Procedere a piccoli passi.

64 views
Skip to first unread message

Ginevra

unread,
May 3, 2012, 1:00:28 PM5/3/12
to
Una mia cara amica, dopo venti anni di matrimonio e due bambini, si è
separata dal marito. Le motivazioni? Sicuramente sarà colpa di tutti e
due, io conosco solo lo sfogo di lei: l'ha lasciato perchè trascurava
la famiglia, la tradiva (anche se la moglie è una bellessima donna), i
problemi economici e quando hanno cominciato a litigare, la picchiava.

Lei sette anni fa, conobbe un'uomo divorziato molto molto benestante
che la ricopre di attenzioni e premure,
dal quale ha avuto un figlio che porta il cognome del marito,
ovviamente all'oscuro di tutto entrambi.

Quando ha chiesto la separazione, il marito l'ha concessa senza
battere ciglio e lei ha cominciato a vivere più serenamente l'altra
relazione seppur rimanendo ognuno a casa propria, sono vicini di casa
e da 7/8 anni ufficialmente lavora come "colf" nella sua villa. Non
vogliono entrambi andare a covivere per timore che il marito possa
scoprire che l'ultimo figlio non è il suo venendo a sapere chi l'ha
sostituito.

Dopo un'anno di separazione, il marito vuole tornare a casa. Con tanta
insistenza riesce a portare al ristorante sia lei che i
figli ,corteggiandola insistentemente tanto da farle ricordare gli
anni felici vissuti insieme.

Adesso lei non sa cosa fare, è confusa o ha solo molta paura di
portare avanti una relazione clandestina che può diventare una
tragedia. Perdonare il marito per tutti i maltrattamenti subiti,
sperando in un suo cambiamento e così tenere tutto nascosto amando
ancora l'altro.

Premetto che il marito a fatto mettere nel documento di separazione,
che lei non deve portare nessun uomo nella "loro" casa di cui è
proprietario anche lui. (cosa che lei non rispetta quando è da sola)
L'ha minacciata di morte.

Cosa ne pensate.

Ginevra

Piccolo Principe

unread,
May 4, 2012, 8:23:17 AM5/4/12
to
Il 03/05/2012 19.00, Ginevra ha scritto:
>
> Adesso lei non sa cosa fare, è confusa o ha solo molta paura di
> portare avanti una relazione clandestina che può diventare una
> tragedia. Perdonare il marito per tutti i maltrattamenti subiti,
> sperando in un suo cambiamento e così tenere tutto nascosto amando
> ancora l'altro.

Ha messo in conto che probabilmente non ama NESSUNO dei due? Questo
magari implicherebbe che la sua sia solo incapacità di stare sola o
chissà cos'altro. Che senso avrebbe tornare dal marito se si ama
l'altro?!? E per continuare anche a mentire, suppongo.
Questa persona mi sembra solo un'enorme immatura.


> Premetto che il marito a fatto mettere nel documento di separazione,
> che lei non deve portare nessun uomo nella "loro" casa di cui è
> proprietario anche lui. (cosa che lei non rispetta quando è da sola)

Può stare da un'altra parte anche perché l'amante è benestante e
immagino abbia dove stare.


> L'ha minacciata di morte.

Bella premessa per tornarci, davvero.
Anziché denunciarlo ci torna e magari si prende altre sberle.


> Cosa ne pensate.

Che dovrebbe imparare a starsene sola ed amare e rispettare se stessa e
gli altri ma soprattutto crescere e vivere da persona adulta e matura.

Ciao.

--
Ainsi qu'un débauché pauvre qui baise et mange
Le sein martyrisé d'une antique catin,
Nous volons au passage un plaisir clandestin
Que nous pressons bien fort comme une vieille orange.

Ginevra

unread,
May 4, 2012, 11:23:51 AM5/4/12
to
On 4 Mag, 14:23, Piccolo Principe <catstev...@hotmail.it> wrote:
> Il 03/05/2012 19.00, Ginevra ha scritto:
>
>
>
> > Adesso lei non sa cosa fare, è confusa o ha solo molta paura di
> > portare avanti una relazione clandestina che può diventare una
> > tragedia. Perdonare il marito per tutti i maltrattamenti subiti,
> > sperando in un suo cambiamento e così tenere tutto nascosto amando
> > ancora l'altro.
>
> Ha messo in conto che probabilmente non ama NESSUNO dei due?

ho avuto anch'io questa sensazione. Quando parla dell'amante, mi
elenca sempre tutti i suoi difetti e spesso dice di lasciarlo.

>Questo
> magari implicherebbe che la sua sia solo incapacità di stare sola

forse, anche solo per le difficoltà economiche.


> E per continuare anche a mentire,

che riuscirebbe bene se il marito tornasse e l'altro rimanesse
nell'ombra. Ma l'altro l'ha messa alle strette con una decisione: ho
il marito o lui.
Credo che lei finirà per scegliere il benessere economico sapendo
sopratutto che l'amante è innamorato di lei ed è disposto a tutto.

>
> > Premetto che il marito a fatto mettere nel documento di separazione,
> > che lei non deve portare nessun uomo nella "loro" casa di cui è
> > proprietario anche lui. (cosa che lei non rispetta quando è da sola)
>
> Può stare da un'altra parte anche perché l'amante è benestante e
> immagino abbia dove stare.

lui è stufo di vivere nell'ombra dopo un anno dalla separazione di
lei. Ha deciso di frequentare le sua casa anche in pieno giorno.
Quindi vuole rendere ufficiale la loro relazione ed è pronto ad
affrontare il marito. Ma lei continua ad avere molta più paura per
quel segreto che tiene nascosto.

>
> > L'ha minacciata di morte.
>
> Bella premessa per tornarci, davvero.
> Anziché denunciarlo ci torna e magari si prende altre sberle.

ma infatti, tornare con il marito non le serve a nulla, gli uomini
violenti non cambiano. Il falso romanticismo di entrambi potrà durare
per un po', alle prime incomprensioni tornerebbe l'animale che era:
facile all'ira, violento.

Ciao
Ginevra

Piccolo Principe

unread,
May 4, 2012, 3:05:04 PM5/4/12
to
Il 04/05/2012 17.23, Ginevra ha scritto:
>
>> Ha messo in conto che probabilmente non ama NESSUNO dei due?
>
> ho avuto anch'io questa sensazione. Quando parla dell'amante, mi
> elenca sempre tutti i suoi difetti e spesso dice di lasciarlo.

Dovresti dirglielo. Spesso con la "scusa" dell'amore si fanno le
stupidate più assurde.


>> Questo
>> magari implicherebbe che la sua sia solo incapacità di stare sola
>
> forse, anche solo per le difficoltà economiche.

Può sempre cercare di porvi rimedio attivandosi per trovare un lavoro.
In ogni caso il marito deve passarle degli alimenti.


>> E per continuare anche a mentire,
>
> che riuscirebbe bene se il marito tornasse e l'altro rimanesse
> nell'ombra. Ma l'altro l'ha messa alle strette con una decisione: ho
> il marito o lui.
> Credo che lei finirà per scegliere il benessere economico sapendo
> sopratutto che l'amante è innamorato di lei ed è disposto a tutto.

Perdona ma posta così i sentimenti non c'entrerebbero proprio nulla.
Tanto vale allora prendere una calcolatrice, carta e penna e valutare
banalmente pro e contro.



>> Può stare da un'altra parte anche perché l'amante è benestante e
>> immagino abbia dove stare.
>
> lui è stufo di vivere nell'ombra dopo un anno dalla separazione di
> lei. Ha deciso di frequentare le sua casa anche in pieno giorno.
> Quindi vuole rendere ufficiale la loro relazione ed è pronto ad
> affrontare il marito. Ma lei continua ad avere molta più paura per
> quel segreto che tiene nascosto.

E preferisce vivere con la paura, giusto?
In ogni caso l'equazione "amante" = "figlio altrui" non è così immediata
e non vedo perché il dire che stanno insieme ora dovrebbe implicare che
stessero insieme anche prima.


>> Bella premessa per tornarci, davvero.
>> Anziché denunciarlo ci torna e magari si prende altre sberle.
>
> ma infatti, tornare con il marito non le serve a nulla, gli uomini
> violenti non cambiano. Il falso romanticismo di entrambi potrà durare
> per un po', alle prime incomprensioni tornerebbe l'animale che era:
> facile all'ira, violento.

Anche ammesso che cambi (è sempre possibile) non cambierebbe il fatto
che qui d'amore non sembra esserci traccia e non vedo proprio nessun
senso per tenere in piedi storie come queste. Significa trascinarsi e
sprecare il proprio tempo che si potrebbe dedicare ad una persona da
amare. Mia opinione ovviamente.

Delfino Errante

unread,
Aug 21, 2012, 5:30:34 PM8/21/12
to
Ginevra ha scritto:

> Cosa ne pensate.

Una gran storia di cacca, con decenza parlando.


--

questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ab...@newsland.it

don camillo

unread,
Aug 30, 2012, 7:24:57 AM8/30/12
to

Piccolo Principe <catst...@hotmail.it> ha scritto:

> Questa persona mi sembra solo un'enorme immatura.

Io mi chiedo come sia possibile che una persona adulta, chiunque essa
sia, si arroghi il diritto di sparare sentenze con un tono cos�
prepotente, e ovviamente-oggettivamente superficiale, senza avere la
bench� minima conoscenza della persona che sta condannando.

Mi permetto anche di aggiungere che il nick scelto appare fuori luogo:
il Piccolo principe tutto poteva fare, ma non certo condannare, specie
senza conoscere.

Ciao ciao.

Piccolo Principe

unread,
Aug 31, 2012, 4:03:32 AM8/31/12
to
Il 30/08/2012 13:24, don camillo ha scritto:
> Piccolo Principe <catst...@hotmail.it> ha scritto:
>
>> Questa persona mi sembra solo un'enorme immatura.
>
> Io mi chiedo come sia possibile che una persona adulta, chiunque essa
> sia, si arroghi il diritto di sparare sentenze con un tono cosᅵ
> prepotente, e ovviamente-oggettivamente superficiale, senza avere la
> benchᅵ minima conoscenza della persona che sta condannando.

Ed io ti rispondo. :)
E' sufficiente che quella persona conosca i fatti di cui parla e si
esprima solo in funzione degli stessi.
Ti stupirᅵ sapere che una persona adulta potrebbe dire che "fare le
smorfie alle spalle di uno sconosciuto" ᅵ un comportamento infantile,
giusto per fare un esempio.
Adesso hai scoperto come ho fatto.


> Mi permetto anche di aggiungere che il nick scelto appare fuori luogo:
> il Piccolo principe tutto poteva fare, ma non certo condannare, specie
> senza conoscere.

Ma no...
Dopo tanti anni credo che lo cambierᅵ, l'ho letto piᅵ volte eppure m'era
sfuggita questa cosa.


> Ciao ciao.

Ciao.



--
Ainsi qu'un dᅵbauchᅵ pauvre qui baise et mange
Le sein martyrisᅵ d'une antique catin,
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages