Come si interpretano le immagini provenienti dal telescopio Webb ?

79 views
Skip to first unread message

af44...@gmail.com

unread,
Jul 13, 2022, 5:30:02 AMJul 13
to
Ciao,
in questi giorni abbiamo visto delle bellissime immagini dell'universo profondo.

Quelle galassie che si vedono ,già per il fatto che si vedono hanno avuto il tempo di formarsi dopo il big bang , ammesso che ci sia stato un big bang...
Tiro ad indovinare, quelle immagini ci fanno vedere delle galassie 2/3 miliardi di anni dal big bang .
Vengo alla domanda (ma non picchiatemi per quello che voglio dire...) :
In quelle foto si vedono innumerevoli galassie, ma è possibile che una di quelle sia la nostra Via Lattea ?

P.S. Avevo posto la stessa domanda su it.scienza.astronomia , ma dopo 3 giorni non è stata pubblicata.

Elio Fabri

unread,
Jul 22, 2022, 5:30:03 PMJul 22
to
af44...@gmail.com ha scritto:
> Vengo alla domanda (ma non picchiatemi per quello che voglio dire...) :
> In quelle foto si vedono innumerevoli galassie, ma è possibile che
> una di quelle sia la nostra Via Lattea?
Ho impiegato un po' di giorni a risponderti, peché prima dovevo fare
un calcolo.
In realtà avrei potuto risponderti subito in modo sbrigativo: la
risposta è no perché nel modelllo oggi comunemente accettato lo
spazio è infinito, quindi la luce emessa si allontana indefinitamente
dalla sorgente.

Però sarebbe stata una risposta scorretta, perché se è vero che i
dati di osservazione sono *compatibili* con uno spazio piatto e
infinito, le osservazioni sono comunque affette da incertezze, quindi
non si può neppure escludere uno spazio a curvatura positiva, magari
molto piccola (raggio di curvatura molto grande).

Non so se sai immaginarti lo spazio come un'immensa *ipersfera*: sfera
a tre dimensioni anziché due e che per di più si va espandendo.

Per sicurezza ho voluto fare il calcolo in un'ipotesi estrema opposta,
anche se forse non compatibile coi dati che conosciamo: spazio a
curvatura positiva e raggio non tanto grande; solo quanto occorre per
fare a meno del cosiddetto "termine cosmologico".
Non ti aspetterai che ti spieghi il calcolo :-) ma ecco i risultati:

Raggio atttuale dell'universo; R = 5.32 Gpc (circa 17 miliardi di
anni-luce) (questo è un dato arbitrario).

Nascita della nostra Galassia: circa 200 milioni di anni dopo il big
bang (questa è una stima accettata).

Distanza a cui la prima luce emessa è arrivata oggi: 8.82 Gpc (circa
29 miliardi di anni-luce). Questo è il risultato del calcolo.

Per tornare al punto di partenza la luce avrebbe dovuto percorrere una
distanza 2*pi*R ossia 109 miliardi di anni-luce; non ne ha fatti
neppure 1/3.
--
Elio Fabri

af44...@gmail.com

unread,
Jul 23, 2022, 2:25:03 PMJul 23
to
Il Prof. Fabri che ringrazio per la risposta, (tra le altre cose...) dice :
< Non so se sai immaginarti lo spazio come un'immensa *ipersfera*: sfera
> a tre dimensioni anziché due e che per di più si va espandendo>.

Ecco, è vero non so immaginarmi una immensa ipersfera . Ho cercato di
documentarmi in internet, ma per un mio limite non ho capito nulla o
molto poco di quello che leggevo.
Però voglio dire : se l'universo fosse infinito, allora non avrebbe senso chiedersi
quale figura geometrica avrebbe. Viceversa se non fosse infinito (per quel poco
che capisco dovrebbe avere una forma sferica ,una enorme sfera che si ingrandisce
sempre di più...
Per cui come salta fuori il <concetto> di ipersfera che è qualcosa che non mi so immaginare ?
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages