Lettura quotidiana 27/9

2 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Sep 26, 2022, 6:21:20 PMSep 26
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 27/9.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 2Re 15 ---
Regno di Azaria, chiamato anche Uzzia, re di Giuda
2Cr 26 (Is 1:1; 6:1, ecc.) 2R 14:21-22
1 Il ventisettesimo anno di Geroboamo, re d'Israele, cominciò a regnare
Azaria, figlio di Amasia, re di Giuda. 2 Aveva sedici anni quando cominciò
a regnare, e regnò cinquantadue anni a Gerusalemme. Sua madre si chiamava
Iecolia, ed era di Gerusalemme. 3 Egli fece ciò che è giusto agli occhi
del SIGNORE, proprio come aveva fatto Amasia suo padre. 4 Tuttavia, gli
alti luoghi non furono soppressi; il popolo continuava a offrire sacrifici e
incenso sugli alti luoghi. 5 Il SIGNORE colpì il re, che fu lebbroso fino
al giorno della sua morte e visse in una casa appartata; e Iotam, figlio del
re, dirigeva la casa reale e rendeva giustizia al popolo del paese. 6 Il
resto delle azioni di Azaria, e tutto quello che fece, è scritto nel libro
delle Cronache dei re di Giuda. 7 Azaria si addormentò con i suoi padri, e
con i suoi padri lo seppellirono nella città di Davide; e Iotam, suo
figlio, regnò al suo posto.
Zaccaria, re d'Israele
2R 10:30; Am 7:9-11
8 Il trentottesimo anno di Azaria, re di Giuda, Zaccaria, figlio di
Geroboamo, cominciò a regnare sopra Israele a Samaria; e regnò sei mesi.
9 Egli fece ciò che è male agli occhi del SIGNORE, come avevano fatto i
suoi padri; non si allontanò dai peccati con i quali Geroboamo, figlio di
Nebat, aveva fatto peccare Israele. 10 E Sallum, figlio di Iabes, congiurò
contro di lui; lo colpì in presenza del popolo, l'uccise, e regnò al suo
posto. 11 Il rimanente delle azioni di Zaccaria è scritto nel libro delle
Cronache dei re d'Israele. 12 Così si avverò la parola che il SIGNORE
aveva detta a Ieu: «I tuoi figli sederanno sul trono d'Israele fino alla
quarta generazione». E così avvenne.
Sallum, Menaem, Pecachia, Peca, re d'Israele
1R 16:8-22; Gb 20:4-9; 1Cr 5:25-26; Os 10:3, 7, 15
13 Sallum, figlio di Iabes, cominciò a regnare l'anno trentanovesimo di
Uzzia re di Giuda, e regnò un mese a Samaria. 14 E Menaem, figlio di Gadi,
salì da Tirsa e venne a Samaria; colpì in Samaria Sallum, figlio di Iabes,
lo uccise, e regnò al suo posto. 15 Il rimanente delle azioni di Sallum, e
la congiura che egli organizzò, sono cose scritte nel libro delle Cronache
dei re d'Israele. 16 Allora Menaem, partito da Tirsa, colpì Tifsa, tutto
quello che vi si trovava, e il suo territorio; la colpì, perché essa non
gli aveva aperto le sue porte; e fece sventrare tutte le donne incinte che
vi si trovavano. 17 L'anno trentanovesimo del regno di Azaria, re di Giuda,
Menaem, figlio di Gadi, cominciò a regnare sopra Israele; e regnò dieci
anni a Samaria. 18 Egli fece ciò che è male agli occhi del SIGNORE; non
si allontanò dai peccati con i quali Geroboamo, figlio di Nebat, aveva
fatto peccare Israele. 19 Ai suoi tempi Pul, re d'Assiria, invase il paese;
e Menaem diede a Pul mille talenti d'argento affinché gli desse man forte
per assicurare nelle sue mani il potere reale. 20 Menaem fece pagare quel
denaro a Israele, a tutti quelli che erano molto ricchi, per darlo al re
d'Assiria; li tassò in ragione di cinquanta sicli d'argento a testa. Così
il re d'Assiria se ne andò via, e non si fermò nel paese. 21 Il rimanente
delle azioni di Menaem, e tutto quello che fece, è scritto nel libro delle
Cronache dei re d'Israele. 22 Menaem si addormentò con i suoi padri, e
Pecachia, suo figlio, regnò al suo posto. 23 Il cinquantesimo anno di
Azaria, re di Giuda, Pecachia, figlio di Menaem, cominciò a regnare sopra
Israele a Samaria, e regnò due anni. 24 Egli fece ciò che è male agli
occhi del SIGNORE; non si allontanò dai peccati con i quali Geroboamo,
figlio di Nebat, aveva fatto peccare Israele. 25 Peca, figlio di Remalia,
suo capitano, congiurò contro di lui, e lo colpì a Samaria, e con lui
Argob e Arec, nella torre del palazzo reale. Aveva con sé cinquanta uomini
di Galaad; uccise Pecachia, e regnò al suo posto. 26 Il rimanente delle
azioni di Pecachia, tutto quello che fece, è scritto nel libro delle
Cronache dei re d'Israele. 27 Il cinquantaduesimo anno di Azaria, re di
Giuda, Peca, figlio di Remalia, cominciò a regnare su Israele a Samaria, e
regnò vent'anni. 28 Egli fece ciò che è male agli occhi del SIGNORE; non
si allontanò dai peccati con i quali Geroboamo, figlio di Nebat, aveva
fatto peccare Israele. 29 Al tempo di Peca, re d'Israele, venne
Tiglat-Pileser, re di Assiria, e prese Iion, Abel-Bet-Maaca, Ianoa, Chedes,
Asor, Galaad, la Galilea, tutto il paese di Neftali, e ne deportò gli
abitanti in Assiria. 30 Osea, figlio di Ela, organizzò una congiura contro
Peca, figlio di Remalia; lo colpì, lo uccise, e regnò al suo posto, l'anno
ventesimo del regno di Iotam, figlio di Uzzia. 31 Il rimanente delle azioni
di Peca, tutto quello che fece, è scritto nel libro delle Cronache dei re
d'Israele.
Iotam, re di Giuda
2R 15:7; 2Cr 27; Mi 1:1
32 L'anno secondo del regno di Peca, figlio di Remalia, re d'Israele,
cominciò a regnare Iotam, figlio di Uzzia, re di Giuda. 33 Aveva
venticinque anni quando cominciò a regnare, e regnò sedici anni a
Gerusalemme. Sua madre si chiamava Ierusa, figlia di Sadoc. 34 Egli fece
ciò che è giusto agli occhi del SIGNORE, interamente come aveva fatto
Uzzia suo padre. 35 Tuttavia, gli alti luoghi non furono soppressi; il
popolo continuava a offrire sacrifici e incenso sugli alti luoghi. Iotam
costruì la porta superiore della casa del SIGNORE. 36 Il rimanente delle
azioni di Iotam, tutto quello che fece, è scritto nel libro delle Cronache
dei re di Giuda. 37 In quel tempo il SIGNORE cominciò a mandare contro
Giuda Resin, re di Siria, e Peca, figlio di Remalia. 38 Iotam si
addormentò con i suoi padri, e con i suoi padri fu sepolto nella città di
Davide, suo padre. E Acaz, suo figlio, regnò al suo posto.

--- Proverbi 11:1-10 ---
1 La bilancia falsa è un abominio per il SIGNORE,
ma il peso giusto gli è gradito. 2 Venuta la superbia, viene anche
l'infamia;
ma la saggezza è con gli umili. 3 L'integrità degli uomini retti li
guida,
ma la perversità dei perfidi è la loro rovina. 4 Le ricchezze non servono
a nulla nel giorno dell'ira,
ma la giustizia salva dalla morte. 5 La giustizia dell'uomo integro gli
appiana la via,
ma l'empio cade per la sua empietà. 6 La giustizia degli uomini retti li
libera,
ma i perfidi restano presi nella loro malizia. 7 Quando un empio muore, la
sua speranza perisce,
e l'attesa degli empi è annientata. 8 Il giusto è salvato dalla
tribolazione,
e l'empio ne prende il posto. 9 Con la sua bocca l'ipocrita rovina il suo
prossimo,
ma i giusti sono liberati grazie alla loro scienza. 10 Quando i giusti
prosperano, la città gioisce;
quando periscono gli empi sono grida di esultanza.


--- Ezechiele 46:16-24 ---
Ez 45:7-9
16 Così parla il Signore, DIO: "Se il principe fa a qualcuno dei suoi figli
un dono preso dal proprio possesso, questo dono apparterrà ai suoi figli;
sarà loro proprietà ereditaria. 17 Ma se egli fa a uno dei suoi servi un
dono preso dal proprio possesso, questo dono apparterrà al servo fino
all'anno della liberazione; poi, tornerà al principe; la sua eredità
apparterrà soltanto ai suoi figli. 18 Il principe non prenderà nulla
dall'eredità del popolo, spogliandolo dei suoi possessi; quello che darà
come eredità ai suoi figli, lo prenderà da ciò che possiede, affinché
nessuno del mio popolo sia scacciato dal suo possesso"».
Ez 40:38-46
19 Poi egli mi condusse per l'ingresso situato di fianco alla porta, nelle
camere sante destinate ai sacerdoti, le quali guardavano a settentrione; ed
ecco che là in fondo, verso occidente, c'era un luogo. 20 Egli mi disse:
«Questo è il luogo dove i sacerdoti faranno cuocere la carne dei sacrifici
per la colpa ed espiatori, e faranno cuocere l'oblazione, per non farle
portare fuori nel cortile esterno, in modo che il popolo sia santificato».
21 Poi mi condusse fuori nel cortile esterno e mi fece passare presso i
quattro angoli del cortile; ed ecco, in ciascun angolo del cortile c'era un
cortile. 22 Nei quattro angoli del cortile c'erano dei cortili chiusi, di
quaranta cubiti di lunghezza e di trenta di larghezza; questi quattro
cortili, negli angoli, avevano le stesse dimensioni. 23 Intorno a tutti e
quattro c'era un recinto, e dei fornelli per cuocere erano costruiti in
basso al recinto, tutto intorno. 24 Egli mi disse: «Queste sono le cucine
dove quelli che fanno il servizio della casa faranno cuocere i sacrifici del
popolo».

--- 1Tessalonicesi 5 ---
(Mt 24:36-51; Lu 12:35-40; 21:34-36) Ro 13:11-14; Gl 1:15
1 Quanto poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne
scriva; 2 perché voi stessi sapete molto bene che il giorno del Signore
verrà come viene un ladro nella notte. 3 Quando diranno: «Pace e
sicurezza», allora una rovina improvvisa verrà loro addosso, come le
doglie alla donna incinta; e non scamperanno. 4 Ma voi, fratelli, non siete
nelle tenebre, così che quel giorno abbia a sorprendervi come un ladro;
5 perché voi tutti siete figli di luce e figli del giorno; noi non siamo
della notte né delle tenebre. 6 Non dormiamo dunque come gli altri, ma
vegliamo e siamo sobri; 7 poiché quelli che dormono, dormono di notte, e
quelli che si ubriacano, lo fanno di notte. 8 Ma noi, che siamo del giorno,
siamo sobri, avendo rivestito la corazza della fede e dell'amore e preso per
elmo la speranza della salvezza. 9 Dio infatti non ci ha destinati a ira,
ma ad ottenere salvezza per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo, 10 il
quale è morto per noi affinché, sia che vegliamo sia che dormiamo, viviamo
insieme con lui. 11 Perciò, consolatevi a vicenda ed edificatevi gli uni
gli altri, come d'altronde già fate.
Ultime raccomandazioni
Eb 13:7, 17; Ga 6:1-2; Ro 12:17-21
12 Fratelli, vi preghiamo di aver riguardo per coloro che faticano in mezzo
a voi, che vi sono preposti nel Signore e vi istruiscono, 13 e di tenerli
in grande stima e di amarli a motivo della loro opera. Vivete in pace tra di
voi. 14 Vi esortiamo, fratelli, ad ammonire i disordinati, a confortare gli
scoraggiati, a sostenere i deboli, a essere pazienti con tutti. 15 Guardate
che nessuno renda ad alcuno male per male; anzi cercate sempre il bene gli
uni degli altri e quello di tutti.
Ro 12:12, 9; Ef 5:18-20
16 Siate sempre gioiosi; 17 non cessate mai di pregare; 18 in ogni cosa
rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso
di voi. 19 Non spegnete lo Spirito. 20 Non disprezzate le profezie; 21 ma
esaminate ogni cosa e ritenete il bene; 22 astenetevi da ogni specie di
male.
Eb 13:20-21; 1Co 1:8-9; 2Co 13:12-13
23 Or il Dio della pace vi santifichi egli stesso completamente; e l'intero
essere vostro, lo spirito, l'anima e il corpo, sia conservato irreprensibile
per la venuta del Signore nostro Gesù Cristo. 24 Fedele è colui che vi
chiama, ed egli farà anche questo. 25 Fratelli, pregate per noi.
26 Salutate tutti i fratelli con un santo bacio. 27 Io vi scongiuro per il
Signore che si legga questa lettera a tutti i fratelli. 28 La grazia del
Signore nostro Gesù Cristo sia con voi.

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages