è morto Piero Angela, peccato che non potrà più avere contezza delle palle relativistche

136 views
Skip to first unread message

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 6:16:44 AMAug 13
to
E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che Paco lanciano gli ha raccontato palle relativistiche:
https://youtube.com/clip/UgkxVMGatujOW5ss87VOXcqdYvWxT4M_HoKJ

Giovanni.

Christian Giamba

unread,
Aug 13, 2022, 6:51:21 AMAug 13
to
ha accompagnato tutta la mia vita,lo seguo sin dall'infanzia...è un peccato che sia capitato proprio a lui però un'età come la sua è senz'altro rispettabilissima se non altro non si può dire che non l'abbia vissuta pienamente!avere la voglia e la tenacia di arrivarci a quell'età e riuscire ad esercitare anche il proprio mestiere con abnegazione senza arrendersi mai non è da tutti,spero che sia di esempio e che il figlio o chiunque abbia imparato da lui o collaborato con lui possa diventare davvero un degno successore,

Archaeopteryx

unread,
Aug 13, 2022, 6:57:48 AMAug 13
to
Giovanni <giann...@gmail.com> Wrote in message:r
> E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che Paco lanciano gli ha raccontato palle relativistiche:


Vergognati, squallido individuo.
--


----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html
Message has been deleted

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 7:22:01 AMAug 13
to
> > io stesso Giovanni ho convintamente e pietosamente scritto:
> > E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che
> > Paco Lanciano gli ha raccontato palle relativistiche
> > (segue clip di solo 1 minuto):
> > https://youtube.com/clip/UgkxVMGatujOW5ss87VOXcqdYvWxT4M_HoKJ

> Archaeopteryx ha scritto:
> Vergognati

Vergognatevi voi relativisti per le scemenze relativistiche, vere e proprie scemenze fisiche, che raccontate all'umanità da oltre 115 anni.

Giovanni.

Archaeopteryx

unread,
Aug 13, 2022, 7:26:19 AMAug 13
to

> Vergognatevi voi relativisti per le scemenze relativistiche,
vere e proprie scemenze fisiche, che raccontate all'umanità da
oltre 115 anni.
>
> Giovanni.
>

non esistono relativisti, perché in Fisica non ci sono opinioni.
Sei semplicemente una persona che ha perso la capacità
raziocinante e inventa balordaggini con rotelle metriche e fotoni
subluminali. Fin qui nulla di strano, purtroppo la realtà è fatta
anche di persone come te.

Il problema è che oltre a essere ottenebrati bisogna avere anche
una certa cattiveria per infilare i propri deliri
strumentalizzando una notizia spiacevole. Sono sicuro che se la
relatività non avesse mai avuto posto nelle sue trasmissioni te
ne saresti fregato e la notizia non ti avrebbe interessato
abbastanza per riportarla.

È per questo che sei un individuo squallido e patetico.

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 7:35:32 AMAug 13
to
> Archaeopteryx ha scritto:
> non esistono relativisti, perché in Fisica

Informati ... Einstein stesso ha usato il termine "relativisti" e anche il tuo immenso Elio Fabri lo ha fatto.

> Sei semplicemente una persona che ha perso la capacità
> raziocinante

Il bue che chiama cornuto l'asino ... guarda che alla scemenza fisica della simultaneità relativa e compagnia bella (fino a viaggi nel tempo e agli universi paralleli), siete voi relativisti, e non io.

Rispondi a una solo domanda: dimmi la verità ... ma veramente pensi che il tempo si dilata ... se si, ripeto, sei proprio scemo.

Giovanni.




RELAX RILASSATO

unread,
Aug 13, 2022, 7:55:49 AMAug 13
to
Il giorno sabato 13 agosto 2022 alle 12:16:44 UTC+2 Giovanni ha scritto:
> E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che Paco lanciano gli ha raccontato palle relativistiche:
> https://youtube.com/clip/UgkxVMGatujOW5ss87VOXcqdYvWxT4M_HoKJ
>
>
Ma sei scemo?
Piero Angela è come se fosse uno di noi!
Un uomo che ha amato la conoscenza
e ha fatto moltissimo per divulgarla
a tutti.
E già questo basta e avanza per rispettarlo!
Poi si può anche essere non del tutto
d'accordo con qualche sua opinione/scelta
editoriale.
Ma in questo caso si entra nel merito
e si discute serenamente.
Tra le altre cose, Piero Angela non può
essere valutato dai cosiddetti nativi digitali.
E tu sicuramente sei uno di loro visto il commento
che hai scritto.
Con youtube a disposizione è chiaro che
superquark sembra una trasmissione come
le altre.
Ma superquark va inserito nel contesto
della tv a partire dagli anni Ottanta.
Ed è lì che svetta.

E anzi, a mio parere la RAI ha sbagliato
a non farlo andare in pensione.
Una pensione meritata.
Tenere in tv una persona di 93 anni
visibilmente rallentata e invecchiata
ha dato una immagine di superquark
non al passo coi tempi e ha allontanato
molti giovani.
Qui però è colpa della RAI e non
di Piero Angela.
La RAI poteva trovare un conduttore
(a parte il figlio Alberto) capace
di prenderne l'eredità con un nuovo format.

Infatti a me sembra che Alberto Angela
non abbia gli stessi interessi (molto ampi)
del padre. Di sicuro non è appassionato
di fisica e materie affini.


Archaeopteryx

unread,
Aug 13, 2022, 8:02:34 AMAug 13
to
RELAX RILASSATO <rer3...@gmail.com> Wrote in message:r
Giovanni non è un nativo digitale è un crackpot.

RELAX RILASSATO

unread,
Aug 13, 2022, 8:08:05 AMAug 13
to
Scusa, ma tu ce l'hai con Piero Angela
o con Einstein?
Ti sembra il caso di attaccare una persona
come Piero Angela solo perché ha divulgato
anche un pochino di relatività?
Chi come te non condivide la relatività
*deve* ringraziare Piero Angela perché
almeno quando ne parli a qualcuno
che ha visto le sue trasmissioni, ecco
che ti può capire.
Cioè è anche grazie a Piero Angela
se delle persone possono capirti
quando parli di relatività.

Se proprio vogliamo fare una critica
questa va indirizzata al figlio Alberto
che sull'11 Settembre ha mentito
sapendo di mentire.
https://www.dailymotion.com/video/x33ljnj

Evidentemente, Alberto, per continuare
la carriera in RAI è stato obbligato
a mentire. Però Piero Angela
non si è prestato!
https://www.ae911truth.org/

Ci sono circa 4000 esperti americani
che spiegano come sono avvenuti quei crolli: vedi
sito linkato sopra.
Ma Alberto non ne ha tenuto conto
e ha pensato a mantenersi il posto in RAI.
Se avesse raccontato la verità degli esperti
l'avrebbero cacciato insieme al padre.
Anche per questo l'hanno lasciato lì
fino a 93 anni con relativa
perdita di audience da parte dei più giovani
e cioè da parte di quelli che più hanno
bisogno di imparare.

Per cui, se proprio, attacca il figlio Alberto
e lascia riposare in pace il padre!!

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 9:01:42 AMAug 13
to
> RELAX RILASSATO ha scritto:
> Scusa, ma tu ce l'hai con Piero Angela
> o con Einstein?

Io non c'è l'ho con nessuno, sono solo deluso delle vergognose scemenze fisiche connesse alla RR e messe in mezzo dai relativisti e non da Piero Angela, infatti ho scritto e segnalato:

> E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che
> Paco Lanciano gli ha raccontato palle relativistiche:
> https://youtube.com/clip/UgkxVMGatujOW5ss87VOXcqdYvWxT4M_HoKJ

Giovanni.

Osvaldo Seraj

unread,
Aug 13, 2022, 9:05:49 AMAug 13
to
è l'opposto : Piero Angela, nonostante la sua età e freschezza mentale,
è stato importante in RAI e per il pubblico della RAI per i brillanti
argomenti (sempre nuovi ed attuali) che portava sullo schermo. L'età del
conduttore conta poco rispetto agli argomenti che trasmette e alla sua
limpidità mentale.


> Giovanni non è un nativo digitale è un crackpot.

e da anni impesta il ng sempre con le stesse questioni, pari pari come
fanno altri due, tre o quattro crackpot che popolano fisf che non hanno
ancora capito (perché non le hanno studiate?) la relatività ristretta e
generale, la meccanica quantistica, l'elettromagnetismo di Maxwell e
spesso anche la meccanica classica.

Di Piero Angela ho un bellissimo ricordo avendolo seguito, da poco meno
40 anni, nelle sue interessanti trasmissioni televisive e letto molti
suoi libri. Di errori e di sviste qualche volta le sue trasmissioni ne
prendevano, ma occorre anche ricordare che per motivi di durata delle
sue trasmissioni doveva stringere troppo i tempi perché trattava di
molti, troppo argomenti.

Considero Piero Angela un po' il David Attenborough (oggi
novantaseienne) italiano, sempre con i dovuti distingio tra i due. e di
tutti e due molte trasmissioni e molti libri non ho avuto il piacere
rispettiovamente di vederle e di leggerli.









Archaeopteryx

unread,
Aug 13, 2022, 9:09:32 AMAug 13
to
Giovanni <giann...@gmail.com> Wrote in message:r
Ma tu come del resto nemmeno io e chiunque non si sia dedicato a
quest'area della fisica a livello professionale non hai
nessunissimo titolo e capacità per giudicare se la relatività sia
corretta o meno, dedicati a qualcosa che sia afferente a quello
che hai studiato e prova a far progredire il tuo campo. Per il
resto bisogna ripetere a sé stessi che laddove non comprendiamo
bisogna fidarsi che altri hanno già fatto tutti i controlli; se
comprendiamo bene, se qualcosa sembra controintuitivo si spera di
capirlo un giorno o l'altro se no pazienza. dai prova, vedrai che
ammettere di non poter capire tutto non è un problema in nessun
senso, poi ti sentirai sollevato e ti tranquillizzerai.
Prova.

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 9:11:16 AMAug 13
to
Osvaldo Seraj ha scritto:
> Giovanni non è un nativo digitale
> e da anni impesta il ng

Ritornatene da dove sei venuto ... ovvero dagli indottrinati relativisti di it.scienza.fisica.

Giovanni.

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 9:16:32 AMAug 13
to
> Archaeopteryx ha scritto:
> Ma tu come del resto nemmeno io e chiunque non si sia dedicato a
> quest'area della fisica a livello professionale non hai
> nessunissimo titolo e capacità per giudicare se la relatività sia
> corretta o meno,

Ma quando mai ! ... è sufficiente la licenza media inferiore per capire che la simultaneità relativa è una scemenza fisica (e tutto ciò che di conseguenza vi è connesso).

> dedicati a qualcosa che sia afferente a quello
> che hai studiato e prova a far progredire il tuo campo.

Già lo faccio ... le scemenze fisiche della RR per me sono solo un passatempo.

Giovanni.

Archaeopteryx

unread,
Aug 13, 2022, 9:27:12 AMAug 13
to
Tutto vero. Certamente la divulgazione di PA non sempre è stata
perfetta, tanto per restare in tema quando Lanciano ha usato il
telo di Eddington per illustrare la RG mi son cadute le braccia.
Se esiste un modo per andare fuori strada è quello (parlo
ovviamente da persona che ha una vaghissima idea della teoria, e
critico la presentazione del telo solo perché per tanto tempo mi
ha mandato fuori strada) ma qual è l'alternativa posto che
dell'argomento è impossibile non parlare?

PA ha detto una cosa profonda, ovvero che si è sempre dovuto
confrontare con un mezzo tale che basta la pressione di un tasto
per cambiare programma. È meglio credere che la gravità deforma
solo lo spazio o due ore di trasmissione su Hilary che mette le
corna a Ridge? Il paese versa in uno stato culturale così
disastroso che solo pensandoci si capisce l'immensa grandezza di
PA e dei non tanti che hanno fatto e fanno buona
divulgazione.

RELAX RILASSATO

unread,
Aug 13, 2022, 9:45:26 AMAug 13
to
Il giorno sabato 13 agosto 2022 alle 15:05:49 UTC+2 Osvaldo Seraj ha scritto:
>
> è l'opposto : Piero Angela, nonostante la sua età e freschezza mentale,
> è stato importante in RAI e per il pubblico della RAI per i brillanti
> argomenti (sempre nuovi ed attuali) che portava sullo schermo. L'età del
> conduttore conta poco rispetto agli argomenti che trasmette e alla sua
> limpidità mentale.
>
>
Ho sentito dire che ha scritto una autobiografia.
Proverò a consultarla per capire che tipo
di letture (studi) faceva in certi campi.

In particolare è interessante la sua visione
pedagogica dove dice che quando qualcuno
non capisce è colpa di chi spiega.
Aveva sicuramente il dono di riuscire
a penetrare a fondo la comprensione di certi concetti (teorie
ecc) così da poterli poi spiegare in modo semplice.

Il suo approccio alla conoscenza è di tipo
introduttivo e capace di evitare un impatto
duro con qualsiasi materia.
Tuttavia bisogna rendersi conto che
lo *sforzo* di comprensione lo faceva lui
per poi capire dove si annidavano le difficoltà
di comprensione per poterle evitare al lettore.

Se ho capito bene, non era laureato e quindi
specializzato in un ambito preciso.
Per cui è stato un autodidatta.
E come tutti gli autodidatti avrà dovuto
fare sforzi sui libri per capire e andare a fondo
su tanti argomenti.
E' questa parte per me interessante e spero
di trovare nella sua autobiografia.

In ogni caso, era anche lui un essere umano
come tutti soggetto a invecchiamento:)
Aveva perso velocità e brillantezza negli ultimi
tre o quattro anni.
A mio parere sarebbe stato giusto
farlo andare in pensione e così si poteva
dedicare unicamente alla scrittura.
La conduzione televisiva non è come la scrittura
e ha bisogno anche di ritmo e vivacità.
E' lui stesso che lo spiega e dice che si rischia
di annoiare lo spettatore.

«da un lato comprendere nel modo giusto le cose, interpretandole adeguatamente per trasferirle in un diverso linguaggio: dall'altro essere non solo chiari ma anche non-noiosi, pur mantenendo integro il messaggio (anzi, non aver paura di esser divertenti: l'umorismo è uno dei compagni di strada dell'intelligenza). Per queste ragioni, paradossalmente, si può dire che è più difficile... essere facili. Tutti, infatti, sono capaci di parlare o di scrivere in modo oscuro e noioso [...] Non solo, ma alla chiarezza, solitamente, deve accompagnarsi un'ulteriore fatica: la concisione[26].»
https://it.wikipedia.org/wiki/Piero_Angela#Biografia

RELAX RILASSATO

unread,
Aug 13, 2022, 9:49:49 AMAug 13
to
Il giorno sabato 13 agosto 2022 alle 15:01:42 UTC+2 Giovanni ha scritto:
>
> Io non c'è l'ho con nessuno, sono solo deluso delle vergognose scemenze fisiche connesse alla RR e messe in mezzo dai relativisti e non da Piero Angela,
>
>
Tra le altre cose, noi neppure lo sappiamo
cosa pensasse Piero Angela della relatività.
Può anche darsi che avesse dei dubbi come li hai tu.

Può darsi che anche lui ha letto questo libro
che mette non pochi dubbi:
La relatività e la falsa cosmologia. Front Cover · Marco De Paoli. Manni Editori, 2004 -https://www.mannieditori.it/libro/la-relativita-e-la-falsa-cosmologia

Osvaldo Seraj

unread,
Aug 13, 2022, 10:12:29 AMAug 13
to
Il 13/08/2022 15:27, Archaeopteryx ha scritto:

> Tutto vero. Certamente la divulgazione di PA non sempre è stata
> perfetta, tanto per restare in tema quando Lanciano ha usato il
> telo di Eddington per illustrare la RG mi son cadute le braccia.
> Se esiste un modo per andare fuori strada è quello (parlo
> ovviamente da persona che ha una vaghissima idea della teoria, e
> critico la presentazione del telo solo perché per tanto tempo mi
> ha mandato fuori strada) ma qual è l'alternativa posto che
> dell'argomento è impossibile non parlare?

devi per forza spiegare al telespetattore che stai facendo un'analogia
bidimensionale di quello che è un fenomeno che in effetti coinvolge
quattro dimensioni ma per la massaia di "voghera" sarà sempre
preferibile VEDERE il telo che si deforma sotto ad una massa che sentire
parlare di tensore metrico, di curvatira di Ricci, di energia impulso e
di curvatura scalare altrimenti schiaccia subito il tastino del
telecomando e passa a vedersi la solita telenovela. Stessa cosa quando
anche Piero Angela fa parlare di onde gravitazionali che la gente non
addetta immagina come le onde marine o come quelle elettromagnetiche.


> PA ha detto una cosa profonda, ovvero che si è sempre dovuto
> confrontare con un mezzo tale che basta la pressione di un tasto
> per cambiare programma.

appunto. ma chi magari vuole saperne un po' di più, almeno tra chi
frequenta una scuola media superiore dopo Piero Angela si va (o dovrebbe
andarsi) a vedere qualche trasmissione specifica su rai Scuola. Resta
ferma però una cosa, valida anche per le trasmissioni di Piero Angela :
una parte del pubblico che rimane affascinato dalle parole e dalla
visione di un firmato a carattere scientifico si mette un giorno in
testa di volerne capire di più su quegli argomenti e così inziia a
leggere libri più specifici, a formarsi una preparazione superiore a
quella scolastica e con il tempo a frequentareun corso di studi
universitario su quello che di più lo ha affascinato in gioventù grazie
(anche) a determinate trasmissioni.... divulgative, per cui spenderà il
suo fututo sulla medicina, sulla biologia, sulla chimica, sulla fisica,
sulla matematica o sull'ingegneria.


> È meglio credere che la gravità deforma
> solo lo spazio o due ore di trasmissione su Hilary che mette le
> corna a Ridge? Il paese versa in uno stato culturale così
> disastroso che solo pensandoci si capisce l'immensa grandezza di
> PA e dei non tanti che hanno fatto e fanno buona
> divulgazione.

Non posso aggiungere di più perché ormai hai detto tutto.

L'ignoranza galoppante di questo paese mi sconvolge così tanto che non
so cosa accadrà tra qualche decennio : di tornerà a credere (come in
molti già fanno) alle predizioni dei maghi e alle false fisiche dei
ciarlatani imbonitori (spesso anche del web)? ....spero di no!









Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 10:20:52 AMAug 13
to
> RELAX RILASSATO ha scritto:
> Tra le altre cose, noi neppure lo sappiamo
> cosa pensasse Piero Angela della relatività.
> Può anche darsi che avesse dei dubbi come li hai tu.

Lo spero per lui.

> Può darsi che anche lui ha letto questo libro
> che mette non pochi dubbi:
> La relatività e la falsa cosmologia. Front Cover ·
> Marco De Paoli. Manni Editori, 2004
> https://www.mannieditori.it/libro/la-relativita-e-la-falsa-cosmologia

Io non ho dubbi nel merito ... la RR è solo una teoria matematica che di fisica ha nulla o niente, anzi contiene delle vere e proprie scemenza fisiche, la più grossa delle quali (e che è all'origine della RR) è la famigerata idiota simultaneità relativa ... la matematica RR funziona è vero, ma anche la matematica Teoria Tolemaica funziona spesso e bene, pur non essendo una teoria fisica.

Ci vuole un cambio di paradigma che riesca a spiegare anche perché la RR funziona matematicamente ma non fisicamente, e questo cambio di paradigma potrebbe essere la mia Teoria del Discreto.

Giovanni.



Catrame

unread,
Aug 13, 2022, 10:43:52 AMAug 13
to
Era il 13/08/2022 quando l'utente Giovanni ( giann...@gmail.com
93.34.32.141) prese l'iniziativa di postare su free.it.scienza.fisica
questo pregevole testo pregno di contenuti :
> E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che Paco lanciano gli ha
> raccontato palle relativistiche:

sei un coglione

--
Mi fa fatica mettere la firma.

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 10:53:36 AMAug 13
to

> > io stesso Giovanni ho scritto:
> > E' morto Piero Angela, peccato che non saprà mai che Paco Lanciano gli ha
> > raccontato palle relativistiche:
> > e segnalato la cosa fondamentale, ovvero la clip di 1 minuto:
> > https://youtube.com/clip/UgkxVMGatujOW5ss87VOXcqdYvWxT4M_HoKJ

> Catrame ha scritto:
> sei un coglione

Ammesso e non concesso ... viceversa tu e il Paco Lanciano della clip cosa sareste ?

Giovanni.


RELAX RILASSATO

unread,
Aug 13, 2022, 11:50:04 AMAug 13
to
Il giorno sabato 13 agosto 2022 alle 16:20:52 UTC+2 Giovanni ha scritto:
>
> Ci vuole un cambio di paradigma che riesca a spiegare anche perché la RR funziona matematicamente ma non fisicamente, e questo cambio di paradigma potrebbe essere la mia Teoria del Discreto.
>
>
I passaggi matematici sono corretti ma questo
non significa che le *premesse* fisiche
sono anche esse corrette.
Einstein con la RR voleva dare conto
dell'esperimento di Michelson.
Ed è questa la premessa da cui parte
e poi, usando passaggi matematici
corretti, salva le leggi della fisica.

Il punto nodale per capire la RR non è stare
lì a capire come fanno spazio e tempo a dilatarsi
e cose del genere.
Il punto nodale è capire che Einstein con quella
teoria salva le leggi della fisica che l'esperimento
di Michelson mise in discussione.

L'esperimento di Michelson vorrebbe provare
(ma è un esperimento errato) che la velocità
della luce non si somma cioè è insuperabile.

Partendo da questo dato sperimentale Einstein
capisce che in questo modo le equazioni di Maxwell
all'interno di sistemi di riferimento in movimento (per
es all'interno di una astronave) non sono più valide.

Infatti quelle equazioni funzionano se la velocità
della luce si somma al sistema di riferimento
nel quale la luce è in moto.

Se però vale l'esperimento di Michelson
(la velocità della luce non si somma)
ecco che le equazioni di Maxwell non funzionano
più come prima.
Che fare?
E qui interviene Einstein e con la matematica
sistema le cose.
Cioè salva le equazioni di Maxwell (leggi della fisica)
per i sistemi inerziali ma a patto di pensare
allo spazio e al tempo che si dilatano.

Tutto questo però rimane SULLA CARTA!
Cioè è un MODELLO!
Ed è un modello che funziona se la velocità
della luce davvero non si somma a quella
del sistema di riferimento inerziale.

Ma se la velocità della luce si somma,
cosa succede?
Ebbene qui c'è un piccolo trucco:)
A basse velocità neppure si nota
se stiamo applicando la RR oppure no.
Ed ecco che gli esperimenti non sono
risolutivi e quindi si è detto (erroneamente)
che la RR funziona nel mondo fisico reale
degli esperimenti.
Funziona perché le formule della RR ( trasformazioni
di Lorentz ecc) a basse velocità si approssimano
a quelle della meccanica newtoniana.

Bisogna quindi fare esperimenti ad alte velocità
del sistema di riferimento.
Ma abbiamo solo esperimenti *indiretti* come
quelli nell'ambito della fisica nucleare e cose
del genere.
Noi non possiamo insomma prendere una astronave
a lanciarla a velocità prossima
a quella della luce per vedere se la RR funziona
o meno.
E non potendolo fare ecco che bisogna
fare esperimenti a basse velocità ma qui
la RR si approssima alla meccanica
di Newton.
Per questo la RR alla fine è stata
accettata perché si approssima.
Questo è tutto:)

Nel libro che ho linkato si spiega
passo passo tutta questa serie di problematiche
che ho accennato.

___LA RELATIVITA' GENERALE____

Qui Einstein (con l'aiuto di Plank) durante
la prima guerra mondiale vennero
assoldati dall'esercito tedesco.
C'erano fisici che costruivano armi chimiche
e fisici teorici come Einstein.
C'era uno scontro tra scienziati inglesi
e tedeschi a livello teorico.

La RG che per Einstein doveva
essere una teoria anche per
i riferimenti NON inerziali
venne trasformata da Planck
in teoria della gravitazione.

Questo perché bisognava demolire
il mito di Newton!
La cosa è talmente risaputa
che nel noto film su Einstein
ci sono scene mentre i due fanno questa
operazione.

Loro avevano il problema di calcolare
il perielio di Mercurio.
L'intuizione di Einstein fu che la luce
in prossimità del Sole viene deviata.
Cioè la luce emessa da Mercurio
che transita nei pressi del Sole.
Questa luce subisce l'attrazione
del campo gravitazionale.

Messa così però ecco che continua
ad avere ragione Newton:)
E allora si decise di criticare
Newton e fare una nuova teoria
e cioè la RG.
I conti tornano perché tutte le funzioni
(cioè i passaggi matematici)
vengono piegate in modo da tener
conto del fatto che la luce CURVA,
cioè allunga il tragitto.

Tra le altre cose la RG risale al 1913
dove c'è una parte scritta solo
da Einstein e l'altra da Grossmann.
In quel caso però Einstein non mette
in discussione Newton.
Ci si limita a fare bene questi conti
della luce che in prossimità del Sole
curva, cioè subisce la gravità del Sole.

Però nel 1916 con l'intervento di Planck (che
volle Einstein a Berlino) ecco che viene
messo in discussione Newton
e questo solo per propaganda di guerra!!

<<<Sir Logde lo informa che l'Università di Berlino sta riunendo i migliori scienziati tedeschi per fini bellici, e lo invita a svolgere delle ricerche sui lavori di un certo "Albert Einstein", che mirano a confutare la consolidata teoria della gravità dell'inglese Newton.>>>
https://it.wikipedia.org/wiki/Il_mio_amico_Einstein

Poi, negli anni Sessanta la RG è tornata
di moda dopo un lungo oblio.
Questo perché serviva per la cosmologia
del big bang.
E la cosmologia del big bang serviva
dare forza al creazionismo.
Il creazionismo per dare forza
al cristianesimo.
Il cristianeismo per dare forza
all'anticomunismo.
Cioè la teoria del big bang
si inserisce nella più ampia
guerra fredda.
https://www.ibs.it/big-bang-non-c-mai-libro-eric-j-lerner/e/9788822001979
https://www.youtube.com/watch?v=XMZOqiG9WMg

In conclusione, mi rendo perfettamente conto
che questi miei sono cenni e che ci vorrebbero
diverse pagine per spiegare il tutto passo passo.
Purtroppo non ho tempo e per questo ho rinviato
a questi libri.
http://eprints-phd.biblio.unitn.it/1045/3/STENICO_FULL.pdf

In ogni caso, Einstein è stato uno dei più
geniali fisici di tutti i tempi.
Questo perché partendo da esperimenti errati
(Michelson) è riuscito a salvare le leggi
della fisica.
Inoltre aveva capito che la luce poteva subire
l'influsso della forza di gravità.
Poi si può non essere d'accordo sui suoi modelli,
sul modo in cui li hanno propagandati
ecc ecc.
Ma Einstein è un genio a prescindere!
https://www.youtube.com/watch?v=YFtY38kG3y4


Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 12:47:00 PMAug 13
to
> RELAX RILASSATO ha scritto:
> I passaggi matematici sono corretti ma questo
> non significa che le *premesse* fisiche
> sono anche esse corrette.
> Einstein con la RR voleva dare conto
> dell'esperimento di Michelson.
> Ed è questa la premessa da cui parte
> e poi, usando passaggi matematici
> corretti, salva le leggi della fisica.

L'interferometro di Michelson-Morley è come se fosse una TV spenta, ecco il motivo per cui non registra nulla.

Sono passati circa 100 anni e nessuno, tranne me, si è reso conto che l'interferometro di MM e quello di Sagnac sono equivalenti:
https://drive.google.com/file/d/1XKTxJTWNl5B_T2oHvr4aInp7kPE8NJ7R/view?usp=sharing

La differenza è il modo dissimile di usarli, quello di MM è praticamente fermo, quello di Sagnac lo muoviamo.

Ergo: l'interferometro di MM è banalmente un interferometro di Sagnac tenuto fermo.

Sul resto risponderò un po' alla volta, ma mi sembrava importante mettere subito in chiaro che non ci siamo già dalla premessa.

Giovanni

Giovanni

unread,
Aug 13, 2022, 1:27:39 PMAug 13
to
> RELAX RILASSATO ha scritto:
> I passaggi matematici sono corretti ma questo
> non significa che le *premesse* fisiche
> sono anche esse corrette.
> Einstein con la RR voleva dare conto
> dell'esperimento di Michelson.
> Ed è questa la premessa da cui parte
> e poi, usando passaggi matematici
> corretti, salva le leggi della fisica.

L'interferometro di Michelson-Morley è come se fosse una TV spenta, ecco il motivo per cui non registra nulla.

Sono passati circa 100 anni e nessuno, tranne me, si è reso conto che l'interferometro di MM e quello di Sagnac sono equivalenti:
https://drive.google.com/file/d/1XKTxJTWNl5B_T2oHvr4aInp7kPE8NJ7R/view?usp=sharing

La differenza è il modo dissimile di usarli, quello di MM è praticamente fermo, quello di Sagnac lo muoviamo.

Ergo: l'interferometro di MM è banalmente un interferometro di Sagnac tenuto fermo.

Sul resto risponderò un po' alla volta, ma mi sembrava importante mettere subito in chiaro che non ci siamo già dalla premessa.

> Il punto nodale per capire la RR non è stare
> lì a capire come fanno spazio e tempo a dilatarsi
> e cose del genere.
> Il punto nodale è capire che Einstein con quella
> teoria salva le leggi della fisica che l'esperimento
> di Michelson mise in discussione.
> L'esperimento di Michelson vorrebbe provare
> (ma è un esperimento errato) che la velocità
> della luce non si somma cioè è insuperabile.

Nella mia Teoria del Discreto "c" è un quid più piccola della velocità limite "L", ed è "L" a essere insuperabile.

"L" è l'insuperabile velocità (unica) dello scatto elementare a livello micro, "c" è la velocità macro a scatti con le le pause più corte fra uno scatto elementare e i successivo a velocità micro "L" e con le pause più corte.

Così immaginando fisicamente le cose, è "L" a essere insuperabile, per cui è ovvio che se in una somma di velocità entra in gioco "L" matematicamente non possiamo far altro che utilizzare le matematiche trasformazioni di Lorentz, e sostituendo "L" al posto di "c", in accordo alle mie ipotesi di cui appena sopra, e anche matematicamente tutto torna.

> Partendo da questo dato sperimentale Einstein
> capisce che in questo modo le equazioni di Maxwell
> all'interno di sistemi di riferimento in movimento (per
> es all'interno di una astronave) non sono più valide.
> Infatti quelle equazioni funzionano se la velocità
> della luce si somma al sistema di riferimento
> nel quale la luce è in moto.

Queste sono fissazioni dei relativisti, a ingegneria elettronica le equazioni di Maxwell sono valide per postulato con Galileo e Lorentz che non c'entrano nulla.

> Se però vale l'esperimento di Michelson
> (la velocità della luce non si somma)
> ecco che le equazioni di Maxwell non funzionano
> più come prima.
> Che fare?

Fare quello che ho scritto io appena sopra, utilizzare le trasformazioni di Lorentz modificate con "L" al posto di "c", cosa che ho fatto anche in pratica realmente vedere in questi giorni, e scoprendo io stesso come praticamente agire solo e sempre in questi giorni e comunicandolo a questo newsgroup.

> E qui interviene Einstein e con la matematica
> sistema le cose.
> Cioè salva le equazioni di Maxwell (leggi della fisica)
> per i sistemi inerziali ma a patto di pensare
> allo spazio e al tempo che si dilatano.

Prima Einstein ha scritto nel 1905 la scemenza fisica che la simultaneità è relativa, è anche questo l'ho fatto vedere già nel lontano 2019 e ultimamente in modo ancor più semplice e immediato sempre qui su questo gruppo.

> Tutto questo però rimane SULLA CARTA!
> Cioè è un MODELLO!
> Ed è un modello che funziona se la velocità
> della luce davvero non si somma a quella
> del sistema di riferimento inerziale.
> Ma se la velocità della luce si somma,
> cosa succede?
> Ebbene qui c'è un piccolo trucco:)
> A basse velocità neppure si nota
> se stiamo applicando la RR oppure no.
> Ed ecco che gli esperimenti non sono
> risolutivi e quindi si è detto (erroneamente)
> che la RR funziona nel mondo fisico reale
> degli esperimenti.
> Funziona perché le formule della RR ( trasformazioni
> di Lorentz ecc) a basse velocità si approssimano
> a quelle della meccanica newtoniana.

Sono strumenti matematici sia le trasformazioni di Galileo che quelle di Lorentz.

> Bisogna quindi fare esperimenti ad alte velocità
> del sistema di riferimento.
> Ma abbiamo solo esperimenti *indiretti* come
> quelli nell'ambito della fisica nucleare e cose
> del genere.
> Noi non possiamo insomma prendere una astronave
> a lanciarla a velocità prossima
> a quella della luce per vedere se la RR funziona
> o meno.

Il problema è saltano fuori scemenze fisiche come conseguenza dell'applicazione matematica delle formule della RR, scemenze fisiche grandemente oltre anche quelle della matematica Teoria Tolemaica.

> E non potendolo fare ecco che bisogna
> fare esperimenti a basse velocità ma qui
> la RR si approssima alla meccanica
> di Newton.
> Per questo la RR alla fine è stata
> accettata perché si approssima.
> Questo è tutto:)

L'accettazione della RR è un altra palla, nelle facoltà di ingegneria elettroniche italiane, che io sappia, ed anche per esperienza personale, le equazioni di Maxwell vengono accettate come postulati, senza che cia sia alcun cenno a Galileo, Lorentz e alle altre fissazioni dei relativisti.
Anche la RG è una teoria matematica perché contempla al suo interno le scemenze fisiche della RR.
Ovviamente non sono d'accordo ... fra massimo altri 10 anni, Einstein cadrà dal piedistallo su cui l'abbiamo messo.

> Questo perché partendo da esperimenti errati
> (Michelson) è riuscito a salvare le leggi
> della fisica.
> Inoltre aveva capito che la luce poteva subire
> l'influsso della forza di gravità.
> Poi si può non essere d'accordo sui suoi modelli,
> sul modo in cui li hanno propagandati
> ecc ecc.
> Ma Einstein è un genio a prescindere!
> https://www.youtube.com/watch?v=YFtY38kG3y4

Ma quando mai !

Giovanni.


Vittorio

unread,
Aug 13, 2022, 5:05:34 PMAug 13
to
Il 13/08/2022 13:26, Archaeopteryx ha scritto:
>

>
> Il problema è che oltre a essere ottenebrati

ma piantala, che non sei nessuno

Vittorio

unread,
Aug 13, 2022, 8:44:27 PMAug 13
to
Il 13/08/2022 16:12, Osvaldo Seraj ha scritto:

>
> L'ignoranza galoppante di questo paese mi sconvolge così tanto che non
> so cosa accadrà tra qualche decennio :

ma tanto non ci arrivi

RELAX RILASSATO

unread,
Aug 14, 2022, 6:57:51 AMAug 14
to
Il giorno sabato 13 agosto 2022 alle 19:27:39 UTC+2 Giovanni ha scritto:
>
> L'accettazione della RR è un altra palla, nelle facoltà di ingegneria elettroniche italiane, che io sappia, ed anche per esperienza personale, le equazioni di Maxwell vengono accettate come postulati, senza che cia sia alcun cenno a Galileo, Lorentz e alle altre fissazioni dei relativisti.
>
>
Einstein si convinse che quando parliamo
della luce (cioè delle onde em) ecco che
le velocità non si sommano e cioè NON
vale più la relatività galileana.

A questo convincimento pervenne
dopo aver saputo degli esperimenti
di Michelson.
La RR funziona se veramente
la luce non segue la relatività galileana.
Ma in realtà la luce segue la relatività
galileana perché ad oggi non c'è nessun
esperimento che provi il contrario.
Cioè tutti quegli esperimenti che vorrebbero
provare che la luce non segue la relatività
galileana non sono attendibili a iniziare
da quello di Michelson.

Il problema quindi non è la RR ma sono
questi esperimenti tipo Michelson.
Paradossalmente la RR mette ordine,
cioè sistema le cose.
Non è colpa di Einstein se quegli esperimenti
non sono validi.

Nel libro (La relatività e la falsa cosmologia)
che ho linkato se ne parla abbondantemente
e si spiega il tutto passo passo.

____LA RELATIVITA' GENERALE____

E' probabile che la RR venga ancora oggi
accettata perché propedeutica per la RG.
La RG è una teoria molto particolare.
Lo è perché risolve il problema del perielio
di Mercurio.
Lo risolve perché Einstein capisce come anche
la luce possa essere attratta (quindi deviata)
da un forte campo gravitazionale, come quello
del Sole.
Questo è sperimentalmente vero.
Cioè non c'è altro modo per spiegare
il perielio di Mercurio se non notando
la luce che devia.
https://www.treccani.it/enciclopedia/l-ottocento-astronomia-la-scoperta-di-nettuno-e-il-problema-del-perielio-di-mercurio_%28Storia-della-Scienza%29/

Tuttavia, come ho già scritto, non c'è bisogno
di mettere in discussione la meccanica
newtoniana per spiegare il perielio di Mercurio.
Basta solo aggiungere il fatto che la luce devia.

Ovviamente questa fu una grande scoperta
da parte di Einstein.
All'epoca non si capiva la natura della luce
e cioè se corpuscolare o ondulatoria.
Questo problema si risolve poi con la meccanica
quantistica e il dualismo onda-particella.

____CONCLUSIONE____

Se la luce non segue la relatività galileana
allora la RR funziona.
Ma in realtà non è vero che non la segue
e gli esperimenti (almeno per me) non
sono convincenti al riguardo.
E anzi, se ne possono fare alcuni capaci
di dimostrare il contrario e cioè che la luce
segue la relatività galileana.

Inoltre *se* anche la luce non dovesse
seguire la relatività galileana non si capisce
perché tutti gli altri corpi non dovrebbero
seguirla.
Per cui, se proprio, la relatività ristretta
si può applicare *unicamente* alla luce
e non a tutti gli altri corpi.
Ma questo significa che spazio e tempo
non si dilatano e la RR è una teoria
parziale cioè funziona solo per la luce.

Per quanto riguarda la RG, questa funziona
per il perielio di mercurio perché effettivamente
la luce devia.
Tuttavia anche qui non c'entrano spazio e tempo
che si dilatano.
Qui si tratta di propaganda di guerra come perfino
in quel film viene fatto notare.
C'è poi tutto il discorso sul big bang dal punto
di vista politico prima ancora che scientifico.

A mio parere, varrebbe la pena
di approfondire la RG per capire
quei passaggi matematici capaci
di tenere conto della deviazione
della luce.
In quel caso i conti tornano.
Ma quell'apparato matematico è talmente
complesso che alla fine, per come la vedo io,
è stato creato ad hoc per tenere conto del perielio
di mercurio.
Cioè sapendo il risultato (i dati astronomici erano
gia noti) ecco che Grossmann procede
a sistemare una serie di passaggi per
riuscire a tirare fuori proprio quel risultato già noto.
Che poi quei passaggi (alcuni di loro) siano utili
in generale è tutto da vedere.
Si può infatti benissimo calcolare di quanto devia
la luce (dal percorso rettilineo) in base alla massa
gravitazionale e alla distanza da essa.
Quindi si possono benissimo adottare una serie
di passaggi matematici molto più snelli
e soprattutto senza stare li a parlare
di spazio e tempo che si dilatano e curvano.

In definitiva tu hai ragione perché hai notato
che RR ed RG hanno dei problemi in quanto
spazio e tempo se davvero si dilatassero
dovremmo poterlo notare.
Ma non lo si osserva da nessuna parte.
Al tempo stesso però bisogna anche capire
(come ho provato a chiarire sopra) il perché
queste due teorie sono state accettate
dalla comunità dei fisici.

Questo è successo anche perché c'era
di mezzo la meccanica quantistica e la figura
di Bohr, amico di Einstein.
Bohr capisce che si tratta di modelli (nel caso
della MQ) mentre Einstein vi vuole vedere
qualcosa di reale e deterministico.
Il paradosso è che Einstein parlava di spazio
e tempo che si dilatavano davvero e poi non vuole
accettare la meccanica quantistica perché
porta all'indeterminismo.
Ma questo si spiega perché per lui
le leggi della fisica devono essere predittive
nel dettaglio anche a costo di dire che spazio
e tempo si dilatano e non accettava
che c'è una natura *probabilistica* al livello
atomico e subatomico.






Giovanni

unread,
Aug 14, 2022, 7:41:57 AMAug 14
to
> RELAX RILASSATO ha scritto:
Hai scritto tutte cose a cui ho già replicato ... leggi e replica ai miei post e alle mie comunicazioni al newsgroup, molto più specifiche, tecniche e interessanti di quelle presente in questo threed (peraltro in questo threed solo accennate), e capirai meglio quello che penso e la mia teoria, sempre se ti va, diversamente non fa nulla ... siamo qui, senza obblighi di alcun tipo, per rilassarci e per passare ricreativamente il tempo.

Giovanni.

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages