Precisazione Direttivo Spi riguardo a blog antiisraeliani

3 visualizzazioni
Passa al primo messaggio da leggere

MMAX

da leggere,
12 gen 2006, 10:50:4612/01/06
a
Lia di "Haramlik" ci ha fatto pervenire le sue rimostranze in ordine
al nostro comunicato dell'11 gennaio scorso. In primo luogo ci
informa che i suoi dati personali comparsi in una mail inviata
alla nostra lista di discussione, erano stati pubblicati abusivamente
sul sito citato nel comunicato e che era stata anche intrapresa
un'azione legale per farli cancellare. Prendiamo atto della
precisazione, anche se, di fatto - al 12 gennaio - sul sito in
questione i dati possono ancora essere consultati. In ogni caso,
sebbene non sussista alcuna responsabilità della
nostra organizzazione, non abbiamo difficoltà alcuna a scusarci per la
lesione della riservatezza che Lia denuncia. Non condividiamo l'atto
di diffondere i dati identificativi di una persona, che frequenti o
non frequenti il web, i blog o quant'altro, a prescindere da come si
giudichino le sue opinioni, sulle quali, è lecito ovviamente esprimere
altre opinioni.


Se qualcuno, a partire da questo episodio che riguarda la nostra
mailing-list, sta minacciando materialmente o figuratamente, via web o
altro, Lia o chi per essa, con riferimento alle sue opinioni o meno,
sta compiendo un atto inaccettabile e gravissimo, da cui noi ci
dissociamo totalmente e senza titubanze, aggiungendo che se qualcuno
lo fa in nome di una vicinanza a Sinistra per Israele, o addirittura
a nome di Sinistra per Israele, otterrà sempre, da noi, la più ferma
condanna, attaverso tutte le modalità del caso.


In secondo luogo, Lia ci ha voluto far sapere che non si riconosce
nelle posizioni stigmatizzate nel nostro comunicato dove si richiamano
"alcuni violenti interventi in vari blog che prendevano spunto dalla
malattia di Sharon per insultare, insieme a lui, l'intero popolo
israeliano", senza fare specifico riferimento né a Lia né al suo sito.
Che dobbiamo dire? Ci fa piacere che voglia prendere le distanze da
quelle posizioni e volentieri gliene diamo atto. Sinistra per Israele
non vuole colpevolizzare nessuno.

Noi non possiamo che ribadire che continueremo senza posa il nostro
lavoro olitico: criticare e contrastare con le armi della ragione le
posizioni ontro Israele che si presentino ingiustificate, violente, e
incapaci di equilibrio; un equilibrio oggi quanto mai necessario, tra
le ragioni degli Israeliani e le ragioni dei Palestinesi, soprattutto
in chi si pretende parte della sinistra, e militante per una Pace in
Medio Oriente tra due popoli in due stati.
--
E' in discussione su it.news.gruppi la RFD
di it.politica.internazionale moderato

.sergio.

da leggere,
12 gen 2006, 11:06:4812/01/06
a
MMAX ha scritto:

> Lia di "Haramlik" ci ha fatto pervenire le sue rimostranze in ordine
> al nostro comunicato dell'11 gennaio scorso. In primo luogo ci
> informa che i suoi dati personali comparsi in una mail inviata
> alla nostra lista di discussione, erano stati pubblicati abusivamente
> sul sito citato nel comunicato e che era stata anche intrapresa
> un'azione legale per farli cancellare. Prendiamo atto della
> precisazione, anche se, di fatto - al 12 gennaio - sul sito in
> questione i dati possono ancora essere consultati. In ogni caso,
> sebbene non sussista alcuna responsabilità della
> nostra organizzazione, non abbiamo difficoltà alcuna a scusarci per la
> lesione della riservatezza che Lia denuncia. Non condividiamo l'atto
> di diffondere i dati identificativi di una persona, che frequenti o
> non frequenti il web, i blog o quant'altro, a prescindere da come si
> giudichino le sue opinioni, sulle quali, è lecito ovviamente esprimere
> altre opinioni.


> Se qualcuno, a partire da questo episodio che riguarda la nostra
> mailing-list, sta minacciando materialmente o figuratamente, via web o
> altro, Lia o chi per essa, con riferimento alle sue opinioni o meno,
> sta compiendo un atto inaccettabile e gravissimo, da cui noi ci
> dissociamo totalmente e senza titubanze, aggiungendo che se qualcuno
> lo fa in nome di una vicinanza a Sinistra per Israele, o addirittura
> a nome di Sinistra per Israele, otterrà sempre, da noi, la più ferma
> condanna, attaverso tutte le modalità del caso.

hai capito tonigoebbelsbaruch?

--

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ab...@newsland.it


sasha

da leggere,
12 gen 2006, 11:11:1812/01/06
a
MMAX ha scritto:

[...]


> Noi non possiamo che ribadire che continueremo senza posa il nostro
> lavoro olitico: criticare e contrastare con le armi della ragione le
> posizioni ontro Israele che si presentino ingiustificate, violente, e
> incapaci di equilibrio; un equilibrio oggi quanto mai necessario, tra
> le ragioni degli Israeliani e le ragioni dei Palestinesi, soprattutto
> in chi si pretende parte della sinistra, e militante per una Pace in
> Medio Oriente tra due popoli in due stati.

Se dovessimo giudicare la SpI dagli elogi a Sharon, mi sorge il dubbio di
quale politica dei due stati SpI stia portando avanti. Forse quella del
22% della Cisgiordania ai palestinesi? O quella che eufemizza
(sionisticamente parlando) la parola "territori"? Qualcuno di SpI si
ricorda quale sia la definizione originale e chi la formulò?

Massimo1

da leggere,
12 gen 2006, 11:24:0312/01/06
a

MMAX ha scritto:

> Non condividiamo l'atto
> di diffondere i dati identificativi di una persona, che frequenti o
> non frequenti il web, i blog o quant'altro, a prescindere da come si
> giudichino le sue opinioni, sulle quali, è lecito ovviamente esprimere
> altre opinioni.

oltre a non "condividere" sarebbe il caso di prendere provvedimenti
concreti perche' la cosa non accada ancora.

Massimo1

da leggere,
12 gen 2006, 11:26:2712/01/06
a

sasha ha scritto:


i.
>
> Se dovessimo giudicare la SpI dagli elogi a Sharon, mi sorge il dubbio di
> quale politica dei due stati SpI stia portando avanti. Forse quella del
> 22% della Cisgiordania ai palestinesi? O quella che eufemizza
> (sionisticamente parlando) la parola "territori"? Qualcuno di SpI si
> ricorda quale sia la definizione originale e chi la formulò?

a che ti riferisci con "O quella che eufemizza

baroon

da leggere,
12 gen 2006, 12:30:5312/01/06
a
il pianto del coccodrillo...
SPERO VI DENUNCI!!!

Il migliore dei mondi possibili

da leggere,
12 gen 2006, 13:30:3312/01/06
a
baroon wrote:
> il pianto del coccodrillo...
> SPERO VI DENUNCI!!!

Perche' auguri a Lia una costosa sconfitta in tribunale? Sei cattivo, sei.

Palmiro Pangloss
--
Giuliano Ferrara for SISMI

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 13:30:3312/01/06
a
>In secondo luogo, Lia ci ha voluto far sapere che non si riconosce
>nelle posizioni stigmatizzate nel nostro comunicato dove si richiamano
>"alcuni violenti interventi in vari blog

Allora è bene che Lia sappia che qualcuno, a sua insaputa, scrive sul
suo blog frasi come queste:

"Del resto, che la strategia più efficace di Israele (è che sono
geniali, va ammesso) consista nel fare impazzire i palestinesi per poi
guadagnarsi la licenza di ucciderli, mi pare un dato di fatto."
"E allora come si fa, a sterminarli?
Bisogna farli impazzire, non c'è altra scelta.
Bisogna fare in modo che corrispondano, tutti, all'immagine di loro che
viene forgiata fuori di qui.
E ce la si può fare, sì: la risposta caotica, irrazionale,
l'esplosione di rabbia compressa, l'autolesionismo, il delirio col
Corano in mano, il pasticcio galattico e l'assoluta incapacità di
comunicare: che ci vuole, a scatenargli tutto questo?
Ho sbagliato, prima, a dire che gli israeliani sono geniali: in fondo
non è affatto necessario essere un genio, per ottenere tutto ciò
dagli arabi. Basta essere solo molto, molto stronzi: avere "mala leche"
a tonnellate, riserve infinite."

Poi, la "compagna" di Haramlik cita - e condivide - per intero un
articolo diffuso da Miguel Martinez:
Si ritiene che vi siano gravi pericoli nell’antisemitismo del mondo
arabo.
Ma l’antisemitismo arabo non è la causa dell’ostilità araba verso
Israele, o magari verso gli ebrei.
Ne è un effetto.
Il progredire dell’antisemitismo arabo va di pari passo con il
progredire dell’avanzata territoriale ebraica, e delle atrocità
commesse da ebrei. Questo, non per giustificare il genuino
antisemitismo, semmai, per banalizzarlo: esso è arrivato nel Medio
Oriente con il sionismo, e scomparirà quando il sionismo cesserà di
essere una minaccia espansionistica.
Di fatto, la sua causa principale non è la propaganda antisemita, ma
gli sforzi sistematici, decennali e senza posa che fa Israele per
coinvolgere tutti gli ebrei nei propri crimini. Se l’antisemitismo
arabo persistesse dopo il raggiungimento di un accordo di pace,
potremmo discuterne, e deprecarlo. Ma comunque, non farebbe molto danno
reale agli ebrei."

"Con il pretesto della sicurezza, Israele sta continuando a portare
avanti la sua politica a lungo termine di occupazione, espulsione e
discriminazione che di fatto equivale alla pulizia etnica ed alla
distruzione della base materiale per la sopravvivenza e lo sviluppo
della società palestinese nel suo complesso."

A poca distanza da noi, si consuma un genocidio avvolto dalla
comprensione pelosa e disgustosamente ipocrita dell'Occidente intero.
- Mentre le ruspe fanno sparire centinaia di corpi di uomini, donne e
bambini;
- mentre si consumano detenzioni di massa, e l'Alta Corte d'Israele
torna a ribadire la legittimità dell'uso della tortura, per cui
Amnesty condanna Israele da anni;
- mentre una popolazione viene usata come scudo umano, mentre ai medici
e alle ambulanze viene impedito di prestare soccorso ai feriti, mentre
i detenuti scompaiono,
"Speriamo che qualche irrazionale palestinese (magari con la casa
appena distrutta) non rovini tutto facendosi immotivamente esplodere
per quel solito fanatismo religioso che hanno loro."

Si dissocia anche da queste?

Francesco, Milano

Manuel Garcia O'Kelly

da leggere,
12 gen 2006, 13:57:4712/01/06
a
Il migliore dei mondi possibili ha scritto:

> Perche' auguri a Lia una costosa sconfitta in tribunale? Sei cattivo, sei.

No, il barone non č cattivo....
E' che lo disegnano cosě... <g>

> Palmiro Pangloss

ciao
MGOK
--
Manuel Garcia O'Kelly AKA Giacinto Lorusso
Ayatollah della jihad motociclistica
Suzuki Katana GSX1100S - 1982
http://www.suzukicycles.org/GSX-series/GSX1100S_Katana_a.shtml

Stefano De Cesari

da leggere,
12 gen 2006, 14:02:1112/01/06
a
Il migliore dei mondi possibili wrote:
>
>Perche' auguri a Lia una costosa sconfitta in tribunale?

Contro di loro? Probabile. Contro la persona che ha pubblicato i suoi
dati? Direi l'esatto contrario.

-Stefano

Massimo1

da leggere,
12 gen 2006, 14:38:5612/01/06
a

francesco ha scritto:

> >In secondo luogo, Lia ci ha voluto far sapere che non si riconosce
> >nelle posizioni stigmatizzate nel nostro comunicato dove si richiamano
> >"alcuni violenti interventi in vari blog
>
> Allora è bene che Lia sappia che qualcuno, a sua insaputa, scrive sul
> suo blog frasi come queste:
>


il discorso che facciamo verte su chi pubblica dati personali di un
altra persona,esponendola a potenziali rischi.
se vedi che il sito di questa Lia fa lo stesso faccelo sapere.

Nelson

da leggere,
12 gen 2006, 14:40:0112/01/06
a

http://www.ilcircolo.net/lia/000959.php

Io sono sempre più sbalordita: adesso viene fuori che il Comitato
Direttivo di Sinistra per Israele mente agli iscritti della sua stessa
lista, e lo fa sapendo di mentire.
Mi spiego: finalmente so dove hanno trovato il nome che hanno reso
pubblico.
Molti ricorderanno la vicenda che, a maggio del 2004, vide questo blog
e altri siti (Macchianera, Mantellini, The Rat Race, Indignato, Punto
informatico etc.) coinvolti in una bizzarra vicenda di denunce con una
persona che gestiva vari siti che si autodefinivano pacifisti.
Quel sito prese a pubblicare i dati personali di molta gente: Splinder
ed altri chiusero i blog su cui apparivano questi dati, seguirono
denunce e, insomma, la cosa finì fuori da internet, con gli avvocati
messi in campo da Gianluca Neri e così via.
Su internet, di quella vicenda rimane poco: una vecchissima pagina del
2004 in cui io, Punto Informatico, il Neri ed altri veniamo diffidati
dal mantenere sulle nostre pagine il banner ironico che Macchianera
pubblicò nell'occasione. Lì, il nome del mio blog viene associato a un
nome e cognome finito chissà come in possesso della persona che
pubblicava questi dati, in una pagina - ripeto - di diffida
dall'ospitare un determinato banner.
All'epoca, non me ne crucciai: Google non associa questo blog alla
pagina in questione e, comunque, il putiferio scatenato era già
abbastanza e mi ero stufata: detesto le guerre infinite, e quella era
una cosa che rischiava di non finire più. L'idea che si ripresenti mi
atterrisce, quindi scusate se non metto i link alla vicenda.
Peccato che adesso sia venuto fuori un "Comunicato Direttivo Sinistra
per Israele" che dice, testualmente, che quel nome appare "in una
pagina di pubblico dominio" per mio volere.
E, come prova, mettono un link alla homepage del sito, in cui quel
nome non appare affatto e che, per accedere alle pagine interne,
richiede la registrazione. Mettere il link alla pagina stessa voleva
dire rendere evidente che non appare affatto lì "per mio volere" ma
associato a una bizzarrissima diffida contro di me, contro il Neri e
contro Punto Informatico.

eccetera eccetera.


--
Nelson

rosalucsemburg

da leggere,
12 gen 2006, 15:37:5212/01/06
a
Massimo1 wrote:
> francesco ha scritto:

>>> In secondo luogo, Lia ci ha voluto far sapere che non si riconosce
>>> nelle posizioni stigmatizzate nel nostro comunicato dove si
>>> richiamano "alcuni violenti interventi in vari blog

>> Allora è bene che Lia sappia che qualcuno, a sua insaputa, scrive sul
>> suo blog frasi come queste:

> il discorso che facciamo verte su chi pubblica dati personali di un
> altra persona,esponendola a potenziali rischi.

Il discorso verte sul "caso" haramlik, visto che Lia ha voluto farci sapere
che "non si riconosce", mi pare che non sia fuori tema chiederle (ma chissà
poi se ci legge) se si riconosce o meno nel suo stesso blog.

> se vedi che il sito di questa Lia fa lo stesso faccelo sapere.

Lei non saprei: la sua amica Valent-Latifah è la regina degli sputtanamenti
violenti via web con nome e cognome di persone che gradirebbero presentarsi
in società con un nick.
Ora - che se ne esca a denunciare la fatwa ebraica sulla povera, tenera Lia
che se ne sta a sorseggiare thè davanti al caminetto, fa veramente
sghignazzare.

rosalucsemburg


Nelson

da leggere,
12 gen 2006, 15:57:1312/01/06
a
rosalucsemburg ha scritto:

> Lei non saprei: la sua amica Valent-Latifah è la regina degli
> sputtanamenti violenti via web con nome e cognome di persone che
> gradirebbero presentarsi in società con un nick.

sì ma la valent qui non c'entra niente.


--
Nelson

Massimo1

da leggere,
12 gen 2006, 15:59:4912/01/06
a

rosalucsemburg ha scritto:

> Massimo1 wrote:
> > francesco ha scritto:
>
> >>> In secondo luogo, Lia ci ha voluto far sapere che non si riconosce
> >>> nelle posizioni stigmatizzate nel nostro comunicato dove si
> >>> richiamano "alcuni violenti interventi in vari blog
>
> >> Allora è bene che Lia sappia che qualcuno, a sua insaputa, scrive sul
> >> suo blog frasi come queste:
>
> > il discorso che facciamo verte su chi pubblica dati personali di un
> > altra persona,esponendola a potenziali rischi.
>
> Il discorso verte sul "caso" haramlik, visto che Lia ha voluto farci sapere
> che "non si riconosce", mi pare che non sia fuori tema chiederle (ma chissà
> poi se ci legge) se si riconosce o meno nel suo stesso blog.
>

aridaje :)
il "caso" consiste nel fatto che qualcuno ha messo in giro dati
sensibili di una persona con tanto di commento "pungente" sulla
stessa,esponendola a potenziali rischi.
Se la stessa "si riconosca o meno nel suo blog" interessera a qualcuno
per motivi suoi ,ma il "caso" consiste in qualcosa di ben piu' serio
che riguarda tutti quelli che frequentano il pianeta usenet

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 16:00:5812/01/06
a
Massimo1 ha scritto:

>il discorso che facciamo verte su chi pubblica dati personali di un
>altra persona,esponendola a potenziali rischi.
>se vedi che il sito di questa Lia fa lo stesso faccelo sapere.

Allora dovrebbe stare più attenta alle sue generalità, perchè -
anche questa volta contro il suo consenso? - ci sono siti web che
riportano tutti i suoi dati, telefono compreso. E non sono le pagine
bianche.
Tutta la vicenda mi pare sia partita dal contenuto del suo blog. Sono
contento di sapere che si dissocia dai blog altrui, lo sarò di più se
è in grado di spiegare come mai quelle frasi stanno sul suo. Chi cerca
grane le trova sul web, e forse quel "perfidamente antisemita" non è
poi una frase così peregrina. Magari se la signora continua a parlare
di timballi, lasagne e scopate con maschietti arabi nessuno si
preoccupa di quello che scrive.

Francesco, Milano

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 16:21:0712/01/06
a
Massimo1 ha scritto:

>oltre a non "condividere" sarebbe il caso di prendere provvedimenti
>concreti perche' la cosa non accada ancora.

Sciocchezze, quella è una ML riservata. Qualcuno ha sottratto una mail
e l'ha fatta circolare, e già questa è una scorrettezza bella e
buona, oppure non interessa a nessuno questo aspetto? Si scrive in una
ML riservata con nome e cognome proprio perchè restino in
quell'ambito. Invece qualche stronzo prende e spara in giro i messaggi!

Poi Lia di Haramlik ha pensato bene di pubblicarla, quella mail. Forse
le sembrava una facile pubblicità. Perché invece non ha scritto
immediatamente al moderatore della lista, visto che aveva il suo
indirizzo - e l'ha anche postato sul web (per lei la privacy non vale?)
- chiedendo spiegazioni? Fino a quel momento quella mail l'avevano
vista si e no 200 persone, tutte facilmente rintracciabili con nome e
cognome. Lei invece ha preferito scatenare il "caso". E come risultato
la sua amica (amica?) Valent ha sparato il suo nome e cognome per tutta
usenet, e su tutta internet. E adesso si lamenta?
Si lagna perchè circolano i nomi? Si lagna perchè non circolano
abbastanza secondo me.

Francesco, Milano

Tonibaruch

da leggere,
12 gen 2006, 16:28:5212/01/06
a
francesco wrote:

> Sciocchezze, quella è una ML riservata. Qualcuno ha sottratto una mail
> e l'ha fatta circolare, e già questa è una scorrettezza bella e
> buona, oppure non interessa a nessuno questo aspetto? Si scrive in una
> ML riservata con nome e cognome proprio perchè restino in
> quell'ambito. Invece qualche stronzo prende e spara in giro i messaggi!
>
> Poi Lia di Haramlik ha pensato bene di pubblicarla, quella mail. Forse
> le sembrava una facile pubblicità. Perché invece non ha scritto
> immediatamente al moderatore della lista, visto che aveva il suo
> indirizzo - e l'ha anche postato sul web (per lei la privacy non vale?)
> - chiedendo spiegazioni? Fino a quel momento quella mail l'avevano
> vista si e no 200 persone, tutte facilmente rintracciabili con nome e
> cognome. Lei invece ha preferito scatenare il "caso". E come risultato
> la sua amica (amica?) Valent ha sparato il suo nome e cognome per tutta
> usenet, e su tutta internet. E adesso si lamenta?
> Si lagna perchè circolano i nomi? Si lagna perchè non circolano
> abbastanza secondo me.

Acuta analisi, davvero.

Tb

--


TBLOG
http://tonibaruch.blogspot.com

Massimo1

da leggere,
12 gen 2006, 16:46:1912/01/06
a

francesco ha scritto:

> Massimo1 ha scritto:
>
> >oltre a non "condividere" sarebbe il caso di prendere provvedimenti
> >concreti perche' la cosa non accada ancora.
>
> Sciocchezze, quella è una ML riservata. Qualcuno ha sottratto una mail
> e l'ha fatta circolare, e già questa è una scorrettezza bella e
> buona, oppure non interessa a nessuno questo aspetto?

ai membri della ML forse,a tutti gli altri credo importi se vengono
diffusi nomi e cognomi che diffusi non dovrebbero essere.

PomeroŠ

da leggere,
12 gen 2006, 16:48:1612/01/06
a

"Massimo1" <prob...@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:1137099589.5...@g14g2000cwa.googlegroups.com...

rosalucsemburg ha scritto:

aridaje :)
il "caso" consiste nel fatto che qualcuno ha messo in giro dati
sensibili di una persona con tanto di commento "pungente" sulla
stessa,esponendola a potenziali rischi.
Se la stessa "si riconosca o meno nel suo blog" interessera a qualcuno
per motivi suoi ,ma il "caso" consiste in qualcosa di ben piu' serio
che riguarda tutti quelli che frequentano il pianeta usenet

ho scritto queste cose ma nessuno risponde perchè

""due parole ai tre interessati

MMAX - Ipazia - E' Vera questa storia?
Latifah B." puoi provare le accuse per me molto gravi che fai

ed un invito a MMAX a rinviare a dopo il chiarimento le votazioni per
IPI Mod

Pomero ""

Il migliore dei mondi possibili

da leggere,
12 gen 2006, 16:50:0012/01/06
a
Massimo1 wrote:
>
> ai membri della ML forse,a tutti gli altri credo importi se vengono
> diffusi nomi e cognomi che diffusi non dovrebbero essere.

Ehm... la ML ha diffuso i dati a ~200 persone, le proteste a tutto il
web. Come suggerisce Francesco, se l'interesse era veramente quello di
non vedere il nome diffuso, bastava scrivere al gestore della ML invece
e' stato scelto di far scoppiare un casino con la conseguenza che il
nome si e' diffuso molto di piu'.

Massimo1

da leggere,
12 gen 2006, 16:59:1912/01/06
a

Il migliore dei mondi possibili ha scritto:

ehm,chi ha denunciato il caso non ha fornito le generalita' di Lia,a
quello ha provveduto qualcuno su questo Ng !

il testo dell emai pubblicato sul blog "omette" questi" particolari":
______________________________________________________
scusate, scrivo qui perchè non ritrovo la mail originale. Massimo,
accanto
alla Valent, ha citato anche il blog di Lia:
http://www.ilcircolo.net/lia/, nella realtà si chiama [nome e
cognome],
che insegna in una scuola milanese. Vi invito anche io a dare
un'occhiata a
questo blog. Non ne sottovalutate l'importanza mediatica, è un blog
molto
visitato e nella classifica dei blog italiani è il 33° nell'afflusso
di
lettori. Spesso viene citato dal portale di Libero; in breve è letto
veramente da molta gente.
E' nota come esperta - sul web - del mondo mediorientale, e ha vissuto
per
un paio d'anni in Egitto, e ha uno dei siti più perfidamente
antisemiti che
si possano trovare sul web italiano.
____________________________________________________

inoltre se in quella ML puo' circolare una cosa del genere forse Lia
puo' fidarsi poco del gestore della stessa

Tonibaruch

da leggere,
12 gen 2006, 17:08:4712/01/06
a
Massimo1 wrote:


> ehm,chi ha denunciato il caso non ha fornito le generalita' di Lia,a
> quello ha provveduto qualcuno su questo Ng !

Terribile, davvero.

> il testo dell emai pubblicato sul blog "omette" questi" particolari":

Già. Tipico di chi vuol salvaguardare la sua privacy gridare ai quattro
venti che c'è un link col proprio nome, pubblico e indicizzato e
raggiungibile da chiunque.

> inoltre se in quella ML puo' circolare una cosa del genere forse Lia
> puo' fidarsi poco del gestore della stessa

Non direi. Sono entrambi care persone.

Robespierre

da leggere,
12 gen 2006, 17:14:5112/01/06
a
".sergio." <senzan...@yahoo.it> ha scritto nel messaggio
news:dq5uqo$7vq$1...@news.newsland.it...
> MMAX ha scritto:
>
>
> hai capito tonigoebbelsbaruch?
si ma i dati personali pare che non li hanno tolti.


Stefano De Cesari

da leggere,
12 gen 2006, 17:37:5812/01/06
a
Il migliore dei mondi possibili wrote:
>
>Ehm... la ML ha diffuso i dati a ~200 persone, le proteste a tutto il
>web.

Davvero? E ci diresti anche come, visto che la mail e' stata censurata
nella parte che indica i dati personali?

>con la conseguenza che il nome si e' diffuso molto di piu'.

Puttanata.
Il nome lo diffondono solo quei pochi idioti che gia' l'avevano diffuso
a suo tempo.

-Stefano

Stefano De Cesari

da leggere,
12 gen 2006, 17:45:0512/01/06
a
Tonibaruch wrote:
>
>>ehm,chi ha denunciato il caso non ha fornito le generalita' di Lia,a
>>quello ha provveduto qualcuno su questo Ng !

>Terribile, davvero.

>>il testo dell emai pubblicato sul blog "omette" questi" particolari":

>Già. Tipico di chi vuol salvaguardare la sua privacy gridare ai
>quattro venti che c'è un link col proprio nome, pubblico e
>indicizzato e raggiungibile da chiunque.

Si, specialmente se questo avviene dopo aver presentato una querela,
come descritto nel sito.

>> inoltre se in quella ML puo' circolare una cosa del genere forse Lia
>> puo' fidarsi poco del gestore della stessa

> Non direi. Sono entrambi care persone.

Ah, beh, se lo dici tu.... :)
*LOL*

-Stefano

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 18:11:5712/01/06
a
Massimo1 scrive:

>ai membri della ML forse,a tutti gli altri credo importi se vengono
>diffusi nomi e cognomi che diffusi non dovrebbero essere.

due pesi e due misure insomma.
da una parte abbiamo chi scrive su una ML moderata, che ha gli archivi
aperti solo agli iscritti, dall'altra una signora un po' vecchiotta che
tiene un blog e lascia i sui dati in giro. E strilla come un'aquila se
quei dati, già noti a migliaia di persone, circolano in una ML
riservata. E per sottolineare il concetto che i suoi dati sono
riservati la signora un po' vecchiotta scrive tutto sul suo blog mentre
la sua amica un po' pazza va, per sottolineare il concetto, a
strombazzare tutto in un ng e sul suo blog. E sempra la sua amica un
po' pazza sul blog fa nomi e cognomi e minaccia querele.
Naturalmente fanno tutto questo perchè non vogliono essere
riconosciute.
seeeeeee, bonasera!

Francesco, Milano

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 18:16:1912/01/06
a
Nelson scrive:

>sì ma la valent qui non c'entra niente.

Come non c'entra! Ha aperto una discussione su questa cosa proprio in
questo forum!

Francesco, Milano

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 18:24:4612/01/06
a
Massimo1 scrive:

>il "caso" consiste nel fatto che qualcuno ha messo in giro dati
>sensibili di una persona con tanto di commento "pungente" sulla
>stessa,esponendola a potenziali rischi.

Se non vuole commenti "pungenti" allora non scrive. Oppure ci
inchiniamo tutti a Sua Maestà Lia di Haramlik?
Fallo tu. E magari vai anche a leggere quelle schifezze che scrive la
Valent.
Posso dire che la Valent è una folle delirante oppure dobbiamo
inchinarci anche a lei?


>Se la stessa "si riconosca o meno nel suo blog" interessera a qualcuno
>per motivi suoi ,

a me interessa, visto che scappa con la coda tra le gambe scrivendo che
si dissocia dalle schifezze e poi ce ne sono dei pacchi sul suo blog.
Ma se uno non vuole confrontarsi sta zitto! Non vuole critiche? E
allora non scrive.

>ma il "caso" consiste in qualcosa di ben piu' serio
>che riguarda tutti quelli che frequentano il pianeta usenet

Usenet c'entra poco mi sa. E comunque chi l'ha portato su usenet questo
"caso" è la Valent. Prima era una questione di blog che sono pubblici
e ML che è riservate! Si può sapere chi è "l'amico" che ha mandato
una mail riservata a Lia che NON è iscritta alla ML?

Francesco, Milano.

francesco

da leggere,
12 gen 2006, 18:26:2712/01/06
a
Nelson scrive:

>Mettere il link alla pagina stessa voleva
> dire rendere evidente che non appare affatto lì "per mio volere" ma

> associato a una bizzarrissima diffida contro di me, contro il Neri e

> contro Punto Informatico.


Una diffida? Quindi Lia di Haramlik non è quella vittima che la Valent
descrive, altri casini che l'hanno portata a delle diffide ne ha
combinati. La vittima!

Francesco, Milano

Stefano De Cesari

da leggere,
13 gen 2006, 01:30:5613/01/06
a
francesco wrote:
>
>>ai membri della ML forse,a tutti gli altri credo importi se vengono
>>diffusi nomi e cognomi che diffusi non dovrebbero essere.

>due pesi e due misure insomma.

No.

>da una parte abbiamo chi scrive su una ML moderata, che ha gli archivi
>aperti solo agli iscritti,

Ma dove chiunque si puo' iscrivere.

>dall'altra una signora un po' vecchiotta che tiene un blog e lascia i
>sui dati in giro.

Puttanata.
I suoi dati li protegge, sono gli idioti che li lasciano in giro. E lei
denuncia gli idioti che li lasciano in giro.

>E strilla come un'aquila se quei dati, gią noti a migliaia di persone,


>circolano in una ML riservata.

E fa benissimo. Il fatto che possano essere gia' noti a migliaia di
persone non vedo come possa inficiare il suo diritto alla privacy e ad
evitare che altri imbecilli si divertano a seguire il comportamento
tenuto da chi li ha preceduti.

>E per sottolineare il concetto che i suoi dati sono riservati la
>signora un po' vecchiotta scrive tutto sul suo blog

Tranne i suoi dati.

-Stefano

Stefano De Cesari

da leggere,
13 gen 2006, 01:43:2113/01/06
a
francesco wrote:
>
>Prima era una questione di blog che sono pubblici

Puttanata. Sono "accessibili al pubblico".

>e ML che è riservate!

Altra puttanata. E' "accessibile agli iscritti".

>Si può sapere chi è "l'amico" che ha mandato una mail riservata a Lia
>che NON è iscritta alla ML?

Ca**o te ne frega. Potrebbe essere un imbecille che si e' divertito a
molestarla mostrandole pure la mail.
L'importante e' che e' stata violata la privacy e che qualcuno dovrebbe
pagare per un simile gesto.

-Stefano

whiplash

da leggere,
13 gen 2006, 04:31:3113/01/06
a
Il Thu, 12 Jan 2006 13:21:07 -0800, francesco ha scritto:

> Invece qualche stronzo prende e spara in giro i messaggi!

Beh, il destinatario di una mail può farlo, ad occhio e croce, in
generale.

Resta da interrogarsi, al di là di considerazioni di altra natura, quanto
sia furbo ed opportuno far passare in una ml i cui archivi sono sì
accessibili solo agli iscritti ma alla quale si può comunque iscrivere
chiunque certi messaggi.

E, passando a considerazioni d'altra natura, ritengo fondamentalmente
inutile oltre che riprovevole sparare generalità in ML: non ne vedo
l'utilità, tanto per cominciare.

Se il blog di tale Lia sia antisemita o meno lo ignoro; quel che so è
che declamare le generalità della tizia non è certo utile nello
studio della fenomenologia di un eventuale antisemitismo di sinistra.

Ciò detto, i commenti al fatto apparsi in certi blog, quali orabasta,
sono puro delirio.

--
Chaos A.D. | Raging crowd
Tanks on the streets | Burning cars
Confronting police | Bloodshed starts
Bleeding the Plebs | Who'll be alive?

Robespierre

da leggere,
13 gen 2006, 16:21:2913/01/06
a
che cosa c'è di non vero nel tuo msg?
sembra tutto perfettamente e diabolicamente vero.
Purtroppo è questa l'amara realtà


Robespierre

da leggere,
14 gen 2006, 08:16:5314/01/06
a
oops la rispsta era al msg di francesco

"Robespierre" <Robes...@noncelho.us> ha scritto nel messaggio
news:43c819e5$0$1072$4faf...@reader4.news.tin.it...

Rispondi a tutti
Rispondi all'autore
Inoltra
0 nuovi messaggi