Cianobatteri

7 views
Skip to first unread message

Pier

unread,
Mar 24, 2021, 5:33:04 AMMar 24
to
Questo il nome di quelle che erano considerate solo alghe marine,
che furono le prime a generare ossigeno da azoto e CO2 alle origini
del nostro pianeta.
In realà sono propro batteri che ora stanno studiando per la loro
capacità di prosperare alle condizioni estreme.
Moltivo ??
Preparare il trasferimento dell'uomo su Marte. Ovviamente si deve
pensare anche al cibo ed acqua (che pare ci sia su Marte), ma intanto
stanno curando l'aspetto dell'ossigeno.

danilob

unread,
Mar 25, 2021, 6:03:02 PMMar 25
to
Questa atmosfera artificiale si disperderebbe nello spazio non solo per
la bassa gravità marziana, ma soprattutto per le radiazioni solari non
schermate da un campo magnetico come invece avviene sulla terra.


--
Lanciata dalla NASA la sonda che cercherà vita intelligente sulla Terra.

danilob

unread,
Mar 25, 2021, 6:09:04 PMMar 25
to
Il 24/03/2021 07:55, Pier ha scritto:
Nel precedente messaggio avevo scritto "radiazioni solari" ma
bisognerebbe parlare di "radiazioni cosmiche".

Pier

unread,
Mar 26, 2021, 4:48:04 AMMar 26
to
Il 25/03/2021 23:01, danilob ha scritto:
> Il 24/03/2021 07:55, Pier ha scritto:
>> Questo il nome di quelle che erano considerate solo alghe marine,
>> che furono le prime a generare ossigeno da azoto e CO2 alle origini
>> del nostro pianeta.
>>   In realà sono propro batteri che ora stanno studiando per la loro
>> capacità di prosperare alle condizioni estreme.
>>     Moltivo ??
>>     Preparare il trasferimento dell'uomo su Marte. Ovviamente si deve
>> pensare anche al cibo ed acqua (che pare ci sia su Marte), ma intanto
>>   stanno curando l'aspetto dell'ossigeno.
>
> Nel precedente messaggio avevo scritto "radiazioni solari" ma
> bisognerebbe parlare di "radiazioni cosmiche".
>
>
Radiazioni cosmiche e anche il vento solare
d'accordo, altre ad altri problemi
incluso il necessario contenimento in ambiente isolato

Ma tutto ciò lo darebbero scontato a priori perchè
indispensabile la priorità di quanto sopra
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages