ISDA - La Compagnia si scioglie

0 views
Skip to first unread message

Nymeria

unread,
Dec 23, 2004, 3:37:24 PM12/23/04
to
Questo e' un capitolo molto cupo, a causa della sensazione di disastro
imminente che vi si respira: il nuovo giorno che inizia "come fuoco e
fumo" e' un'anticipazione di quello che sta per accadere ed il silenzio
opprimente che cala sulla Compagnia nel momento della decisione
definitiva e' palpabile: non e' difficile immaginare queste persone che
restano rigide e silenziose, come se un suono od un movimento sbagliati
potessero influire sulla difficile scelta del Portatore.
L'approccio di Boromir a Frodo e' inizialmente amichevole e premuroso,
ma degenera rapidamente quando la 'possessione' dell'Uomo si fa piu'
evidente nel contrasto tra la sua disperazione e la determinazione di
Frodo, che e' deciso a proseguire verso Mordor malgrado le scarse
possibilita' di riuscita; in un crescendo degno dei migliori thriller,
Boromir rivela tutti i sentimenti che hanno continuato a ribollire nel
suo animo, mostrando prima i suoi sogni di gloria (come salvatore della
sua gente prima e come sovrano poi) ed in seguito il grande orgoglio
che gli impedisce di tollerare che un debole Hobbit abbia in custodia
una simile arma, e per di piu' solo per distruggerla.
L'inevitabile esplosione di quel "doveva essere mio ! dammelo !"
ricorda in parte la furia omicida di Smeagol, ma con una grande
differenza: mentre in Gollum la brama dell'Anello ha trovato il terreno
fertile di un animo gia' distorto, Boromir e' invece un uomo di saldi
principi e di animo nobile ed e' probabilmente questo, dopo la caduta
che agisce come una doccia fredda, a farlo rientrare in se' ed a fargli
comprendere le conseguenze del suo gesto.
Mi domando pero' come sia possibile che la morsa della follia si sia
allentata cosi' rapidamente ed ho pensato che l'Anello cercasse come in
passato di cambiare mano, e vista l'inutilita' del tentativo avesse
abbandonato il possibile nuovo Portatore per percorrere altre strade -
che ne dite ?
Le visioni di Frodo ad Amon Hen potrebbero essere molto simili a quelle
sperimentate da Denethor tramite il Palantir, e sembrano mirate a
distruggere ogni speranza sulla possibile sconfitta del Nemico - in
effetti Frodo soccombe momentaneamente alla disperazione, anche perche'
preda del terrore provocato dall'Occhio, fino a che non interviene la
Voce [col senno di poi e' facile riconoscere il tipico uso del termine
"fool" che Gandalf predilige ;-) ] che combatte per ridare a Frodo la
volonta' di decidere autonomamente, non piu' oscillante tra dovere e
desiderio, ma pura determinazione ("era Frodo, non piu' la Voce o
l'Occhio, libero di scegliere").
Mentre Frodo dibatte con se' stesso mi pare di sentire l'eco del
discorso nel tumulo, quando cercava di convincersi che Gandalf "avrebbe
capito", con la grandissima differenza che mentre allora, in un breve
momento di debolezza, confidava nell'altrui comprensione per quel gesto
di auto-conservazione, ora spera che ad essere capito sia il sacrificio
di se' per il bene degli altri e per risparmiare loro tutte le
sofferenze del viaggio verso Mordor - mi commuove il fatto che dopo
aver menzionato "gli altri" pensi a Sam in particolare, sapendo il
dolore che gli provochera' la sua fuga solitaria.
Altrettanto profonda e' la conoscenza di Sam delle motivazioni (e
quindi delle possibili scelte) di Frodo: per me' e' a questo punto che
il loro rapporto subisce la definitiva metamorfosi da relazione
'dipendente/datore di lavoro' ad amicizia alla pari, con Sam che si
assume la responsabilita' di sostenere l'altro non solo materialmente
ma anche e soprattutto moralmente, come testimoniato dalla risata che
riesce a strappare a Frodo e dalla inesauribile riserva di speranza con
cui contrasta il dubbio di poter mai rivedere gli amici.

--
Nymeria - FeSTosa #313
Despair is only for those who see the end beyond all doubt.

Tarabas Hunnaur

unread,
Dec 23, 2004, 6:42:35 PM12/23/04
to
Nymeria wrote:
> Mi domando pero' come sia possibile che la morsa della follia si sia
> allentata cosi' rapidamente ed ho pensato che l'Anello cercasse come
in
> passato di cambiare mano, e vista l'inutilita' del tentativo avesse
> abbandonato il possibile nuovo Portatore per percorrere altre strade -
> che ne dite ?

Mha, io credo che la morsa si sia allentata a causa della fuga di Frodo
e della crescente lontananza tra i due.

> fino a che non interviene la
> Voce [col senno di poi e' facile riconoscere il tipico uso del termine
> "fool" che Gandalf predilige ;-) ] che combatte per ridare a Frodo la
> volonta' di decidere autonomamente, non piu' oscillante tra dovere e
> desiderio, ma pura determinazione ("era Frodo, non piu' la Voce o
> l'Occhio, libero di scegliere").

Situazione diametralmente opposta al Sammath Naur, quando Frodo non è
più in grado di scegliere ("I do not choose to do...") sotto la spinta
ormai insostenibile dell'Anello.
Mae aur!
--
Tarabas Hunnaur - 10° deI FeSTosi - Referente Smial Bolgeri
"Ah, tutto accade una volta soltanto, ma una volta, sì, deve accadere."
La Storia Infinita, Michael Ende

Nymeria

unread,
Dec 24, 2004, 5:04:50 PM12/24/04
to
Tarabas Hunnaur ha usato la sua tastiera per scrivere :

>> Mi domando pero' come sia possibile che la morsa della follia si sia
>> allentata cosi' rapidamente
>

> Mha, io credo che la morsa si sia allentata a causa della fuga di Frodo
> e della crescente lontananza tra i due.

Dipendera' dal fatto che ho sempre visto l'Anello come una forza
"attiva" (ohmamma, detto cosi' sembra quasi la pubblicita' di un
detersivo ^___^) e che mi ha dato l'impressione di avere _scelto_
Boromir come vittima, che faccio un po' fatica a vederlo come un
influsso che agisce soltanto per prossimita' - e poi credo sia ormai
chiaro che sono attirata dalle teorie complicate .. ;-)

Tarabas Hunnaur

unread,
Dec 25, 2004, 9:37:37 AM12/25/04
to
Nymeria wrote:
> Dipendera' dal fatto che ho sempre visto l'Anello come una forza
> "attiva" (ohmamma, detto cosi' sembra quasi la pubblicita' di un
> detersivo ^___^)

Ma sbianca bene? ;-)

> e che mi ha dato l'impressione di avere _scelto_
> Boromir come vittima, che faccio un po' fatica a vederlo come un
> influsso che agisce soltanto per prossimita'

Ma anche imho l'Anello ha scelto Boromir, ma questo non esclude che
possa agire anche il fattore vicinanza.

Nymeria

unread,
Dec 26, 2004, 5:29:55 AM12/26/04
to
Scriveva Tarabas Hunnaur:

> Ma sbianca bene? ;-)

Certo ! :D Perche' credi che Saruman lo volesse ? Era stufo di
spendere un capitale in lavanderia ..

> Ma anche imho l'Anello ha scelto Boromir, ma questo non esclude che
> possa agire anche il fattore vicinanza.

Effettivamente i due fattori non sono incompatibili ;-)

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages