I treni e la civiltà Europea

0 views
Skip to first unread message

Alessandro Riolo

unread,
May 4, 2003, 2:10:55 PM5/4/03
to
[c/p ipd + itd]

Sono tra quelli a cui piace viaggiare con i treni. Questo mio piacere, più
che ecologico o economico, è soprattutto culturale. Le ferrovie stanno alla
civiltà Europea (non a tutta la civiltà occidentale, attenzione) come la
mozzarella sta alla pizza: se ne può fare a meno, ma non è la stessa cosa.
Niente ha unificato ed identificato l'Europa negli ultimi 3 secoli come le
sue infinite e ramificate linee ferroviarie, capaci di trasportare cose e
persone, idee e sentimenti, da Lisbona a Mosca, da Venezia a Costantinopoli,
da Londra a Parigi. Vado spesso in Turchia, ed il principale rimprovero che
faccio ai miei amici Turchi sono le loro vetuste linee ferroviarie: hanno in
pratica soltanto la stessa linea che fu costruita dai Tedeschi prima della
Grande Guerra, che nelle intenzioni dei suoi costruttori doveva portare da
Berlino a Baghdad, e chissà come sarebbe potuta cambiare la storia del Medio
Oriente se questa linea avesse funzionato un po' di più. I Turchi viaggiano
in autobus, un vezzo da Americani, non certo da Europei. Certo le corriere
Turche fanno impallidire quelle nostrane: il posto è sempre riservato alla
prenotazione, i bagagli si consegnano a solerti addetti che ne curano la
sistemazione, durante il viaggio gentilissimi steward offrono, compresi nel
prezzo, uno o più spuntini, a seconda della lunghezza del viaggio, ma in
fondo sono sempre autobus, nulla a vedere con i treni.
Ed a Trapani? Ci sono i treni a Trapani? E le corriere, ci sono le corriere
a Trapani, con i posti prenotati, gli addetti ai bagagli e gli steward che
offrono il dolcino ed il caffè caldo? Ma delle corriere non voglio parlare,
l'ho già detto, a me piacciono di più i treni.
Quanto occorre per arrivare da Palermo a Trapani in treno? La linea non è un
granché, per gran parte non è nemmeno elettrificata, però ci sono 3 treni al
giorno che riescono nell'impresa di percorrere il tratto in questione in
appena 2 ore e una decina di minuti: sono i diretti delle 9:40, delle 11:40
e delle 13:50. I tempi di percorrenza degli altri treni peggiorano via via,
fino ad arrivare alle tragiche *3 ore e 40 minuti* necessarie al treno delle
15:40!
C'è una cosa che molti non sanno: spesso, quando si viene dalle città del
nord Italia, il costo del biglietto ferroviario per arrivare a Palermo o a
Trapani è identico. C'è però un problema logistico piuttosto pesante, che
mina alla base la funzionalità del collegamento ferroviario tra il nord
Italia e Trapani: le coincidenze.
Abbiamo detto che alle 9:40 parte un diretto da Palermo per Trapani, ma
giusto giusto una ventina di minuti dopo, alle 10:00, arriva un bel treno da
Roma. Chi volesse continuare in treno fino a Trapani, dovrà aspettare fino
alle 11:40 (soltanto 1 ora e 40 minuti, che saranno mai..), quando potrebbe
teoricamente viaggiare in compagnia di coloro che fossero arrivati con il
treno da Milano delle 11:30, qualora non avesse ritardato di una decina di
minuti tra Milano e Palermo e nella beneaugurata ipotesi che si sia riusciti
a saltare al volo sul diretto in partenza.
Il colpo di genio dell'orario ferroviario si avverte però alla partenza del
diretto delle 13:50, giusto 5 minuti prima dell'arrivo alle 13:55
dell'espresso da Torino. Certo, chi volesse e sapesse potrebbe prendere il
metrò per Piraineto delle 14:10, dove si potrebbe anche riuscire a prendere
una coincidenza che in appena 2 ore e 40 minuti lo farebbe giungere
finalmente di fronte alle Egadi, sfortunatamente però i viaggiatori in
arrivo con l'espresso da Venezia delle 14:10 (chissà come fanno i due treni
ad arrivare e partire nello stesso istante?) non avrebbero la stessa
possibilità: a loro tocca il terrificante regionale delle 15:40, di cui
sopra.
Decisamente più fortunati coloro che arrivassero da Roma alle 18:25, costoro
infatti partendo alle 18:40 e cambiando a Capaci impiegherebbero infatti
soltanto 3 ore e 25 minuti, sempre meglio di coloro che avessero l'ardire di
arrivare da Napoli alle 22:35; in questo caso infatti l'unica cosa che
potrebbero fare, a meno di ripagare il mutuo ad un fortunato tassista,
sarebbe quella di trovarsi un albergo decente nelle vicinanze.
Dato l'esiguo numero di treni in partenza dalla stazione di Palermo, non si
potrebbe organizzare le partenze per Trapani in maniera più razionale,
diciamo tutte una ventina di minuti dopo l'arrivo dei treni in viaggio sulle
principali direttrici nazionali? É una cosa tanto difficile o complicata? O
la civiltà Europea si ferma dove si fermano gli Eurostar?

p.s.: è un repost da http://www.qportale.it/forum/topic.asp?TOPIC_ID=52,
hanno messo su un forum chiamato la Colonna Infame per segnalare i
disservizi nel trapanese, conoscete qualche altro forum trapanese o
palermitano nato per segnalare disfunzioni e/o disservizi?

--
Ale
http://www.sen.it
http://www.sen.it/stoa

Angelo LA MANNA

unread,
May 5, 2003, 2:56:09 AM5/5/03
to

"Alessandro Riolo" <alessand...@sen.it> ha scritto nel messaggio
news:b93l7c$f277c$1...@ID-44839.news.dfncis.de...

> (...)le sue infinite e ramificate linee ferroviarie, capaci di trasportare
cose e
> persone, idee e sentimenti, da Lisbona a Mosca (...)

Divertente scelta, solo che mi limiterei a "da Barcellona a Brest-Litovsk",
dato che nell'ex-Unione Sovietica e nella Penisola Iberica lo "scartamento"
ferroviario è diverso dallo standard del resto d'Europa, per cui un
ipotetico convoglio "Lisbona-Mosca" sarebbe impossibile!

Saluti,
Angelo.

--
Angelo LA MANNA
angxelo1975 (a) hotmail.com
"neniun mi lasas senpuna"
[it, (eo, en), (es)]

Alessandro Riolo

unread,
May 6, 2003, 2:27:12 AM5/6/03
to

Angelo LA MANNA, from <n...@spamu.min>,
in <news:dWnta.91988$DT4.2...@twister1.libero.it> wrote:

> Divertente scelta, solo che mi limiterei a "da Barcellona a
> Brest-Litovsk", dato che nell'ex-Unione Sovietica e nella Penisola
> Iberica lo "scartamento" ferroviario è diverso dallo standard del
> resto d'Europa, per cui un ipotetico convoglio "Lisbona-Mosca"
> sarebbe impossibile!

Nay, se partendo da Lisbona per Mosca cambiassi soltanto 3 treni vivrei nel
paradiso dei ferroviaggiatori :-)
Figurarsi un ipotetico convoglio da Lisbona a Mosca, sarebbe più famoso
dell'Orient Express ;-)
La scelta del tragitto era per fare l'incrocio manzoniano (solo che io ho
messo 3 assi nella croce), era pure il giorno prima del 5 Maggio, me lo
concederai, spero :-p
A proposito, come te la passi? Sempre a Palermo?

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages