fattamente

3 views
Skip to first unread message

Patrizio Marozzi

unread,
Aug 21, 2021, 5:50:03 AMAug 21
to
Si racconta sempre così, perche mi è stato detto che può essere un problema. Una volta una persona ebbe ad avere la punta della lingua leggermente irritata. E disse che ciò era avvenuto perche passando da una modalità generica di accarezzarvi il clitoride, si concentrò su di esso con la lingua e senza entrare esattamente nella modalità, cioè in che modo lo accarezzò, successe allora e senza entrare ora nei tempi dei loro sentimenti, che la clitoridea in questione era così sovra eccitata da questo modo che come la lingua si allontanava dal clitoride sembrava ne rimanesse allarmata tanto era il piacere che provava. E così la lingua non potendo in qualche modo inumidirsi finiva per irritarsi dopo alcune volte il farlo. Ed ecco ch'è a titolo informativo e senza entrare nello specifico di questa modalità, questa situazione o chance, concessa voluta e sperata che può essere utile sapere che può succedere. O potrebbe.
Ora dicendo di altro c'è il fatto o il principio, che l'eccitazione del pene non è sovente soltanto soggetta all'intero massaggio fallico, ma è primordiale e irripetibile per l'intensità che se ne può avere nella sensibilizzazione del glande. Ora se si evolve nella sua sensibilizzazione si può dire che può raggiungere un'intensità stratosferica. Tanto che può trascinare e un poco sconvolgere la persona ed è ciò che spesso si trascina nel piacere dovunque sia, come fosse indistinguibile da qualsiasi cosa, tanto e al tal punto questo deve riuscire di fare quello che deve fare in natura come riproduzione, certo in conseguenza e per ciò la cosa è anche indeterminata tanto da far immaginare per intensità cose impossibili. Ora per paradosso il piacere della sensibilizzazione del glande può fare che non sia necessaria nessun'altra forma in funzione del piacere possibile nello specifico del glande, come se fosse compiuto in questo piacere già tutto l'altro. Certo, ciò sembra una riduzione in una concentrazione ed espansione della natura, un piacere così naturale della sensazione che può esservi sia insieme che singolarmente. E nel piacere in sé non c'è distinguo se non quello di essere vicino o insieme.
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages