UNA CLAMOROSA SCOPERTA

9 views
Skip to first unread message

Riccardo Venturi

unread,
Aug 12, 1998, 3:00:00 AM8/12/98
to

Annuntio vobis gaudium magnum.

Ho seguito per qualche giorno in rigoroso silenzio l'ennesima puntata
dell'annosa diatriba su Guccini, destra, sinistra, centro ecc.ecc.

Ero impegnato in una difficile ricerca, e dopo anni, in un cascinale
fra la via Emilia e il West (Per Carpi Suzaramantova si cambia). ho
finalmente scovato colui che tutti noi cercavamo.

Ho trovato IL GEMELLO DI DESTRA DI FRANCESCO GUCCINI.

Come tutti coloro che si professano di destra nelle terre fra
l'Emilia, la Toscana e l'Umbria, ultimo baluardo del più bieco
stalinismo, viveva protetto dall'usbergo del più duro anonimato,
isolato da tutti. rinnegato dalla famiglia ed evitato persino dai cani
rognosi e con qualche sintomo di AIDS.

Si assomigliano come due gocce d'acqua, ma solo fisicamente; nella sua
stamberga, dove vive di pochi frutti della terra e della carità di
Fini (non sono riuscito ad appurare se Gianfranco o Giovanni), attende
la riscossa.

Quando finalmente le armate dell'UDR riusciranno a penetrare in queste
desolate terre, ove qualcuno usa ancora scrivere il dialetto modenese
con l'alfabeto cirillico, potrà finalmente essere data alla luce
l'OPERA OMNIA di questo eroico combattente per la libertà.

Per vendicarsi dell'odiato fratello e di tutti gli "oidi" (anarcoidi,
comunistoidi ecc.), molti dei quali popolano anche questo NG, mi ha
affidato una sua composizione pregando di renderla nota; il che vado
immediatamente a fare.

LA TESTAROSSA

Non so che viso avesse, neppure come si chiamava
In quale banca svizzera i suoi soldi depositava
Quanti conti avesse aperto allora,
Di che colore i suoi capelli
Ma nella fantasia ho l’immagine sua
I ricchi son tutti giovani e belli ( 3 volte )

Conosco invece l’epoca dei fatti, qual era il suo mestiere
Quest’ ultimi anni del secolo, liberista, finanziere
I tempi in cui si cominciava
A ributta’ in mare i pezzenti
E c’era chi invocava le leggi più severe
Pe’ ‘un falli sbarcà’ tutte le sere (3 volte )

E accanto alla sua villa stava la sua Testarossa
Comprata sfruttando chi s’era spaccato le ossa
Sembrava un giovane puledro
Che appena rilasciato il freno
Faceva due e quaranta in men di due minuti
In culo a quei comunisti fottuti (3)

Ma un’altra grande forza spiegava allora le sue ali
Parole che dicevano “I compagni son dei maiali”
E contro ai comunisti
Marciavan per la via
Cortei di Forza Italia, e ci scaldava il cuore
Cossiga il picconatore (3 volte )

Un autobus tutti giorni passava davanti alla villa,
Un autobus d’operai della fabbrica “Scintilla”
Vedeva cenciosi proletari
Pensava ai suoi velluti e agli ori
Pensava al panfilino agli ormeggi a Portofino
A quant’è bello esser dei signori ( 3 volte )

E un giorno come gli altri, che si sentiva ancor più nero
Pensò che poteva mandanne una ventina al cimitero
Salì sul ferrarino lucente,
Pensò alle nobildonne russe
E prima di pensare a quel che stava a fare
Si mise contromano all’autobusse (3 volte)

Correva l’autobus ignaro e quasi senza fretta
Nessuno immaginava di andare contro la vendetta
Ma ai carabbinieri di Bologna
Arrivò la notizia di gran carriera:
“Notizia stupefacente, state fermi e ‘un fate niente,
C’è uno che va contro la corriera” (3 volte)

Ma intanto corre, corre, corre il Ferrarino
E sibila il motore messo a punto per benino
E sembra dire a tutti gli industriali
Quel rombo che si spande in aria
“Agnelli, non temere, che corro al mio dovere
Trionfi la giustizia finanziaria” (3 volte)

E corre, corre, corre, corre sempre più forte
E corre, corre, corre, corre verso la morte
E niente ormai può trattenere
L’immensa forza distruttrice
Aspetta sol lo stianto, e immagina il dolore
Di chi è sceso in campo da Arcòre (3 volte - licenza poetica)

La storia ci racconta come finì la corsa,
Quando schiacciò un bottone sul cruscotto della Testarossa
S’aprì il tettino e lui col seggiolino
Si buttò fuori col paracadute
E il busse prese in pieno con tutti quei falliti
Diciotto morti e trentadu’ feriti (3 volte)

Ma a noi piace pensarlo ancora dietro al motore
Con la sua Ferrari e lo spirto del vendicatore
E che ci giunga un giorno
Ancora la notizia
Di una Testarossa, che come una mitraglia
Si lancia a bomba contro la marmaglia ! (3 volte)



Stefano Ciofini

unread,
Aug 12, 1998, 3:00:00 AM8/12/98
to
On Wed, 12 Aug 1998 11:39:30 GMT, traduz...@iol.it (Riccardo Venturi) wrote:

>
>Annuntio vobis gaudium magnum.
>
>Ho seguito per qualche giorno in rigoroso silenzio l'ennesima puntata
>dell'annosa diatriba su Guccini, destra, sinistra, centro ecc.ecc.
>
>Ero impegnato in una difficile ricerca, e dopo anni, in un cascinale
>fra la via Emilia e il West (Per Carpi Suzaramantova si cambia). ho
>finalmente scovato colui che tutti noi cercavamo.
>
>Ho trovato IL GEMELLO DI DESTRA DI FRANCESCO GUCCINI.

Complimenti per la scoperta.
Certo che i Guccini sono tutti grandi, anche quando vanno a destra.
Comunque un quasi gemello il Gucc ce l'ha : suo fratello minore Piero.
L'ho rivisto domenica a Pavana:
Stessa altezza, stessa parlata, stessa camminata, stessa taglia, stesso eskimo....
Ci credete se vi dico che porta l'orologio a destra anche lui?

Parlando di questa notevole Locomotiva non ho potuto fare a meno
di sorprendermi nel cogliere taluni fonemi (tu coriggimi si sbalio)
para-livornesi piuttosto che treppiesi-macedoni come mi sarei aspettato,
l'ho trovata comunque bellissima anche per i contenuti ideologici così simpaticamente al passo coi
tempi :)
Chiedo pertanto il permesso di scaricarla sul mio sito, prima che il Fini (non il nostro, quello di
AN) te la compri come inno.

Ciao, Stefano

C.Caselli: ...E poi, ricordiamolo, negli anni 60 eri contemporaneo di Bob Dylan!
F.Guccini:....Se è per quello lo sono ancora!!

"Rispieghiamo Guccini" su www.geocities.com/yosemite/trails/7558

FilippoThiery

unread,
Aug 12, 1998, 3:00:00 AM8/12/98
to
Riccardo Venturi <traduz...@iol.it> scritto nell'articolo
> Annuntio vobis gaudium magnum.

> Ho trovato IL GEMELLO DI DESTRA DI FRANCESCO GUCCINI.

Riccardo, tu hai cambiato la mia vita.
Folgorato dalla tua incredibile rivelazione e dal travolgente testo della
"Testarossa", finalmente conquistato dei sacri valori dell'anticomunismo,
ormai consapevole di quanto la Democrazia Cristiana abbia fatto per il
nostro paese, tormentato dalla nostalgia per il governo dei miracoli di
Berlusconi, Fini e Casini, attendo con ansia la divulgazione dell'opera
omnia del Guccini di destra e nel frattempo, per ovvi motivi, SVENDO
collezione completa di tutti i CD del Guccini di sinistra, più tutti i suoi

libri, più raccolta di fotografie, articoli di giornale, registrazioni di
concerti,
spartiti delle canzoni e quant'altro sia in mio possesso. Aggiungo in
offerta speciale un plettro di Flaco Biondini e una bacchetta di Ellade
Bandini (a proposito: anche loro hanno dei gemelli di destra, vero ?)
Il tutto in ottimo stato, prezzo stracciato. Disponinile a permuta con
spillette di Forza Italia, cappelletti di Alleanza Nazionale e cravatte con

la faccia di Pierferdinando Casini. Massima serietà, no perditempo.

" Ma intanto corre, corre, corre il Ferrarino

E sibila il motore messo a punto per benino... "

Ciao e grazie

Filippo


Laura

unread,
Aug 12, 1998, 3:00:00 AM8/12/98
to

Riccardo... sei sempre argutissimo....

ce ne fossero di persone come te....

Laura

pervasa dall'ammirazione

Riccardo Venturi

unread,
Aug 12, 1998, 3:00:00 AM8/12/98
to
On Wed, 12 Aug 1998 12:51:00 GMT, ciof...@iol.it (Stefano Ciofini)
wrote:


>di sorprendermi nel cogliere taluni fonemi (tu coriggimi si sbalio)
>para-livornesi piuttosto che treppiesi-macedoni come mi sarei aspettato,

In effetti nel copiare l'incerta grafia del fratello del Vate mi č
sfuggito qualche labronicismo non molto in linea con il
modenese-pavanese del nostro.... chiamerņ immediatamente il mio
gemello ed omonimo di it.cultura.linguistica.italiano per stabilire
un'edizione critica filologicamente esatta e condotta sul manoscritto
originale.


>l'ho trovata comunque bellissima anche per i contenuti ideologici cosģ simpaticamente al passo coi


>tempi :)
>Chiedo pertanto il permesso di scaricarla sul mio sito, prima che il Fini (non il nostro, quello di
>AN) te la compri come inno.

Il permesso e' accordato automaticamente :o))

Ciao Ciofansky.

> Riccardo Venturi <traduz...@iol.it>
> Er muoz gelīchesame die leiter abewerfen
> So er an īr ūfgestigen ist (Vogelweide)

Giovanni Fini

unread,
Aug 13, 1998, 3:00:00 AM8/13/98
to
On Wed, 12 Aug 1998 11:39:30 GMT, traduz...@iol.it (Riccardo
Venturi) wrote:

> LA TESTAROSSA
>
>Non so che viso avesse, neppure come si chiamava
>In quale banca svizzera i suoi soldi depositava
>Quanti conti avesse aperto allora,
>Di che colore i suoi capelli
>Ma nella fantasia ho l’immagine sua
>I ricchi son tutti giovani e belli ( 3 volte )

Accidenti a te, labronico d'assalto!
Ora mi hai moralmente obbligato a rivendere la mia Ferrarina nuova di
zecca... c'e' qualcuno interessato sul NG? Il prezzo? Un affarone!!!!
(per chi conosce Alan Ford...)

Ciao
Giovanni

M...@gem.it

unread,
Aug 14, 1998, 3:00:00 AM8/14/98
to

On 1998-08-12 top...@tin.it said:

Ciao Laura!...
Condivido la tua ammirazione per il mitico Riccardo... e salvo in un
file il messaggio con la "Testarossa".
Domanda: scusa, Laura, vieni a Pavana il 12 settembre?
Un abbraccio.

Max
M...@gem.it

Quante volte per altri e' vita quello che per noi e' un minuto!

Alberto Sordi

unread,
Aug 14, 1998, 3:00:00 AM8/14/98
to

Riccardo Venturi ha scritto:

> Annuntio vobis gaudium magnum.
>


> Ho seguito per qualche giorno in rigoroso silenzio l'ennesima puntata
> dell'annosa diatriba su Guccini, destra, sinistra, centro ecc.ecc.
>
> Ero impegnato in una difficile ricerca, e dopo anni, in un cascinale
> fra la via Emilia e il West (Per Carpi Suzaramantova si cambia). ho
> finalmente scovato colui che tutti noi cercavamo.
>

> Ho trovato IL GEMELLO DI DESTRA DI FRANCESCO GUCCINI.

Favolosa, una canzone stupenda ed attualissima. Quest'anno, al mare, sulla
spiaggia con la chitarra ed il fuoco acceso, farò un gran figurone!
Perchè posso cantarla sulla spiaggia, vero?

Alberto

>
>


Laura

unread,
Aug 14, 1998, 3:00:00 AM8/14/98
to

M...@gem.it ha scritto nel messaggio
<6r0vb7$c0d$1...@server-b.cs.interbusiness.it>...
>
>Ciao Laura!...

Ciao Max! :-)


>Domanda: scusa, Laura, vieni a Pavana il 12 settembre?

Questa domanda farà morire dal ridere Giovanni... no, non vengo... per
motivi, come dire, di sopravvivenza.... anche se c'è qualcuno che mi
suggerisce sotterfugi e stratagemmi.... mi farebbe piacere ma non vengo...
la prima volta che organizzerete qualcosa durante la settimana, mi vedrete
arrivare....

A presto e ricambio l'abbraccio

Laura


Paolo Zaffi

unread,
Aug 14, 1998, 3:00:00 AM8/14/98
to
On Fri, 14 Aug 1998 11:58:57 +0200, Alberto Sordi
<in...@sordi.global.it> wrote:

>Favolosa, una canzone stupenda ed attualissima. Quest'anno, al mare, sulla
>spiaggia con la chitarra ed il fuoco acceso, farò un gran figurone!
>Perchè posso cantarla sulla spiaggia, vero?

Da noi un' ordinanza della Capitaneria vieta fuochi accesi in spiaggia
di notte. A meno che non ti porti da casa una prolunga e un
lampadario di vetro di Murano, dubito che sia possibile creare un'
atmosfera favorevole.... :-)

E mi raccomando, la cosa piu' importante. Prima passa in farmacia e
prendi l' Autan.

Ciao!

Paolo '98 (da noi beccano come le aquile col trapano)


Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages