[Silmarillion] Maeglin

6 views
Skip to first unread message

Nymeria

unread,
Sep 18, 2006, 2:21:41 PM9/18/06
to
In ISDA abbiamo incontrato una famiglia molto travagliata nelle persone
di Denethor e dei suoi figli; nel Silmarillion questo ruolo potrebbe
essere ricoperto da Eol, Aredhel e Maeglin.
Per quanto riguarda Eol ed Aredhel credo si possa parlare di attrazione
degli opposti: lui ama l'oscurita' e l'isolamento e chiaramente possiede
un'anima introversa, come dimostrato dal suo inusuale rapporto con i
Nani, a loro volta molto chiusi e settari – eppure viene attratto dalla
visione luminosa di Aredhel che compare come "un bagliore bianco in
quella terra buia"; lei d'altro canto e' uno spirito libero ed
estremamente indipendente (nel capitolo "Eldamar ed i Principi degli
Eldalie" ci viene detto che trascorreva molto tempo con i figli di
Feanor, ma che "non aveva concesso il suo cuore a nessuno"), eppure
accetta di buon grado la dorata prigionia che Eol le offre – almeno per
qualche tempo.
Si potrebbe dire che Eol rappresenti quel tipo di uomo che ambisce alla
conquista di una "donna trofeo", una creatura totalmente diversa da se'
ed in altre circostanze irraggiungibile, e come spesso accade in questi
casi pare considerare la conquista come il punto di arrivo e non quello
di partenza di una relazione: c'e' grande attinenza con la nostra
realta' quotidiana nella rappresentazione dell'errore costituito da
egoismo e possessivita', che conducono a non fare nulla per coltivare un
sentimento e mantenerlo vivo ma si cullano nella certezza che tutto
possa rimanere immutato senza il minimo sforzo; non sorprende quindi che
il risentimento cominci a covare in Aredhel, che per quanto possa essere
stata 'viziata' dalla comoda esistenza condotta fino a quel momento si
ritrova ora privata persino di piccoli piaceri come la luce del sole od
i contatti con altre persone - e' inevitabile che il suo risentimento
venga trasmesso in modo indiretto ma efficace al figlio.
Maeglin diviene quindi oggetto di disputa tra i genitori, in una sorta
di tiro alla fune emotivo in cui entrambi cercano di ottenere la sua
incondizionata lealta' (ancora una volta presentandoci un risvolto
sociale estremamente attuale): l'espressione di gioia e di orgoglio di
Aredhel, quando il figlio le propone di fuggire verso Gondolin, e' la
prova tangibile del successo della sua 'campagna' – anche se non si puo'
escludere che il pensiero di un'eventuale successione al trono di
Gondolin giochi per Maeglin un ruolo fondamentale – sospetto che si
rafforza nel momento culminante del dramma familiare.
Le differenze che separano Eol ed Aredhel, e le modalita' tutt'altro che
ortodosse con cui la relazione e' iniziata, hanno sostanzialmente
contribuito al fallimento della loro unione, eppure Aredhel riesce
ancora ad intercedere per lui affinche' gli sia risparmiata la vita;
Tolkien sottolinea in vece, in modo inequivocabilmente accusatorio, il
colpevole silenzio in cui Maeglin si trincera quando ci si attenderebbe
un suo intervento a favore di Eol: un simile atteggiamento non avrebbe
ragione di essere (il padre puo' aver esagerato nell'esercizio della
propria autorita' ma cio' non giustifica la totale chiusura di Maeglin
nei suoi confronti) se non considerando che egli ha deciso di schierarsi
con il 'potere' di Gondolin in previsione di ricompense future, senza
curarsi delle conseguenze.
Eol, dal canto suo, pur provando un forte risentimento nei confronti dei
Noldor e di Feanor in particolare, dimostra di condividere la stessa
arroganza e cieca follia di quest'ultimo – ed e' amaramente ironico
constatare come la prospettiva di una dorata prigionia non venga
considerata accettabile quando applicata a se' stesso: la sua fine
violenta marchia in modo indelebile il destino del figlio, la cui
esistenza e' cosi' segnata da un omicidio, anche se egli non ne appare
direttamente responsabile – forse e' un po' azzardato paragonarlo a
Gollum, eppure i punti di contatto tra i due mi sembrano evidenti.
La corruzione dello spirito di Maeglin diviene immediatamente chiara
osservando il sentimento non ricambiato per Idril: piu' che quello di un
uomo innamorato, il suo atteggiamento sembra quello di un predatore che
segue la sua vittima dall'ombra, dimostrando da un lato che come il
padre ha serie difficolta' nella gestione dei sentimenti e dall'altro
che le sue azioni costituiranno il catalizzatore per le tragedie future.

--
Nymeria

Norbert

unread,
Sep 21, 2006, 6:19:59 AM9/21/06
to
Nymeria ha scritto:

> In ISDA abbiamo incontrato una famiglia molto travagliata nelle persone
> di Denethor e dei suoi figli; nel Silmarillion questo ruolo potrebbe
> essere ricoperto da Eol, Aredhel e Maeglin.

Come "Famiglia travagliata del Silmarillion" direi che la famiglia di
Hurin è imbattibile
;-)

> Maeglin diviene quindi oggetto di disputa tra i genitori, in una sorta
> di tiro alla fune emotivo in cui entrambi cercano di ottenere la sua
> incondizionata lealta' (ancora una volta presentandoci un risvolto
> sociale estremamente attuale):

Yap. Ottima nota

> Eol, dal canto suo, pur provando un forte risentimento nei confronti dei
> Noldor e di Feanor in particolare, dimostra di condividere la stessa
> arroganza e cieca follia di quest'ultimo – ed e' amaramente ironico
> constatare come la prospettiva di una dorata prigionia non venga
> considerata accettabile quando applicata a se' stesso

Concordo

> piu' che quello di un
> uomo innamorato, il suo atteggiamento sembra quello di un predatore che
> segue la sua vittima dall'ombra, dimostrando da un lato che come il
> padre ha serie difficolta' nella gestione dei sentimenti

Splendida analisi
As usual


--
--
Norbert

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ab...@newsland.it


Shelidon

unread,
Sep 21, 2006, 8:32:28 AM9/21/06
to
Il 21 Set 2006, 12:19, norbe...@vene.ws (Norbert) ha scritto:
> Splendida analisi
> As usual

PDA.

- shel

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Nymeria

unread,
Sep 22, 2006, 11:47:42 AM9/22/06
to
On Thu, 21 Sep 2006 12:19:59 +0200, Norbert <norbe...@vene.ws> wrote:

> Come "Famiglia travagliata del Silmarillion" direi che la famiglia di
> Hurin è imbattibile

LOL !
Come vicissitudini personali certamente, ma in quanto a .... dinamiche
interpersonali direi che non c'e' paragone !
:-D


--
Nymeria

Nymeria

unread,
Sep 22, 2006, 11:47:42 AM9/22/06
to
On Thu, 21 Sep 2006 14:32:28 +0200, Shelidon <shel...@iolINVALID.it>
wrote:

> Il 21 Set 2006, 12:19, norbe...@vene.ws (Norbert) ha scritto:
>> Splendida analisi
>> As usual
>
> PDA.

Grassssssie a tutti e due !!! :-)

--
Nymeria

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages