Tegamone di coccio

57 views
Skip to first unread message

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 3:35:05 AMOct 15
to

Dopo molti anni di onoratissimo servizio, il mio tegamone di coccio s'incrinò.
Ieri andai a comprarne un altro e parlando con la padrona del negozio appresi che:

prima di usarlo

bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)

perché

se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.

E lo strofinamento con lo spicchio d'aglio? chiesi.

Anch'io lo sapevo, mi rispose, ma in fabbrica mi dissero che non serviva a niente e di raccomandare alle persone, che compravano il pentolame in coccio, di usare il metodo da loro indicato.

Tanto vi dovevo, anche se vedo che i cocci non sono più tanto di moda...

Ciao.

DDV

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 3:38:17 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 09:35, DDV ha scritto:
>
> Dopo molti anni di onoratissimo servizio, il mio tegamone di coccio s'incrinò.
> Ieri andai a comprarne un altro e parlando con la padrona del negozio appresi che:
>
> prima di usarlo
>
> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
>
> perché
>
> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
>

leggenda metropolitana

> E lo strofinamento con lo spicchio d'aglio? chiesi.
>

solo se sei un vampiro!


--
capsy

le mie ricette qui:
http://www.peperoncinosanremorivieradeifiori.it/ricette.php

--
Questa email è stata esaminata alla ricerca di virus da AVG.
http://www.avg.com

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 3:43:17 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:38:17 UTC+2 capsy ha scritto:
> Il 15/10/2021 09:35, DDV ha scritto:

> > Dopo molti anni di onoratissimo servizio, il mio tegamone di coccio s'incrinò.
> > Ieri andai a comprarne un altro e parlando con la padrona del negozio appresi che:

> > prima di usarlo

> > bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
> > dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)

> > perché

> > se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.

> leggenda metropolitana

Naa, glielo dissero IN FABBRICA.

> > E lo strofinamento con lo spicchio d'aglio? chiesi.

> solo se sei un vampiro!

Probabile, ma così ci dicevano una volta:-D

DDV


Mardot

unread,
Oct 15, 2021, 3:50:42 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 09:35, DDV ha scritto:

> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)

boh, puo' essere, ma dopo 5min sulla fiamma si secca come e piu' di prima

> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
>
> perché
>
> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.

una cagata piu' grande devo impegnarmi per trovarla

> E lo strofinamento con lo spicchio d'aglio? chiesi.
>
> Anch'io lo sapevo, mi rispose, ma in fabbrica mi dissero che non serviva a niente e di raccomandare alle persone, che compravano il pentolame in coccio, di usare il metodo da loro indicato.

l'aglio lo sapevo anche io ma, come per tutte le altre cose del tipo
"abbiamo sempre fatto cosi'" tendo a fregarmene del tutto

> Tanto vi dovevo, anche se vedo che i cocci non sono più tanto di moda...

io lo uso ancora per cose tipo la bagna cauda ecc.... per le cotture
normali no, ma piu' che altro per ragioni di praticita'

Albus Dumbledore

unread,
Oct 15, 2021, 3:51:17 AMOct 15
to
DDV a écrit :

>> leggenda metropolitana

> Naa, glielo dissero IN FABBRICA.

Quindi, ci sta dicendo che quella favolosa colla resisterebbe a decine
e decine di cotture e riscaldamenti senza decomporsi?
Fantastico!
E quei cazzoni di Loctite che si sbattono l'anima alla ricerca di colle
sempre più resistenti...
Basterebbero acqua e farina...

Er Capoccetta

unread,
Oct 15, 2021, 4:01:29 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:51:17 UTC+2 Albus Dumbledore ha scritto:
> DDV a écrit :
> >> leggenda metropolitana
>
> > Naa, glielo dissero IN FABBRICA.
> Quindi, ci sta dicendo che quella favolosa colla resisterebbe a decine
> e decine di cotture e riscaldamenti senza decomporsi?

aspetta ci sono anche le molecole di aglio

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 4:04:09 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 09:43, DDV ha scritto:
> Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:38:17 UTC+2 capsy ha scritto:
>> Il 15/10/2021 09:35, DDV ha scritto:
>
>>> Dopo molti anni di onoratissimo servizio, il mio tegamone di coccio s'incrinò.
>>> Ieri andai a comprarne un altro e parlando con la padrona del negozio appresi che:
>
>>> prima di usarlo
>
>>> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
>>> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
>
>>> perché
>
>>> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
>
>> leggenda metropolitana
>
> Naa, glielo dissero IN FABBRICA.
>

i coglioni stanno anche in fabbrica!

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 4:07:19 AMOct 15
to
io, molto empiricamente, metto il coccio nuovo sul gas bassissimo pieno
d'acqua e ogni 3\4 minuti alzo fino ad arrivare al massimo (bollore) poi
controllo che non vi siano perdite, se ci sono butto via

Er Capoccetta

unread,
Oct 15, 2021, 4:10:26 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:04:09 UTC+2 capsy ha scritto:
> Il 15/10/2021 09:43, DDV ha scritto:
> > Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:38:17 UTC+2 capsy ha scritto:
> >> Il 15/10/2021 09:35, DDV ha scritto:
> >
> >>> Dopo molti anni di onoratissimo servizio, il mio tegamone di coccio s'incrinò.
> >>> Ieri andai a comprarne un altro e parlando con la padrona del negozio appresi che:
> >
> >>> prima di usarlo
> >
> >>> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
> >>> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
> >
> >>> perché
> >
> >>> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
> >
> >> leggenda metropolitana
> >
> > Naa, glielo dissero IN FABBRICA.
> >
> i coglioni stanno anche in fabbrica!
> --
è più probabile che tra la fabbrica e la negoziante ci siano 5-6 gradi di separazione di cuggini che hanno propagato la notizia

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 4:12:15 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:51:17 UTC+2 Albus Dumbledore ha scritto:

> Quindi, ci sta dicendo che quella favolosa colla resisterebbe a decine
> e decine di cotture e riscaldamenti senza decomporsi?
> Fantastico!

Oh raga, feci + o - le stesse osservazioni anch'io, ma così mi disse e così feci (per quel che m'è costato: due pugni di farina e un po' d'acqua).

> E quei cazzoni di Loctite che si sbattono l'anima alla ricerca di colle
> sempre più resistenti...
> Basterebbero acqua e farina...

Ehi, guarda che quando eravamo piccoli noi vecchietti, c'erano praticamente solo quelle e campavamo lo stesso:-D

DDV

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 4:13:31 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:04:09 UTC+2 capsy ha scritto:
> Il 15/10/2021 09:43, DDV ha scritto:
> >>> prima di usarlo
> >
> >>> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
> >>> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
> >
> >>> perché
> >
> >>> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
> >
> >> leggenda metropolitana
> >
> > Naa, glielo dissero IN FABBRICA.
> >
> i coglioni stanno anche in fabbrica!

Giusto:-D

DDV

Albus Dumbledore

unread,
Oct 15, 2021, 4:14:50 AMOct 15
to
Er Capoccetta a écrit :

>>> Naa, glielo dissero IN FABBRICA.

>> Quindi, ci sta dicendo che quella favolosa colla resisterebbe a decine
>> e decine di cotture e riscaldamenti senza decomporsi?

> aspetta ci sono anche le molecole di aglio

Giusto.
Chissà se mettono anche il lievito.

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 4:15:15 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:07:19 UTC+2 capsy ha scritto:

> io, molto empiricamente, metto il coccio nuovo sul gas bassissimo pieno
> d'acqua e ogni 3\4 minuti alzo fino ad arrivare al massimo (bollore) poi
> controllo che non vi siano perdite, se ci sono butto via

Ma tu sei scemo! il pentolone di coccio m'è costato 35 euro, col cactus che provo come dici tu:-D

DDV

Albus Dumbledore

unread,
Oct 15, 2021, 4:16:08 AMOct 15
to
DDV a écrit :

> Ehi, guarda che quando eravamo piccoli noi vecchietti, c'erano praticamente
> solo quelle e campavamo lo stesso:-D

Se è per questo, ci attaccavano anche i manifesti che, alla prima
pioggia, venivano giù.
lol

felice_pago

unread,
Oct 15, 2021, 4:16:10 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:50:42 UTC+2 Mardot ha scritto:
> Il 15/10/2021 09:35, DDV ha scritto:
> > bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
> boh, puo' essere, ma dopo 5min sulla fiamma si secca come e piu' di prima
> > dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
> >
> > perché
> >
> > se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
> una cagata piu' grande devo impegnarmi per trovarla

cagata per cagata

il mio pentolone appena comprato fessurava, poco ma fessurava,
e ce ne fregavamo, si puliva la goccina amen

fatti i fagioli e lasciati in pentola a raffreddare, per mangiarli anche la sera

da quella volta in poi quel pentolone NON FESSURAVA PIU',
e ancora funge, dopo anni


felicepago

fesso
.

Albus Dumbledore

unread,
Oct 15, 2021, 4:17:40 AMOct 15
to
DDV a écrit :

>> io, molto empiricamente, metto il coccio nuovo sul gas bassissimo pieno
>> d'acqua e ogni 3\4 minuti alzo fino ad arrivare al massimo (bollore) poi
>> controllo che non vi siano perdite, se ci sono butto via

> Ma tu sei scemo! il pentolone di coccio m'è costato 35 euro, col cactus che
> provo come dici tu:-D

lol

Giusto, meglio aspettare di aver dentro anche materie prime per 50
euro, prima di verificare che non si apra in due alla prima
ebollizione.

lol lol lol

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 4:19:57 AMOct 15
to
io ti o detto come faccio io, non voglio importi il mio sistema, quindi
lascerei gli scemi fuori dal discorso.

felice_pago

unread,
Oct 15, 2021, 4:23:15 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:15:15 UTC+2 DDV ha scritto:
> Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:07:19 UTC+2 capsy ha scritto:
>
> > io, molto empiricamente, metto il coccio nuovo sul gas bassissimo pieno
> > d'acqua e ogni 3\4 minuti alzo fino ad arrivare al massimo (bollore) poi
> > controllo che non vi siano perdite, se ci sono butto via

come detto io non buttai via, e mi trovai le fessurazioni chiuse :)

> Ma tu sei scemo! il pentolone di coccio m'è costato 35 euro, col cactus che provo come dici tu:-D

quindi siccome non te l'ha detto chi i cocci li vende,
dai dello scemo a chi lo fa da sempre, e non e' il solo


felicepago

acquarolo scemo
.

Claudio

unread,
Oct 15, 2021, 4:42:46 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 10:23, felice_pago ha scritto:
> dai dello scemo a chi lo fa da sempre, e non e' il solo

Dai, ma sarà un intercalare del tipo "ma sei pazzo?" :-D
Comunque il metodo capsy secondo me è il migliore, faccio un collaudo
gradualmente fino al massimo che dovrà sopportare e vedo se lo passa o meno.

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 4:45:15 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 10:42, Claudio ha scritto:
> Il 15/10/2021 10:23, felice_pago ha scritto:
>> dai dello scemo a chi lo fa da sempre, e non e' il solo
>
> Dai, ma sarà un intercalare del tipo "ma sei pazzo?" :-D

io non mi permetto di dare dello scemo neamche a chi se lo merita, se è
un intercalare non mi piace

felice_pago

unread,
Oct 15, 2021, 4:46:29 AMOct 15
to
ti diro', io quando il coccio e' "prezioso", lo metto in forno pieno d'acqua . . .


felicepago

fornaio
.

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 4:50:49 AMOct 15
to
è lo stesso

fil rouge

unread,
Oct 15, 2021, 5:04:47 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 10:50, capsy ha scritto:
> Il 15/10/2021 10:46, felice_pago ha scritto:
>> Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:42:46 UTC+2 Claudio ha scritto:
>>> Il 15/10/2021 10:23, felice_pago ha scritto:
>>>> dai dello scemo a chi lo fa da sempre, e non e' il solo
>>> Dai, ma sarà un intercalare del tipo "ma sei pazzo?" :-D
>>> Comunque il metodo capsy secondo me è il migliore, faccio un collaudo
>>> gradualmente fino al massimo che dovrà sopportare e vedo se lo passa
>>> o meno.
>>
>> ti diro', io quando il coccio e' "prezioso", lo metto in forno pieno
>> d'acqua . . .
>>
>>
> è lo stesso
>
>

Saltando di palo in frasca, ma non troppo...
Io ho una tajine che mi regalò mia suocera anni fa.
Mai usata.
Che trattamento consigliate di fare per renderla usabile?
Basta ammollarla per una notte?

Claudio

unread,
Oct 15, 2021, 5:07:54 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 10:46, felice_pago ha scritto:
> ti diro', io quando il coccio e' "prezioso", lo metto in forno pieno d'acqua . . .


Sostanzialmente dovrebbe cambiare il giusto, se non una miglior
distribuzione del calore. Ma con spargifiamma e gradualità non dovrebbe
cambiare molto.

Mardot

unread,
Oct 15, 2021, 5:25:52 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 10:16, felice_pago ha scritto:

> il mio pentolone appena comprato fessurava, poco ma fessurava,
> e ce ne fregavamo, si puliva la goccina amen
>
> fatti i fagioli e lasciati in pentola a raffreddare, per mangiarli anche la sera
>
> da quella volta in poi quel pentolone NON FESSURAVA PIU',
> e ancora funge, dopo anni

puo' essere dovuto a varie motivazioni, probabilmente la perdita era
davvero piccola e un po' di materiale (il fatto che fossero fagioli o
altro potrebbe anche non importare) e' andato a chiudere la perdita,
infilandosi nell'interstizio

in generale se hai un coccio fessurato e' facile che la fessura con il
tempo si allunghi, me ne sono rimasti in mano diversi di piatti/pentole
divisi in due (di quelli che se li colpisci con una posata suonano
rotti), e di certo non e' il materiale che va' li' in mezzo che puo'
servire da collante

un conto e' tappare un buco, un conto e' saldare una fessura, sono
proprio due cose diverse

Mardot

unread,
Oct 15, 2021, 5:26:39 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 10:12, DDV ha scritto:
> Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 09:51:17 UTC+2 Albus Dumbledore ha scritto:
>
>> Quindi, ci sta dicendo che quella favolosa colla resisterebbe a decine
>> e decine di cotture e riscaldamenti senza decomporsi?
>> Fantastico!
>
> Oh raga, feci

ecco, un altro buon collante, potresti provare :-D

Jamie

unread,
Oct 15, 2021, 5:33:12 AMOct 15
to
On 15/10/2021 09:50, Mardot wrote:

>> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e
>> farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
>
> una cagata piu' grande devo impegnarmi per trovarla

No, dai. di questi tempi hai l'imbarazzo della scelta! Dico solo vaccino
+ 5G + metalli :D

Jamie

unread,
Oct 15, 2021, 5:35:48 AMOct 15
to
On 15/10/2021 09:35, DDV wrote:
>
> Dopo molti anni di onoratissimo servizio, il mio tegamone di coccio s'incrinò.
> Ieri andai a comprarne un altro e parlando con la padrona del negozio appresi che:
>
> prima di usarlo
>
> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
>


Mah, io avevo una pentola di coccio e l'ho dovuta cestinare perché aveva
preso un brutto odore di rancido che non andava più via. Apparentemente
non aveva fessurazioni.

felice_pago

unread,
Oct 15, 2021, 5:44:02 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 11:35:48 UTC+2 Jamie ha scritto:

> Mah, io avevo una pentola di coccio e l'ho dovuta cestinare perché aveva
> preso un brutto odore di rancido che non andava più via. Apparentemente
> non aveva fessurazioni.

una pentola in coccio, se prende odore,
vuol dire che la smaltatura non tiene più,
e la "creta" sotto essendo porosa si impregna


felicepago

amen
.

Jamie

unread,
Oct 15, 2021, 5:45:49 AMOct 15
to
infatti, il problema credo fosse proprio questo. Solo che io l'ho usata
abbastanza poco, quindi penso che la smaltatura fosse difettosa all'origine.

felice_pago

unread,
Oct 15, 2021, 5:49:13 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 11:45:49 UTC+2 Jamie ha scritto:

> infatti, il problema credo fosse proprio questo. Solo che io l'ho usata
> abbastanza poco, quindi penso che la smaltatura fosse difettosa all'origine.

incauto acquisto ?

basta +/- passare la mano dentro e dover sentire l'interno liscio . . . come porcellana
ah ma anche alla vista, lo smalto deve riflettere


felicepago

riflettore
.

PMF

unread,
Oct 15, 2021, 6:44:12 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 09:43, DDV ha scritto:
>
>>> bisogna lasciarlo una notte a mollo in acqua (ma lo sapevo)
>>> dove sono state sciolte e ben mescolate due belle manciate di farina (che non sapevo)
>
>>> perché
>
>>> se ci fossero delle micro-fessure, la colla prodotta con acqua e farina, ci si infiltrerebbe dentro e sigillerebbe il tutto.
>
>> leggenda metropolitana
>
> Naa, glielo dissero IN FABBRICA.
>
non esattamente DDV.
Lei sostiene che glielo dissero in fabbrica. cosa ben differente
che una fabbrica di cocci, onestamente, non saprei neppure se esiste
ancora in Italia... (Vulcania ando' a fuoco molti anni fa, ricordi?)

Paolo

PMF

unread,
Oct 15, 2021, 6:48:37 AMOct 15
to
Il 15/10/2021 11:35, Jamie ha scritto:
>
> Mah, io avevo una pentola di coccio e l'ho dovuta cestinare perché aveva
> preso un brutto odore di rancido che non andava più via. Apparentemente non
> aveva fessurazioni.
>
esattamente quel che fece il mio tegame di coccio, dopo la prima cottura del
tonno alla carlofortina.
grazie al cielo, la tecnologia moderna delle stoviglie propone prodotti e
metalli cosi' vari da non avere più bisogno del coccio: cancellato,
dimenticato.

Paolo

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 7:02:59 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:45:15 UTC+2 capsy ha scritto:
> Il 15/10/2021 10:42, Claudio ha scritto:

> > Dai, ma sarà un intercalare del tipo "ma sei pazzo?" :-D

> io non mi permetto di dare dello scemo neanche a chi se lo merita, se è
> un intercalare non mi piace

Pardon, è un intercalare, come ha ben capito claudio, non lo farò più.

DDV

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 7:14:48 AMOct 15
to
No, non ricordo, in compenso dopo la notte a mollo con acqua e due pugni di farina l'etichetta ha resistito.
Se fossi capace ti manderei la foto, comunque c'è scritto sopra in italiano ed inglese :

VULCANIA
MADE IN ITALY

Uso su fiamma e forno.
Tenere immerso in acqua 12 ore prima di usare (solo la prima volta).
(Nessun accenno a manciate di farina, boh).
Evitare shock termici.

CM 30 € 34,00 (non 35,00 come mi ricordavo).

La mia era da 32 cm, ma non ce l'avevano.

DDV

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 7:17:39 AMOct 15
to
Io sono "antica" e per certe preparazioni la uso sempre, per intenderci tipo SC.
Comunque, secondo me, quelle che si crepano anzi tempo o prendono brutti odori, sono mal smaltate e made in china.

DDV

Jamie

unread,
Oct 15, 2021, 7:29:41 AMOct 15
to
On 15/10/2021 12:44, PMF wrote:

> Lei sostiene che glielo dissero in fabbrica. cosa ben differente
>   che una fabbrica di cocci, onestamente, non saprei neppure se esiste
> ancora in Italia... (Vulcania ando' a fuoco molti anni fa, ricordi?)
>

https://vulcaniaceramiche.com/

apparentemente esistono ancora

Mardot

unread,
Oct 15, 2021, 7:53:43 AMOct 15
to
Sugli odori concordo, colpa della smaltatura e probabilmente del ciclo
di lavorazione completo, ora se mi ricordo quando sono a casa chiedo a
mia moglie che aveva studiato bene il ciclo della ceramica di Albissola
compresa la smaltatura.

Sulle crepe la smaltatura c'entra poco o nulla, se un coccio si crema lo
fa per due motivi:
- meccanico (colpo)
- termico (shock)

e puo' anche essere una combinazione dei due, tipo un colpetto maldestro
mentre e' troppo caldo.

PMF

unread,
Oct 15, 2021, 8:00:18 AMOct 15
to
si, il mrchio esiste, lo vedo ancora in negozio. l'impianto ion toscana
ebbe seri problemi, e per un certo periodo era scomparso dai punti vendita.
ma voi siete gGiòfani, non potete avere vissuto quest cose...

Paolo

Er Capoccetta

unread,
Oct 15, 2021, 8:00:47 AMOct 15
to
a Deruta credo ce ne siano ancora diverse

capsy

unread,
Oct 15, 2021, 8:09:44 AMOct 15
to
son cose che vanno "usate", come le lyonesi, se le usi una volta ogni,
le uccidi

Jamie

unread,
Oct 15, 2021, 8:56:35 AMOct 15
to
non saprei, però lo smalto aveva come delle "ragnatele", se capisci cosa
intendo...ma non ricordo assolutamente se le avesse già da subito o se
siano comparse col tempo. Vabbè, ormai è andata...non ne sento la
mancanza onestamente.

DDV

unread,
Oct 15, 2021, 9:38:15 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 10:23:15 UTC+2 felice_pago ha scritto:

> > > io, molto empiricamente, metto il coccio nuovo sul gas bassissimo pieno
> > > d'acqua e ogni 3\4 minuti alzo fino ad arrivare al massimo (bollore) poi
> > > controllo che non vi siano perdite, se ci sono butto via

> > Ma tu sei scemo! il pentolone di coccio m'è costato 35 euro, col cactus che provo come dici tu:-D

> quindi siccome non te l'ha detto chi i cocci li vende,
> dai dello scemo a chi lo fa da sempre, e non e' il solo

Ehm, guarda che non ho 12 anni e in casa mia o delle mie nonne le pentole di coccio ci sono sempre state, e mai nessuno le ha bollite prima di usarle, ma sempre messe a bagno una notte, come è esattamente scritto anche sull'etichetta.
Non sapevo ci fossero altri metodi.

DDV

felice_pago

unread,
Oct 15, 2021, 10:13:45 AMOct 15
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 14:56:35 UTC+2 Jamie ha scritto:

> non saprei, però lo smalto aveva come delle "ragnatele", se capisci cosa
> intendo...

si, e forse era poco lo smalto o messo male o cotto male, gia' in fase di produzione


felicepago

crep
.

DDV

unread,
Oct 16, 2021, 3:28:20 AMOct 16
to
Il giorno venerdì 15 ottobre 2021 alle 12:48:37 UTC+2 PMF ha scritto:

> grazie al cielo, la tecnologia moderna delle stoviglie propone prodotti e
> metalli cosi' vari da non avere più bisogno del coccio: cancellato,
> dimenticato.

https://www.google.it/search?q=fabbriche+pentole+di+terracotta+in+italia&sxsrf=AOaemvKLIs2fy8bYGZb5ZELu3CBDzLI4Cg%3A1634368908999&ei=jH1qYYKvPI7vsAfT3ZDIAg&ved=0ahUKEwiCpYLSss7zAhWON-wKHdMuBCkQ4dUDCA4&oq=fabbriche+pentole+di+terracotta+in+italia&gs_lcp=Cgdnd3Mtd2l6EAw6BwgjELADECc6BwgAEEcQsAM6BwgjELACECdKBAhBGABQujZY_esBYL2KAmgBcAB4AIABXogB5A2SAQIyM5gBAKABAcgBCcABAQ&sclient=gws-wiz

Guarda un po':-D

Pare che qualcuno le usi ancora!

DDV
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages