Lettura quotidiana 23/7

5 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Jul 22, 2021, 6:16:29 PMJul 22
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 23/7.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 1Samuele 19 ---
Saul attenta alla vita di Davide; fuga di Davide
Pr 17:17; 31:8-9
1 Saul confidò a Gionatan, suo figlio, e a tutti i suoi servitori che
voleva uccidere Davide. Ma Gionatan, figlio di Saul, che voleva un gran bene
a Davide, 2 informò Davide della cosa e gli disse: «Saul, mio padre,
cerca di ucciderti; quindi, ti prego, sta' in guardia domani mattina,
tieniti in un luogo segreto e nasconditi. 3 Io uscirò e mi terrò al
fianco di mio padre, nel campo dove tu sarai; parlerò di te a mio padre,
vedrò come vanno le cose e te lo farò sapere». 4 Gionatan dunque parlò
a Saul, suo padre, in favore di Davide e gli disse: «Non pecchi il re
contro il suo servo, contro Davide, poiché egli non ha peccato contro di
te, anzi il suo servizio ti è stato di grande utilità. 5 Egli ha
rischiato la propria vita, ha ucciso il Filisteo e il SIGNORE ha operato una
grande liberazione in favore di tutto Israele. Tu l'hai visto e te ne sei
rallegrato; perché dunque peccare contro il sangue innocente, uccidendo
Davide senza ragione?» 6 Saul diede ascolto alla voce di Gionatan e fece
questo giuramento: «Com'è vero che il SIGNORE vive, egli non sarà
ucciso!» 7 Allora Gionatan chiamò Davide e gli riferì tutto questo. Poi
Gionatan ricondusse Davide da Saul. Egli rimase al suo servizio come prima.

1S 18:8-11 (Sl 37:32-33; 59)
8 Ricominciò di nuovo la guerra e Davide uscì a combattere contro i
Filistei, inflisse loro una grave sconfitta e quelli fuggirono davanti a
lui. 9 Allora uno spirito cattivo, permesso dal SIGNORE, s'impossessò di
Saul. Egli sedeva in casa sua tenendo in mano una lancia, mentre Davide
suonava l'arpa. 10 Allora Saul cercò di inchiodare Davide al muro con la
lancia; ma Davide schivò il colpo e la lancia andò a conficcarsi nel muro.
Davide fuggì e si mise in salvo in quella stessa notte. 11 Saul inviò
degli uomini a casa di Davide per tenerlo d'occhio e ucciderlo la mattina
dopo; ma Mical, moglie di Davide, lo informò della cosa, dicendo: «Se in
questa stessa notte non ti metti in salvo, domani sei morto». 12 Mical
calò Davide da una finestra ed egli se ne andò, fuggì e si mise in salvo.
13 Poi Mical prese l'idolo domestico e lo pose nel letto; gli mise in capo
un cappuccio di pelo di capra e lo coprì con un mantello. 14 Quando Saul
inviò degli uomini a prendere Davide, lei disse: «È malato». 15 Allora
Saul inviò di nuovo i suoi uomini perché vedessero Davide, e disse loro:
«Portatemelo nel letto, perché possa ucciderlo». 16 Quando giunsero
quegli uomini, ecco che nel letto c'era l'idolo domestico con in testa un
cappuccio di pelo di capra. 17 Saul disse a Mical: «Perché mi hai
ingannato così e hai dato al mio nemico la possibilità di fuggire?» Mical
rispose a Saul: «È lui che mi ha detto: "Lasciami andare, altrimenti ti
ammazzo!"»
1S 10:9-13; 2R 1:9-15
18 Davide dunque fuggì, si mise in salvo, andò da Samuele a Rama e gli
raccontò tutto quello che Saul gli aveva fatto. Poi, egli e Samuele
andarono a stare a Naiot. 19 Questo fu riferito a Saul, dicendo: «Ecco,
Davide è a Naiot, presso Rama». 20 Saul inviò i suoi uomini a prendere
Davide, ma quando questi videro profetizzare i profeti, riuniti sotto la
presidenza di Samuele, lo Spirito di Dio investì gli inviati di Saul che si
misero anche loro a profetizzare. 21 Ne informarono Saul, che inviò altri
uomini, i quali pure si misero a profetizzare. Saul ne mandò ancora per la
terza volta, ma anche questi si misero a profetizzare. 22 Allora si recò
egli stesso a Rama. Giunto alla grande cisterna che è a Secu, chiese:
«Dove sono Samuele e Davide?» Gli fu risposto: «A Naiot, presso Rama».
23 Egli andò dunque là, a Naiot, presso Rama. Lo Spirito di Dio investì
anche lui ed egli continuò il suo viaggio profetizzando finché giunse a
Naiot, presso Rama. 24 Anche lui si spogliò delle sue vesti, anche lui
profetizzò in presenza di Samuele e rimase steso a terra nudo tutto quel
giorno e tutta quella notte. Da lì viene il detto: «Saul, è anche lui tra
i profeti?»

--- Salmi 119:81-96 ---
(CAF)
81 L'anima mia vien meno nell'attesa della tua salvezza;
io spero nella tua parola. 82 Si spengono i miei occhi desiderosi della tua
parola,
mentre dico: «Quando mi consolerai?» 83 Poiché io sono divenuto come un
otre affumicato;
ma non dimentico i tuoi statuti. 84 Quanti sono i giorni del tuo
servo?
Quando punirai quelli che mi perseguitano? 85 I superbi mi hanno scavato
delle fosse;
essi non agiscono secondo la tua legge. 86 Tutti i tuoi comandamenti sono
fedeltà;
costoro mi perseguitano a torto;
soccorrimi! 87 Per poco non mi hanno eliminato dalla terra;
ma io non ho abbandonato i tuoi precetti. 88 Rendimi la vita secondo la tua
bontà
e io osserverò la testimonianza della tua bocca.
(LAMED)
89 Per sempre, SIGNORE,
la tua parola è stabile nei cieli. 90 La tua fedeltà dura per ogni
generazione;
tu hai fondato la terra ed essa sussiste. 91 Tutto sussiste anche oggi
secondo le tue leggi,
perché ogni cosa è al tuo servizio. 92 Se la tua legge non fosse stata la
mia gioia,
sarei già perito nella mia afflizione. 93 Mai dimenticherò i tuoi
precetti,
perché per mezzo di essi tu mi dai la vita. 94 Io sono tuo,
salvami,
perché ho ricercato i tuoi precetti. 95 Gli empi si sono appostati per
farmi perire,
ma io medito sulle tue testimonianze. 96 Ho visto che ogni cosa perfetta ha
un limite,
ma il tuo comandamento è senza limiti.


--- Ezechiele 7:15-27 ---
Gr 6:22-26; Ez 6
15 Di fuori, la spada; di dentro, la peste e la fame!
Chi è nei campi morirà di spada;
chi è in città sarà divorato dalla fame e dalla peste. 16 Quelli di loro
che riusciranno a scampare
staranno su per i monti come le colombe delle valli;
tutti quanti gemendo,
ognuno per la propria iniquità. 17 Tutte le mani diverranno fiacche,
tutte le ginocchia si scioglieranno in acqua. 18 Si vestiranno di sacchi,
lo spavento servirà loro di coperta;
la vergogna sarà su tutti i volti,
avranno tutti il capo rasato. 19 Getteranno il loro argento per le
strade,
il loro oro sarà per essi immondizia;
il loro argento e il loro oro non li potranno salvare
nel giorno del furore del SIGNORE;
non potranno saziare la loro fame,
né riempirsi le viscere;
perché furono quelli la causa per cui caddero nella loro iniquità. 20 La
bellezza dei loro ornamenti era per loro fonte d'orgoglio;
e ne hanno fatto delle immagini delle loro abominazioni, delle loro divinità
esecrande;
perciò io farò in modo che siano per essi una cosa immonda;
21 abbandonerò tutto come preda in mano degli stranieri,
come bottino in mano degli empi della terra,
che lo profaneranno. 22 Allontanerò la mia faccia da loro
e i nemici profaneranno il mio tesoro:
dei briganti vi entreranno e lo profaneranno. 23 Prepara le catene!
poiché questo paese è pieno di assassini,
questa città è piena di violenza. 24 Io farò venire le più malvagie
delle nazioni,
che s'impadroniranno delle loro case;
farò venir meno la superbia dei potenti
e i loro santuari saranno profanati. 25 Viene la rovina!
Essi cercheranno la pace, ma non la troveranno. 26 Verrà sventura dopo
sventura,
allarme dopo allarme;
chiederanno visioni ai profeti,
ai sacerdoti mancherà la conoscenza della legge,
agli anziani il consiglio. 27 Il re sarà in lutto, il principe rivestito di
desolazione,
le mani del popolo del paese tremeranno di spavento.
Io li tratterò secondo la loro condotta,
li giudicherò secondo quanto meritano;
e conosceranno che io sono il SIGNORE"».

--- Luca 9:1-17 ---
La missione dei dodici apostoli
=(Mt 10; Mr 6:7-13) Lu 6:12-16; 10:1-16
1 Gesù, convocati i dodici, diede loro l'autorità su tutti i demòni e il
potere di guarire le malattie. 2 Li mandò ad annunciare il regno di Dio e
a guarire i malati. 3 E disse loro: «Non prendete nulla per il viaggio:
né bastone, né sacca, né pane, né denaro, e non abbiate tunica di
ricambio. 4 In qualunque casa entrerete, in quella rimanete e da quella
ripartite. 5 Quanto a quelli che non vi riceveranno, uscendo dalla loro
città, scotete la polvere dai vostri piedi, in testimonianza contro di
loro». 6 Ed essi, partiti, andavano di villaggio in villaggio,
evangelizzando e operando guarigioni dappertutto.
Perplessità di Erode
=(Mt 14:1-2; Mr 6:14-16)
7 Erode, il tetrarca, udì parlare di tutti quei fatti; ne era perplesso,
perché alcuni dicevano: «Giovanni è risuscitato dai morti»; 8 altri
dicevano: «È apparso Elia»; e altri: «È risuscitato uno degli antichi
profeti». 9 Ma Erode disse: «Giovanni l'ho fatto decapitare; chi è
dunque costui del quale sento dire queste cose?» E cercava di vederlo.

Moltiplicazione dei pani per cinquemila uomini
=(Mt 14:13-21; Mr 6:30-44; Gv 6:1-14) Mt 15:32-38
10 Gli apostoli ritornarono e raccontarono a Gesù tutte le cose che avevano
fatte; ed egli li prese con sé e si ritirò in disparte verso una città
chiamata Betsàida. 11 Ma le folle, avendolo saputo, lo seguirono; ed egli
li accolse e parlava loro del regno di Dio, e guariva quelli che avevano
bisogno di guarigione. 12 Or il giorno cominciava a declinare; e i dodici,
avvicinatisi, gli dissero: «Lascia andare la folla, perché se ne vada per
i villaggi e per le campagne vicine per trovarvi cena e alloggio, perché
qui siamo in un luogo deserto». 13 Ma egli rispose: «Date loro voi da
mangiare». Ed essi obiettarono: «Noi non abbiamo altro che cinque pani e
due pesci; a meno che non andiamo noi a comprare dei viveri per tutta questa
gente». 14 Perché c'erano cinquemila uomini. Ed egli disse ai suoi
discepoli: «Fateli sedere a gruppi di una cinquantina». 15 E così li
fecero accomodare tutti. 16 Poi Gesù prese i cinque pani e i due pesci,
alzò lo sguardo al cielo e li benedisse, li spezzò e li diede ai suoi
discepoli perché li distribuissero alla gente. 17 Tutti mangiarono a
sazietà e dei pezzi avanzati si portarono via dodici ceste.


Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages