Effective February 22, 2024, Google Groups will no longer support new Usenet content. Posting and subscribing will be disallowed, and new content from Usenet peers will not appear. Viewing and searching of historical data will still be supported as it is done today.
Dismiss

[Silmarillion] Ainulindale

1 view
Skip to first unread message

Nymeria

unread,
Apr 18, 2006, 3:22:22 PM4/18/06
to
Come promesso ...

==

La mia prima lettura del Silmarillion risale a poco piu' di due anni fa,
quindi i ricordi del primo impatto con la concezione originale della
Terra di Mezzo sono ancora freschi; questo racconto, che pur nei suoi
solenni toni biblici e' anche ricco di contenuti poetici ed emotivi, mi
ha affascinata e coinvolta sin dalle prime pagine, probabilmente grazie
all'accostamento tra l'atto della creazione e la musica, che ritengo una
componente fondamentale della vita – non riuscirei proprio ad immaginare
un mondo che ne fosse privo …
Una grande differenza, rispetto all'ispirazione biblica di questo
racconto della creazione, risiede nella coralita' della stessa: Eru non
agisce da solo ma si avvale degli Ainur in una sorta di lavoro di gruppo
cui ognuno contribuisce con le proprie doti – anche quando una di queste
voci preferisce staccarsi dal coro, trascinandone altre con se' e
disturbando l'armonia, la considerazione iniziale che ci viene
presentata e' proprio che la bellezza ha bisogno di voci diverse per
svilupparsi pienamente e puo' nascere anche dal conflitto, o forse
proprio grazie ad esso; la perfezione e' una comprensibile aspirazione
ma e' nella sua continua ricerca che possiamo sentirci veramente
appagati, piu' che nel raggiungimento dello scopo.
Questo mi porta a pensare a come sin da questo momento venga affrontato,
anche se non chiaramente espresso, uno dei concetti cardine dell'opera
di JRRT – la speranza: la ricerca di cui parlavo prima non puo'
prescindere dalla speranza di raggiungere il proprio obiettivo, e deve
essere il motore principale delle azioni di tutti gli esseri senzienti,
anche a fronte di ostacoli apparentemente insormontabili o di volonta'
contrastanti – quando alcuni Ainur sono sopraffatti dalle dissonanze di
Melkor e smettono di cantare Eru appare chiaramente contrariato dalla
loro rinuncia a lottare ed indica la strada verso la speranza rivelando
come elementi apparentemente negativi possano invece contribuire a
creare inaspettata bellezza e varieta'; credo che l'interruzione della
visione sia una specie di test per gli Ainur, perche' dimostrino di aver
compreso il potere della speranza e trovino la volonta' di rendere
concreta la visione che e' stata loro rivelata.
Melkor e' rappresentato come l'Ainu piu' dotato ed e' per questo che le
discordanze da lui introdotte non sono inizialmente evidenziate come un
male, ma semplicemente come un diverso modo di esprimere le sue
potenzialita' (del resto, essendo Melkor parte della mente di Eru, non
si puo' parlare di inerente malvagita'); questa posizione privilegiata
lo espone (inevitabilmente ?) al pericolo dell'orgoglio e quindi
all'insofferenza per il ruolo subordinato contemplato per gli Ainur,
estrinsecandosi nell'avversione per il vuoto e nella smania di colmarlo
- forse l'origine della brama creativa di Melkor risiede proprio nella
paura/attrazione che prova per quel vuoto e la solitudine che esso
rappresenta, conducendolo all'atto di suprema sfida nei confronti
dell'Uno: diventare padrone assoluto delle proprie opere, non essere un
semplice strumento che con il proprio canto rivela l'esistenza delle
creazioni di Iluvatar, bensi' divenire a sua volta la fonte da cui
originano le cose; questo potrebbe gettare una nuova luce sulla
definizione del Male, quasi si trattasse della reazione ad una
necessita' inespressa ed insoddisfatta, che per Melkor si
cristallizzera' nel bisogno di esercitare il suo dominio su Arda, per
riempire insomma il vuoto interiore con un possesso materiale - come
Gollum riempira' la sua totale solitudine con la proprieta' dell'Anello.
Questa necessita' pare generare una forma di insicurezza (che con il
passare del tempo si fara' piu' marcata) spesso accompagnata da reazioni
infantili, come quella di voler distruggere cio' che non puo' ottenere:
quando Tolkien ci descrive le azioni di Melkor che contrasta l'operato
degli altri Valar - riempiendo le valli, abbattendo le montagne e
svuotando i mari – non mi e' difficile vedere, piu' che un essere quasi
divino, un bambino dispettoso che rompe i giochi dei coetanei …

--
I will not say the Day is done, nor bid the Stars farewell

andrea palazzi

unread,
Apr 18, 2006, 3:37:44 PM4/18/06
to

"Nymeria" <nym...@TOOMANYpeople.it> ha scritto
> Come promesso ...

bello. grazie.
davvero, a.


Mandos

unread,
Apr 18, 2006, 4:11:09 PM4/18/06
to
In data Tue, 18 Apr 2006 21:22:22 +0200, Nymeria ha scritto:

> Come promesso ...

Standing ovation

this "half witted fan will get out of control" e ringrazia sentitamente
;-)

--
Mandos - #11 deI FeSTosi, Scribano, LIstaro, IAFo e
Referente dello Smial Proudneck di Roma
"With hope or without hope we will follow the trail of our enemies. And
woe to them, if we prove the swifter!" (Aragorn)

Nymeria

unread,
Apr 19, 2006, 4:27:43 PM4/19/06
to
Mandos ha scritto:

> Standing ovation

Addirittura !!!
Grazie ..

> this "half witted fan will get out of control" e ringrazia sentitamente

Ci e' voluto un po' per localizzare la citazione - ma comunque ho
indirizzato subito i sensori a lungo raggio su A.L.W. e ... voila' !! :-D

Nymeria

unread,
Apr 19, 2006, 4:28:18 PM4/19/06
to
andrea palazzi ha scritto:

> bello. grazie.
> davvero,

Troppo buono - grazie a te !

arMandos

unread,
Apr 19, 2006, 5:27:08 PM4/19/06
to
In data Wed, 19 Apr 2006 22:27:43 +0200, Nymeria ha scritto:

> Ci e' voluto un po' per localizzare la citazione - ma comunque ho
> indirizzato subito i sensori a lungo raggio su A.L.W. e ... voila' !! :-D

"Solo tu mi capisci"


No offence meant
;-)


--
ArMandos (by Mandos) FBI-certified stainless scassacodroipi
"Sono un gentiluomo ed un signore. Elfico poi, mica cazzi"
(Elu Thingol)

andrea palazzi

unread,
Apr 19, 2006, 6:11:56 PM4/19/06
to
arMandos wrote:
> In data Wed, 19 Apr 2006 22:27:43 +0200, Nymeria ha scritto:
>
>> Ci e' voluto un po' per localizzare la citazione - ma comunque ho
>> indirizzato subito i sensori a lungo raggio su A.L.W. e ... voila'
>> !! :-D
>
> "Solo tu mi capisci"
>
>
> No offence meant
> ;-)

no, naturalmente, giuda iscariota che non sei altro :)

--
ciao, a.
http://www.sundaysw.com
"hobbits use real names"

Gwilbor

unread,
Apr 20, 2006, 8:38:33 AM4/20/06
to
In data Tue, 18 Apr 2006 21:22:22 +0200, Nymeria ha scritto:

> [...] probabilmente grazie
> all'accostamento tra l'atto della creazione e la musica, [...]

A proposito di musica, chi ha familiarità con l'opera lirica avrà notato
che il capitolo, oltre a essere una cosmogonia, ha la stessa funzione
dell'ouverture, cioè del preludio che molto spesso vien suonato
dall'orchestra a sipario ancora chiuso: in pochi minuti vengono esposti
uno per uno i "temi portanti" che caratterizzeranno gli eventi futuri, è
insomma un vero e proprio riassunto ad uso e consumo dello spettatore
che vuole conoscere quale sarà il tono dell'opera.

--
Gwilbor
gwilbor(at)email.it
http://xoomer.virgilio.it/magaz/ - http://gwilbor.splinder.com/

Laurelin

unread,
Apr 20, 2006, 10:31:58 AM4/20/06
to

"Nymeria" <nym...@TOOMANYpeople.it> ha scritto nel messaggio
news:44469df4$2...@newsgate.x-privat.org...

> Mandos ha scritto:
>
>> Standing ovation
>
> Addirittura !!!
> Grazie ..
>
>> this "half witted fan will get out of control" e ringrazia sentitamente
>
> Ci e' voluto un po' per localizzare la citazione - ma comunque ho
> indirizzato subito i sensori a lungo raggio su A.L.W. e ... voila' !! :-D

Scusate...

OT

Ma perché &@#! questo #@?! del mio newsreader non mi scarica *tutti*i
messaggi dal server??? Porca paletta! Mi tocca sempre andare su Google
Gruppi per verificare o vedere i messaggi veri!!! >:-((((

Fine OT

Laurelin@work


Gwindor

unread,
Apr 20, 2006, 1:42:30 PM4/20/06
to
Nymeria wrote:

>> this "half witted fan will get out of control" e ringrazia sentitamente
>
> Ci e' voluto un po' per localizzare la citazione - ma comunque ho
> indirizzato subito i sensori a lungo raggio su A.L.W. e ... voila' !! :-D

Non so chi sia A.L.W.

Per me è C. da J.C.S. di A.L.W.

B.

G.

--

"Chuck Norris salta i fossi per lungo"

Togli REMOVEME dall'indirizzo per rispondere

Gwindor

unread,
Apr 20, 2006, 1:43:44 PM4/20/06
to
Gwindor wrote:
> Nymeria wrote:
>
>>> this "half witted fan will get out of control" e ringrazia sentitamente
>>
>> Ci e' voluto un po' per localizzare la citazione - ma comunque ho
>> indirizzato subito i sensori a lungo raggio su A.L.W. e ... voila' !! :-D
>
> Non so chi sia A.L.W.
>
> Per me è C. da J.C.S. di A.L.W.

O forse, ripensandoci, era H.

Nymeria

unread,
Apr 20, 2006, 2:30:09 PM4/20/06
to
arMandos ha scritto:

> "Solo tu mi capisci"

No one would listen
I alone could feel the music

;-)

Nymeria

unread,
Apr 20, 2006, 2:32:30 PM4/20/06
to
Gwindor ha scritto:

> Non so chi sia A.L.W.
>
> Per me è C. da J.C.S. di A.L.W.

Vedi che lo sai ? :-D

> B.
>
> G.

Da "L'invasione degli ultracorpi" a "L'invasione degli acronimi"
Fuggite sciocchi !!

Nymeria

unread,
Apr 20, 2006, 2:36:40 PM4/20/06
to
Gwilbor ha scritto:

> A proposito di musica, chi ha familiarità con l'opera lirica avrà notato
> che il capitolo, oltre a essere una cosmogonia, ha la stessa funzione
> dell'ouverture,

Direi proprio di si' !
(per dovere di cronaca: quando leggo il capitolo il pezzo a cui penso di
piu' e' l'ouverture "Le Ebridi")

Gwindor

unread,
Apr 20, 2006, 4:04:59 PM4/20/06
to
Nymeria wrote:

> Gwindor ha scritto:
>
>> Non so chi sia A.L.W.
>>
>> Per me è C. da J.C.S. di A.L.W.
>
> Vedi che lo sai ? :-D

Sono andato a rileggere la mia mail. E' fantastico come un acronimo
possa mandarti in pappa il cervello...

:-))))))

Bye

Gwindor

--

"The gods of the Disc have never bothered much about judging the souls
of the dead, and so people only go to hell if that's where they believe,
in their deepest heart, that they deserve to go. Which they won't do if
they don't know about it. This explains why it is so important to shoot
missionaries on sight"
Terry Pratchett

andrea palazzi

unread,
Apr 20, 2006, 4:56:15 PM4/20/06
to

"Laurelin"

> Scusate...
>
> OT
>
> Ma perché &@#! questo #@?! del mio newsreader non mi scarica *tutti*i
> messaggi dal server??? Porca paletta! Mi tocca sempre andare su Google
> Gruppi per verificare o vedere i messaggi veri!!! >:-((((
>
> Fine OT

avevo visto la domanda, ma non essendo affatto certo della risposta speravo
rispondesse qualcuno piu' esperto.
stai usando oe6 con mclink?
hai provato con un altro reader, es. gravity, e/o un altro server?
gravity e' lunghetto da configurare ma e' un gran programma, fa fare tutto.
alla fine uso oe6 per pigrizia, ma gravity e' un altro pianeta.
l'ho riscaricato la settimana scorsa partendo da qui (se vuoi cerco
sull'altro pc il link esatto):
http://cws.internet.com/file/11436.htm
quanto al server, io uso individual.net, che e' fantastico ma ora costa
10e/anno. li vale tutti, ma forse ne trovi free.
hth, ciao, a.


Mandos

unread,
Apr 20, 2006, 4:41:04 PM4/20/06
to
In data Thu, 20 Apr 2006 16:31:58 +0200, Laurelin ha scritto:

> OT
>
> Ma perché &@#! questo #@?! del mio newsreader non mi scarica *tutti*i
> messaggi dal server???


La domada giusta, probabilmente č

"Ma perché &@#! questo #@?! del mio newsserver non mi scarica *tutti*i
messaggi del ng"

Risposta: perchč č gestito male.

Soluzione: usare piů newsserver. Con hamster, per esempio
Se vuoi ne discutiamo in privato

--
Mandos - #11 deI FeSTosi, Scribano, LIstaro, IAFo e
Referente dello Smial Proudneck di Roma

"Wind is changing!"
(Ghan-buri-ghan)

Mandos

unread,
Apr 20, 2006, 4:38:52 PM4/20/06
to
In data Thu, 20 Apr 2006 00:11:56 +0200, andrea palazzi ha scritto:

> arMandos wrote:
[half witted fan will get out of control]

> no, naturalmente, giuda iscariota che non sei altro :)

near miss

Era Anna

/mode prof. Keating on

beep!
Grazie per aver partecipato al nostro gioco

/off

--
Mandos - #11 deI FeSTosi, Scribano, LIstaro, IAFo e
Referente dello Smial Proudneck di Roma

"Wind is changing!"
(Ghan-buri-ghan)

Mandos

unread,
Apr 21, 2006, 1:28:59 PM4/21/06
to
In data Thu, 20 Apr 2006 22:56:15 +0200, andrea palazzi ha scritto:

> hai provato con un altro reader

Maggiori info qui

http://faq.news.nic.it/wiki/IcsnFaq

per i diversi newsreader

qui

http://wiki.news.nic.it/NewsServerPubblici

sui news server free e a pagamento

> quanto al server, io uso individual.net, che e' fantastico ma ora costa
> 10e/anno. li vale tutti, ma forse ne trovi free.

Esatto

Uno per tutti

http://news.cu.mi.it/

Io lo uso, insieme ad altri

--
Mandos - #11 deI FeSTosi, Scribano, LIstaro, IAFo e
Referente dello Smial Proudneck di Roma

"I am glad you are here with me. Here at the end of all things, Sam."
(Frodo, on Mount Doom)

andrea palazzi

unread,
Apr 28, 2006, 5:03:36 PM4/28/06
to
scusa, nel ponte m'era sfuggito

Mandos wrote:
> [half witted fan will get out of control]
>> no, naturalmente, giuda iscariota che non sei altro :)
> near miss
> Era Anna

ah! non barbera?
cmq, come dicevo, giuda non era lui, eri tu :P

> /mode prof. Keating on
> beep!
> Grazie per aver partecipato al nostro gioco
> /off

padequa'. tu che sai, dove si passa a ritirare i 30 denari del gettone? :)

ciao, a.


Shelidon

unread,
May 1, 2006, 4:50:08 PM5/1/06
to
Il 18 Apr 2006, 21:22, Nymeria <nym...@TOOMANYpeople.it> ha scritto:
> Come promesso ...

:-)

> accostamento tra l'atto della creazione e la musica, che ritengo una
> componente fondamentale della vita non riuscirei proprio ad immaginare
> un mondo che ne fosse privo

Su questo penso che EVK abbia qualcosa da dire. *___^

> Una grande differenza, rispetto all'ispirazione biblica di questo
> racconto della creazione, risiede nella coralita' della stessa: Eru non
> agisce da solo ma si avvale degli Ainur in una sorta di lavoro di gruppo

E' interessante IMHO non solo perché dovrebbe far riflettere tutti coloro
che fanno dell'opera di Tolkien una grande allegoria cristiana, ma anche i
recenti fautori di accostamenti Tolkien-Lewis. E' una delle grandi
differenze tra i due. Aslan è biblico. I riferimenti letterari di Tolkien
sono evidentemente altri, perché altri erano i suoi scopi.

> anche quando una di queste
> voci preferisce staccarsi dal coro, trascinandone altre con se' e
> disturbando l'armonia, la considerazione iniziale che ci viene
> presentata e' proprio che la bellezza ha bisogno di voci diverse per
> svilupparsi pienamente

Una considerazione IMHO bellissima da parte di Tolkien, e che di nuovo
dovrebbe far riflettere molti.

> la perfezione e' una comprensibile aspirazione
> ma e' nella sua continua ricerca che possiamo sentirci veramente
> appagati, piu' che nel raggiungimento dello scopo.

O forse la bellezza risiede proprio nell'imperfezione, mentre la perfezione
è qualcosa che non ci appartiene e quindi non risulta per noi apprezzabile?
Filosofia, quindi aria fritta dal mio punto di vista, però è interessante.
Pensavo soprattutto ad alcune prospettive rinascimentali, tra cui le più
belle sono proprio quelle imperfette, distorte ad hoc magari per necessità
compositive, mentre quelle geometricamente impeccabili sembrano avere una
marcia in meno.

> Melkor e' rappresentato come l'Ainu piu' dotato ed e' per questo che le
> discordanze da lui introdotte non sono inizialmente evidenziate come un
> male, ma semplicemente come un diverso modo di esprimere le sue
> potenzialita' (del resto, essendo Melkor parte della mente di Eru, non
> si puo' parlare di inerente malvagita'); questa posizione privilegiata
> lo espone (inevitabilmente ?) al pericolo dell'orgoglio e quindi
> all'insofferenza per il ruolo subordinato contemplato per gli Ainur

E' un motivo chiave di molta "letteratura mitologica", mi pare, ivi compresa
quella ispirata al legendarium cristiano-cattolico. Sto pensando ad esempio
al buon Milton.

> - forse l'origine della brama creativa di Melkor risiede proprio nella
> paura/attrazione che prova per quel vuoto e la solitudine che esso
> rappresenta, conducendolo all'atto di suprema sfida nei confronti
> dell'Uno: diventare padrone assoluto delle proprie opere

La differenza fondamentale è con Aule, che allo stesso modo desidera creare
e non può farne a meno ma che rimane umile di fronte ad Eru e sarebbe
disposto, per compiacerlo, a distruggere le proprie creazioni...

-- Shelidon

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/

Shelidon

unread,
May 1, 2006, 4:58:20 PM5/1/06
to
Il 20 Apr 2006, 14:38, Gwilbor <l.indiriz...@firma.invalid> ha
scritto:

> A proposito di musica, chi ha familiarità con l'opera lirica avrà notato
> che il capitolo, oltre a essere una cosmogonia, ha la stessa funzione
> dell'ouverture, cioè del preludio che molto spesso vien suonato
> dall'orchestra a sipario ancora chiuso: in pochi minuti vengono esposti
> uno per uno i "temi portanti" che caratterizzeranno gli eventi futuri, è
> insomma un vero e proprio riassunto ad uso e consumo dello spettatore
> che vuole conoscere quale sarà il tono dell'opera.

Caspita, non l'avevo mai notato. :-)

E' interessante quando Tolkien fa questi giochetti. Un po' come fa (per
immagini, in questo caso) attraverso i sogni nella casa di Tom Bombadil ed
attraverso lo specchio di Galadriel. Sarebbero meccanismi narrativi
interessanti da approfondire...

-- shel

gwenaeth

unread,
May 1, 2006, 5:09:35 PM5/1/06
to
Shelidon ha scritto:

> Il 18 Apr 2006, 21:22, Nymeria <nym...@TOOMANYpeople.it> ha scritto:
>
> > anche quando una di queste
> > voci preferisce staccarsi dal coro, trascinandone altre con se' e
> > disturbando l'armonia, la considerazione iniziale che ci viene
> > presentata e' proprio che la bellezza ha bisogno di voci diverse per
> > svilupparsi pienamente
>
> Una considerazione IMHO bellissima da parte di Tolkien, e che di nuovo
> dovrebbe far riflettere molti.

A me fa pensare a Dante:

"Diverse voci fanno dolci note;
cosě diversi scanni in nostra vita
rendon dolce armonia tra queste rote."

Parla Giustiniano, nel canto VI del Paradiso, esprimendo come la diversa
ripartizione dei beati nei nove cerchi del Paradiso non sia ingiustizia
nei confronti di chi sta piů lontano (da Dio), ma anzi un'indispensabile
fattore di armonia per la beatitudine delle anime.

Ciao

--
Gwenaeth Aeliromë
Easterling

"Ed egli, invero, non mi rispose. A che pro
rispondermi: ero morto,
ero morto, e parlavo! Ero morto, e camminavo!
Nulla piů contava, per me. Ero morto, ma cantavo!"

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ab...@newsland.it


Fritz Tegularius

unread,
May 2, 2006, 3:54:18 AM5/2/06
to
Shelidon ha scritto:

> E' interessante quando Tolkien fa questi giochetti.

> Un po' come fa (...) attraverso i sogni nella casa

> di Tom Bombadil ed attraverso lo specchio di Galadriel.
> Sarebbero meccanismi narrativi interessanti da approfondire...

Se ne occupa Flieger in "A Question of Time" (dei vari sogni
sparsi nel romanzo, delle immagini colte nello specchio
e in generale dei casi di percezione alterata del tempo),
con delle interessanti riflessioni in merito al punto di vista
che il lettore viene ad assumere in questi casi (in particolare
nell'episodio dei sogni in casa di Tom); punto di vista
che verrebbe a coincidere con quello dello stesso autore
(con delle ulteriore riflessioni e parallelismi da fare
- aggiungo io, alla luce delle teorie di Tolkien in merito
al ruolo dell'autore - fra quest'ultimo e la figura del
creatore del mondo).
Al termine dell'esperienza onirica in casa di Tom, scrive
Flieger, "Frodo has become the overarching consciousness,
the observer at infinity for whom the field of time is spread
open like a book whose story may be read or reread, ranged over
at liberty, or focused on any point. And at this point it is
the reader, even more than Frodo, who is the observer
at this widened field of time, this fictive infinity" (p. 205).
Il punto e' decisamente interessante, soprattutto se si vanno
a confrontare le diverse funzioni di questi momenti in cui
la storia (si) riflette su se stessa.

ciao ciao
Fritz aka Giacomo

--

Fritz Tegularius

unread,
May 2, 2006, 4:20:32 AM5/2/06
to
Shelidon ha scritto:

> (...) dovrebbe far riflettere tutti coloro


> che fanno dell'opera di Tolkien una grande allegoria
> cristiana,

Ok sull'allegoria cristiana, ma...
si deve cmq stare attenti a non buttare via il bambino
con l'acqua sporca. Se infatti ridurre il Signore degli
anelli (cosi' come qualunque altra opera) a un saggio di
teologia morale e' ridicolo (e soprattutto irrispettoso
nei confronti dell'opera stessa e della sua complessita'),
resta il fatto che
<<le S. Scritture sono l'universo entro cui la letteratura
e l'arte occidentale hanno operato fino al XVIII secolo e
stanno ancora in larga misura operando". Questa affermazione
del noto saggio "Il grande codice" di Northrop Frye (1981)
sul rapporto fra Bibbia e letteratura registra un dato
di fatto facilmente accessibile a chi perlustri la storia
culturale dell'Occidente: per secoli, infatti, la Bibbia
e' stata l'immenso lessico o repertorio iconografico,
ideologico e letterario a cui si e' attinto costantemente
a livello colto e a livello popolare. E (...) Erich Auerbach
nella famosa "Mimesis" (1946) aveva riconosciuto nella Bibbia
e nell'Odissea i due modelli cruciali per la nostra cultura
(...)>>, come sintetizza G. Ravasi e come sai meglio di me,
da conoscitrice di arte quale tu sei.
Poi e' chiaro che un lessico e un repertorio iconografico
possono essere utilizzati per dire cose anche totalmente
opposte a quelle che sono state per secoli - o addirittura
in principio - dette utilizzando quegli stessi mezzi.
Ci si puo' servire di certe immagini e di certi concetti anche
per sovvertire il contesto culturale in cui essi originariamente
si ponevano.
L'importante e' tenere presente che individuare un'immagine,
un tema, una figura biblica in un'opera di Tolkien non
significa necessariamente voler arruolare quest'ultimo nelle
schiere dei novelli crociati.

Per questo affermare che

> (...) I riferimenti letterari di Tolkien
> sono evidentemente altri, perché altri erano i suoi scopi (...)

mi pare un po' azzardato, in primis perche' cio' presupporebbe
che ci siano dei precisi "scopi del cristianesimo", il che mi
pare di nuovo un po' azzardato da sostenere (trovandosi, nel
cristiaesimo, pressoche' tutto e il contrario di tutto);
in secundis perche' si postula una imho troppo chiara
consapevolezza da parte dell'autore in merito al proprio
immaginario, il che mi pare irrealistico.

Cirdan

unread,
May 2, 2006, 8:26:19 AM5/2/06
to
Ascoltavo il rumore del mare quando Shelidon scrisse...

> Aslan è biblico. I riferimenti letterari di Tolkien
> sono evidentemente altri, perché altri erano i suoi scopi.

Non so, non vedo Eru molto meno biblico di Aslan. Sono sicuramente aspetti diversi:
Aslan è più una figura del Figlio, mentre Eru è un po' più riflesso del
Padre (e meno direttamente allegorico).

--
Atrus Cirdan, #33 deI FeSTosi
"I'll call you ageless, faceless, gender neutral, culturally ambiguous
adventure person, or AFGNCAAP." -- Dalboz the Dungeon Master
http://ladyblonde.net - L'episodio 15 è online!

Nymeria

unread,
May 2, 2006, 3:45:40 PM5/2/06
to
On Mon, 01 May 2006 22:50:08 +0200, Shelidon <shel...@iolINVALID.it>
wrote:

>> accostamento tra l'atto della creazione e la musica,
>

> Su questo penso che EVK abbia qualcosa da dire. *___^

Penso proprio di si' ..

>> la bellezza ha bisogno di voci diverse per svilupparsi pienamente
>
> Una considerazione IMHO bellissima da parte di Tolkien, e che di nuovo
> dovrebbe far riflettere molti.

Naturalmente si presuppone che le diverse voci riescano a cantare in
armonia !

> O forse la bellezza risiede proprio nell'imperfezione, mentre la
> perfezione
> è qualcosa che non ci appartiene e quindi non risulta per noi
> apprezzabile?

[...]


> Pensavo soprattutto ad alcune prospettive rinascimentali, tra cui le più
> belle sono proprio quelle imperfette, distorte ad hoc magari per
> necessità
> compositive, mentre quelle geometricamente impeccabili sembrano avere una
> marcia in meno.

Oppure, con un esempio piu' prosaico, pensiamo alle persone esteticamente
*perfette* che fanno immediatamente pensare a dei manichini piu' che a
degli esseri umani, mentre qualche imperfezione puo' contribuire a
conferire carattere ad un volto.

> Sto pensando ad esempio al buon Milton.

Credo non ci siano dubbi sulle qualita' ... luciferine di Melkor ...

>> diventare padrone assoluto delle proprie opere
>
> La differenza fondamentale è con Aule, che allo stesso modo desidera
> creare
> e non può farne a meno ma che rimane umile di fronte ad Eru e sarebbe
> disposto, per compiacerlo, a distruggere le proprie creazioni...

Prossimamente su questi schermi !! ;-)

--
Nymeria

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages