Social per bambini e GDPR

16 views
Skip to first unread message

matteo ruffoni

unread,
Apr 23, 2021, 2:27:48 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Vorrei creare un social online per bambini 8-13 anni, da proporre a scuola e dintorni, con accesso controllato e nessuna raccolta dati.
A me sembra una buona idea per cominciare ad educare digitalemnete i piccoli, quando mi arrivano in prima media sono già su instagram e tiktok e, in generale nessuno li ha "educati".
Qualcuno sa come devo procedere con il GDPR e il consenso dei genitori?
Qualcuno ha esperienza?

Sul server che voglio allestire poi mi piacerebbe installare anche una istanza di minetest...

Giovanni Caruso

unread,
Apr 23, 2021, 2:58:35 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Qualcuno sa come devo procedere con il GDPR e il consenso dei genitori?
Il GDPR è inerente alla gestione dei dati che altri ti conferiscono per uno scopo, il dovere della scuola è informarli d i questa attività e tenere traccia del fatto che sono stati informati (e che loro siano d'accordo con questa finalità). I consenso al trattamento dei dati dei bambini lo avete già per ottemperare ai doveri che la legge vi impone in quanto scuola. La cosa migliore è confrontarsi comunque con la persona che svolge il ruolo di RPD/DPO su questo punto di modo da muoversi in sicurezza dal punto di vista della legge.
 
Qualcuno ha esperienza?

Sul server che voglio allestire poi mi piacerebbe installare anche una istanza di minetest..
Avevo visto anche mastodon ma poi non lo ho usacchiato  granché :-)
Bella l'idea del social educativo!!! 
Ciao 
.

--
Se cerchi informazioni o vuoi vedere se qualcuno le ha già trattate prova ad iniziare da qui:
https://groups.google.com/d/forum/lavagnalibera
---
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Lavagna libera" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a lavagnaliber...@googlegroups.com.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/lavagnalibera/CAJEdHSOnoA_XK4rpBV6YA7%3Dhoy2ZN6wbMo1MsgaoGrB87wrT7w%40mail.gmail.com.


--
Giovanni P. Caruso
ITD-CNR Genova
+39 010 6475 683

Paolo Mauri

unread,
Apr 23, 2021, 5:09:52 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Il Fri, 23 Apr 2021 08:58:15 +0200
Giovanni Caruso <car...@itd.cnr.it> scriveva:

> > Qualcuno sa come devo procedere con il GDPR e il consenso dei
> > genitori?
> Il GDPR è inerente alla gestione dei dati che altri ti conferiscono
> per uno scopo, il dovere della scuola è informarli d i questa
> attività e tenere traccia del fatto che sono stati informati (e che
> loro siano d'accordo con questa finalità). I consenso al trattamento
> dei dati dei bambini lo avete già per ottemperare ai doveri che la
> legge vi impone in quanto scuola. La cosa migliore è confrontarsi
> comunque con la persona che svolge il ruolo di RPD/DPO su questo
> punto di modo da muoversi in sicurezza dal punto di vista della legge.
I francesi dell'associazione Abuledu che offrono un servizio di
microblogging simile a twitter (https://edutwit.fr) informano
gli utenti con questa pagina https://abuledu-fr.org/eduwit-et-rgpd/
dove sostanzialmente dicono che non raccolgono dati di nessun tipo e il
minimo che serve per identificarsi (nome e mail) non verrà dato a
nessuno.

--
Paolo Mauri
Linux User #462825
irc maupao
twitter @mauri_paolo
www.paolomauri.it
mastodon https://framapiaf.org/@maupao
matrix @maupao:matrix.org

un sistema libero per la scuola
http://wiki.scuola.linux.it

Esci dall'illegalità: utilizza LibreOffice.org:
http://www.libreoffice.org/download
http://linguistico.sourceforge.net/wiki/doku.php?id=usaooo
http://linguistico.sourceforge.net/pages/traduzioni/ms_illegal.html

Francesco Valotto

unread,
Apr 23, 2021, 9:08:35 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Se è un social non possono non raccogliere dati: al più possono non guardarli e non usarli (ma si tratta di una cosa che garantisci personalmente: si fidano?). Nel senso che quello che viene scritto deve rimanere registrato: potrà anche essere criptato ma non con una chiave privata a meno che quella pubblica non sia a disposizione di tutti e se fosse lo sarebbe anche degli amministratori.
Secondo me scuola o non scuola gli utenti devono essere informati del fatto che qualsiasi cosa scrivano e qualsiasi contatto fissino verrà registrato e sarà accessibile a qualcuno. Poi è da vedere a chi lo sarà. Se poi si possono caricare immagini la questione potrebbe essere anche più complessa perché un'immagine oltre a dati dello studente potrebbe contenere anche dati di altri (anche solo involontariamente) e c'è il rischio che qualcuno sia chiamato a rispondere dei dati caricati da uno studente: chi se non i genitori?
Insomma personalmente sarei estremamente cauto sulla cosa: definirei bene cosa potrà essere caricato, da chi, da chi potrà essere visto e come funzionerà questo social. Quindi sentirei qualcuno che per formazione e specializzazione possa dare un parere "titolato"

--
Se cerchi informazioni o vuoi vedere se qualcuno le ha già trattate prova ad iniziare da qui:
https://groups.google.com/d/forum/lavagnalibera
---
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Lavagna libera" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a lavagnaliber...@googlegroups.com.
Per visualizzare questa discussione sul Web, visita https://groups.google.com/d/msgid/lavagnalibera/20210423110949.1c2799e7%40piemme.


--
--------------------------------------------------
https://www.susydiario.it
Tutto un altro modo di fare scuola!
Strumenti online per la Scuola Primaria

Mirco Piccin

unread,
Apr 23, 2021, 9:26:34 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Ciao,

> Se è un social non possono non raccogliere dati: al più possono non guardarli e non usarli (ma si tratta di una cosa che garantisci personalmente: si fidano?). 
> Nel senso che quello che viene scritto deve rimanere registrato: potrà anche essere criptato ma non con una chiave privata a meno che quella pubblica non sia a disposizione di tutti e se fosse lo sarebbe anche degli amministratori.

SNI.
Signal per esempio non è in possesso delle chiavi di crittazione dei messaggi (che invece è in possesso agli utenti "finali").
Comunque Signal è opensource anche nella parte server, e ci son anche altri social con lo stesso tipo di licenza.

Ora però rileggendo mi sorge un dubbio: 
@matteo intendevi social come blogging / microblogging di condivisione contenuti (appunto come tiktolk / facebook / twitter etc) o social come messaggistica 1:1 o di gruppo?

M

matteo ruffoni

unread,
Apr 23, 2021, 9:41:33 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com


Il ven 23 apr 2021, 15:26 Mirco Piccin <pic...@gmail.com> ha scritto:
Ciao,

> Se è un social non possono non raccogliere dati: al più possono non guardarli e non usarli (ma si tratta di una cosa che garantisci personalmente: si fidano?). 
La garanzia che possiamo giocare è in entrata, l'ammissione è controllata e probabilmente rivolta ad una specifica platea: studenti delle scuole della rete.
Peró è vero devo chiarirmi bene le idee con un esperto.


> Nel senso che quello che viene scritto deve rimanere registrato: potrà anche essere criptato ma non con una chiave privata a meno che quella pubblica non sia a disposizione di tutti e se fosse lo sarebbe anche degli amministratori.

SNI.
Signal per esempio non è in possesso delle chiavi di crittazione dei messaggi (che invece è in possesso agli utenti "finali").
Comunque Signal è opensource anche nella parte server, e ci son anche altri social con lo stesso tipo di licenza.

Ora però rileggendo mi sorge un dubbio: 
@matteo intendevi social come blogging / microblogging di condivisione contenuti (appunto come tiktolk / facebook / twitter etc) o social come messaggistica 1:1 o di gruppo?
Mi piacerebbe usare humhub o mattermost quindi a tutti gli effetti social microblogging.

Ho visto che in rete esistono dei social per bambini ma chiaramente dichiarano sorveglianza 24 su 24 per 365, qui non saremmo in grado. 
Pensavo che una soluzione, ma devo capire come fare, è invitare anche i genitori

Francesco Valotto

unread,
Apr 23, 2021, 9:42:01 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Sul microblogging vs messaggistica si gioca la questione. Rimane comunque il problema: se girassero messaggi impropri (es bullismo...) dove sta la responsabilità legale? E quella di "immagine"? 

Il ven 23 apr 2021, 15:26 Mirco Piccin <pic...@gmail.com> ha scritto:

Francesco Valotto

unread,
Apr 23, 2021, 9:45:10 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
L'alternativa potrebbe essere nel "contrario" : tutto visibile a tutti e tutto tracciato. Ma richiede impegno.... 

Mirco Piccin

unread,
Apr 23, 2021, 10:18:36 AMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Ciao
 
Ora però rileggendo mi sorge un dubbio: 
@matteo intendevi social come blogging / microblogging di condivisione contenuti (appunto come tiktolk / facebook / twitter etc) o social come messaggistica 1:1 o di gruppo?
Mi piacerebbe usare humhub o mattermost quindi a tutti gli effetti social microblogging.

 mattermost lo vedo come una alternativa open a slack (quindi strutturata, molto, anche su aspetto collaborativo).
A questo punto alternative simili:

Seguo con interesse gli sviluppi della discussione, comunque.
M

Andrea Primiani

unread,
Apr 23, 2021, 12:02:59 PMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Il 23/04/21 15:41, matteo ruffoni (mattr...@gmail.com) ha scritto:
>
> La garanzia che possiamo giocare è in entrata, l'ammissione è
> controllata e probabilmente rivolta ad una specifica platea: studenti
> delle scuole della rete.
> Peró è vero devo chiarirmi bene le idee con un esperto.
>

Per quello che ne so io, il GDPR impone anche che i dati vengano tenuti
in un server collocato in paese dell'EU.

O in alternativa comunicazione esplicita agli utenti del perche' - come
- per quanto tempo i dati devono essere portati fuori Unione.

ciao AP

Francesco Valotto

unread,
Apr 23, 2021, 12:20:51 PMApr 23
to lavagn...@googlegroups.com
Non è così semplice. Il "nella UE" deriva dalla sentenza recente che contesta il fatto che gli USA diano le stesse garanzie della UE. Però le garanzie UE bisogna darle e con un social non è affatto semplice!
Il fatto di essere "scolastico" riduce un po' la complessità, ma non credo le annulli. Ad esempio il consenso dato a inizio anno dai genitori ho forti dubbi che copra situazioni di questo genere. Ovviamente per saperlo bisognerebbe leggere (e interpretare professionalmente!) la liberatoria che hanno firmato. Ma attenzione: non hanno firmato un "fate pure tutto quello che volete"! 

--
Se cerchi informazioni o vuoi vedere se qualcuno le ha già trattate prova ad iniziare da qui:
https://groups.google.com/d/forum/lavagnalibera
---
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Lavagna libera" di Google Gruppi.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere più le sue email, invia un'email a lavagnaliber...@googlegroups.com.

matteo ruffoni

unread,
Apr 24, 2021, 1:03:28 PMApr 24
to lavagn...@googlegroups.com
Questo sito https://www.iubenda.com/it/help/5768-requisiti-legge-siti-app-bambini ha cominciato a schiarirmi le idee.
Di fatto nel sito che ho in mente l'accesso sarà localizzato, non ci sarà nessun tipo di raccolta dati oltre nickname e password (ovviamente validati dai genitori, ma potrebbero persino essere richiesti in una mail a parte).
Devo approfondire alcuni aspetti che hanno a che fare con il software, probabilmente humhub https://www.humhub.com/en soprattutto per quewl che riguarda la disponibilità per i genitori.
Non mi pare troppo complicato comunque


Mirco Piccin

unread,
Apr 24, 2021, 1:17:56 PMApr 24
to lavagn...@googlegroups.com
Grazie dell'aggiornamento.
Questo humhub sembra interessante.
Vedo inoltre che è basato su php, quindi facilmente installabile anche su svariati hosting (questo più per me che per te).
Lo installerai localmente o su un hosting, appunto?

M

matteo ruffoni

unread,
Apr 24, 2021, 1:26:07 PMApr 24
to lavagn...@googlegroups.com
Il giorno sab 24 apr 2021 alle ore 19:17 Mirco Piccin <pic...@gmail.com> ha scritto:
Grazie dell'aggiornamento.
Questo humhub sembra interessante.
Vedo inoltre che è basato su php, quindi facilmente installabile anche su svariati hosting (questo più per me che per te).
Lo installerai localmente o su un hosting, appunto?
abbiamo un server dedicato su Hetzner. Nelle nostre,  siamo in 3 insegnati, intenzioni l'idea è quella di mettere su una serie di cose su un server sperimentale. Fare "pratica" per una anno e mezzo o due e poi fare il giro delle scuole, istituti comprensivi, e mostrare come sarebbe conveniente che le scuole, o almeno una rete di scuole, si dotasse sdi un server del genere.
E' tutto un po' da decidere e da fare, ma ci sono buone premesse.
Al momento è stato installato il nuovo BBB, per raggiungere una chat da 200 utenti, abbiamo fatto un primo test con 100 ed è andato abbastanza bene.
Poi altre cose molti software liberi francesi i soliti framasoft e ladigitale https://ladigitale.dev/ (grazie paolo mauri) poi vediamo...
Io ho un po' la fissa del social per bambini, ho visto che ce ne sono già belli che pronti ma devo approfondire...
Poi anche giochi minestest è il primo
Mi sto organizzando anche con altri adulti esperti nel campo educativo.
Se son rose..
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages