Lettura quotidiana 23/9

2 views
Skip to first unread message

LaParola.Net

unread,
Sep 22, 2022, 6:20:28 PMSep 22
to lettura-q...@googlegroups.com
La lettura per il giorno 23/9.
Per non ricevere più questi messaggi, leggi le istruzioni in fondo a questo
messaggio.


--- 2Re 11 ---
Atalia, regina di Giuda
(2Cr 22:2-3; 10-12; 24:7) Es 2:2
1 Atalia, madre di Acazia, quando vide che suo figlio era morto, procedette
a sterminare tutta la discendenza reale. 2 Ma Ioseba, figlia del re Ioram,
sorella di Acazia, prese Ioas, figlio di Acazia, dal gruppo dei figli del re
che stavano per essere uccisi, e lo nascose con la sua balia nella camera
dei letti; così sfuggì alle ricerche di Atalia e non fu messo a morte.
3 Egli rimase nascosto con Ioseba per sei anni nella casa del SIGNORE;
intanto Atalia regnava sul paese.
Ioas, re di Giuda
2Cr 23; Lu 19:38
4 Il settimo anno, Ieoiada mandò a chiamare i capitani delle guardie del
corpo dei soldati, e li fece venire nella casa del SIGNORE; stabilì un
patto con loro, li fece giurare nella casa del SIGNORE, e mostrò loro il
figlio del re. 5 Poi diede loro questi ordini: «Ecco quello che farete: un
terzo di quelli tra voi che sono di servizio il giorno del sabato, starà di
guardia alla casa del re; 6 un altro terzo starà alla porta di Sur, e un
altro terzo starà alla porta che è dietro la caserma dei soldati. Farete
la guardia alla casa, impedendo a tutti l'ingresso. 7 E le altre due parti
di voi, tutti quelli cioè che non sono di servizio il giorno del sabato,
staranno di guardia alla casa del SIGNORE, intorno al re. 8 Circonderete
bene il re, ognuno con le armi in pugno; e chiunque cercherà di penetrare
nelle vostre file, sia messo a morte; voi starete con il re, quando uscirà
e quando entrerà». 9 I capitani eseguirono tutti gli ordini dati dal
sacerdote Ieoiada; ognuno di essi prese i suoi uomini: quelli che entravano
in servizio il giorno del sabato e quelli che uscivano di servizio il giorno
del sabato; e si recarono dal sacerdote Ieoiada. 10 Il sacerdote diede ai
capitani le lance e gli scudi che erano appartenuti al re Davide, e che
stavano nella casa del SIGNORE. 11 I soldati, con le armi in pugno, presero
posto all'angolo meridionale fino all'angolo settentrionale della casa del
SIGNORE fra l'altare e l'edificio, in modo da proteggere il re da tutte le
parti. 12 Allora il sacerdote condusse fuori il figlio del re, gli pose in
testa il diadema e gli consegnò la legge. E lo proclamarono re, lo unsero
e, battendo le mani, esclamarono: «Viva il re!» 13 Atalia udì il rumore
dei soldati e del popolo, e andò verso il popolo nella casa del SIGNORE.
14 Guardò, e vide il re in piedi sul palco, secondo l'uso; i capitani e i
trombettieri erano accanto al re; tutto il popolo del paese era in festa al
suono delle trombe. Allora Atalia si stracciò le vesti, e gridò:
«Congiura! Congiura!» 15 Ma il sacerdote Ieoiada diede i suoi ordini ai
capitani che comandavano l'esercito, e disse loro: «Fatela uscire dalle
file; e chiunque la seguirà sia ucciso con la spada!» Infatti il sacerdote
aveva detto: «Non sia uccisa nella casa del SIGNORE». 16 Così quelli le
fecero largo, e lei giunse alla casa del re per la strada della porta dei
cavalli; e là fu uccisa. 17 Ieoiada stabilì il patto - fra il SIGNORE, il
re e il popolo - per il quale Israele doveva essere il popolo del SIGNORE; e
stabilì pure il patto fra il re e il popolo. 18 Tutto il popolo del paese
entrò nel tempio di Baal, e lo demolì; fece a pezzi tutti i suoi altari e
le sue sculture, e uccise davanti agli altari Mattan, sacerdote di Baal.
Poi, il sacerdote Ieoiada mise delle guardie alla casa del SIGNORE;
19 prese i capitani, le guardie del corpo, i soldati e tutto il popolo del
paese; e fecero scendere il re dalla casa del SIGNORE. Giunsero alla casa
del re per la strada della porta dei soldati. E Ioas sedette sul trono dei
re. 20 Tutto il popolo del paese era in festa, e la città rimase
tranquilla, quando Atalia fu uccisa con la spada, nella casa del re.
21 Ioas aveva sette anni quando cominciò a regnare.

--- Proverbi 9:13-18 ---
Pr 1:10-19; 7:6, ecc.
13 La follia è una donna turbolenta,
sciocca, che non sa nulla. 14 Siede alla porta di casa,
sopra una sedia, nei luoghi elevati della città, 15 per chiamare quelli che
passano per la via,
che vanno diritti per la loro strada, dicendo: 16 «Chi è sciocco venga
qua!»
E a chi è privo di senno dice: 17 «Le acque rubate sono dolci,
il pane mangiato di nascosto è delizioso». 18 Ma egli non sa che là sono
i defunti,
che i suoi convitati giacciono in fondo al soggiorno dei morti.

--- Ezechiele 44:15-31 ---
1S 2:35 (Le 6:3-4; 10:8-11; 21) Nu 18:8-20
15 Ma i sacerdoti leviti, figli di Sadoc, i quali hanno mantenuto l'incarico
che avevano del mio santuario quando i figli d'Israele si sviavano da me,
saranno quelli che si accosteranno a me per fare il mio servizio, e che si
terranno davanti a me per offrirmi il grasso e il sangue", dice il Signore,
DIO. 16 "Essi entreranno nel mio santuario, essi si accosteranno alla mia
tavola per servirmi, e compiranno tutto il mio servizio. 17 Quando
entreranno per le porte del cortile interno, indosseranno vesti di lino; non
avranno addosso lana di sorta quando faranno il servizio alle porte del
cortile interno e nella casa. 18 Avranno in capo tiare di lino e mutande di
lino ai fianchi; non indosseranno indumenti che fanno sudare. 19 Ma quando
usciranno per andare nel cortile esterno, nel cortile esterno verso il
popolo, si toglieranno i paramenti con i quali avranno fatto il servizio e
li deporranno nelle camere del santuario; indosseranno altre vesti, per non
santificare il popolo con i loro paramenti. 20 Non si raderanno il capo e
non si lasceranno crescere i capelli; ma porteranno i capelli corti.
21 Nessun sacerdote berrà vino, quando entrerà nel cortile interno.
22 Non prenderanno in moglie né una vedova, né una donna ripudiata, ma
prenderanno delle vergini della discendenza della casa d'Israele; potranno
però prendere delle vedove, che siano vedove di sacerdoti. 23 Insegneranno
al mio popolo a distinguere fra il sacro e il profano, e gli faranno
conoscere la differenza tra ciò che è impuro e ciò che è puro. 24 In
casi di processo, spetterà a loro il giudicare; giudicheranno secondo le
mie prescrizioni; osserveranno le mie leggi e i miei statuti in tutte le mie
feste; santificheranno i miei sabati. 25 Il sacerdote non entrerà dov'è
un morto, per non rendersi impuro; non si potrà rendere impuro che per il
padre, per la madre, per un figlio, per una figlia, per un fratello o per
una sorella non sposata. 26 Dopo la sua purificazione, gli si conteranno
sette giorni; 27 il giorno che entrerà nel santuario, nel cortile interno,
per fare il servizio nel santuario, offrirà il suo sacrificio espiatorio",
dice il Signore, DIO. 28 "Avranno un'eredità: Io sarò la loro eredità;
voi non darete loro alcun possesso in Israele: io sono il loro possesso.
29 Essi si nutriranno delle offerte, dei sacrifici espiatori e dei
sacrifici per la colpa; ogni cosa votata allo sterminio in Israele sarà
loro. 30 Le primizie dei primi prodotti d'ogni sorta, tutte le offerte di
qualsivoglia cosa che offrirete per elevazione, saranno dei sacerdoti;
darete pure al sacerdote le primizie della vostra pasta, affinché la
benedizione riposi sulla vostra casa. 31 I sacerdoti non mangeranno carne
di nessun uccello né di alcun animale morto da sé o sbranato.

--- 1Tessalonicesi 1 ---
(At 17:1-9; 18:5)(2P 3:18)
Indirizzo e saluti
=2Te 1:1-2
1 Paolo, Silvano e Timoteo alla chiesa dei Tessalonicesi che è in Dio Padre
e nel Signore Gesù Cristo: grazia a voi e pace.
Fede dei Tessalonicesi
Fl 1:3-6; Cl 1:3-8; 1Te 2:13-14
2 Noi ringraziamo sempre Dio per voi tutti, nominandovi nelle nostre
preghiere, 3 ricordandoci continuamente, davanti al nostro Dio e Padre,
dell'opera della vostra fede, delle fatiche del vostro amore e della
costanza della vostra speranza nel nostro Signore Gesù Cristo.
4 Conosciamo, fratelli amati da Dio, la vostra elezione. 5 Infatti il
nostro vangelo non vi è stato annunciato soltanto con parole, ma anche con
potenza, con lo Spirito Santo e con piena convinzione; infatti sapete come
ci siamo comportati fra voi, per il vostro bene. 6 Voi siete divenuti
imitatori nostri e del Signore, avendo ricevuto la parola in mezzo a molte
sofferenze, con la gioia che dà lo Spirito Santo, 7 tanto da diventare un
esempio per tutti i credenti della Macedonia e dell'Acaia. 8 Infatti da voi
la parola del Signore ha echeggiato non soltanto nella Macedonia e
nell'Acaia, ma anzi la fama della fede che avete in Dio si è sparsa in ogni
luogo, di modo che non abbiamo bisogno di parlarne; 9 perché essi stessi
raccontano quale sia stata la nostra venuta fra voi, e come vi siete
convertiti dagl'idoli a Dio per servire il Dio vivente e vero, 10 e per
aspettare dai cieli il Figlio suo che egli ha risuscitato dai morti; cioè
Gesù, che ci libera dall'ira imminente.

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages