120:1, ecc.; Gm 5:13; Fl 4:6-7
9 Dopo che ebbero mangiato e bevuto a Silo, Anna si alzò. Il sacerdote Eli
stava in quell'ora seduto sulla sua sedia all'entrata del tempio del
SIGNORE. 10 Lei aveva l'anima piena di amarezza e pregò il SIGNORE
piangendo dirottamente. 11 Fece un voto e disse: «O SIGNORE degli
eserciti, se hai riguardo all'afflizione della tua serva e ti ricordi di me,
se non dimentichi la tua serva e dai alla tua serva un figlio maschio, io lo
consacrerò al SIGNORE per tutti i giorni della sua vita e il rasoio non
passerà sulla sua testa». 12 La sua preghiera davanti al SIGNORE si
prolungava, ed Eli osservava la bocca di lei. 13 Anna parlava in cuor suo e
si movevano soltanto le sue labbra, ma non si sentiva la sua voce; perciò
Eli credette che fosse ubriaca 14 e le disse: «Quanto durerà questa tua
ubriachezza? Va' a smaltire il tuo vino!» 15 Ma Anna rispose e disse:
«No, mio signore, io sono una donna tribolata nello spirito e non ho bevuto
vino né bevanda alcolica, ma stavo solo aprendo il mio cuore davanti al
SIGNORE. 16 Non prendere la tua serva per una donna da nulla; perché
l'eccesso del mio dolore e della mia tristezza mi ha fatto parlare fino ad
ora». 17 Ed Eli replicò: «Va' in pace e il Dio d'Israele esaudisca la
preghiera che gli hai rivolta!» 18 Lei rispose: «Possa la tua serva
trovare grazia agli occhi tuoi!» Così la donna se ne andò per la sua via,
mangiò, e il suo aspetto non fu più quello di prima. 19 L'indomani lei e
suo marito si alzarono di buon'ora e si prostrarono davanti al SIGNORE; poi
partirono e ritornarono a casa loro, a Rama.

(Ge 25:21; Sl 116:1-2, 12-14) 1S 2:18-21
Elcana si unì ad Anna, sua moglie, e il SIGNORE si ricordò di lei. 20 Nel
corso dell'anno, Anna concepì e partorì un figlio, che chiamò Samuele;
perché disse, l'ho chiesto al SIGNORE. 21 E quell'uomo, Elcana, salì con
tutta la sua famiglia per andare a offrire al SIGNORE il sacrificio annuo e
a sciogliere il suo voto. 22 Ma Anna non salì, perché disse a suo marito:
«Io non salirò finché il bambino non sia divezzato; allora lo condurrò,
perché sia presentato davanti al SIGNORE e rimanga là per sempre».
23 Elcana, suo marito, le rispose: «Fa' come ti sembra bene; rimani
finché tu lo abbia divezzato, purché il SIGNORE adempia la sua parola!»
Così la donna rimase a casa, e allattò suo figlio fino al momento di
divezzarlo. 24 Quando lo ebbe divezzato, lo condusse con sé e prese tre
torelli, un efa di farina e un otre di vino; e lo condusse nella casa del
SIGNORE a Silo. Il bambino era ancora molto piccolo. 25 Elcana e Anna
sacrificarono il torello e condussero il bambino a Eli. 26 Anna gli disse:
«Mio signore! com'è vero che tu vivi, o mio signore, io sono quella donna
che stava qui vicina a te, a pregare il SIGNORE. 27 Pregai per avere questo
bambino; il SIGNORE mi ha concesso quel che io gli avevo domandato.
28 Perciò anch'io lo dono al SIGNORE; finché vivrà, egli sarà donato al
SIGNORE». E si prostrò là davanti al SIGNORE.
Cantico di Anna
Lu 1:46-55
2:1 Allora Anna pregò e disse:
«Il mio cuore esulta nel SIGNORE,
il SIGNORE ha innalzato la mia potenza,
la mia bocca si apre contro i miei nemici
perché gioisco nella tua salvezza. 2 Nessuno è santo come il
SIGNORE,
poiché non c'è altro Dio all'infuori di te;
e non c'è rocca pari al nostro Dio. 3 Non parlate più con tanto
orgoglio;
non esca più l'arroganza dalla vostra bocca;
poiché il SIGNORE è un Dio che sa tutto
e da lui sono pesate le azioni dell'uomo. 4 L'arco dei potenti è
spezzato,
ma quelli che vacillano sono rivestiti di forza. 5 Quelli che una volta
erano sazi si offrono a giornata per il pane,
e quanti erano affamati ora hanno riposo.
La sterile partorisce sette volte,
ma la donna che aveva molti figli diventa fiacca. 6 Il SIGNORE fa morire e
fa vivere;
fa scendere nel soggiorno dei morti e ne fa risalire. 7 Il SIGNORE fa
impoverire e fa arricchire,
egli abbassa e innalza. 8 Alza il misero dalla polvere
e innalza il povero dal letame,
per farli sedere con i nobili,
per farli eredi di un trono di gloria;
poiché le colonne della terra sono del SIGNORE
e su queste ha poggiato il mondo. 9 Egli veglierà sui passi dei suoi
fedeli,
ma gli empi periranno nelle tenebre;
infatti l'uomo non trionferà per la sua forza. 10 Gli avversari del SIGNORE
saranno frantumati;
egli tuonerà contro di essi dal cielo;
il SIGNORE giudicherà l'estremità della terra
e darà forza al suo re;
innalzerà la potenza del suo unto». 11 Dopo, Elcana andò a casa sua a
Rama e il bambino rimase a servire il SIGNORE sotto gli occhi del sacerdote
Eli.


--- Salmi 110 ---
Il Messia, Re e Sacerdote
(Mt 22:41-46; At 2:33-36) Eb 7; Sl 2:6-12
1 Salmo di Davide.
Il SIGNORE ha detto al mio Signore:
«Siedi alla mia destra
finché io abbia fatto dei tuoi nemici lo sgabello dei tuoi piedi». 2 Il
SIGNORE stenderà da Sion lo scettro del tuo potere.
Domina in mezzo ai tuoi nemici! 3 Il tuo popolo si offre volenteroso
quando raduni il tuo esercito.
Parata di santità, dal seno dell'alba
la tua gioventù viene a te come rugiada. 4 Il SIGNORE ha giurato e non si
pentirà:
«Tu sei Sacerdote in eterno,
secondo l'ordine di Melchisedec». 5 Il Signore, alla tua destra,
schiaccia dei re nel giorno della sua ira, 6 giudica i popoli,
ammucchia i cadaveri,
stritola la testa ai nemici in un vasto territorio. 7 Si disseta al torrente
lungo il cammino,
e perciò terrà alta la testa.

--- Lamentazioni 2:1-11 ---
La rovina di Gerusalemme
(1R 9:6-9; 2R 21:12-15; Gr 19) La 1; 4; Ap 6:17
1 Come mai il Signore, nella sua ira, ha coperto di una nube oscura la
figlia di Sion?
Egli ha gettato dal cielo in terra la gloria d'Israele,
e non si è ricordato dello sgabello dei suoi piedi,
nel giorno della sua ira! 2 Il Signore ha distrutto senza pietà tutti i
territori di Giacobbe;
nella sua ira, ha rovesciato,
ha atterrato le fortezze della figlia di Giuda,
ne ha profanato il regno e i capi. 3 Nella sua ira ardente, ha infranto
tutta la potenza d'Israele;
ha ritirato la propria destra in presenza del nemico;
ha consumato Giacobbe come fuoco fiammeggiante
che divora tutto intorno. 4 Ha teso il suo arco come il nemico;
ha alzato la destra come un avversario;
ha trucidato tutti quelli che erano più cari a vedersi;
ha riversato il suo furore come un fuoco sulla tenda della figlia di Sion.
5 Il Signore è divenuto come un nemico;
ha divorato Israele; ha divorato tutti i suoi palazzi;
ha distrutto le sue fortezze;
ha moltiplicato alla figlia di Giuda i lamenti e i gemiti. 6 Ha spogliato la
sua capanna come un giardino;
ha distrutto il luogo del suo convegno;
il SIGNORE ha fatto dimenticare in Sion le feste solenni e i sabati,
e, nell'indignazione della sua ira, ha rigettato re e sacerdoti. 7 Il
Signore ha provato disgusto per il suo altare; ha detestato il suo
santuario;
ha dato i muri dei palazzi di Sion in mano dei nemici,
i quali hanno alzato grida nella casa del SIGNORE,
come in un giorno di festa. 8 Il SIGNORE ha deciso di distruggere le mura
della figlia di Sion;
ha steso la corda, non ha ritirato la mano, prima d'averli distrutti;
ha coperto di lutto bastioni e mura;
gli uni e le altre sono distrutti. 9 Le sue porte sono sprofondate in
terra;
egli ha distrutto, spezzato le sue sbarre;
il suo re e i suoi capi sono fra le nazioni; non c'è più legge,
e anche i suoi profeti non ricevono più visioni dal SIGNORE. 10 Gli anziani
della figlia di Sion stanno per terra in silenzio;
si sono gettati della polvere sul capo,
si sono vestiti di sacchi;
le vergini di Gerusalemme curvano il capo al suolo. 11 I miei occhi si
consumano in lacrime, le mie viscere si commuovono,
il mio fegato si spande in terra
per il disastro della figlia del mio popolo,
al pensiero dei bambini e dei lattanti che venivano meno per le piazze della
città.


--- Luca 1:26-56 ---
Annuncio della nascita di Gesù Cristo
Is 7:14; Mt 1:18-23; Sl 110
26 Al sesto mese, l'angelo Gabriele fu mandato da Dio in una città di
Galilea, chiamata Nazaret, 27 a una vergine fidanzata a un uomo chiamato
Giuseppe, della casa di Davide; e il nome della vergine era Maria.
28 L'angelo, entrato da lei, disse: «Ti saluto, o favorita dalla grazia;
il Signore è con te». 29 Ella fu turbata a queste parole, e si domandava
che cosa volesse dire un tale saluto. 30 L'angelo le disse: «Non temere,
Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. 31 Ecco, tu concepirai e
partorirai un figlio, e gli porrai nome Gesù. 32 Questi sarà grande e
sarà chiamato Figlio dell'Altissimo, e il Signore Dio gli darà il trono di
Davide, suo padre. 33 Egli regnerà sulla casa di Giacobbe in eterno, e il
suo regno non avrà mai fine». 34 Maria disse all'angelo: «Come avverrà
questo, dal momento che non conosco uomo?» 35 L'angelo le rispose: «Lo
Spirito Santo verrà su di te e la potenza dell'Altissimo ti coprirà
dell'ombra sua; perciò, anche colui che nascerà sarà chiamato Santo,
Figlio di Dio. 36 Ecco, Elisabetta, tua parente, ha concepito anche lei un
figlio nella sua vecchiaia; e questo è il sesto mese, per lei, che era
chiamata sterile; 37 poiché nessuna parola di Dio rimarrà inefficace».
38 Maria disse: «Ecco, io sono la serva del Signore; mi sia fatto secondo
la tua parola». E l'angelo la lasciò.
Visita di Maria a Elisabetta
39 In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta nella regione montuosa,
in una città di Giuda, 40 ed entrò in casa di Zaccaria e salutò
Elisabetta. 41 Appena Elisabetta udì il saluto di Maria, il bambino le
balzò nel grembo; ed Elisabetta fu piena di Spirito Santo, 42 e ad alta
voce esclamò: «Benedetta sei tu fra le donne, e benedetto è il frutto del
tuo seno! 43 Come mai mi è dato che la madre del mio Signore venga da me?
44 Poiché ecco, non appena la voce del tuo saluto mi è giunta agli
orecchi, per la gioia il bambino mi è balzato nel grembo. 45 Beata è
colei che ha creduto che quanto le è stato detto da parte del Signore avrà
compimento».
Cantico di Maria
1S 2:1-10
46 E Maria disse:
«L'anima mia magnifica il Signore, 47 e lo spirito mio esulta in Dio, mio
Salvatore, 48 perché egli ha guardato alla bassezza della sua serva.
Da ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata, 49 perché grandi
cose mi ha fatte il Potente.
Santo è il suo nome; 50 e la sua misericordia si estende di generazione in
generazione
su quelli che lo temono. 51 Egli ha operato potentemente con il suo
braccio;
ha disperso quelli che erano superbi nei pensieri del loro cuore; 52 ha
detronizzato i potenti,
e ha innalzato gli umili; 53 ha colmato di beni gli affamati,
e ha rimandato a mani vuote i ricchi. 54 Ha soccorso Israele, suo
servitore,
ricordandosi della misericordia, 55 di cui aveva parlato ai nostri
padri,
verso Abraamo e verso la sua discendenza per sempre». 56 Maria rimase con
Elisabetta circa tre mesi; poi se ne tornò a casa sua.


Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages