[HOBBIT] Cap. 2 - Montone arrosto

1 view
Skip to first unread message

Nymeria

unread,
Sep 14, 2005, 3:19:29 PM9/14/05
to
La prima delle grandi differenze nei personaggi si incontra proprio qui,
quando vediamo Gandalf praticamente spingere fuori dalla porta
l'indeciso Bilbo: l'oculato consigliere che conosceremo in ISDA, quello
che suggerisce ma non forza mai, in questa sua prima incarnazione non si
fa scrupolo di gettare ai quattro venti i dubbi e le indecisioni del
povero Hobbit e di scaraventarlo fuori casa senza neppure il necessario;
non che Bilbo avesse in fondo bisogno di molta persuasione: quando la
mattina dopo la festa trova la casa vuota reagisce con un misto di
soddisfazione e di rimpianto – ed e' probabilmente su quest'ultimo che
Gandalf riesce a far leva.
Uno dei numerosi spunti divertenti – e sono molti - di questo capitolo
e' il contratto stilato da Thorin: la formalita' ed il linguaggio
simil-legale fanno sorridere, ma la clausola sulle spese funerarie e'
davvero spassosa – uno degli esempi cui accennavo di ammiccamento verso
un pubblico adulto.
Impossibile non paragonare la partenza di Bilbo con quella di Frodo: la
prima affrettata, sull'onda dell'impulso emotivo e degli
'incoraggiamenti' di Gandalf, la seconda perfettamente pianificata
(sempre su indicazione dello stregone), rimandata sino all'ultimo
momento possibile ed intessuta di rimpianti; Bilbo parte letteralmente
con i soli abiti che indossa e ritorna ricco – materialmente e
spiritualmente, perche' le avventure vissute hanno allargato per sempre
i suoi orizzonti – mentre Frodo lascia la Contea meglio equipaggiato ma
ritorna svuotato e provato al di la' di ogni recupero.
Se l'inizio dell'avventura appare come una scampagnata, presto il nostro
Hobbit si trova a fronteggiare tutte le scomodita' che essa comporta –
compresi dei compagni di viaggio scontrosi e litigiosi: la netta
impressione che si ricava e' che Bilbo venga considerato poco piu' di un
bagaglio e tutt'altro che indispensabile, perche' nel momento in cui si
deve scegliere qualcuno da mandare in avanscoperta lo sgradito compito
viene scaricato senza tante cerimonie sulle sue spalle; la parte
riguardante i segnali da fare con i versi dei gufi e' semplicemente
impagabile :-)
L'incontro con i Troll e' la prima digressione nel 'pauroso' che si
incontra e – almeno ai miei occhi da adulta – sembra mescolata con la
giusta dose di umorismo necessaria a distrarre un giovane lettore
dall'inquietudine che questi personaggi possono suscitare; in piu' mi
pare di cogliere un insegnamento, sempre diretto ai principali
destinatari della storia, derivante dalle azioni di Gandalf: per quanto
una situazione possa sembrare difficile o addirittura disperata,
l'esercizio dell'intelligenza e di una opportuna strategia puo' condurre
ad una felice soluzione.
Per quanto riguarda l'impulso di Bilbo di rubare la borsa al Troll, c'e'
senz'altro una similitudine con quello che avverra' piu' avanti con
Gollum, quando lo Hobbit si appropriera' dell'anello – come se, una
volta risvegliato l'istinto del 'ladro', Bilbo fosse facile preda di
questa pulsione; anche se nel caso dell'anello non si tratta di un furto
vero e proprio, la sua coscienza deve lanciare qualche segnale
considerando che sente la necessita' di abbellire i fatti con una
menzogna...
Sempre in tema di paragoni con ISDA, questo episodio mi ricorda un poco
il salvataggio degli Hobbit nella Vecchia Foresta, con Gandalf nel ruolo
di Tom Bombadil; ho pero' la netta impressione che la momentanea
sparizione di Gandalf – al di la' delle giustificazioni addotte – sia un
mezzo per costringere il gruppo a contare solo sulle proprie forze ed a
lavorare di comune accordo, anche se il risultato al momento lascia un
po' a desiderare ..

--
Nymeria FeSTosa #313
I will not say the Day is done, nor bid the Stars farewell

Tarabas Hunnaur

unread,
Sep 15, 2005, 5:10:08 AM9/15/05
to
Nymeria ha scritto:
[CUT]

> Uno dei numerosi spunti divertenti – e sono molti - di questo capitolo
> e' il contratto stilato da Thorin: la formalita' ed il linguaggio
> simil-legale fanno sorridere, ma la clausola sulle spese funerarie e'
> davvero spassosa – uno degli esempi cui accennavo di ammiccamento verso
> un pubblico adulto.

Rotome, Rotome, Rotome... ;-)))
Mae aur!

Tarabas Hunnaur

Nymeria

unread,
Sep 15, 2005, 3:02:09 PM9/15/05
to
Tarabas Hunnaur ha scritto :

> Rotome, Rotome, Rotome... ;-)))

Lo so, lo so, lo so ! ^__^
Mentre scrivevo quella frase _sapevo_ gia' quale sarebbe stata la
reazione .. ;-)

Shelidon

unread,
Sep 16, 2005, 1:19:35 PM9/16/05
to
Il 14 Set 2005, 21:19, Nymeria <nymeria7can...@people.it> ha
scritto:

> La prima delle grandi differenze nei personaggi si incontra proprio qui,
> quando vediamo Gandalf praticamente spingere fuori dalla porta
> l'indeciso Bilbo: l'oculato consigliere che conosceremo in ISDA, quello
> che suggerisce ma non forza mai, in questa sua prima incarnazione non si
> fa scrupolo di gettare ai quattro venti i dubbi e le indecisioni del
> povero Hobbit e di scaraventarlo fuori casa senza neppure il necessario;

Se non avesse fatto cosě, Bilbo non si sarebbe mai mosso e non ci sarebbe
stato il romanzo. Sospetto che, in questo, Gandalf fosse in combutta con
Tolkien.

> Impossibile non paragonare la partenza di Bilbo con quella di Frodo: la
> prima affrettata, sull'onda dell'impulso emotivo e degli
> 'incoraggiamenti' di Gandalf, la seconda perfettamente pianificata
> (sempre su indicazione dello stregone), rimandata sino all'ultimo
> momento possibile ed intessuta di rimpianti;

Non č anche indice di una differenza tra i due personaggi? Bilbo e Frodo, di
cui il secondo č senz'altro il piů insopportabile e lamentoso. ;-pp

> Bilbo parte letteralmente
> con i soli abiti che indossa e ritorna ricco materialmente e
> spiritualmente, perche' le avventure vissute hanno allargato per sempre
> i suoi orizzonti mentre Frodo lascia la Contea meglio equipaggiato ma
> ritorna svuotato e provato al di la' di ogni recupero.

Vedi sopra? ;-pp
(e qui si scatenano le guerriere di Frodo, tirando in ballo il peso
dell'anello ed altre scuse futili)

-- Shelidon

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Nymeria

unread,
Sep 16, 2005, 2:31:24 PM9/16/05
to
Shelidon ha scritto :

> Se non avesse fatto cosě, Bilbo non si sarebbe mai mosso e non ci sarebbe
> stato il romanzo. Sospetto che, in questo, Gandalf fosse in combutta con
> Tolkien.

Che a sua volta era al soldo degli alieni da Rigel 9
(scommetto che questa non la sapevi !)

>>Impossibile non paragonare la partenza di Bilbo con quella di Frodo
>

> Non č anche indice di una differenza tra i due personaggi?

Si' senz'altro, pero' mi fa effetto la proporzione inversa
dell'incoraggiamento (chiamiamolo cosi' ..) in rapporto alla gravita'
della situazione ;-)

> Bilbo e Frodo, di cui il secondo č senz'altro il piů insopportabile e lamentoso. ;-pp

Comincia a cercare gli occhiali scuri, e una parrucca - e magari anche
un bel cappello a tesa larga ..

>> mentre Frodo [..] ritorna svuotato e provato al di la' di ogni recupero.


>
> Vedi sopra? ;-pp
> (e qui si scatenano le guerriere di Frodo, tirando in ballo il peso
> dell'anello ed altre scuse futili)

Qui citerei Gandalf .. :-P
e ti raccomanderei di cominciare a correre, forse riesci a distanziarle ...

arMandos

unread,
Sep 16, 2005, 3:49:34 PM9/16/05
to
In data Fri, 16 Sep 2005 20:31:24 +0200, Nymeria ha scritto:

> Che a sua volta era al soldo degli alieni da Rigel 9

Rigel ... non era il papà di Venusia?

Rigel 9 ... non mi ricorda nulla.

E non ho voglia di googlare
;-)

--
ArMandos (by Mandos) FBI-certified stainless scassacodroipi
"Siamo allo scazzo feroce."
(Tanuder Tinuviel)

Erynvess

unread,
Sep 16, 2005, 4:33:43 PM9/16/05
to
Nymeria wrote:

> La prima delle grandi differenze nei personaggi si incontra proprio qui,
> quando vediamo Gandalf praticamente spingere fuori dalla porta
> l'indeciso Bilbo: l'oculato consigliere che conosceremo in ISDA, quello
> che suggerisce ma non forza mai, in questa sua prima incarnazione non si
> fa scrupolo di gettare ai quattro venti i dubbi e le indecisioni del
> povero Hobbit e di scaraventarlo fuori casa senza neppure il necessario;
> non che Bilbo avesse in fondo bisogno di molta persuasione: quando la
> mattina dopo la festa trova la casa vuota reagisce con un misto di
> soddisfazione e di rimpianto – ed e' probabilmente su quest'ultimo che
> Gandalf riesce a far leva.

Già...
Comunque qui Gandalf è un po' prepotente, diciamocelo ;-p
Il fatto è che lo può fare perché ha intuito che Bilbo se la caverà bene
e che in fondo lo desidera, quindi gliene sarà grato.
Uffa, sta cominciando adesso a fare il genitore ;-)

Poi riporto qui quello che hai scritto nell'altro post:

> Si' senz'altro, pero' mi fa effetto la proporzione inversa
> dell'incoraggiamento (chiamiamolo cosi' ..) in rapporto alla gravita'
> della situazione ;-)

E' proprio questo il punto, secondo me: qui Gandalf era ancora
abbastanza spensierato, senza l'incubo dell'Anello. Un eventuale errore
non avrebbe portato alla possibile rovina dell'intera Terra di Mezzo,
come molti anni dopo. E i rischi che correvano i suoi amici erano molto
differenti: essere bruciati da un drago non è in fondo la cosa peggiore
che possa capitare, vedi quello che è successo ai Nazgul.

> Uno dei numerosi spunti divertenti – e sono molti - di questo capitolo
> e' il contratto stilato da Thorin: la formalita' ed il linguaggio
> simil-legale fanno sorridere, ma la clausola sulle spese funerarie e'
> davvero spassosa – uno degli esempi cui accennavo di ammiccamento verso
> un pubblico adulto.

O verso i bambini non trattati come bambini ;-)

> Impossibile non paragonare la partenza di Bilbo con quella di Frodo: la
> prima affrettata, sull'onda dell'impulso emotivo e degli
> 'incoraggiamenti' di Gandalf, la seconda perfettamente pianificata
> (sempre su indicazione dello stregone), rimandata sino all'ultimo
> momento possibile ed intessuta di rimpianti; Bilbo parte letteralmente
> con i soli abiti che indossa e ritorna ricco – materialmente e
> spiritualmente, perche' le avventure vissute hanno allargato per sempre
> i suoi orizzonti – mentre Frodo lascia la Contea meglio equipaggiato ma
> ritorna svuotato e provato al di la' di ogni recupero.

Non c'è giustizia :-(((

> Se l'inizio dell'avventura appare come una scampagnata, presto il nostro
> Hobbit si trova a fronteggiare tutte le scomodita' che essa comporta –
> compresi dei compagni di viaggio scontrosi e litigiosi: la netta
> impressione che si ricava e' che Bilbo venga considerato poco piu' di un
> bagaglio e tutt'altro che indispensabile, perche' nel momento in cui si
> deve scegliere qualcuno da mandare in avanscoperta lo sgradito compito
> viene scaricato senza tante cerimonie sulle sue spalle;

Eh, ma lui è lo scassinatore... LOL!
E' vero, all'inizio pare che i nani lo disprezzino non poco. E' solo col
tempo che imparano ad apprezzarlo (grazie a qualche "asso nella manica",
ma anche grazie al suo carattere).

> la parte
> riguardante i segnali da fare con i versi dei gufi e' semplicemente
> impagabile :-)

urka, non me lo ricordo bene, devo rileggerlo...

> L'incontro con i Troll e' la prima digressione nel 'pauroso' che si
> incontra e – almeno ai miei occhi da adulta – sembra mescolata con la
> giusta dose di umorismo necessaria a distrarre un giovane lettore
> dall'inquietudine che questi personaggi possono suscitare; in piu' mi
> pare di cogliere un insegnamento, sempre diretto ai principali
> destinatari della storia, derivante dalle azioni di Gandalf: per quanto
> una situazione possa sembrare difficile o addirittura disperata,
> l'esercizio dell'intelligenza e di una opportuna strategia puo' condurre
> ad una felice soluzione.

Hehehe, anche per me la scena era molto umoristica.

> ho pero' la netta impressione che la momentanea
> sparizione di Gandalf – al di la' delle giustificazioni addotte – sia un
> mezzo per costringere il gruppo a contare solo sulle proprie forze ed a
> lavorare di comune accordo, anche se il risultato al momento lascia un
> po' a desiderare ..

Ah... quindi pensi che era lì a guardare come se la cavavano i "bambini"?

Ciao!

--
Erynvess dei Testadura, FeSTosa #197, V.B.I. cert., Guerriera di Frodo
"Nell'armatura del Fato c'è sempre una crepa, e nelle mura della Sorte
una breccia, e ci sarà sino al pieno compimento, quello che voi chiamate
la Fine. E così sarà mentre io duri, una voce segreta che contraddice e
una luce dove dovrebbe essere oscurità." - Ulmo a Tuor

Erynvess

unread,
Sep 16, 2005, 4:33:50 PM9/16/05
to
Nymeria wrote:

> Qui citerei Gandalf .. :-P
> e ti raccomanderei di cominciare a correre, forse riesci a distanziarle ...

Non ti preoccupare: di solito non rispondo alle trollate ;-ppp

Cla

unread,
Sep 17, 2005, 3:01:32 AM9/17/05
to
"Nymeria" <nymeria7can...@people.it> ha scritto nel messaggio
news:43287944$1...@newsgate.x-privat.org...

> La prima delle grandi differenze nei personaggi si incontra proprio qui,
> quando vediamo Gandalf praticamente spingere fuori dalla porta
> l'indeciso Bilbo: l'oculato consigliere che conosceremo in ISDA, quello
> che suggerisce ma non forza mai, in questa sua prima incarnazione non si
> fa scrupolo di gettare ai quattro venti i dubbi e le indecisioni del
> povero Hobbit e di scaraventarlo fuori casa senza neppure il necessario;

Interessantissima osservazione: se cosi', G. e' davvero un altro personaggio
nei due romanzi.
Ma lo stai leggendo in italiano o in inglese?


arMandos

unread,
Sep 17, 2005, 4:48:46 AM9/17/05
to
In data Wed, 14 Sep 2005 21:19:29 +0200, Nymeria ha scritto:

> la parte riguardante i segnali da fare con i versi dei gufi e' semplicemente
> impagabile :-)

Assolutamente.

Ma ... solo a me č venuta in menten una vignetten ...


Sentinella"1 "Hai sentito il verso del gufen? Sono venuten a darci il
cambien?"
Sentinella 2 <imbraccia il fucile e spara>. Nein! Ma questa č la quarta
maledetta civetten che ammazzo.

:-)


--
ArMandos (by Mandos) FBI-certified stainless scassacodroipi

"Tu cosa voti, Radagast?"
"Io vóto le bottiglie!"
(Bologna 2002)

Mandos

unread,
Sep 17, 2005, 4:57:05 AM9/17/05
to
In data Wed, 14 Sep 2005 21:19:29 +0200, Nymeria ha scritto:

> La prima delle grandi differenze nei personaggi si incontra proprio qui,
> quando vediamo Gandalf praticamente spingere fuori dalla porta
> l'indeciso Bilbo: l'oculato consigliere che conosceremo in ISDA, quello
> che suggerisce ma non forza mai, in questa sua prima incarnazione non si
> fa scrupolo di gettare ai quattro venti i dubbi e le indecisioni del
> povero Hobbit e di scaraventarlo fuori casa senza neppure il necessario

*In parte* dissento:

a) rammentiamo quando Gandalf stà per "rivelarsi" quando Bilbo non vuol
mollare l'Anello (in italiano è uscito "vedrai Gandalf perdere le staffe" o
qualcosa del genere) nel secondo capitolo de iSdA

b) *a posteriori* [cioè nel periodo in cui scriveva le Appendici per iSdA,
cioè 20 anni dopo "Lo hobbit"] Tolkien spiega che Gandalf si rndeva conto
della necessotà di eliminare Smaug, ma che i nani da soli non ce l'avrebbero
mai fatta. Era necessario "qualcosa di completamente diverso" per spiazzare
smaug.

E, aggiungo io era necessario "qualcosa di completamente diverso" per
consentire al lettoe di identificarsi con un personaggio: uno che non sa
accendere fuochi, non sa scuoiare conigli [a differenza di Sam] e non sa
fare il verso del gufo.

Concordo con te quando sottointendi che Gandalf nello Hobbit non è ancora
Olorin.

O "Olorin I"
;-)

--
Mandos - #11 deI FeSTosi, Scribano, LIstaro, IAFo e
Referente dello Smial Proudneck di Roma
"Torment in the dark was the danger that I feared, and it did not hold me
back. But I would not have come, had I known the danger of light and joy."
(Gimli)

Nymeria

unread,
Sep 17, 2005, 7:21:36 AM9/17/05
to
arMandos ha scritto :

>> alieni da Rigel 9
>
> Rigel ... non era il papà di Venusia?
>
> Rigel 9 ... non mi ricorda nulla.
>
> E non ho voglia di googlare

Risparmiati la fatica: e' la prima fesseria che mi e' venuta in mente e
non ha nessun riferimento particolare ;-)

Nymeria

unread,
Sep 17, 2005, 7:23:03 AM9/17/05
to
Erynvess ha scritto :

> Non ti preoccupare: di solito non rispondo alle trollate ;-ppp

Accidenti, e io che stavo alitando sulle braci per scatenare un bel
flame ... non me ne va mai bene una !! :-D

Nymeria

unread,
Sep 17, 2005, 7:40:26 AM9/17/05
to
Erynvess ha scritto :

> Già...
> Comunque qui Gandalf è un po' prepotente, diciamocelo ;-p

LOL !

>> la proporzione inversa dell'incoraggiamento in rapporto alla gravita' della situazione

>
> E' proprio questo il punto, secondo me: qui Gandalf era ancora
> abbastanza spensierato, senza l'incubo dell'Anello. Un eventuale errore
> non avrebbe portato alla possibile rovina dell'intera Terra di Mezzo,
> come molti anni dopo.

Anche se ci sarebbe da domandarsi (sempre quel dannato 'senno di poi'
che non sa stare al suo posto, accidenti !) se Gandalf non avesse un
interesse a liberarsi del drago: considerata la situazione con il
Negromante, un potenziale alleato di quest'ultimo nei paraggi sarebbe
stato piuttosto scomodo - anche senza il pericolo dell'Unico all'orizzonte.

> E i rischi che correvano i suoi amici erano molto
> differenti: essere bruciati da un drago non è in fondo la cosa peggiore
> che possa capitare, vedi quello che è successo ai Nazgul.

Si', in effetti come scelta non e' male .... ^___^

>> e' il contratto stilato da Thorin:[...] uno degli esempi cui accennavo di ammiccamento

>> verso un pubblico adulto.
>
> O verso i bambini non trattati come bambini ;-)

Gia' ...

>> la parte riguardante i segnali da fare con i versi dei gufi e'
>> semplicemente impagabile :-)
>
> urka, non me lo ricordo bene, devo rileggerlo...

"Now scuttle off, and come back quick, if all is well. If not, come back
if you can! If you can't, hoot twice like a barn-owl and once like a
screech-owl, and we will do what we can."
Off Bilbo had to go, before he could explain that he could not hoot even
once like any kind of owl any more than fly like a bat.

>> ho pero' la netta impressione che la momentanea sparizione di Gandalf [..]sia un mezzo per

>> costringere il gruppo a contare solo sulle proprie forze
>

> Ah... quindi pensi che era lì a guardare come se la cavavano i "bambini"?

L'impressione che se ne ricava e' proprio quella .. :-)

Nymeria

unread,
Sep 17, 2005, 7:46:53 AM9/17/05
to
Cla ha scritto :

> Interessantissima osservazione: se cosi', G. e' davvero un altro personaggio
> nei due romanzi.

Ho trovato una frase molto illuminante di Christopher Tolkien nella
prefazione a "Return of the Shadow":

""The importance of The Hobbit in the history of the evolution of M.E.
lies then, at this time, in the fact that it was published, and that a
sequel to it was demanded. As a result, from the nature of the LOTR as
it evolved, TH was drawn into M.E. and transformed it; but as it stood
in 1937 it was not a part of it. Its significance for M.E. lies in what
it would do, not in what it was.""

A fronte di questo pensiero e' chiaro che molte delle differenze che mi
ostino a sottolineare perdano importanza, pero' - come dicevo nelle note
al primo capitolo - e' molto difficile chiudere gli occhi e far finta di
niente .. :-)

> Ma lo stai leggendo in italiano o in inglese?

In inglese - ma uso la versione italiana come supporto per le citazioni
ed i nomi.

Nymeria

unread,
Sep 17, 2005, 7:47:46 AM9/17/05
to
arMandos ha scritto :

[...]


> Sentinella"1 "Hai sentito il verso del gufen? Sono venuten a darci il
> cambien?"

> Sentinella 2 <imbraccia il fucile e spara>. Nein! Ma questa è la quarta
> maledetta civetten che ammazzo.

ROTFLen !

Nymeria

unread,
Sep 17, 2005, 7:58:39 AM9/17/05
to
Mandos ha scritto :

[Gandalf]


>>in questa sua prima incarnazione non si

>>fa scrupolo [..]di scaraventarlo fuori casa senza neppure il necessario


>
> *In parte* dissento:
>
> a) rammentiamo quando Gandalf stà per "rivelarsi" quando Bilbo non vuol
> mollare l'Anello (in italiano è uscito "vedrai Gandalf perdere le staffe" o
> qualcosa del genere) nel secondo capitolo de iSdA

Capisco la tua obiezione, pero' in quella particolare circostanza di
ISDA Gandalf cominciava a nutrire dei fondati dubbi sulla natura
dell'Anello e si rendeva conto che l'attaccamento ad esso sviluppato da
Bilbo stava diventando 'cronico': la 'sceneggiata' nei confronti dello
Hobbit ha avuto lo stesso effetto del proverbiale schiaffo
nell'altrettanto proverbiale caso di una crisi isterica.

> b) *a posteriori* [cioè nel periodo in cui scriveva le Appendici per iSdA,
> cioè 20 anni dopo "Lo hobbit"] Tolkien spiega che Gandalf si rndeva conto
> della necessotà di eliminare Smaug, ma che i nani da soli non ce l'avrebbero
> mai fatta. Era necessario "qualcosa di completamente diverso" per spiazzare
> smaug.

Vero - ed inoltre si rendeva necessario un elemento che sconvolgesse le
dinamiche del gruppo di Nani: si notera' piu' avanti come questi cadano
facilmente preda dello sconforto o della tendenza alla rinuncia, e sara'
proprio Bilbo a fungere da pungolo e da bussola.

> E, aggiungo io era necessario "qualcosa di completamente diverso" per
> consentire al lettoe di identificarsi con un personaggio: uno che non sa
> accendere fuochi, non sa scuoiare conigli [a differenza di Sam] e non sa
> fare il verso del gufo.

Sono d'accordo.

> Concordo con te quando sottointendi che Gandalf nello Hobbit non è ancora
> Olorin.
>
> O "Olorin I"

Olorin R.C.1 ? ;-)

Erynvess

unread,
Sep 18, 2005, 6:27:37 AM9/18/05
to
Nymeria wrote:

> Anche se ci sarebbe da domandarsi (sempre quel dannato 'senno di poi'
> che non sa stare al suo posto, accidenti !)

Eh, già... sempre pensando che forse Gandalf, almeno all'inizio, non era
Olorin.

> se Gandalf non avesse un
> interesse a liberarsi del drago: considerata la situazione con il
> Negromante, un potenziale alleato di quest'ultimo nei paraggi sarebbe
> stato piuttosto scomodo - anche senza il pericolo dell'Unico all'orizzonte.

Certo, un pericolo terribile...
Lo dice mi pare nei Racconti Incompiuti.

>> E i rischi che correvano i suoi amici erano molto differenti: essere
>> bruciati da un drago non è in fondo la cosa peggiore che possa
>> capitare, vedi quello che è successo ai Nazgul.
>
> Si', in effetti come scelta non e' male .... ^___^

Che se poi uno si mette a pensare cosa possono fare i draghi, oltre a
bruciare, uno non è più tanto sicuro di cosa sia meglio...

> "Now scuttle off, and come back quick, if all is well. If not, come back
> if you can! If you can't, hoot twice like a barn-owl and once like a
> screech-owl, and we will do what we can."
> Off Bilbo had to go, before he could explain that he could not hoot even
> once like any kind of owl any more than fly like a bat.

rotfl!

>> Ah... quindi pensi che era lì a guardare come se la cavavano i "bambini"?
>
> L'impressione che se ne ricava e' proprio quella .. :-)

Interessante.
Non era stata la mia impressione a leggere Lo Hobbit (sinceramente mi
era parso un po' menefreghista ;-ppp), però questo è un po' il
comportamento dei Valar con i Figli di Iluvatar.
Gandalf ha imparato molte cose da Nienna ;-)

Erynvess

unread,
Sep 18, 2005, 6:28:23 AM9/18/05
to
Nymeria wrote:

> Accidenti, e io che stavo alitando sulle braci per scatenare un bel
> flame ... non me ne va mai bene una !! :-D

;-ppp

Nymeria

unread,
Sep 19, 2005, 3:27:11 PM9/19/05
to
Erynvess ha scritto :

> Che se poi uno si mette a pensare cosa possono fare i draghi, oltre a
> bruciare, uno non è più tanto sicuro di cosa sia meglio...

Scappare a gambe levate ? ^__^

>>> Ah... quindi pensi che era lì a guardare come se la cavavano i
>>> "bambini"?
>>
>> L'impressione che se ne ricava e' proprio quella .. :-)
>
> Interessante.
> Non era stata la mia impressione a leggere Lo Hobbit (sinceramente mi
> era parso un po' menefreghista ;-ppp), però questo è un po' il
> comportamento dei Valar con i Figli di Iluvatar.

E di Gandalf nei confronti degli Hobbit: lo so che il suo particolare
interesse nei loro confronti e' stato messo a fuoco in seguito, pero' mi
sembra naturale pensare che abbia iniziato con Bilbo (anzi, prima di lui
con tutti quei giovani Hobbit che poi scomparivano misteriosamente) per
poi proseguire con Frodo e gli altri, per 'addestrarli' - come dira'
piu' tardi .

> Gandalf ha imparato molte cose da Nienna ;-)

Eh si' - quando ho riletto quella frase qualche giorno fa sono
letteralmente saltata sulla sedia ! :-)

gwenaeth

unread,
Sep 20, 2005, 1:48:06 PM9/20/05
to
Nymeria ha scritto:

> E di Gandalf nei confronti degli Hobbit: lo so che il suo particolare
> interesse nei loro confronti e' stato messo a fuoco in seguito, pero' mi
> sembra naturale pensare che abbia iniziato con Bilbo (anzi, prima di lui
> con tutti quei giovani Hobbit che poi scomparivano misteriosamente) per
> poi proseguire con Frodo e gli altri, per 'addestrarli' - come dira'
> piu' tardi .

Io non voglio fare la solita figura della maliziosa, ma, Nym, è proprio
brutta questa frase :-PPPPPPPPPPP
Scusate, torno ad autocensurarmi: ri- :-X
Ciao

--
Gwenaeth Aeliromë
Easterling

"Alcuni di essi erano già segretamente assudditati a Morgoth, e giunsero
su sua chiamata; ma non così tutti, e se vennero fu perché la fama del
Beleriand, delle sue terre e acque, delle sue guerre e ricchezze, correva
in lungo e in largo, e in quei giorni i mobili piedi degli Uomini erano
sempre volti a occidente."

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ab...@newsland.it


Nymeria

unread,
Sep 20, 2005, 4:03:13 PM9/20/05
to
gwenaeth ha scritto :

> Io non voglio fare la solita figura della maliziosa, ma, Nym, č proprio
> brutta questa frase :-PPPPPPPPPPP

Honni soit qui mal y pense !! :-P
Ti faccio rispondere direttamente da Gandalf:
==
You must settle its affairs yourselves; that is what you have been
*trained* for. Do you not yet understand? My time is over: it is no
longer my task to set things to rights, nor to help folk to do so. And
as for you, my dear friends, you will need no help. You are grown up
now. Grown indeed very high; among the great you are, and I have no
longer any fear at all for any of you.
==

Lo sapevo che non avrei dovuto lasciarti sola con certi loschi figuri -
ecco il risultato !! :-D

gwenaeth

unread,
Sep 21, 2005, 6:26:27 AM9/21/05
to
Nymeria ha scritto:

> Ti faccio rispondere direttamente da Gandalf:

Quale onore ^_^ E che bella risposta!

> Lo sapevo che non avrei dovuto lasciarti sola con certi loschi figuri -
> ecco il risultato !! :-D

Non dire che non ti avevo avvertita...

Nymeria

unread,
Sep 21, 2005, 2:57:47 PM9/21/05
to
gwenaeth ha scritto :

>>Lo sapevo che non avrei dovuto lasciarti sola con certi loschi figuri -
>>ecco il risultato !! :-D
>
> Non dire che non ti avevo avvertita...

Ti avro' sulla coscienza per il resto dei miei giorni ..

tafkal lasvadel

unread,
Sep 22, 2005, 10:44:07 AM9/22/05
to
Senza ritegno alcuno, Nymeria affermo', tornando da noi al
mutar della marea in data 20/09/2005 22.03:

> gwenaeth ha scritto :
>
>> Io non voglio fare la solita figura della maliziosa, ma, Nym, č proprio
>> brutta questa frase :-PPPPPPPPPPP
>
>

> Honni soit qui mal y pense...

...mais il est celui qui trouve (o qualcosa del genere ;-PPP)


bye all,
* tafkoso *

Nymeria

unread,
Sep 22, 2005, 12:07:52 PM9/22/05
to
tafkal lasvadel ha scritto :

>> Honni soit qui mal y pense...
>

> ....mais il est celui qui trouve (o qualcosa del genere ;-PPP)

Naughtiness is in the eye of the beholder ... :-P

gwenaeth

unread,
Sep 22, 2005, 4:38:07 PM9/22/05
to
Nymeria ha scritto:

> tafkal lasvadel ha scritto :

> >> Honni soit qui mal y pense...
> >
> > ....mais il est celui qui trouve (o qualcosa del genere ;-PPP)

> Naughtiness is in the eye of the beholder ... :-P

Poi un giorno mi spiegherete...

Nymeria

unread,
Sep 23, 2005, 11:54:07 AM9/23/05
to
On Thu, 22 Sep 2005 22:38:07 +0200, gwenaeth
<gwenaeth...@EASTERLINGyahoo.it> wrote:

>> >> Honni soit qui mal y pense...
>> >
>> > ....mais il est celui qui trouve (o qualcosa del genere ;-PPP)
>
>> Naughtiness is in the eye of the beholder ... :-P
>
> Poi un giorno mi spiegherete...

Quando avro' qualche certezza su quello che ho scritto sarai la prima a
saperlo !
:-D

--
Nymeria - FeSTosa #313

gwenaeth

unread,
Sep 23, 2005, 2:18:17 PM9/23/05
to
Nymeria ha scritto:

> > Poi un giorno mi spiegherete...
>
> Quando avro' qualche certezza su quello che ho scritto sarai la prima a
> saperlo !
> :-D

Mi spiegherai anche contro *che cosa* avete sbattuto la testa da bambini?
^_^

Nymeria

unread,
Sep 23, 2005, 5:06:08 PM9/23/05
to
On Fri, 23 Sep 2005 20:18:17 +0200, gwenaeth
<gwenaeth...@EASTERLINGyahoo.it> wrote:

> Mi spiegherai anche contro *che cosa* avete sbattuto la testa da bambini?

Per quanto mi riguarda non ho mai avuto una testa - al massimo una
superficie di appoggio per i capelli ..

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages