ISDA - Il Cancello Nero e' chiuso

0 views
Skip to first unread message

Nymeria

unread,
Mar 8, 2005, 4:03:24 PM3/8/05
to
Sono molte le sfaccettature (a volte molto sorprendenti) che emergono
dall'interazione fra i tre che e' al centro di questo capitolo e grazie
alla quale i rispettivi caratteri sono osservati sotto nuovi punti di
vista.
La doppia natura di Gollum non dipende solo dall'alternarsi di Stinker
e Slinker: dall'affermazione di voler usare l'Anello per fare del bene,
sorattutto nei confronti degli Hobbit, si capisce come in lui
coesistano calcolo ed ingenuita' in ugual misura, mentre le frequenti
reminiscenze dei tempi andati potrebbero indicare un bisogno di
contatto con quel poco che e' rimasto del 'vecchio' Smeagol prima che
la corruzione dell'Anello lo toccasse.
Sam rivela una notevole capacita' di sintesi: la sua mente "lenta ma
scaltra" esamina la situazione e comprende la duplice natura dell'animo
di Gollum-Smeagol, delineando alla perfezione il complicato gioco a tre
che vede impegnato il desiderio di riprendere possesso dell'Anello da
una parte, contro il segreto scopo di distruggerlo dall'altra; anche le
frasi sarcastiche che rivolge a Gollum - il sarcasmo finora non e'
stato la sua arma preferita - mostrano come sappia arrivare al cuore
del problema, riassumendolo in poche frasi puntute.
Ritengo importante il riferimento, gia' incontrato in precedenza, al
suo rapporto con il padre, che ad un esame superficiale potrebbe
sembrare improntato alla durezza ed alla scarsita' di dialogo - se si
eccettuano gli improperi, di cui il vocabolario del Gaffiere e' molto
ricco: il loro legame viene chiaramente definito dal desiderio di Sam
di rivederlo ancora, anche solo per sentire i suoi rimproveri; e' un
momento molto toccante e rivelatore.
Frodo dimostra come sia Sam che Gollum lo abbiano sottovalutato - il
primo reso miope dal troppo affetto ed il secondo troppo preso dalle
sue macchinazioni - ed il discorso rivolto a Gollum sorprende entrambi
gli ascoltatori con i suoi inaspettati contenuti di fermezza e di
aggressivita': in questo momento mi viene spontaneo pensare alla frase
di Galadriel sulla capacita' di piegare la volonta' altrui tramite
l'Anello - anche se non e' cio' che Frodo sta facendo ora, mi sembra
che stia quasi "scaldando il muscoli" in preparazione di questa
eventualita'. Mi pare invece certo che l'Anello stia esercitando un
pesante influsso su Frodo: l'inevitabile senso di possesso si sta
facendo strada in lui ed e' evidenziato dalla frase "non lo riavrai
mai" indirizzata per ben due volte a Gollum; ed e' inquietante quel
barlume di preveggenza espresso a proposito di "saltare da una rupe" e
"lanciarsi nel fuoco".
Mi rattrista il momento in cui Frodo sente gravare su di se' il peso di
una decisione che deve affrontare da solo, senza il sostegno di Gandalf
(che proprio in quel momento *sta* pensando a lui !): e' una ulteriore
sottolineatura della piccolezza degli Hobbit in confronto all'enormita'
del compito da svolgere - e la dimostrazione di quanto la
determinazione possa renderli 'grandi'.
Fortunatamente, grazie alla infantile curiosita' di Sam verso gli
Olifanti ed alla sua poesia, che forse gli riporta alla mente il
pensiero di casa, Frodo ritrova il coraggio di proseguire - la risata
liberatoria con cui si districa dal dubbio non e' certo la prima che
deve al buon Sam e la visione di Gandalf che guida un esercito in
groppa ad un olifante _bianco_ non mi sembra solo casuale ... ;-)

--
Nymeria - FeSTosa #313
Despair is only for those who see the end beyond all doubt

Tarabas Hunnaur

unread,
Mar 8, 2005, 5:47:58 PM3/8/05
to
Nymeria wrote:
> Sam rivela una notevole capacita' di sintesi:
[CUT]

Un ottimo esempio di mente contadina "scarpe grosse e cervello fino".
:-)

> Frodo dimostra come sia Sam che Gollum lo abbiano sottovalutato - il
> primo reso miope dal troppo affetto ed il secondo troppo preso dalle
> sue macchinazioni - ed il discorso rivolto a Gollum sorprende entrambi
> gli ascoltatori con i suoi inaspettati contenuti di fermezza e di
> aggressivita': in questo momento mi viene spontaneo pensare alla frase
> di Galadriel sulla capacita' di piegare la volonta' altrui tramite
> l'Anello - anche se non e' cio' che Frodo sta facendo ora, mi sembra
> che stia quasi "scaldando il muscoli" in preparazione di questa
> eventualita'.

Non avevo mai notato la situazione sotto questo punto di vista,
decisamente interessante.

> Mi pare invece certo che l'Anello stia esercitando un
> pesante influsso su Frodo: l'inevitabile senso di possesso si sta
> facendo strada in lui ed e' evidenziato dalla frase "non lo riavrai
> mai" indirizzata per ben due volte a Gollum;

Frasi sicuramente rivelatrici.

> ed e' inquietante quel
> barlume di preveggenza espresso a proposito di "saltare da una rupe" e
> "lanciarsi nel fuoco".

L'ennesima preveggenza di Frodo, allora.
Effetto dell'Anello?

> Fortunatamente, grazie alla infantile curiosita' di Sam verso gli
> Olifanti ed alla sua poesia, che forse gli riporta alla mente il
> pensiero di casa, Frodo ritrova il coraggio di proseguire - la risata
> liberatoria con cui si districa dal dubbio non e' certo la prima che
> deve al buon Sam

Riguardo al potere del riso, cfr. Rotome.

> e la visione di Gandalf che guida un esercito in
> groppa ad un olifante _bianco_ non mi sembra solo casuale ... ;-)

Un "caso", come diciamo noi nella TdM. ;-)
Mae aur!
--
Tarabas Hunnaur - 10° deI FeSTosi - Referente Smial Bolgeri
"Ah, tutto accade una volta soltanto, ma una volta, sì, deve accadere."
La Storia Infinita, Michael Ende

Nymeria

unread,
Mar 9, 2005, 4:03:45 PM3/9/05
to
Tarabas Hunnaur ha usato la sua tastiera per scrivere :

[...]


>> "saltare da una rupe" e "lanciarsi nel fuoco".
>
> L'ennesima preveggenza di Frodo, allora.
> Effetto dell'Anello?

Penso di si', anche se non credo si tratti _solo_ dell'Anello quanto
del potenziamento da parte di quest'ultimo di qualche qualita' che
Frodo gia' possiede di suo.

> Riguardo al potere del riso, cfr. Rotome.

Non mi ricorderesti il capitolo, please ?
Sarebbe interessante avere una specie di indice analitico dei maggiori
temi trattati: gli smemorati come me ne trarrebbero grande vantaggio ..
:-)

>> un olifante _bianco_

>
> Un "caso", come diciamo noi nella TdM. ;-)

Quel caso la cui eco suona come "..enza ...enza ...enza" ? :o)

Tarabas Hunnaur

unread,
Mar 9, 2005, 5:48:02 PM3/9/05
to
Nymeria wrote:
> Penso di si', anche se non credo si tratti _solo_ dell'Anello quanto
> del potenziamento da parte di quest'ultimo di qualche qualita' che
> Frodo gia' possiede di suo.

Sì, sì, possibile.

> Non mi ricorderesti il capitolo, please ?
> Sarebbe interessante avere una specie di indice analitico dei maggiori
> temi trattati: gli smemorati come me ne trarrebbero grande vantaggio
..

I capitoli fino al 5 sono esclusi perchè li sto rileggendo in questi
giorni e non mi ricordo accenni del genere.
Molto probabilmente è il 9.

> Quel caso la cui eco suona come "..enza ...enza ...enza" ? :o)

Già, già. :-)

Nymeria

unread,
Mar 10, 2005, 3:47:44 PM3/10/05
to
Sembra che Tarabas Hunnaur abbia detto :

>> Non mi ricorderesti il capitolo, please ?

> Molto probabilmente è il 9.

Grasssssie - comincero' a guardare da li' :-)

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages