[RANT] Le favole di Ubuntu

11 views
Skip to first unread message

Freddy Krueger

unread,
Sep 30, 2007, 6:19:15 PM9/30/07
to
Dopo il fallimento della versione 7.04 che introduceva una regression
tale da laciare tutti queli con una scheda ATI col monitor spento,
provo la nuova beta 7.10.

Impressionante: per la prima volta una distro Linux mi parte a
risoluzione nativa.

Vado subito sull'icona delle connessioni di rete sulla menu bar e wow,
un menu a scorrimento gia' mi elenca tutte le reti wireless rilevate.

Cerco di connettermi alla mia rete in WPA, inserisco la chiave, una,
due tre volte e alla fine PUFF il widget/gadget o come cazzo si chiama
si schianta e sparisce.

Lancio l'apposita utility per la configurazione della rete e vede che
l'interfaccia e' inconsistente e che le opzioni sono diverse (ma
cazzo, dopotutto non ho pagato un centesimo mica mi posso lamentare).

Inserisco SSID e chiave WPA e aplico i settaggi.

Attendo e attendo e quando la finestrella con la barra di avanzamento
sparisce non succede niente: controllando da terminale non solo non
sono associato alla rete ma il SSID non e' stato neanche preso in
considerazione.

Complimenti al team tutto e un sentito vaffanculo a loro e al loro
motto cretino

"Linux for human beings"

Andateglielo a spiegare ad un povero cristo qualsiasi che prima si
deve andare a leggere il forum (senza connessione internet o senza
windows se per caso Ubuntu gli ha spazzato via per erorre il MBR), poi
forse inserendo comandi che non capisce gli funzionera' il wifi.

Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

Saluti
--
Living in Barbaropoli
http://gensuke.blogspot.com

Dan Marinø

unread,
Sep 30, 2007, 6:20:40 PM9/30/07
to
In data Sun, 30 Sep 2007 23:19:15 +0100, Freddy Krueger ha scritto:

> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

quoto, ahimé

d.

--
Sai quelli che dicono: «Uno torna la sera a casa stanco...».
«Che strazio questo che torna sempre a casa stanco. Lo detesto.
Ma non tornare a casa! Sei stanco? Muori!».
### E. Vaime

Roberto Gibin

unread,
Sep 30, 2007, 6:29:02 PM9/30/07
to
Freddy Krueger ha scritto:

> Complimenti al team tutto e un sentito vaffanculo a loro e al loro
> motto cretino
>
> "Linux for human beings"
>
> Andateglielo a spiegare ad un povero cristo qualsiasi che prima si
> deve andare a leggere il forum (senza connessione internet o senza
> windows se per caso Ubuntu gli ha spazzato via per erorre il MBR), poi
> forse inserendo comandi che non capisce gli funzionera' il wifi.
>
> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...


Tutto questo è colpa del solito fanatismo sistemistico. Io penso che
comunque un sistema operativo abbia delle doti e delle pecche, delle
capacità native piuttosto che dei problemi congeniti proprio come le
persone.

E che quindi è inutile starla a menare con slogan o comizi.
Il sistema operativo adatto ad ogni scopo e ad ogni persona non esiste e
non esisterà mai. Punto.

Freddy Krueger

unread,
Sep 30, 2007, 6:40:10 PM9/30/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 00:29:02 +0200, Roberto Gibin
<robert...@securakom.com> wrote:

>Tutto questo è colpa del solito fanatismo sistemistico. Io penso che
>comunque un sistema operativo abbia delle doti e delle pecche, delle
>capacità native piuttosto che dei problemi congeniti proprio come le
>persone.
>
>E che quindi è inutile starla a menare con slogan o comizi.
>Il sistema operativo adatto ad ogni scopo e ad ogni persona non esiste e
>non esisterà mai. Punto.

Ma non mi si venga a spacciare un sistema che per meta' funziona con
la GUI e per meta' a linea di comando come sostituto desktop di
windows.

Ubuntu sfortunatamente non e' funzionante come OSX in ambito desktop e
considerando che ci sono voluti 10 anni per avere bulletproofX e altri
10 anni per iniziare a gestire decentemente la clipboard in ambito
Linux, capisco benissimo chi si vuole tenere stretto windows.

Saluti.

Bug Hunter

unread,
Sep 30, 2007, 6:47:10 PM9/30/07
to
Freddy Krueger wrote:
> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

Posso dirti una cosa? Posso? Posso davvero?
"La gente" continui pure a usare Windows.
Preferisco Linux (o UNIX qualsiasi) attuale con qualche sua esigenza di
tararlo dalla riga di commando piuttosto un Linux Windowizzato pieno di
buchi di sicurezza perché lo hanno rilasciato a misura di utonto e
dimenticato di renderlo affidabile, o non avevano tempo perché il tempo
"stringeva". Personalmente non me ne frega niente
dell'"evangelizzazione" e della diffusine del Verbo. Mi interessa avere
un sistema operativo affidabile e Linux e UNIX lo sono. Che poi non lo
usa tutto il mondo non me ne può fregare di meno.
IMHO.

Per quanto riguarda le tue magagne con Ubuntu, non posso che darti un
suggerimento: Usa Windows.

Valentino Volonghi aka Dialtone

unread,
Sep 30, 2007, 7:19:05 PM9/30/07
to
In article <f490g3t21cpf2hbbt...@4ax.com> Freddy

Krueger<gen...@despammed.com> wrote:
> Ubuntu sfortunatamente non e' funzionante come OSX in ambito desktop
> e considerando che ci sono voluti 10 anni per avere bulletproofX e
> altri 10 anni per iniziare a gestire decentemente la clipboard in
> ambitoLinux, capisco benissimo chi si vuole tenere stretto windows.

Pensa che il software piu` attivo che ho su OSX e` Terminal.app con
zsh 4.3. Sempre acceso qualsiasi cosa accada, l'unico a non tradire
mai anche quando finder crasha.

--
I'm using an evaluation license of nemo since 34 days.
You should really try it!
http://www.malcom-mac.com/nemo

Freddy Krueger

unread,
Sep 30, 2007, 7:28:39 PM9/30/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 00:47:10 +0200, Bug Hunter <bugh...@invalid.com>
wrote:

>Per quanto riguarda le tue magagne con Ubuntu, non posso che darti un
>suggerimento: Usa Windows.

Bravo!

A quanto pare accecato dalla immensa superiorita' del tuo OS come
tutti i fanatici non hai capito un cazzo (ma non avevo dubbi).

IO sono benissimo in grado di fare il tweaking di una distro per farla
funzionare al meglio sul mio portatile.

L'ho fatto per Mandrake, Red Had, Slackware e Ubuntu.
L'ho fatto per Acer, Asis, Toshiba e HP.

Un utente normale, uno "human being" non puo'.
Un utente normale si affida alla GUI.
Un utente normale non deve lavorare a linea di comando.

Quindi non mi si venga a dire che linux e' per tutti perche' non e'
vero.

Windows e' per tutti
OSX e' per tutti

Linux nelle sue 130 distro confusionarie in nome delle liberta' di
steduepalle non lo e'.

Comunque e' ovvio che Windows e OSX funzionino out of the box con WIFI
e WPA senza dover andare a sostituire "driver" e giocare con
WPA-supplicants: sono OS che si pagano.

Poi per la cronaca i portatili sono macchine monolitiche la cui
configurazione hardware non cambia mai.

Sono 15 anni che si deve fare tweaking anche sui portatili...
Ma leggere quela cazzo di stringa nel BIOS e settare una distro
automaticamente con tutti i fix, i tweak e i frocismi vari non mi
sembra un'idea cosi' cattiva.

Ma forse ci arriveremo tra altri 15 anni.

Saluti.

Bug Hunter

unread,
Sep 30, 2007, 7:37:03 PM9/30/07
to
Freddy Krueger wrote:
> non hai capito un cazzo (ma non avevo dubbi).

E' di tutta evidenza che TU nan hai capito un cazzo di quello che io ho
scritto (e non ho dubbi).

Freddy Krueger

unread,
Sep 30, 2007, 7:45:44 PM9/30/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 01:37:03 +0200, Bug Hunter <bugh...@invalid.com>
wrote:

>Freddy Krueger wrote:

Vai a dormire che e' meglio.

STeve

unread,
Sep 30, 2007, 10:46:57 PM9/30/07
to
Freddy Krueger wrote:
> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

Ci sono due reazioni in genere a commenti come questo.
La prima e' da un punto di vista tecnico, e ovviamente il tuo commento
non fa una piega.
Linux da un punto di vista di "facilita' d'uso per chi non sa un cazzo"
e' anni luce di distanza da Windows.

La seconda reazione invece e' pensare che quando qualcosa va male su
Windows (e VA male prima o poi), se non hai 30 certificazioni M$, 40
anni di esperienza e una conoscenza pressoche' infinita di bestemmie in
gaelico antico, non ne vieni fuori comunque.

L'assunto che (IMHO per carita' !!!) reputo sbagliato in partenza,
assunto che per inciso ritengo sia nato e prosperi solo per colpa del
"mercato", aka dane', e' che "tutti debbano poter usare un computer
senza sapere un cazzo".

O, se preferisci, sono contro la filosofia del "semplice ad ogni costo
cosi' che tutti possono fare qualcosa senza sapere nulla", filosofia
purtroppo di provenienza USA.

Non ritengo sia corretto non sapere nulla e poter fare qualcosa.
Se non sai nulla, non fai nulla. Pagando o meno.


Ciao
Steve

Luca Menegotto

unread,
Oct 1, 2007, 2:11:22 AM10/1/07
to
Bug Hunter wrote:

> dell'"evangelizzazione" e della diffusine del Verbo. Mi interessa

> avere un sistema operativo affidabile...

Allora usi Solaris!!
:-DDDDD


--
Ciao!
Luca

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 2:16:22 AM10/1/07
to
Luca Menegotto wrote:
>> dell'"evangelizzazione" e della diffusine del Verbo. Mi interessa
>> avere un sistema operativo affidabile...
>
> Allora usi Solaris!!

Uso ANCHE quello.

Luca Menegotto

unread,
Oct 1, 2007, 2:16:57 AM10/1/07
to
STeve wrote:

> L'assunto che (IMHO per carita' !!!) reputo sbagliato in partenza,
> assunto che per inciso ritengo sia nato e prosperi solo per colpa del
> "mercato", aka dane', e' che "tutti debbano poter usare un computer
> senza sapere un cazzo".

Secondo me un computer è uno strumento.

Se io metto in servizio un videoregistratore, pretendo che questo
funzioni correttamente semplicemente leggendo il manuale di istruzione.
Se non lo fa, mi incazzo con chi me lo ha venduto.

La stessa logica, stranamente, non si applica ai computers. Al giorno
d'oggi, volenti o nolenti, l'uso di un computer in casa è quasi
fondamentale (gestione dei conti correnti, bollette via mail, la
comunicazione con gli altri, e tutte le mille migliaia di cose che si
possono fare e che ora non mi vengono in mente). Questo è male, non è
bene, perché se non portiamo l'informatica verso gli utenti, lo scopo
principale dell'informatica (diffusione delle informazioni) fallisce.

Poi, se ci sono problemi, l'utente dovrebbe chiamare il tecnico, come
fa per il videoregistratore, e non armarsi di cacciavite e andare a
tentativi introiando tutto, come succede coi PC, ma questa è altra
storia.

--
Ciao!
Luca

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 2:29:37 AM10/1/07
to
STeve wrote:
> O, se preferisci, sono contro la filosofia del "semplice ad ogni costo
> cosi' che tutti possono fare qualcosa senza sapere nulla",

La gente è troppo polarizzata pro o contro qualcosa per poter capire
questo semplice concetto.


> filosofia
> purtroppo di provenienza USA.

Non proprio. E' come dire che i college americani sono quelli dove ogni
Forrest Gump si può laureare. Ci sono anche quelli, ma ci sono dei
college dove te la devi sudare la laurea e le cose quando le impari le
impari bene. Così nel nostro settore esistono ottimi manuali e esistono
quelli "for dummies" oppure quelli "Impara * in 24 ore", ecc.


> Non ritengo sia corretto non sapere nulla e poter fare qualcosa.
> Se non sai nulla, non fai nulla. Pagando o meno.

Già. Vallo a dire a quell'utonto che si lagna quanto ha sborsato per un
software che "non funziona" e che avrebbe funzionato se solo si fosse
degnato di leggere il manuale.

Linuzzz

unread,
Oct 1, 2007, 3:07:20 AM10/1/07
to
On Sun, 30 Sep 2007 23:19:15 +0100, Freddy Krueger wrote:

> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

la gente non usa windows per *scelta* ma perche' e' obbligata.

e' obbligata dai produttori di hw che supportano solo windows.
e' obbligata dalle catene di distribuzione che vendono solo pc
equipaggiati con windows.

poi ci sono altri che si danno da fare per avere prodotti alternativi e
migliori e che contrastino un monopolio che danneggia i consumatori, ma
vengono sfanculati da gente che non sa fare delle analisi di ampia
portata e si sa solo lamentare perche' il giocattolino non ha tutte le
lucine che funzionano.


Freddy Krueger

unread,
Oct 1, 2007, 3:09:51 AM10/1/07
to
On Sun, 30 Sep 2007 21:46:57 -0500, STeve <steve...@gmail.com>
wrote:

>Freddy Krueger wrote:
>> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

>CUT


>Non ritengo sia corretto non sapere nulla e poter fare qualcosa.
>Se non sai nulla, non fai nulla. Pagando o meno.

Steve, qui io mi sto lamentando del fatto che "si perde tempo" a
sviluppare una GUI che poi alla resa dei conti non funziona.

Si sviluppa una GUI anche perche' "cosi' posso mettere Linux anche sul
computer di mio nonno e la metto in culo alla multinazionale cattiva".

Oppure perche' cosi' posso dare dei PC da 100 dollari a tutti i
bambini poveri.

Adesso quando copi un file puoi fare "cp" da riga di comando o usare
copia e incolla da una finestra all'altra e funziona.

Mi spieghi perche' quando inserisci il SSID per la rete wifi di casa e
poi selezioni il tipo di crittografia e inserisci la chiave da GUI non
deve funzionare una mazza?

(Tra l'altro non funziona una mazza anche se usi iwconfig).

E tanto per farsi quattro risate amare, ci sono due anni di lamentele
sul forum di Ubuntu sul WPA, il network manager non funziona se non
fai il broadcast del SSID e un sondaggio indica che una installazione
clean della 7.04 ha lasciato senza connettivita' l'80% delle persone
(escludendo quelli che avevano il WIFI funzionante out of the box).

Io mi lamento che si sbandiera una distro come adatta a tutti e
qualche cretino se ne viene fuori con "la gente comune usi windows. Io
sono fico e l'OS me lo configuro a mano. Se non sei capace con Ubuntu
usa linux anche tu".

Allora che si torni alla linea di comando o si usi una gui che serve
solo a lanciare i programmi.

Si vuole alfabetizzare l'africa? Ottimo, dategli OSX a prezzo scontato
o windows, perche' tanto linux non e' per tutti.

Saluti.

Freddy Krueger

unread,
Oct 1, 2007, 3:12:52 AM10/1/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 08:09:51 +0100, Freddy Krueger
<gen...@despammed.com> wrote:

>usa linux anche tu".

^^^^ usa windows anche tu

Freddy Krueger

unread,
Oct 1, 2007, 3:17:37 AM10/1/07
to

E mi spieghi come fai a liberare gli oppressi se quando gli cambi OS
la lucina si fulmina appena la tocchi?!?

Vuoi fare usare linux a chi fino a ieri usava windows? A parte le
differenze dell'interfaccia grafica che sono superabili, come fai le
quello che c'e' sulla GUI non ti da' un riscontro nella realta?

Guardi su internet la soluzione? E te la guardi in dual boot o con un
secondo PC?

O lasci perdere perche' tanto sto windows bene o male ce l'ho gia' e
funziona al primo colpo (fino a quando non lo devi reinstallare si
capisce).

Seriamente, sto cercando di capire, non sto cercando una superiorita'
tra gli OS. Sto cercando di capire come puoi mettere in mano ad un
cinquantenne dei CD di Linux e fargli funzionare out of the box quello
che la GUI promette.

Saluti.

Vide

unread,
Oct 1, 2007, 3:26:41 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:

> Dopo il fallimento della versione 7.04 che introduceva una regression
> tale da laciare tutti queli con una scheda ATI col monitor spento,
> provo la nuova beta 7.10.

Che dirti, sei sfigato. Io ho scheda Ati e scheda wifi broadcom con
wifi "closed" e ha funzionato tutto automaticamente (compreso far scaricare
il firmware).

--
Vide

Linuzzz

unread,
Oct 1, 2007, 3:26:47 AM10/1/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 08:17:37 +0100, Freddy Krueger wrote:

> E mi spieghi come fai a liberare gli oppressi se quando gli cambi OS la
> lucina si fulmina appena la tocchi?!?

andando a rompere i coglioni nei negozi cercando un laptop che sia
compatibile con linux.
documentandosi su internet prima di acquistare qualcosa per vedere se
quell'hardware ha dei devices che possono dare problemi.

questo per te che un minimo di esperienza sembri averla.

per la massa dei consumatori le cose sono piu' complicate ma finche' il
consumatore non progredisce continuera' ad essere preso per il culo.

facciamo una analogia.

quando io ho aperto un mutuo, io che non capisco un cazzo di finanza, ho
letto libri per mesi fino alle due di notte.
alla fine non mi sono fatto inculare con un variabile come suggerivano
molti ed adesso sono sereno.

i consumatori devono imparare a STUDIARE. anche se non e' la loro materia.
altrimenti si faranno sempre prendere per il naso.

io con i portatili non ho mai avuto problemi...ma non ho mai acquistato
senza prima documentarmi

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 3:38:16 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:
> Si sviluppa una GUI anche perche' "cosi' posso mettere Linux anche sul
> computer di mio nonno e la metto in culo alla multinazionale cattiva".

Ottimo, allora contribuisci tu allo sviluppo oppure paga qualcuno che lo
faccia. Se nello sviluppo non è stata data alle cose che interessano a
te non ti lamentare ma contribuisci. Oppure paga.
A me personalmente va bene così, mi va bene come server, (come desktop
lo uso anche, ma non mi lamento se le priorità sono state date allo
sviluppo server) e contribuisco anche come mantainer di alcuni pacchetti
di una nota distribuzione (che non è Ubuntu).
Tu cosa fai oltre a lamentarti?


> Io mi lamento che si sbandiera una distro come adatta a tutti e
> qualche cretino

Cretino è chi sbandiera le cose non vere.
E cretino è anche chi da cretino ad altri solo perché non sono d'accordo
con lui.


> Se non sei capace con Ubuntu
> usa linux anche tu".

Volevi dire Windows? Si, la mia raccomandazione è questa, se non ti va
bene Linux usa Windows o Mac OS X.

Freddy Krueger

unread,
Oct 1, 2007, 3:44:19 AM10/1/07
to
On Mon, 1 Oct 2007 09:26:47 +0200 (CEST), Linuzzz
<lin...@abcdefghilmno.com.invalid> wrote:

>On Mon, 01 Oct 2007 08:17:37 +0100, Freddy Krueger wrote:
>
>> E mi spieghi come fai a liberare gli oppressi se quando gli cambi OS la
>> lucina si fulmina appena la tocchi?!?
>
>andando a rompere i coglioni nei negozi cercando un laptop che sia
>compatibile con linux.

Il mio lo e' e la IPW2200 e' supportata out of the box.

>documentandosi su internet prima di acquistare qualcosa per vedere se
>quell'hardware ha dei devices che possono dare problemi.
>
>questo per te che un minimo di esperienza sembri averla.
>
>per la massa dei consumatori le cose sono piu' complicate ma finche' il
>consumatore non progredisce continuera' ad essere preso per il culo.

Il consumatore si e' informato, il suo PC e' suportato.

Pero' peruna serie di fattori, non ultima la possibilita' di
regression, il pannellino per il WIFI non funziona come strombazzato.

>facciamo una analogia.
>
>quando io ho aperto un mutuo, io che non capisco un cazzo di finanza, ho
>letto libri per mesi fino alle due di notte.
>alla fine non mi sono fatto inculare con un variabile come suggerivano
>molti ed adesso sono sereno.
>
>i consumatori devono imparare a STUDIARE. anche se non e' la loro materia.
>altrimenti si faranno sempre prendere per il naso.
>
>io con i portatili non ho mai avuto problemi...ma non ho mai acquistato
>senza prima documentarmi

Facciamone un'altra:

Compri un Portatile

Windows: tutto l'hardware supportato
OSX: tutto l'hardware supportato (ovviamente)
Ubuntu: tutto l'hardware supportato

Settiamo il WIFI.

Windows: inserisci i dati. Click. Sei connesso.
OSX: inserisci i dati. Click. Sei connesso.
Ubuntu: inserisci i dati. Click. Si schianta il network manager. Usi
un altro tool (dall'interfaccia e dalle opzioni diverse).
Smadonni, riprovi e non va una cippa. Eppure c'e' il pannello tale e
quali agli altri OS...


L'utente esperto guarda in internet e trova:

Forse e' il SSID con caratteri strani.
Sarebbe meglio non nascondere il SSID
Sarebbe meglio disabilitare il mac filtering
Hai provato ad usare WEP?
Hai provato con un cavo di rete?
Forse devi scaricare il driver ipw2200 da cvs/svn
Hai scaricato l'ultimo WPA supplicant?
Guarda, segui queste istruzioni che sono quelle scritte meglio (link a
thread su ubuntuforum con VENTI pagine di istruzioni).


L'utente normale, che si era documentato prima per non farsi prendere
per il culo, prende il CD e lo butta nella pattumiera.

Non mi sembra turco, dovrebbe essere semplice da capire: c'e' un
pannellino con una funzionalita' che non funziona.

Se ce l'hanno messo come funzione della GUI deve funzionare, senno'
potevano evitarsi la fatica e dire alla gente di fare a mano.

Vide

unread,
Oct 1, 2007, 3:48:05 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:

> Ubuntu: inserisci i dati. Click. Si schianta il network manager.

Ma puttana eva troia, stai usando una BETA per tua stessa ammissione! E
monti su tutto sto casino perchè hai trovato un bug in una *beta*! WOW!!

--
Vide

ispas

unread,
Oct 1, 2007, 3:48:49 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 09:07, Linuzzz <linu...@abcdefghilmno.com.invalid> wrote:
> poi ci sono altri che si danno da fare per avere prodotti alternativi e
> migliori e che contrastino un monopolio che danneggia i consumatori, ma
> vengono sfanculati da gente che non sa fare delle analisi di ampia
> portata e si sa solo lamentare perche' il giocattolino non ha tutte le
> lucine che funzionano.
Nel tuo discorso che non condivido hai detto bene una cosa. Un attuale
pc desktop
o portatile è "un giocattolino" nel
mondo dei computer. Inutile insistere che chi lo usa deve essere
laureato
ad Harvard, o certificato su Linux. Sarebbe come dire che per usare
l'automobilina
Chicco debbo avere la patente.... :-)
I "veri" computer su cui è necessario avere simili competenze sono, al
minimo, server con qualche decina di utenze/task. O magari mainframe
da
migliaia di utenze e task.


Freddy Krueger

unread,
Oct 1, 2007, 3:49:37 AM10/1/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 09:38:16 +0200, Bug Hunter <bugh...@invalid.com>
wrote:

>Ottimo, allora contribuisci tu allo sviluppo oppure paga qualcuno che lo

>faccia. Se nello sviluppo non è stata data alle cose che interessano a
>te non ti lamentare ma contribuisci. Oppure paga.

C'e' gia' gente pagata.
WIFI e WPA non sono cazzatine che interessano ad una sparuta
minoranza.

>A me personalmente va bene così, mi va bene come server, (come desktop
>lo uso anche, ma non mi lamento se le priorità sono state date allo
>sviluppo server) e contribuisco anche come mantainer di alcuni pacchetti
>di una nota distribuzione (che non è Ubuntu).
>Tu cosa fai oltre a lamentarti?

Faccio bug report su diversi progetti open source gratuitamente e
faccio usare Solaris in ambito lavorativo.

(Vuoi anche che prendo un righello e mi misuro il pisello cosi'
possiamo giocare meglio?)

Saluti

Freddy Krueger

unread,
Oct 1, 2007, 3:50:20 AM10/1/07
to

La 7.04 che beta non era aveva lo stesso problema.

(WOW)

Vide

unread,
Oct 1, 2007, 3:52:14 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:

> La 7.04 che beta non era aveva lo stesso problema.

Link al tuo bug aperto su launchpad, grazie.

--
Vide

Vide

unread,
Oct 1, 2007, 3:54:00 AM10/1/07
to
Vide wrote:

> Link al tuo bug aperto su launchpad, grazie.

Tra l'altro nel post iniziale della 7.04 avevi solo parlato di un problema
con le schede Ati (quale scheda? quale driver?) e ora salta magicamente
fuori che NM che muore è un problema anche della 7.04...

--
Vide

Linuzzz

unread,
Oct 1, 2007, 3:58:20 AM10/1/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 08:44:19 +0100, Freddy Krueger wrote:

> Non mi sembra turco, dovrebbe essere semplice da capire: c'e' un
> pannellino con una funzionalita' che non funziona.

adesso mi e' chiaro.
stai parlando di un banalissimo baco di una BETA.

scusami ma dal casino pensavo fossero problemi seri :-)

Ivan Pintori

unread,
Oct 1, 2007, 4:12:30 AM10/1/07
to
On Mon, 1 Oct 2007, Freddy Krueger wrote:

> Sono 15 anni che si deve fare tweaking anche sui portatili...
> Ma leggere quela cazzo di stringa nel BIOS e settare una distro
> automaticamente con tutti i fix, i tweak e i frocismi vari non mi
> sembra un'idea cosi' cattiva.

Come non quotarti! :) (e uno Pine su linux ;)

ivan
--
By 1977 or so, PLATO was featuring real-time multiplayer dungeon games,
not to mention real-time spacewar, IM, chat, email, netnews, and a host of
other things we now take for granted. All this on high-resolution plasma
panel terminals connected at 1200 baud to twin Cyber 6600 supercomputer.
Now you understand why I was kicked out of Cornell for a year; PLATO was
crack for computer nerds. (Robert Woodhead, co-creator of Wizardry)

UC

unread,
Oct 1, 2007, 4:13:57 AM10/1/07
to
> Andateglielo a spiegare ad un povero cristo qualsiasi che prima si
> deve andare a leggere il forum (senza connessione internet o senza
> windows se per caso Ubuntu gli ha spazzato via per erorre il MBR), poi
> forse inserendo comandi che non capisce gli funzionera' il wifi.

Il problema č che il povero cristo si trova nelle peste anche con
windows, non č vero che funziona tutto. Se cosě fosse non avremmo avuto
TUTTI degli amici/parenti che ci chiamavano per risolvere i trilioni di
problemi che quel sistema ha.

Tanto per dirne una, con Vista, č normale comprare una macchina
ultimissima generazione con 4 gb di ram e vederla arrancare
affanosamente e usare il disco ininterrottamente per i primi 10 minuti
dallo startup? Oppure vedere la cpu fissa a 40% senza nemmeno sfiorare
il mouse?

Dopo ore e ore di tuning stě problemi li risolvi, ma il povero cristo si
tiene un catorcio malfunzionante dopo aver speso migliaia di euro.

ciao, U.

Linuzzz

unread,
Oct 1, 2007, 4:24:36 AM10/1/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 10:13:57 +0200, UC wrote:

> Il problema è che il povero cristo si trova nelle peste anche con
> windows, non è vero che funziona tutto. Se così fosse non avremmo avuto


> TUTTI degli amici/parenti che ci chiamavano per risolvere i trilioni di
> problemi che quel sistema ha.

infatti io ai miei amici/parenti rispondo solo per le prime tre
chiamate...dopo di che dico chiaramente: "se volete ancora il mio
supporto vi installo linux e vi insegno ad usarlo"
poi sparo una pappardella di due ore sul perche' usare linux...

risultato? non mi chiamano piu' :-)

e con i parenti e' un risultato semplicemente ENORME :-)

Marcoxxx

unread,
Oct 1, 2007, 4:26:12 AM10/1/07
to
Freddy Krueger ha scritto:

[SNIP]


> Andateglielo a spiegare ad un povero cristo qualsiasi che prima si
> deve andare a leggere il forum (senza connessione internet o senza
> windows se per caso Ubuntu gli ha spazzato via per erorre il MBR), poi
> forse inserendo comandi che non capisce gli funzionera' il wifi.

> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

Hai provato ad usare Windows Vista con una delle ultime versioni di Office
?
Io no, ma ho visto cosa e' accaduto a chi ci ha provato. Non mi pare
molto diverso da quello che hai descritto qui.

Io non uso linux da tempo (almeno professionalmente) ma
in ogni caso se non vuoi avere problemi "windows like" dovresti scegliere
distribuzioni che non siano "windows like" (ovvero della serie: sono il
S.O., sono fighissimo, faccio tutto io, faccio tutto da solo, non importa
che l'utente sappia una mazza) come sembrerebbe essere appunto Ubuntu e
come era la vecchia Red Hat (quando era free). Viva slackware.

Ciao,
Marco.

--

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ab...@newsland.it


kappa

unread,
Oct 1, 2007, 4:36:32 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:

>
> Comunque e' ovvio che Windows e OSX funzionino out of the box con WIFI
> e WPA senza dover andare a sostituire "driver" e giocare con
> WPA-supplicants: sono OS che si pagano.
>

AHAHAHAHAHAH ... ho dovuto cambiare tre schede WIFI sul mio toshiba, è
quella cavolata di manager wifi di windows xp continuava a dare
problemi. Ho reinstallato 2 volte i driver della scheda pcmcia ed ho
dovuto disattivare il servizio di windows per poterla usare, ci ho perso
un'oretta.... con debian neanche 5 minuti.
Per la stampante epson non ci sono driver per 2000 o xp, che faccio la
butto ? neanche a dirlo su debian funziona bene.
Trai le tue conclusioni.

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 4:44:02 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:
> (Vuoi anche che prendo un righello e mi misuro il pisello cosi'
> possiamo giocare meglio?)

Non cìè bisogno lo so che ce l'hai lungo.
E ce l'hai anche duro......il cranio. :-)


> Saluti

Ricambio cordialmente i saluti.

rootkit

unread,
Oct 1, 2007, 5:09:29 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 00:19, Freddy Krueger <gens...@despammed.com> wrote:

> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

credimi, ci si stupisce ancor più dopo aver visto almeno una volta mac
osx.
senza metterla sulla guerra di religione il desktop linux è ancora
indietro come le palle dei cani rispetto a chi il desktop lo cura sul
serio. e quest'ultimo non è certo windows. poi si può discutere per
mesi sul perchè la gente preferisce darsi le picconate sui ginocchi,
tanto più quando poi queste persone sarebbero tecnicamente in grado di
prevederlo.
personalmente ho un portatile dualboot windows/linux che uso a seconda
delle circostanze, con preferenza linux (debian) per lo sviluppo e
windows perchè a volte devo integrarmi su un activedirectory. questo
perchè per sviluppare preferisco di gran lunga linux a windows, ma se
dicessi che installarlo e configurarlo in tutte le sue parti è stato
semplice direi una menzogna enorme, tanto che l'audio non funziona (ma
non me ne frega nulla) e il wireless parte con uno script che lancio
manualmente (smonta il modulo driver della scheda, lo rimonta, e a
quel punto il wpa_supplicant lo vede... non chiedermi perchè ma non
posso perdere altro tempo ad indagare).

però, a casa, dove non ho per niente voglia di tirar madonne e voglio
un desktop come dio comanda, sono passato da tempo a mac. e
ultimamente ho rinnovato con un nuovo imac, che sballato, messo sul
tavolo e acceso mi ha chiesto la password wpa ed è andato dritto in
rete wireless. oltre ovviamente ad avere un desktop che non ha
*nulla*, ma proprio *nulla* a che spartire con windows, gnome, kde e
compagnia cantante, sia in termini di funzionalità, di stabilità e
performances.

mi dispiace, ma è così. se la gente preferisce continuare a sbattersi
con sistemi come vista che ti propongono una interfaccia nuova(?) ma
poi è la prima cosa che disabilita perchè è inutile e pacchiana,
oppure con sistemi come xp che dopo due mesi diventa un pachiderma
impazzito perchè (sacrilegio!) hai installato dei programmi, contenti
loro contenti tutti.

Vide

unread,
Oct 1, 2007, 5:16:32 AM10/1/07
to
rootkit wrote:

> rete wireless. oltre ovviamente ad avere un desktop che non ha

> *nulla*, ma proprio nulla a che spartire con windows, gnome, kde e


> compagnia cantante, sia in termini di funzionalità, di stabilità e
> performances.

Il problema di OSX, che è allo stesso tempo punto di forza, è la troppa
integrazione e "lavora-modo-apple", per cui spesse volte un utente un
attimo più smaliziato e che magari si è "fatto le ossa" in altri ambienti
trova abbastanza facilmente.
Per esempio, se hai un MacBook non c'è possibilità di chiudere il lid senza
che vada in stop, e rompe le palle se voglio lasciare il computer acceso a
fare cose "a basso consumo" come per esempio scaricare una ISO. E ci sono
un sacco di altri piccoli esempi come questi.

--
Vide

rootkit

unread,
Oct 1, 2007, 5:25:49 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 04:46, STeve <stevewi...@gmail.com> wrote:

> O, se preferisci, sono contro la filosofia del "semplice ad ogni costo

> cosi' che tutti possono fare qualcosa senza sapere nulla", filosofia
> purtroppo di provenienza USA.

la domanda sorge spontanea: se io ho la passione della fotografia,
sono un mago nella post-produzione e del fotoritocco, perchè mi vieni
a dire che non so fare nulla se (ad esempio) mi incastro a mettere in
rete wireless il computer, o più banalmente non ho voglia di tirare
una filata di madonne per farlo?

il computer è il mezzo o il fine? mettiamoci d'accordo, eh...

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 6:00:11 AM10/1/07
to
rootkit wrote:
> On 1 Ott, 04:46, STeve <stevewi...@gmail.com> wrote:
>
>> O, se preferisci, sono contro la filosofia del "semplice ad ogni costo
>> cosi' che tutti possono fare qualcosa senza sapere nulla", filosofia
>> purtroppo di provenienza USA.
>
> la domanda sorge spontanea: se io ho la passione della fotografia,
> sono un mago nella post-produzione e del fotoritocco, perchè mi vieni
> a dire che non so fare nulla se (ad esempio) mi incastro a mettere in
> rete wireless il computer, o più banalmente non ho voglia di tirare
> una filata di madonne per farlo?

Posso essere d'accordo fino a un certo punto. Ma il fatto è che uno usa
computer come strumento di lavoro (e per qualcuno è _il_principale_
strumento di lavoro), allora non ci sono giustificazioni che non impari
a usarlo bene. Se poi uno si trova meglio con un tipo di computer
piuttosto che con un'altro, o uno gli mette a diposizione strumenti
migliori dell'altro, allora usi quello. Ma ritengo inutile lamentarsi
"questo computer non fa il caffe". Se a qualcuno non sta bene quello che
ha, usi un'altra cosa, o vada a zappare la terra a mano, almeno così non
dovrà imparare a guidare i veicoli usati nell'agricoltura.


> il computer è il mezzo o il fine? mettiamoci d'accordo, eh...

Per qulcuno è il mezzo. Per qualcuno è il fine, ma c'entrra poco con il
discorso iniziale, che era lamentarsi perché Ubunto (o Linux in
generale) non fa (ancora) certe cose che secondo alcune opinioni,
condivisibili o meno, dovrebbe fare. Io personalmente sono contento che
ho il sistema che mi funziona bene per le cose che mi servono (e per
quel poco che posso fare, contribuisco attivamente a svilupparlo e
renderlo più utilizzabile), e sono contento che siano state date le
priorità alle scelte che sono state prese. L'altro, se arriverà, bene,
se non arriverà, va bene comunque. Non mi pongo il problema se Linux (o
i vari *BSD e Solaris, che uso anche) non sono a portata di tutti (E
perché dovrebbero esserlo?) perché bisogna metterci le mani e alla gente
non va di studiare. Anch'io non so fare tante cose: non so usare la
cucitrice, non so guidare la macchina, il telefonino che ho, pur essendo
tecnico, non lo so usare per altro che per telefonare e ricevere
telefonate. Perché? Perché queste cose non mi interessano. Se avessi
effettivo bisogno di imparare a utilizzarle lo farei, per ora non ho
alcuna necessità. Ma di sicuro no mi vengo a lamentare che la cucitrice
è troppo complessa da usare e perche "non fa il caffe".

Linuzzz

unread,
Oct 1, 2007, 6:03:36 AM10/1/07
to
On Mon, 01 Oct 2007 02:09:29 -0700, rootkit wrote:

> però, a casa, dove non ho per niente voglia di tirar madonne e voglio un
> desktop come dio comanda, sono passato da tempo a mac. e ultimamente ho
> rinnovato con un nuovo imac, che sballato, messo sul tavolo e acceso mi
> ha chiesto la password wpa ed è andato dritto in rete wireless. oltre
> ovviamente ad avere un desktop che non ha *nulla*, ma proprio *nulla* a
> che spartire con windows, gnome, kde e compagnia cantante, sia in
> termini di funzionalità, di stabilità e performances.

io preferisco farmi uno scriptino a mano, perdere un poco di tempo e
risparmiare 1000 euro...

rootkit

unread,
Oct 1, 2007, 6:31:06 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 00:47, Bug Hunter <bughun...@invalid.com> wrote:

> Posso dirti una cosa? Posso? Posso davvero?
> "La gente" continui pure a usare Windows.
> Preferisco Linux (o UNIX qualsiasi) attuale con qualche sua esigenza di
> tararlo dalla riga di commando piuttosto un Linux Windowizzato pieno di
> buchi di sicurezza perché lo hanno rilasciato a misura di utonto e
> dimenticato di renderlo affidabile, o non avevano tempo perché il tempo
> "stringeva". Personalmente non me ne frega niente
> dell'"evangelizzazione" e della diffusine del Verbo. Mi interessa avere
> un sistema operativo affidabile e Linux e UNIX lo sono. Che poi non lo
> usa tutto il mondo non me ne può fregare di meno.
> IMHO.

ci sono sistemi lì a dimostrare che si può realizzare uno unix con un
desktop sicuro, potente, robusto e performante.

linux è semplicemente *indietro* rispetto alle potenzialità,
probabilmente perchè è entrato in un cul de sac da cui bisogna fare
una lunga retromarcia per uscire. l'architettura grafica sarebbe da
ripensare in toto, come hanno fatto altri, e non certo per competere
con quella ciofeca di widows a suon di widget.
ma questo, forse, richiede investimenti che linux non può sostenere. e
allora pazienza teniamocelo così, per carità sicuro e robusto
(robusto... sicuro che le applicazioni x siano così robuste?) ma
maledettamente indietro.


Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 6:39:05 AM10/1/07
to
rootkit wrote:
> ma questo, forse, richiede investimenti che linux non può sostenere. e
> allora pazienza teniamocelo così, per carità sicuro e robusto
> (robusto... sicuro che le applicazioni x siano così robuste?) ma
> maledettamente indietro.

Appunto, allora siamo d'accordo.

ispas

unread,
Oct 1, 2007, 6:37:07 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 12:00, Bug Hunter <bughun...@invalid.com> wrote:
> Non mi pongo il problema se Linux (o
> i vari *BSD e Solaris, che uso anche) non sono a portata di tutti (E
> perché dovrebbero esserlo?)
Dovrebbero esserlo quando li spacciano come tali, e ce lo scrivono
pure
sopra. Altrimenti, per esempio, perchè mettere la gui di default su
Ubuntu
e simili? L'esperto ne ha bisogno, la desidera? A leggere qui i
commenti, non mi sembra.
La verità è che, se Linux non completerà una migrazione reale verso
le funzionalità che l'utente normale si aspetta (una completa gui in
primis, con
dentro tutti i programmi di configurazione), resterà un prodotto di
nicchia, dimostrando con i fatti che si fa presto a criticare gli
altri ma il
difficile è eguagliarli.

rootkit

unread,
Oct 1, 2007, 6:38:13 AM10/1/07
to

ne risparmi anche 2000 se raccatti un pc di recupero.
poi viene fuori il problema: quel pc lo dovresti anche usare, non solo
scrivere scriptini...

4r4g0rn

unread,
Oct 1, 2007, 7:08:14 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:

> Cerco di connettermi alla mia rete in WPA, inserisco la chiave, una,
> due tre volte e alla fine PUFF il widget/gadget o come cazzo si chiama
> si schianta e sparisce.

LoL! :)

> Complimenti al team tutto e un sentito vaffanculo a loro e al loro
> motto cretino
> "Linux for human beings"

Se era "Linux for dummies" ero daccordo con te! :)

> Andateglielo a spiegare ad un povero cristo qualsiasi che prima si
> deve andare a leggere il forum (senza connessione internet o senza
> windows se per caso Ubuntu gli ha spazzato via per erorre il MBR), poi
> forse inserendo comandi che non capisce gli funzionera' il wifi.

Dubito che, se uno non riesce a configurare wifi con linux,
riesca con win... o quelli che ci riescono lasciano
l'accesso aperto a tutti... bella roba!

> Poi ci si stupisce se la gente usa windows...

E' cosi' perche' la gente non sceglie un bel niente,la gente
trova win dentro al pc che compra.

Ciao


--
my blog
http://bpcsoluzioni.com/blog/

mr

unread,
Oct 1, 2007, 8:32:36 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 13:08, 4r4g0rn <alphacentau...@fuckspamlibero.it> wrote:

>
> E' cosi' perche' la gente non sceglie un bel niente,la gente
> trova win dentro al pc che compra.
>

Infatti... e questa argomentazione toglie ogni forza al post dell'OP;
io vorrei togliermi una curiosità e vedere quante persone a cui arriva
un CD con XP, Vista o quello che è nella scatola, insieme ai relativi
driver, riescono a configurare tutto il sistema a puntino se questo
non è già preinstallato. Ovviamente questo non vuol dire che Linux, in
qualsiasi incarnazione, sia perfetto, e che KDE/Gnome siano migliori e
più "facili" di Windows o OSX, ma semplicemente che i confronti vanno
fatti alla pari.

m.

Cosimo Piceno

unread,
Oct 1, 2007, 9:17:39 AM10/1/07
to
"Linuzzz" <lin...@abcdefghilmno.com.invalid> ha scritto nel messaggio
news:fdq6b8$nd4$1...@aioe.org...
> On Sun, 30 Sep 2007 23:19:15 +0100, Freddy Krueger wrote:
>
> la gente non usa windows per *scelta* ma perche' e' obbligata.
>

Falso, io lo uso per scelta!


Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 9:23:02 AM10/1/07
to
Cosimo Piceno wrote:
>> la gente non usa windows per *scelta* ma perche' e' obbligata.
>>
>
> Falso, io lo uso per scelta!

Piacere di conoscerLa, signor Gente.

mr

unread,
Oct 1, 2007, 9:21:15 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 15:17, "Cosimo Piceno" <cosimo_pic...@virgilio.it> wrote:
> "Linuzzz" <linu...@abcdefghilmno.com.invalid> ha scritto nel messaggionews:fdq6b8$nd4$1...@aioe.org...

>
> > On Sun, 30 Sep 2007 23:19:15 +0100, Freddy Krueger wrote:
>
> > la gente non usa windows per *scelta* ma perche' e' obbligata.
>
> Falso, io lo uso per scelta!

C'è pure chi si diverte ad indossare una tutina di pelle e farsi
frustare... :-)

m.

ispas

unread,
Oct 1, 2007, 9:25:04 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 15:21, mr <m.rid...@cicero.it> wrote:
> C'è pure chi si diverte ad indossare una tutina di pelle e farsi
> frustare... :-)

Hai ragione, è una deviazione dalla normalità di un piccolissimo
numero di persone. Proprio uguale al numero di quelli che usano
Linux sul desktop...... Ma guarda un pò ..... ;-))

mr

unread,
Oct 1, 2007, 9:27:38 AM10/1/07
to

Ok, me la sono cercata... :-)

m.

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 9:45:28 AM10/1/07
to
mr wrote:
>>> C'è pure chi si diverte ad indossare una tutina di pelle e farsi
>>> frustare... :-)
>> Hai ragione, è una deviazione dalla normalità di un piccolissimo
>> numero di persone. Proprio uguale al numero di quelli che usano
>> Linux sul desktop...... Ma guarda un pò ..... ;-))
>
> Ok, me la sono cercata... :-)

Guarda, dalla mia esperienza dell'2001 quando davo lezioni private di
computer a uno psicologo, che mi aveva detto delle cose da farmi
raddrizzare i cappelli (alcune cose le ho sentite con le mie orecchie
dai suoi pazienti, in quanto mentre gli insegnavo arrivavano telefonate
e dato che nessuno rispondeva partiva la registrazione sulla segreteria
telefonica) ti posso dire che la mia impressione non era che sia la
maggioranza a essere sana di mente e la minoranza quella con deviazioni
menatali. Anzi...

STeve

unread,
Oct 1, 2007, 10:01:03 AM10/1/07
to
Luca Menegotto wrote:

> Secondo me un computer è uno strumento.
Beh anche secondo me e anche secondo molta gente :-)

> Se io metto in servizio un videoregistratore, pretendo che questo
> funzioni correttamente semplicemente leggendo il manuale di istruzione.
> Se non lo fa, mi incazzo con chi me lo ha venduto.

Il problema e' che un computer, per sua stessa natura, non fa una
funzione e solo una.
Il sistema operativo da solo richiede una serie di conoscenze e concetti
ben maggiore.
Ergo dovresti seguire un corso base, tipo ECDL, per gestirlo correttamente.

> possono fare e che ora non mi vengono in mente). Questo è male, non è
> bene, perché se non portiamo l'informatica verso gli utenti, lo scopo
> principale dell'informatica (diffusione delle informazioni) fallisce.

Esatto, perche' si forza il concetto "computer = qualsiasi
elettrodomestico".
Non solo, si dovrebbero seguire dei corsi anche per gestire determinate
risorse tramite il PC, ad esempio usenet o internet.
Quanta gente accede a internet (email/gruppi /forum) senza nemmeno
conoscere i fondamentali ?

Sono davvero stufo di vedere quanto l'ignoranza venga giustificata,
premiata e coltivata.

STeve

unread,
Oct 1, 2007, 10:04:50 AM10/1/07
to
Bug Hunter wrote:
> > filosofia
> > purtroppo di provenienza USA.
> Non proprio. E' come dire che i college americani sono quelli dove ogni
> Forrest Gump si puņ laureare. Ci sono anche quelli, ma ci sono dei

Beh, ho sempre considerato gli USA la patria del politically correct ad
ogni costo e dove tutto deve essere accessibile a chiunque, senza sforzo.
A livello generico, come mentalita'.
Non sto dicendo che ti danno il diploma senza che tu sappia nulla, sto
parlando della "forma mentis" dove la sciura di casa puo' gestire un
impianto atomico senza sapere quello che sta facendo.

Gli esempi sono milioni.

> Gią. Vallo a dire a quell'utonto che si lagna quanto ha sborsato per un
> software che "non funziona" e che avrebbe funzionato se solo si fosse
> degnato di leggere il manuale.

L'esempio piu' eclatante e' quello di una sciura che compro' un'auto e
poi denuncio' la casa automobilistica perche' era finita la benzina e
lei era rimasta a piedi.
Una cosi' meritava di avere la patente triturata, altro che protezione
degli imbecilli.

mr

unread,
Oct 1, 2007, 10:06:13 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 16:01, STeve <stevewi...@gmail.com> wrote:
>
> Sono davvero stufo di vedere quanto l'ignoranza venga giustificata,
> premiata e coltivata.

O come dico io: "ok, vuoi guidare un auto e non preoccuparti di saper
cambiare una ruota o un fusibile.... benissimo, poi però quando rimani
fermo alle quattro del mattino sotto la pioggia e non trovi un carro
attrezzi - o lo trovi e si fa pagare una cifra astronomica - non
venire a rompere qui!"

m.

rootkit

unread,
Oct 1, 2007, 10:07:37 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 15:45, Bug Hunter <bughun...@invalid.com> wrote:

> Guarda, dalla mia esperienza dell'2001 quando davo lezioni private di
> computer a uno psicologo, che mi aveva detto delle cose da farmi
> raddrizzare i cappelli (alcune cose le ho sentite con le mie orecchie
> dai suoi pazienti, in quanto mentre gli insegnavo arrivavano telefonate
> e dato che nessuno rispondeva partiva la registrazione sulla segreteria
> telefonica) ti posso dire che la mia impressione non era che sia la
> maggioranza a essere sana di mente e la minoranza quella con deviazioni
> menatali. Anzi...

scusami, ma la *totalità* delle persone che si rivolge ad uno
psicologo ha dei problemi di natura psicologica. un campione un po'
aberrato per farti la tua personale statistica... se andavi a dare
lezioni ad un carrozziere cosa concludevi, "ammazza che
incidente!" :-)

STeve

unread,
Oct 1, 2007, 10:10:33 AM10/1/07
to
Freddy Krueger wrote:
> Steve, qui io mi sto lamentando del fatto che "si perde tempo" a
> sviluppare una GUI che poi alla resa dei conti non funziona.

Uhm ... questo e' un altro discorso.
Dato che non hai pagato nulla per la distro e non hai contribuito alla
stessa, non vedo perche' ti lamenti.

> Si sviluppa una GUI anche perche' "cosi' posso mettere Linux anche sul
> computer di mio nonno e la metto in culo alla multinazionale cattiva".

Questo magari e' un tuo target, non e' detto lo sia per tutti.
C'e' gente che ha esplicitamente questo target, con altre distro, puoi
magari partire da li'.
Ma IMHO quando si parla di open source, non ha senso lamentarsi come di
un SW commerciale.
O ti va bene o non ti va bene, morta li'.
Eventualmente se ritieni ne valga la pena, puoi provare a contribuire
attivamente al miglioramento della distro.

> Mi spieghi perche' quando inserisci il SSID per la rete wifi di casa e
> poi selezioni il tipo di crittografia e inserisci la chiave da GUI non
> deve funzionare una mazza?

Se te lo sapessi spiegare l'avrei gia' messo a posto io, non trovi ? :-)

> Io mi lamento che si sbandiera una distro come adatta a tutti e
> qualche cretino se ne viene fuori con "la gente comune usi windows. Io

Su quello guarda la mia prima risposta.
Io sono contrario a sbandierare il concetto "PC a tutti senza che
nessuno sappia nulla", a maggior ragione a prescindere, trovo idiota
pubblicizzare QUALSIASI distro Linux con termini quali "adatta a tutti".
Anzi, qualsiasi SW o HW se e' per quello, anche quelli commerciali.

Ciao
Steve

Bug Hunter

unread,
Oct 1, 2007, 10:20:28 AM10/1/07
to

Il tuo discorso non fa una piega, ma forse mi sono spiegato male io.
Ovviamente, non mi riferivo solo ai suoi casi clienici, ma anche alle
persone che lui quotidianmente incontra nella sua vita privata. Per
dirti, lui dalle foto di persone che vedeva su Internet tirava certe
conclusioni sulla loro personalità, non potrò mai sapere quale era il
margine di errore, ma non mi sembrava che parlasse senza cognizione di
causa. A me, la seconda volta che mi ha visto nella sua vita ha
azzeccato certe caratteristiche della mia personalità e addirittura
alcuni tratti fisionomici del viso sapeva da chi li avevo ereditato con
una buona approssimazione, e ha tirato anche certe conclusioni azzeccate
sui rapporti nella mia famiglia. Del resto non era uno psicologo
neolaureato, era uno con una trentina o forse di più anni di esperienza.

ispas

unread,
Oct 1, 2007, 10:33:18 AM10/1/07
to
On 1 Ott, 16:01, STeve <stevewi...@gmail.com> wrote:
> Il problema e' che un computer, per sua stessa natura, non fa una
> funzione e solo una.
> Il sistema operativo da solo richiede una serie di conoscenze e concetti
> ben maggiore.
Infatti, la complessità dei sistemi operativi per desktop è altissima,
forse
è arrivata al limite.
Qualche anno fa effettivamente quello che si faceva con il pc non si
poteva
fare in altri modi. Oggi non è più così, in molti oggetti c'è già
dentro un
computer che fa le cose necessarie, con interfacce molto più
essenziali
ed efficaci (pensa ai menù delle tv, lettori dvd, mp3, ecc.)
La direzione non è quella di usare la potenza della cpu per complicare
ulteriormente la vita, ma per semplificarla. I tentativi non riusciti
di Linux invece complicano solo
la vita, anche su quelle cose semplici che oggi si danno per scontate.
Le tante funzioni per cui un normale utente usa un pc vengono
inevitabilmente
paragonate a quelle degli apparecchi specializzati.
Pensa se invece del menù della tv ci fosse una bella console dove
battere
comandi di testo! :-)

Francesco Da Riva

unread,
Oct 1, 2007, 11:01:32 AM10/1/07
to
Ciao,

On 1 Ott, 09:07, Linuzzz <linu...@abcdefghilmno.com.invalid> wrote:
> On Sun, 30 Sep 2007 23:19:15 +0100, Freddy Krueger wrote:
> > Poi ci si stupisce se la gente usa windows...
>
> la gente non usa windows per *scelta* ma perche' e' obbligata.

Scusa in base a cosa fai questa affermazione?
Personalmente sono passato negli anni da un so massiccio di Linux
+Unix ad un uso massiccio di Windows e del mondo Microsoft in
generale.

Siamo tanti che impieghiamo con soddisfazione soluzioni Microsoft
conoscendone pregi e difetti, quindi per favore fa un po' meno
generalizzazioni.

Ciao
Francesco Da Riva

STeve

unread,
Oct 1, 2007, 11:26:47 AM10/1/07
to
Francesco Da Riva wrote:
> Siamo tanti che impieghiamo con soddisfazione soluzioni Microsoft
> conoscendone pregi e difetti, quindi per favore fa un po' meno
> generalizzazioni.

C'e' poco da generalizzare.
Se Microsoft non avesse IMPOSTO il proprio sistema con metodi a dir poco
mafiosi e se tutti davvero avessero potuto scegliere (per tantissimi
motivi), non credo avrebbe la diffusione che ha ora.
O pensi davvero che le multe ricevute nei decenni (quella Europea e'
l'ultima) per comportamento commerciale scorretto e monopolio, sia un
complotto alla X-files contro il povero (si fa per dire) Mr. Cancelli ?

rootkit

unread,
Oct 1, 2007, 12:04:41 PM10/1/07
to
On 1 Ott, 16:01, STeve <stevewi...@gmail.com> wrote:

> Il problema e' che un computer, per sua stessa natura, non fa una
> funzione e solo una.
> Il sistema operativo da solo richiede una serie di conoscenze e concetti
> ben maggiore.
> Ergo dovresti seguire un corso base, tipo ECDL, per gestirlo correttamente.

questo ha ben poco a che vedere con il caso in questione.
siccome nello stato dell'arte *esistono* sistemi che non presentano
all'utente questi problemi sistemistici, mi pare evidente che non
siamo di fronte allo stato dell'arte.

> Non solo, si dovrebbero seguire dei corsi anche per gestire determinate
> risorse tramite il PC, ad esempio usenet o internet.
> Quanta gente accede a internet (email/gruppi /forum) senza nemmeno
> conoscere i fondamentali ?
> Sono davvero stufo di vedere quanto l'ignoranza venga giustificata,
> premiata e coltivata.

mah... ogni giorno se ne scopre una nuova.
adesso te sei stufo degli utenti che accedono all'email senza
conoscere i fondamentali, pensa che il resto del mondo litiga ogni
giorno contro lo spam che è operato da chi i fondamentali li conosce
parecchio bene... ma giustamente ognuno ha le sue paranoie.


jarod

unread,
Oct 1, 2007, 2:43:10 PM10/1/07
to
STeve ha scritto:

> Non sto dicendo che ti danno il diploma senza che tu sappia nulla, sto
> parlando della "forma mentis" dove la sciura di casa puo' gestire un
> impianto atomico senza sapere quello che sta facendo

Homer Simpson !!!
:-D

Bye
Jarod

Luca Menegotto

unread,
Oct 1, 2007, 2:48:59 PM10/1/07
to
STeve wrote:

> l'ultima) per comportamento commerciale scorretto e monopolio, sia un
> complotto alla X-files contro il povero (si fa per dire) Mr. Cancelli
> ?

Sotto sotto si. Devo ricordarti la storia Unisys e il formato gif? o i
casini successi in SCO?

--
Ciao!
Luca

STeve

unread,
Oct 1, 2007, 3:50:30 PM10/1/07