[C64][RECENSIONE] BLAST FROM THE PAST VOLUME 61

17 views
Skip to first unread message

Zappa

unread,
Jan 9, 2007, 6:19:42 PM1/9/07
to
Conme promesso, ecco l'agognata (spero) recensione della Blast numero
61. Buon anno a tutti e speriamo in un ottimo 2007 emulatorio.

Blast From The Past #61

1. Frak!

Ogni volta che vedo questo genere di giochi mi fermo a riflettere su
quanto sia cambiato il modo di intendere il videogioco da produzione
atta al puro divertimento a prodotto massificato e paragonabile alla
creazione di un film.
In questo Frak! Impersonate il cavernicolo Trogg, impegnato a muoversi
tra miriadi di scale e piattaforme onde raccogliere un certo numero di
chiavi che gli serviranno per arrivare alla fine del livello stesso e
passare al successivo. A ostacolarlo, vari palloncini volanti (?)
pugnali che si muovono in diagonale (??) e infine enormi (e quando
dico enormi intendo ENORMI) mostriciattoli inerti e pelosissimi che vi
uccideranno al solo contatto. Andando avanti nei livelli i nemici
cambieranno di varietà. A disposizione di Trogg vi è uno yo-yo (?????)
con il quale potrà uccidere i vari nemici; più si tiene premuto il
pulsante fire accompagnato dalla direzione (dx o sx) ove si vuole
lanciare lo yo-yo, più questo si allungherà, fino al limite dello
schermo. Ogni volta che si entra in collisione con un nemico, si perde
una vita e Trogg urla tramite un fumetto l'infame parola FRAK! :P
Questo gioco, originalmente pensato per il BBC, un computer a quanto
pare piuttosto diffuso in UK all'epoca, si fa apprezzare soprattutto
per la grafica fumettosa (sprite ENORMI e ben colorati) e per
l'originalità (all'epoca) nell'uso dello yo-yo. Tuttavia i difetti
sono numerosi: la collisione tra sprite è imprecisa e si muore con
toroppa facilità; un salto un po' più lungo del normale è un altro
metodo per finire al creatore. Grossa carenza anche dal comparto
sonoro, che non offre più di qualche effetto sonoro correlato ai
movimenti di Trogg. Alcune curiosità? La SH all'epoca sbandierava l
presenza di 96 livelli diversi nel gioco, che in realtà erano soltanto
6... la verità è che dopo aver passato i primi 6 venivano tutti
riproposti in 16 maniere differenti, in modalità inversa, in modalità
mirror, con un tempo più limitato e via dicendo. Zzap! rivelò che
osservando la disposizione delle piattaforme sarebbe stato possibile
scoprire una parola segreta, pare che la statesoft avesse addirittura
indetto un concorso (non so con che premi in palio) che avrebbe visto
vincitore chi avesse scoperto per primo la parola e chi, entro un
certo termine i tempo, avesse ottenuto il punteggio più alto con frak!
anche se non ho idea di cosa ci fosse in palio :)
Un platform onesto, sicuramente divertente, con numerosi difetti che
non lo rendono un classico.

Voto: 7

2. High Frontier

Premetto immediatamente che non darò un voto a questo gioco,
trattandosi di un simulatore che avrebbe bisogno di molto tempo per
essere analizzato a dovere, e anche così probabilmente non sarei in
grado di giudicarlo visto che non ho mai amato troppo questo genere di
giochi. Tuttavia vorrei spendere qualche parola per la stranezza di
questo simulatore... il titolo Activision infatti, mette di fronte i
due ex blocchi USA-URSS (ma in questo non è sicuramente l'unico)
impegnati in una guerra con il sistema Strategic Defense Initiative
(SDI). Di questo sistema, rimasto sempre sulla carta ma estremamente
temuto e pompato ai tempi della guerra fredda, si ricorderanno di
certo molti di coloro che erano ragazzini negli anni '80, infatti io
lo ricordo molto bene, trattandosi di un fantascientifico armamentario
di satelliti da guerra in orbita intorno alla terra e pronti a colpire
e distruggere il nemico. Probabilmente un must per chi all'epoca amava
i simulatori (anche se non si tratta di un RTS, infatti la varibile
temporale non è presente), anche se le recensioni che ho letto
focalizzavano i difetti sulla scarsa longevità del gioco.

Voto: S.V.

3. Inspector Gadget 2

Questo IG2 è in realtà Inspector gadget della Melbourne House, del
1988. Forse è nominato "2" per distinguerlo dall'altro gioco con lo
stesso nome, uscito l'anno prima per mano di una SH sconosciuta, per
lo meno a guardare in database di lemon. Impersonate l'ispettore
gadget, stordito e derubato dei suoi aggeggi mentre svolgeva indagini
in un circo. Al risveglio, dovrà recuperare prima il suo binocolo, e
con quello riuscire a riconoscere, tra i personaggi del circo, quali
sono i criminali della organizzazione MAD che dovrà arrestare.
La pochezza di questo gioco è disarmante. Già privare un personaggio
come IG dei suoi ammennicoli fin da subito mi sembra stupido, ma
creare poi un gioco dove si vaga in maniera schizotica rischiando di
morire in qualsiasi momento a caso è veramente assurdo. Eh, sì, perchè
il gioco si svolge a scermate fisse e praticamente qualsiasi cosa si
muova può "uccidervi". il virgolettato è dovuto al fatto che non è che
si muoia... ogni collisione corrisponde a perdere 30 secondi di tempo
dai 15 minuti iniziali, e ritrovarsi alla schermata di partenza. La
grafica è tremendamente spartana, le ambientazioni pessime e la
collisione tra sprites è calcolata in maniera indegna (si muore a
volte pur essendo lontani miglia dai nemici!!!). Non parliamo poi di
quando si arriva al limite dello schermo per passare allo schermo
successivo, in moltissimi casi ci si ritrova a morire senza sapere
nemmeno il perchè dato che nella nuova schermata era presente un
nemico imprevedibile di fronte al quale non viene nemmeno dato il
tempo di spostarsi. Ignobile poi il movimento di pseudo-3D isometrico
con cui si muove IG, che fa venire voglia di imprecare in turco.
Più di tutto, nonostante una colonna sonora più che decente, è osceno
tutto il gameplay, peraltro il gioco con un po' di impegno può essere
finito, quanto pare, dopo 2 o 3 volte (in ogni caso il timer segna 15
minuti, quindi più di così...).
Su Zzap! questo gioco pigliò un meritatissimo 9%, io non voglio essere
tanto più generoso...

Voto: 3

4. Olli & Lisa

In realtà il nome di questo gioco è Olli & Lissa: The Ghost of
Shilmore Castle. Si tratta di un platform di origine chiaramente
spectrumiana (basta guardare i colori :P) edito dalla Firebird
nell'ormai lontano 1987. la trama racconta di un riccone americano che
decide di trasferire un castello scozzese in USA smontandolo a pezzi.
Peccato che questo castello sia abitato da un fantasma non molto
felice di lasciare la propria casa natale e deciso pertanto a battersi
per questo. Purtroppo però i suoi poteri sono limitati e per rendersi
visibile e spaventare a morte il magnate causa dei suoi guai, a
bisogno di una pozione, gli ingredienti della quale voi dovrete
raccogliere. Olli e Lissa sono i due amichetti di questo fantasama che
voi controllerete. All'inizio di ogni stage Sir Humphrey (questo è il
nome dello spettro) si trova vicino ad un calderone e vi richiederà
l'ingrediente da portargli. Voi dovrete, passando di piattaforma in
piattaforma ed evitndo mostri su mostri, andarlo a recuperare. Ogni
stage è strutturato su più livelli e spesso l'ingrediente è assai
difficile da individuare, anche alla vista.
Il problema di questo gioco, che ho notato immediatamente, è il
gameplay, che risulta orribilmente crappy: occorre aspettare ore per
trovare il tempo giusto per saltare evitando al contempo i nemici; la
collisione tra sprite è calcolata in una maniera indegna sicchè
spessissimo si salta un nemico ma si muore lo stesso perchè il gioco
interpreta una collisione mai avvenuta. Il grado di difficoltà è
mostruoso e su lemon c'è chi asserisce di averci giocato per ANNI
senza mai passare il secondo livello.
Graficamente tutto molto spectrumiano, sonoro senza infamia e senza
lode. Uno di quei giochi che probabilmente all'epoca avranno fatto
perdere il sonno a molti, ma terribilmente frustrante e disonesto, non
merita la sufficienza.

Voto: 5

5. Moby Dick

Diamine, qui siamo agli albori. Questo gioco è del 1983, targato
Cymbal Software. Semplicissimamente comandate una nave che deve
lanciare delle bombe sottomarine ai sommergibile che passano sotto di
voi. La visuale è laterale. La vostra nave si muove in orizzontale da
sx a dx, ed è possibile deciderne la velocità. Arrivata all'estema
destra dello schermo, la nave ritorna a sinistra e si ricomincia. Dal
cielo sopra di voi aerei ed elicotteri vi renderanno la vita difficile
bombardandovi con missili che dovrete cercare di evitare, come si deve
evitare di colpire con le vostre bombe la fauna marina (balene). Se
ciò accade arriva una nave verde (presumo la protezione animali...) he
vi distrugge senza pietà e senza possibilità di sfuggire.
Molto "early" come gioco, con una grafica ai limiti dal ridicolo, ma
per l'epoca assolutamente funzionale. Qualche effetto sonoro tipo
"rumore bianco" e nient'altro. Il gioco è sostanzialmente tutto qui,
bombardare all'inifinito fino a che non si perdono tutte e 3 le vite
cercando di fare più punti possibile... un concetto più che onesto per
il periodo nel quale è stato concepito questo MD.

Voto: 6

6. Zimsalabim

Si tratta di una avventura mista grafica/testuale. Nella parte
superiore dello schermo c'è la parte grafica, con il vostro
personaggio (un arabo) che potete muovere col joystick. Nella parte
sotto si può inserire il testo per esaminare e compiere azioni.
Questo gioco non è presente sul database di lemon nè ne ho trovato
traccia altrove. C'è soltanto un sito tedesco che cita questo gioco e
ne attesta l'uscita nel 1984, edito dalla Virgin Games.
Mi risulta molto difficile dare una valutazione, anche perchè
probabilmente andrebbe giocato a lungo da qualcuno che abbia passione
per il genere. Preferisco passare la palla ai più esperti o a chi lo
abbia eventualmente giocato, limitandomi a dire che il gioco è
caratterizzato da una interfaccio che fa molto BASIC, da una musica
estremamente ripetitiva e da una grafica spaventosamente blocchettosa.

Voto: S.V.

7. Solar Fox

Conversione dell'omonimo (e a me sconosciuto, fino ad ora) arcade
della Bally Midway, questo SF è insieme uno Shoot 'em up e un gioco
stile paca-man. Infatti, comandate una navicella che si muove su una
griglia rettangolare. La griglia ha quattro pareti su cui sono montati
dei cannoni mobili che vi spareranno per distruggervi. All'interno del
retangolo stanno i "fuzors" che sono nient'altro che dei pallini sui
quali dovrete passare raccogliendoli. Raccolti tutti, si passa allo
schema successivo. Avete a vostra disposizione un cannoncino con il
quale rispondere al fuoco, se colpite le torrette nemiche rimarranno
paralizzate per qualche secondo prima di "riaversi". Procedendo con
gli schemi, appaiono bonus che dovrete raccogliere ma anche trappole
come piccoli tornadi che al contatto bloccherano la vostra navetta per
qualche attimo.
Ottima conversione di un arcade anomalo ma divertente. L'unica
differenza con la sala sta ovviamente nel comparto grafico, più
blocchettoso che mai sul C64; tuttavia è un aspetto che passa in
secondo piano visto il grado estremo di divertimento infuso dal gioco,
che spinge il giocatore a provare e riprovare andando avanti per
vedere come cambiano gli schemi. Ottima riproduzione delle musiche e
degli effeti sonori dell'arcade.
Per i tempi nei quali il divertimento nei giochi contava.

Voto: 7 e 1/2

Che dire infine? Un Blast appena sufficiente con un voto globale di 6
a mio giudizio.
Aspetto con ansia i vostri commenti.

RobotElettronici

unread,
Jan 10, 2007, 5:07:34 AM1/10/07
to
Zappa wrote:

> 6. Zimsalabim
[...]


> Questo gioco non è presente sul database di lemon nè ne ho trovato
> traccia altrove.

http://www.lemon64.com/games/details.php?ID=2945


Zappa

unread,
Jan 10, 2007, 5:52:08 AM1/10/07
to
Il Wed, 10 Jan 2007 11:07:34 +0100, "RobotElettronici"
<robnic...@nospamgrazie.it> ha scritto:

>Zappa wrote:
>
>> 6. Zimsalabim
>[...]

>> Questo gioco non č presente sul database di lemon nč ne ho trovato
>> traccia altrove.
>
>http://www.lemon64.com/games/details.php?ID=2945

Perchč hanno scrito Zim Zala Bim INVECE del corretto Zimsalabim.
Inquietante come all'epoca il nome di un gioco non fosse cosě
importante. Spessissimo l'intestazione del loader delle Blast non
coincide col vero nome del gioco o col database di lemon. Mah.
--
Zappa
"I will not feed you hunger,instead
I bite the pain
Looking not back but forward,
I bite down hard"

Death - "Bite the pain"

Massi cadenti

unread,
Jan 10, 2007, 9:09:10 AM1/10/07
to
On Wed, 10 Jan 2007 00:19:42 +0100, Zappa <azap...@virgilio.it>
wrote:

>Conme promesso, ecco l'agognata (spero) recensione della Blast numero
>61. Buon anno a tutti e speriamo in un ottimo 2007 emulatorio.
>
>Blast From The Past #61

Sono commosso.
Stasera leggo e se posso commento :)

ABS

unread,
Jan 10, 2007, 1:46:02 PM1/10/07
to
:O

Ma sei un grande dell'editoria. :*

Poi, appena ho la forza commento...

--
"RUBANO IN CASA DEI LADRI!!!!!!!!!!!! Vaffanculo ai programmatori del
NeoRage.Questi coglioni fottono i veri programmatori di Metal slug2 che
e' tutt'ora in salagiochi e sti coglioni si lamentano se gli modificano
un'istruzione del loro fottuto emulatore per fare partire un gioco che
poi va comunque di merda.......robe da matti.Ma che cazzo di meriti
vogliono ,quelli di fottere i copyright?Fanculo,e pingono come i bambini
e non ci fanno il sonoro,ma due calci in culo e tutto come prima
coglioni....." (VIGNO, Ven 4 Set 1998, ICE)

Cuccureddu

unread,
Jan 10, 2007, 2:13:45 PM1/10/07
to
On Wed, 10 Jan 2007 00:19:42 +0100, Zappa wrote:

> Conme promesso, ecco l'agognata (spero) recensione della Blast numero 61.
> Buon anno a tutti e speriamo in un ottimo 2007 emulatorio.

Io agogno e come

Ieri ho installato Vice 1.20 sulla mia Suse10.1, era troppo tempo che non
vedevo lo schermo blu :)

Devil Master

unread,
Jan 10, 2007, 2:40:14 PM1/10/07
to
>Ieri ho installato Vice 1.20 sulla mia Suse10.1, era troppo tempo che non
>vedevo lo schermo blu :)

Prendi un retro-PC, installagli Windows 95 e ne vedrai un bel po' :-)

--
Il MAME Team sta facendo *CAZZATE* (Massi cadenti)
Per una volta sono d'accordo con DM. Incredibile. (Zappa)

LaZ

unread,
Jan 10, 2007, 4:28:46 PM1/10/07
to
On Wed, 10 Jan 2007 00:19:42 +0100, Zappa <azap...@virgilio.it>
wrote:

>Conme promesso, ecco l'agognata (spero) recensione della Blast numero
>61.

Ecco che la lurkatura ha infine prodotto i suoi frutti :-) Grazie

>Buon anno a tutti e speriamo in un ottimo 2007 emulatorio.

Altrettanto!

>1. Frak!

>Voto: 7

Concordo, anche io rimasi sbalordito dalla fumettosità e dalle
dimensioni dei vari sprite, anche se l'animazione degli stessi era
alquanto limitata e la giocabilità a volte frustrante.


>2. High Frontier

Ennesimo gioco che affronta a modo suo la guierra fredda di quegli
anni.. Ci giocai molto poco a questo simulatore di SDI
dell'activision; all'epoca non era il genere che mi attirava di più e
oltretutto mi arrivò insieme a una paccata di altri giochi
sinceramente più gustosi e immediati (ricordo ancora water polo e on
the tiles). La mancanza di istruzioni poi fece il resto e cadde presto
nel mio personale oblio..

>3. Inspector Gadget 2

Bruttissimo, molto meglio l'omonimo amatoriale che hai citato.
Una delle ciofeche della melbourne house che ci aveva abituato a
piccole perle come Asterix, The Hobbit, Exploding Fist, Street
Hassle...


>4. Olli & Lisa

Voto: 6

>
>5. Moby Dick

Questo mi è particolarmente caro in quanto uno dei primissimi giochi
avuti su C64, c'è da dire comunque che nell'83 già esistevano tante
piccole gemme..

Voto: 6


>7. Solar Fox

stesse considerazioni di cui sopra, pari pari...

Voto: 6,5

>Che dire infine? Un Blast appena sufficiente con un voto globale di 6

effettivamente...


--
Regards LaZ

.·´¯`·.¸.·´¯`·.¸ ><((((º> ....... <º))))>< .·´¯`·.¸.·´¯`·.¸
Mi riservo, con fermezza, il diritto di contraddirmi. (Paul Claudel)
.·´¯`·.¸.·´¯`·.¸ ><((((º> ....... <º))))>< .·´¯`·.¸.·´¯`·.¸

MASTER the original

unread,
Jan 11, 2007, 1:39:05 PM1/11/07
to
Zappa ha scritto:

> Conme promesso, ecco l'agognata (spero) recensione della Blast numero
> 61. Buon anno a tutti e speriamo in un ottimo 2007 emulatorio.

Mitico Zappa!

Cmq ZimSalaBim era un'avventura molto giocata ai tempi che furono.

MASTER

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages