*+*+*+ CERCO RICETTA "CARRE' DI AGNELLO E FUNGHI PORCINI"

12 views
Skip to first unread message

nuvola bianca

unread,
Sep 18, 1999, 3:00:00 AM9/18/99
to
L'HO VISTA SUL GAMBERO ROSSO CHANNEL, MA NON RICORDO PIU'

GRAZIE

--

Regards
Luca


Alberto Angelici

unread,
Sep 19, 1999, 3:00:00 AM9/19/99
to

----------
In article <7rvnet$6...@dante.italia.com>, "nuvola bianca" <p...@tieffeinfo.it>
wrote:

Be', che cos'e', un telegramma?
Se interpelli il gruppo, sarebbe auspicabile un po' di garbo.
Va bene che cio' che conta soprattutto e' la sostanza, ma anche la forma ha
la sua importanza.
E poi perche' urli ? ( lo stampatello) noi tutti ci sentiamo benissimoò

Beh, comunque la ricetta che cerchi non la possiedo,cosi' per di mostrarti
che non ce l' ho con te, te ne mando un' altra, sperando ti sia comunque
gradita. E' opera dell' amico Aldo ( Ponz, Aldez, Aldoponz e chissa' quanti
altri nick,mannaggia...,) fine gourmet e cuoco estroso. Spero non avra'
nulla in contrario. Eccola
Alberto
__________________________

La nave e' qui da un pezzo, e ancora un pezzo ci sara'. Noi possiamo
imbarcarci e sbarcarne fino a quando non rimarra' altro che il nostro
ricordo nelle pietre con cui e' costruita. Forse ci saranno altri marinai a
reggerne il timone, quel giorno.
O forse sara' stata solo una bella avventura e niente piu', e finira' in
allegria cosi' come in allegria e' cominciata.
Mi prendo un pomeriggio di vacanza. Il pomeriggio di un giorno pigro e
assolato, un po' letargico, sospeso. La nave da ieri ha una nuova cucina,
sono andato a ritirarla a Lucca con un grosso camion che pareva una nave
anche lui.
E' bella, la cambusa: il locale e' l'antro della strega in cui venne girata
la polenta, il giorno di Santa Lucia. Adesso ha le travi in legno pulite, un
pavimento di cotto antico, una porta a due ante color granata per scacciare
la tristezza di un altro anno in purgatorio. Dentro, due roccioni escono
dall'intonaco appena tirato come meteoriti bloccate in volo. Mi piace
sentire l'armonia e la tensione dell'acciaio inox, del cotto e delle pietre
quando si incontrano.
Di sotto il Moro, l'Elvio la Elide parlano il loro dialetto oscuro.
Nella ghisa sta cuocendo l'...

AGNELLO DEI PIRATI
aldoponz

-una coscia di agnello, disossata e sgrassata, a cubetti
-cipolla,
-carota, costa di sedano, a brunoise
-5 spicchi di aglio vestito
-curry - quello dei pirati e' quello buono, appena arrivato dall'India.
-1 cucchiaio di doppio concentrato di pomidoro Mutti stemperato in una
tazzona d'acqua calda
-1 bicchiere di vino bianco

Ungo d'olio la pentola di ghisa e ci metto a soffriggere l'aglio per cinque
minuti, poi lo elimino.
Faccio sudare la polpa di agnello a fuoco brillante mescolando spesso,
finche' non ha buttato fuori tutta l'acqua, e poi ancora un po' finche' non
prende un bel colorino.
Sfumo con mezzo bianco, il resto me lo scolo.
Ancora cinque minuti per far evaporare, poi abbasso il fuoco ad un lucignolo
di candela e aggiungo le verdure, l' acqua col mutti, il curry e salo.
Domopack alluminio sulla casseruola, poi il coperchio e lascio cuocere tutto
tranquillo per tre orette.
Lo divido sotto le stelle del solstizio con altri marinai approdati qui coi
racconti di terre lontane, di altri imbarchi, di altre facce.

Un grazie sentito a tutti quelli che ci sono stati e a quelli che ci
saranno,
perche' senza la loro forza e la loro presenza niente di questo sarebbe
possibile. Salite a bordo, la nave e' in viaggio.


alduzzo

unread,
Sep 19, 1999, 3:00:00 AM9/19/99
to
disse la sua "Alberto Angelici" <al...@iol.it> ...

>Beh, comunque la ricetta che cerchi non la possiedo,cosi' per di mostrarti
>che non ce l' ho con te, te ne mando un' altra, sperando ti sia comunque
>gradita. E' opera dell' amico Aldo ( Ponz, Aldez, Aldoponz e chissa' quanti
>altri nick,mannaggia...,)

>Spero non avra' nulla in contrario

sorbole, anzi, mi ha fatto piacere...ma in quale soffitta polverosa
l'hai ripescata, sta cosa ? dunque, la cucina l'ho ritirata il giorno di
italia-cile ai mondiali l'anno scorso. me lo ricordo perche'
l'autostrada era un deserto irreale.
e' passato piu' di un anno, quante cose sono cambiate.
La nave di pietra e' ancora incagliata al solito posto, sono io che ne
sono ormai quasi sbarcato.

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages