vostre opinioni riguardo assegno di mantenimento

42 visualizzazioni
Passa al primo messaggio da leggere

ladymar...@gmail.com

da leggere,
20 ago 2007, 14:24:0720/08/07
a
Per chi avrà la cortesia di rispondermi senza sarcarsmi e cattiverie
gratuire,; il mio è solo un quesito.

Allora,
io da 4 anni ho un bimbo. Ilpadre l'ha ricosnociuto.
Non è stato un "incidente" di percorso. Abbiamo "programmato" il
concepimento a tavolino, come a dire: " io ho necessità di procreare,
e tu?"
La risposta è stata si', certo, se arriva lo si tiene.

Dopo vari problemi ( alcoslismo, droga, non lavoro, vizi e corna
varie), decido di lasciarlo non appena il pargoletto nasce.
Da allora lo mantengo io nella mianiera piu' dignitosa del mondo.
Ilpadre non si è mai piu' fatto sentire, nenahc euna cartolina, un
pelouche...nulla.

La nonna paterna è straricca, piena di immobili e via dicendo.

Il giudice mi disse che io devo pretendere l'assegno di mantenimento
anche se economicamente non me la cavo male. Insomma, geneticamente il
figlio è anche suo. Non si possono spandere semi ovunque e pretendere
di passarla liscia.

Io ho sempre rigiutato pur di non vederlo mai piu'.

Ora pero' nella mia condizione finanziaria qualcosa sta per cambiare,
e non sono certissima di riuscire a a dar tutto cio' che serve a mio
figlio.

Posso secondo Voi, avvocati e leguilei reali ( non flamers e time
wasters in generale) pretendere qualcosa da lui ( che non lavora o
dalla nonna miliardaria?

Grazie

Sig. Mau

da leggere,
20 ago 2007, 14:41:4320/08/07
a
>Posso secondo Voi, avvocati e leguilei reali ( non flamers e time
>wasters in generale) pretendere qualcosa da lui ( che non lavora o
>dalla nonna miliardaria?

Dal padre, di certo.
Dalla nonna non *è possibile*.
C.S.
prof. sig. Mau
_____________________________________________
Prof. a contratto di chiaroveggenza giuridica
Universita' di Roccacanuccia

Il messaggio è stato eliminato

ladymar...@gmail.com

da leggere,
20 ago 2007, 16:05:4320/08/07
a
On 20 Ago, 20:41, Sig. Mau <dott.mau_unzau...@email.it> wrote:
> >Posso secondo Voi, avvocati e leguilei reali ( non flamers e time
> >wasters in generale) pretendere qualcosa da lui ( che non lavora o
> >dalla nonna miliardaria?
>
> Dal padre, di certo.
> Dalla nonna non *è possibile*.
> C.S.
> prof. sig. Mau

Grazie,
ma se il padre dimostra di guadagnare nulla?


Sig. Mau

da leggere,
20 ago 2007, 18:37:0620/08/07
a
>Grazie,
>ma se il padre non dimostra di guadagnare nulla?

Starà a te dimostrare che non è vero...
Se è vero che è povero in canna... non si può tirare fuori il sangue
da una rapa.

Tiziano Solignani

da leggere,
21 ago 2007, 03:29:0521/08/07
a ladymar...@gmail.com
in data 20/08/07 ladymar...@gmail.com scriveva:

Sì, all'assegno di mantenimento hai diritto, l'eventuale accordo per cui
il padre ti avrebbe - diciamo così - fornito il seme e poi il bambino
sarebbe stato "tuo" non ha alcun valore.

Dovresti anche valutare, visto il disinteresse totale del padre, un
procedimento di decadenza dalla potestà, altrimenti potresti
ritrovartelo, dopo anni di completa assenza, a decidere cose importanti
per la vita di tuo figlio come la scelta della scuola e così via.

Per quanto riguarda i nonni paterni, non è vero come ha scritto qualcun
altro che non possono essere interpellati. Possono esserlo, anche se
solo in condizioni estreme che non mi paiono le tue, da quello che
scrivi. La cosa è prevista dall'art. 148, comma 1°, seconda parte, del
codice civile (che puoi come sempre consultare in rete) ed il
presupposto è appunto che i genitori "non abbiano mezzi sufficienti" per
mantenere il figlio.

Sarà bene comunque che trovi un avvocato in cui puoi avere completa
fiducia per prendere queste scelte fondamentali, finchè il bambino è
magari ancora piccolo, per fare subito quel che c'è da fare ed evitare
problemi in futuro che possono solo essere più grandi, la materia è
delicata.

--

Cordialmente,

http://tsolignani.wordpress.com

Sig. Mau@Work

da leggere,
21 ago 2007, 04:17:2121/08/07
a
>Per quanto riguarda i nonni paterni, non è vero come ha scritto qualcun
>altro che non possono essere interpellati. Possono esserlo, anche se
>solo in condizioni estreme che non mi paiono le tue, da quello che
>scrivi. La cosa è prevista dall'art. 148, comma 1°, seconda parte, del
>codice civile (che puoi come sempre consultare in rete) ed il
>presupposto è appunto che i genitori "non abbiano mezzi sufficienti" per
>mantenere il figlio.

Te ghe rason... chiedo venia per la cazzata che ho detto.

Ah, potevi dire che sono io...
Tanto mica mi offendo e mica sono qui a cercar clienti (fortunatamente
per loro, rifuggo il diritto di famiglia).

Il messaggio è stato eliminato

ladymar...@gmail.com

da leggere,
21 ago 2007, 09:49:0221/08/07
a
On 21 Ago, 09:29, Tiziano Solignani <s0l1gn...@solignani.it> wrote:
> in data 20/08/07 ladymarlasin...@gmail.com scriveva:
>
>
>
>
>
> > Per chi avrà la cortesiadirispondermi senza sarcarsmi e cattiverie

> > gratuire,; il mio è solo un quesito.
>
> > Allora,
> > io da 4 anni ho un bimbo. Ilpadre l'ha ricosnociuto.
> > Non è stato un "incidente"dipercorso. Abbiamo "programmato" il

> > concepimento a tavolino, come a dire: " io ho necessitàdiprocreare,
> > e tu?"
> > La risposta è stata si', certo, se arriva lo si tiene.
>
> > Dopo vari problemi ( alcoslismo, droga, non lavoro, vizi e corna
> > varie), decidodilasciarlo non appena il pargoletto nasce.

> > Da allora lo mantengo io nella mianiera piu' dignitosa del mondo.
> > Ilpadre non si è mai piu' fatto sentire, nenahc euna cartolina, un
> > pelouche...nulla.
>
> > La nonna paterna è straricca, pienadiimmobili e via dicendo.

>
> > Il giudice mi disse che io devo pretendere l'assegnodimantenimento
> > anche se economicamente non me la cavo male. Insomma, geneticamente il
> > figlio è anche suo. Non si possono spandere semi ovunque e pretendere
> >dipassarla liscia.
>
> > Io ho sempre rigiutato purdinon vederlo mai piu'.

>
> > Ora pero' nella mia condizione finanziaria qualcosa sta per cambiare,
> > e non sono certissimadiriuscire a a dar tutto cio' che serve a mio

> > figlio.
>
> > Posso secondo Voi, avvocati e leguilei reali ( non flamers e time
> > wasters in generale) pretendere qualcosa da lui ( che non lavora o
> > dalla nonna miliardaria?
>
> > Grazie
>
> Sì, all'assegnodimantenimentohai diritto, l'eventuale accordo per cui

> il padre ti avrebbe - diciamo così - fornito il seme e poi il bambino
> sarebbe stato "tuo" non ha alcun valore.
>
> Dovresti anche valutare, visto il disinteresse totale del padre, un
> procedimentodidecadenza dalla potestà, altrimenti potresti
> ritrovartelo, dopo annidicompleta assenza, a decidere cose importanti
> per la vitadituo figlio come la scelta della scuola e così via.

>
> Per quanto riguarda i nonni paterni, non è vero come ha scritto qualcun
> altro che non possono essere interpellati. Possono esserlo, anche se
> solo in condizioni estreme che non mi paiono le tue, da quello che
> scrivi. La cosa è prevista dall'art. 148, comma 1°, seconda parte, del
> codice civile (che puoi come sempre consultare in rete) ed il
> presupposto è appunto che i genitori "non abbiano mezzi sufficienti" per
> mantenere il figlio.
>
> Sarà bene comunque che trovi un avvocato in cui puoi avere completa
> fiducia per prendere queste scelte fondamentali, finchè il bambino è
> magari ancora piccolo, per fare subito quel che c'è da fare ed evitare
> problemi in futuro che possono solo essere più grandi, la materia è
> delicata.
>
> --


E in caso di morte del padre e della nonna?
Gli immobili a chi vanno?

Cmq, se dimostro una situazione economica disastrata, gli ass. sociali
mi portano via il figlio ( non sono leggende metropolitane...)
La patria potestà è già stata limitata, ma non decaduta.
Grazie a tutti

Sig. Mau@Work

da leggere,
21 ago 2007, 10:06:3521/08/07
a
>E in caso di morte del padre e della nonna?
>Gli immobili a chi vanno?

Nonna --> Padre --> Figlio

carmine

da leggere,
21 ago 2007, 14:11:3421/08/07
a
Sig. Mau@Work ha scritto:

>>E in caso di morte del padre e della nonna?
>>Gli immobili a chi vanno?
>
> Nonna --> Padre --> Figlio

dipende anche da chi muore prima e dalla larghezza dell'asse ereditario.

Rispondi a tutti
Rispondi all'autore
Inoltra
0 nuovi messaggi