variazioni di pressione

408 views
Skip to first unread message

Jen

unread,
Aug 2, 2022, 12:39:37 PMAug 2
to
Salve,

Ho una sfera sottoposta ad una pressione esterna P1, all'interno della
sfera faccio in modo da creare una variazione di pressione dP. La domanda è: che variazione di pressione dPx misurerei se la pressione esterna fosse P2 usando la stessa energia?

Non conoscendo bene la fisica forse è una domanda troppo semplice ma non
riesco a venirne a capo.
Grazie per ogni aiuto


Jen

Yoda

unread,
Aug 2, 2022, 1:52:20 PMAug 2
to
Addi' 02 ago 2022 16:39:36, Jen scrive:
E' piu' facile ottenere risposte e spiegazioni su ISF, ti consiglio
di ripostare li' la domanda tua, qui praticamente si trattano solo
nuove teorie (avanzatissime) contro la fisica ufficiale, i prof son
tutti o quasi fuggiti la' ciao

Postilla. Ti consiglio ancor piu' di dire qual e' il dispositivo
reale (la sfera: cioe'.. un batiscafo sperimentale?) che vorresti
studiare costruire immaginare romanzare eccetera.. ariciao

--
Yoda

Archaeopteryx

unread,
Aug 2, 2022, 1:53:47 PMAug 2
to
Jen <donotsendm...@gmail.com> Wrote in message:r
> Salve,
>
> Ho una sfera sottoposta ad una pressione esterna P1, all'interno della
> sfera faccio in modo da creare una variazione di pressione dP. La domanda č: che variazione di pressione dPx misurerei se la pressione esterna fosse P2 usando la stessa energia?
>
> Non conoscendo bene la fisica forse č una domanda troppo semplice ma non
> riesco a venirne a capo.
> Grazie per ogni aiuto
>
>
> Jen
>

Per impostare il problema credo manchi il volume della sfera,
riguardo alle ipotesi necessarie possiamo considerare quelle che
suggerirebbe l'intuizione fisica come soddisfatte? Intendo, un
conto č un materiale ideale con costanti elastiche nulle, un
conto un materiale reale. E poi vale l'equazione dei gas perfetto
eccetera? Comunque lascio la parola ai fisici, qui abbiamo almeno
5 persone che aspirano al Nobel ??
--


----Android NewsGroup Reader----
https://piaohong.s3-us-west-2.amazonaws.com/usenet/index.html

Dino Bruniera

unread,
Aug 3, 2022, 12:38:50 PMAug 3
to
Il 02/08/2022 19:52, Yoda ha scritto:
> Addi' 02 ago 2022 16:39:36, Jen scrive:
>
>> Ho una sfera sottoposta ad una pressione esterna P1, all'interno della
>> sfera faccio in modo da creare una variazione di pressione dP. La
>> domanda è: che variazione di pressione dPx misurerei se la pressione
>> esterna fosse P2 usando la stessa energia?
>
>> Non conoscendo bene la fisica forse è una domanda troppo semplice ma
>> non riesco a venirne a capo.
>> Grazie per ogni aiuto
>
> E' piu' facile ottenere risposte e spiegazioni su ISF, ti consiglio
> di ripostare li' la domanda tua, qui praticamente si trattano solo
> nuove teorie (avanzatissime) contro la fisica ufficiale,

Tutta invidia. :-)

> i prof son
> tutti o quasi fuggiti la' ciao
>

Perché là si crede fermamente nel dio Einstein e non si permette di
parlare contro di Lui.

Là festeggiano il natale il 14 marzo.
E il 30 giugno, la nascita del loro Vangelo.
E ognuno di loro deve leggere dei suoi brani, ogni giorno.

Ciao.

Dino Bruniera

gdm_one

unread,
Aug 4, 2022, 5:39:13 AMAug 4
to

Il 02/08/2022 19:53, Archaeopteryx ha scritto:
> Jen <donotsendm...@gmail.com> Wrote in message:r
>> Salve,
>>
>> Ho una sfera sottoposta ad una pressione esterna P1, all'interno della
>> sfera faccio in modo da creare una variazione di pressione dP. La domanda è: che variazione di pressione dPx misurerei se la pressione esterna fosse P2 usando la stessa energia?
>>
>> Non conoscendo bene la fisica forse è una domanda troppo semplice ma non
>> riesco a venirne a capo.
>> Grazie per ogni aiuto
>>
>>
>> Jen
>>
>
> Per impostare il problema credo manchi il volume della sfera,
> riguardo alle ipotesi necessarie possiamo considerare quelle che
> suggerirebbe l'intuizione fisica come soddisfatte? Intendo, un
> conto è un materiale ideale con costanti elastiche nulle, un
> conto un materiale reale. E poi vale l'equazione dei gas perfetto
> eccetera? Comunque lascio la parola ai fisici, qui abbiamo almeno
> 5 persone che aspirano al Nobel ??

I ricordi di fisica tecnica e dei cicli di Carnot e Rankine sono lontani,
ma, questo sembra ultra semplice e ci provo.

Se parti dall'equazione caratteristica de i gas perfetti : PV=KT
e tieni presente che PV ha le dimensioni di una energia ( è l'energia
immagazzinata nel volume x la pressione).

L' energia iniziale è (supp. il volume costante) VP1 , la finale dopo il
dpx: V(P1 +dpx) , la diff. è Vdpx .
Quindi non dipende dalla pressione , sia P1 o P2 il lavoro x la dpx è
sempre Vdpx.

Archaeopteryx

unread,
Aug 4, 2022, 7:56:29 AMAug 4
to
gdm_one <gdm...@alice.it> Wrote in message:r
Se la tua soluzione è giusta (non so dove scrivere, e a mente è
oltre le mie capacità) almeno sono riuscito a intuire che c'è la
dipendenza dal volume.

Yoda

unread,
Aug 4, 2022, 5:28:13 PMAug 4
to
Addi' 03 ago 2022 16:38:42, Dino Bruniera scrive:
> Il 02/08/2022 19:52, Yoda ha scritto:
>> Addi' 02 ago 2022 16:39:36, Jen scrive:

-snip-
>>> Non conoscendo bene la fisica forse è una domanda troppo semplice ma
>>> non riesco a venirne a capo.
>>> Grazie per ogni aiuto

>> E' piu' facile ottenere risposte e spiegazioni su ISF, ti consiglio
>> di ripostare li' la domanda tua, qui praticamente si trattano solo
>> nuove teorie (avanzatissime) contro la fisica ufficiale,

> Tutta invidia. :-)

La faccina (emoticon) trasforma la battuta tua: da contro di me
la rivolge disperatamente a favore delle nuove teorie.

>> i prof son
>> tutti o quasi fuggiti la' ciao

> Perché là si crede fermamente nel dio Einstein e non si permette di
> parlare contro di Lui.

Il permesso non c'e' ovunque: non e' concesso criticare cio' che
non si capisce. Se tu (generico) non conosci e critichi, allora
il tuo e' un parlare a vanvera ciao!

--
Yoda

Dino Bruniera

unread,
Aug 4, 2022, 7:27:42 PMAug 4
to
Il 04/08/2022 23:28, Yoda ha scritto:
> Addi' 03 ago 2022 16:38:42, Dino Bruniera scrive:
>> Il 02/08/2022 19:52, Yoda ha scritto:
>>> Addi' 02 ago 2022 16:39:36, Jen scrive:
>
> -snip-
>>>> Non conoscendo bene la fisica forse è una domanda troppo semplice ma
>>>> non riesco a venirne a capo.
>>>> Grazie per ogni aiuto
>
>>> E' piu' facile ottenere risposte e spiegazioni su ISF, ti consiglio
>>> di ripostare li' la domanda tua, qui praticamente si trattano solo
>>> nuove teorie (avanzatissime) contro la fisica ufficiale,
>
>> Tutta invidia. :-)
>
> La faccina (emoticon) trasforma la battuta tua: da contro di me
> la rivolge disperatamente a favore delle nuove teorie.
>
La battuta non è contro nessuno.
Ma voleva essere solo un modo per scherzare un po'.
D'altronde hai iniziato tu almeno ad ironizzare, col tuo aggettivo
avanzatissime, che ho ritenuto affibbiato almeno anche alla mia teoria,
e che mi ha fatto un po' sorridere.

>>> i prof son
>>> tutti o quasi fuggiti la' ciao
>
>> Perché là si crede fermamente nel dio Einstein e non si permette di
>> parlare contro di Lui.
>
> Il permesso non c'e' ovunque: non e' concesso criticare cio' che
> non si capisce. Se tu (generico) non conosci e critichi, allora
> il tuo e' un parlare a vanvera ciao!
>

Però ora mi costringi a "sbrodarmi" per dimostrarti che almeno conosco
la teoria della relatività ristretta, che è quella della quale abbiamo
parlato recentemente.

1. Quando avevo 19 anni all'esame di fisica della 2^ ragioneria, che ho
fatto privatamente da studente lavoratore, sono riuscito a parlare della
relatività ristretta, ed ho preso un bel 8, il più alto di tutti i
partecipanti.

2. Quando avevo mi pare 23 anni, ho partecipato ad un concorso per
giovani scopritori indetto dalla Philips, con un articolo sulla
relatività ristretta, ed ho ottenuto una segnalazione con in premio un
abbonamento ad una rivista scientifica.

3. Qualche anno fa ho partecipato ad un corso on line tenuto da un
professore dell'Università Sapienza di Roma, che comprendeva anche la
Relatività Ristretta, superandolo col punteggio di 92,5 su 100.

4. Qualche anno fa sono stato l'unico ad aver risposto correttamente (e
con due soluzioni diverse) ad una domanda di fisica posta su ISF, che si
può risolvere con la relatività ristretta.
Te la riporto qui di seguito e ti chiedo di rispondere (e ti ho dato un
aiuto, dicendoti che si può risolvere con la RR, che io non sapevo).

Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
opposta. L'aereo puó decollare?

Ciao.

Dino Bruniera



Yoda

unread,
Aug 5, 2022, 2:03:11 AMAug 5
to
Addi' 04 ago 2022 23:27:34, Dino Bruniera scrive:
> Il 04/08/2022 23:28, Yoda ha scritto:

-snip-
>> Il permesso non c'e' ovunque: non e' concesso criticare cio' che
>> non si capisce. Se tu (generico) non conosci e critichi, allora
>> il tuo e' un parlare a vanvera ciao!

> Però ora mi costringi a "sbrodarmi" per dimostrarti che almeno conosco
> la teoria della relatività ristretta, che è quella della quale abbiamo
> parlato recentemente.

> 1. Quando avevo 19 anni all'esame di fisica della 2^ ragioneria, che ho
> fatto privatamente da studente lavoratore, sono riuscito a parlare della
> relatività ristretta, ed ho preso un bel 8, il più alto di tutti i
> partecipanti.

> 2. Quando avevo mi pare 23 anni, ho partecipato ad un concorso per
> giovani scopritori indetto dalla Philips, con un articolo sulla
> relatività ristretta, ed ho ottenuto una segnalazione con in premio un
> abbonamento ad una rivista scientifica.

> 3. Qualche anno fa ho partecipato ad un corso on line tenuto da un
> professore dell'Università Sapienza di Roma, che comprendeva anche la
> Relatività Ristretta, superandolo col punteggio di 92,5 su 100.

E allora cos'aspetti a rispondere alla domanda "Allora di che
impulso si tratta?" fatta da gino-ansel nel suo post iniziale
del thread "orlogio a luce bis".

> 4. Qualche anno fa sono stato l'unico ad aver risposto correttamente (e
> con due soluzioni diverse) ad una domanda di fisica posta su ISF, che si
> può risolvere con la relatività ristretta.
> Te la riporto qui di seguito e ti chiedo di rispondere (e ti ho dato un
> aiuto, dicendoti che si può risolvere con la RR, che io non sapevo).

Ho trovato quel thread, ma il giudizio mio su quelle due soluzioni
tue non e' positivo.

> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
> opposta. L'aereo puó decollare?

Il nastro e' polvere negli occhi: l'aereo muove rispetto all'aria,
le ruote servono unicamente per azzerare il peso istantaneo dell'
aereo.. finche' pesa. La RR c'entra come i cavoli a merenda ciao

--
Yoda

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 8:07:00 AMAug 5
to
Il 05/08/2022 08:03, Yoda ha scritto:
> Addi' 04 ago 2022 23:27:34, Dino Bruniera scrive:
>> Il 04/08/2022 23:28, Yoda ha scritto:
>
> -snip-
>>> Il permesso non c'e' ovunque: non e' concesso criticare cio' che
>>> non si capisce. Se tu (generico) non conosci e critichi, allora
>>> il tuo e' un parlare a vanvera ciao!
>
>> Però ora mi costringi a "sbrodarmi" per dimostrarti che almeno conosco
>> la teoria della relatività ristretta, che è quella della quale abbiamo
>> parlato recentemente.
>

>> 2. Quando avevo mi pare 23 anni, ho partecipato ad un concorso per
>> giovani scopritori indetto dalla Philips, con un articolo sulla
>> relatività ristretta, ed ho ottenuto una segnalazione con in premio un
>> abbonamento ad una rivista scientifica.
>
Solo per scrupolo, segnalo che ho scritto che si trattava di un concorso
per "giovani scopritori", ma in realtà, se ricordo bene, era per
"giovani ricercatori".

>> 3. Qualche anno fa ho partecipato ad un corso on line tenuto da un
>> professore dell'Università Sapienza di Roma, che comprendeva anche la
>> Relatività Ristretta, superandolo col punteggio di 92,5 su 100.
>
> E allora cos'aspetti a rispondere alla domanda "Allora di che
> impulso si tratta?" fatta da gino-ansel nel suo post iniziale
> del thread "orlogio a luce bis".
>

Non partecipo ai 3D sull'orologio di luce perché, almeno per la mia
teoria, non si tratta di un fenomeno realmente possibile.
Perché rispetto all'etere gli specchi si muovono con traiettorie sempre
curve, mentre i fotoni si muovono con traiettorie rettilinee, il che
significa che dopo una piccola frazione di secondo, non ci sono più
almeno gli stessi fotoni tra gli specchi, o se sono intrappolati,
seguono traiettorie indipendenti da quelle degli specchi.
Per cui si tratta solo di un esperimento mentale della relatività
ristretta, come Franco ha già fatto rilevare a gino.


>> 4. Qualche anno fa sono stato l'unico ad aver risposto correttamente (e
>> con due soluzioni diverse) ad una domanda di fisica posta su ISF, che si
>> può risolvere con la relatività ristretta.
>> Te la riporto qui di seguito e ti chiedo di rispondere (e ti ho dato un
>> aiuto, dicendoti che si può risolvere con la RR, che io non sapevo).
>
> Ho trovato quel thread, ma il giudizio mio su quelle due soluzioni
> tue non e' positivo.
>
>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>> opposta. L'aereo puó decollare?
>
> Il nastro e' polvere negli occhi: l'aereo muove rispetto all'aria,

Non sono d'accordo.
Perché l'aereo non si muove rispetto alla Terra, perché il moto
contrario del nastro trasportatore, rende inutile il moto delle ruote (è
simile al caso del podista che corre sul tapis roulant). Per cui non si
muove neanche rispetto all'aria, dato che essa è praticamente ferma
rispetto alla Terra, e quindi neanche le ali dell'aereo si muovono
rispetto all'aria, e pertanto non ricevono la spinta che le farebbe alzare.
Quindi l'aereo non potrà mai decollare.

> le ruote servono unicamente per azzerare il peso istantaneo dell'
> aereo.. finche' pesa.

Se l'aereo è fermo rispetto alla Terra, l'aria non fa alleggerire il suo
peso.

> La RR c'entra come i cavoli a merenda ciao
>

Invece solo considerandolo come un esperimento mentale della relatività
ristretta, come ho fatto io, l'aereo riesce a decollare.
Infatti considerando l'aereo fermo ed il nastro trasportatore in moto
(che fa girare le ruote dell'aereo in senso contrario), si possono
considerare anche la Terra e l'aria in moto rispetto all'aereo, e se
l'aria è in moto rispetto all'aereo, lo fa alzare, anche se l'aereo è
fermo rispetto alla Terra.

E questa è un'altra prova che la relatività ristretta non riflette la
realtà.

Ciao.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 8:12:29 AMAug 5
to
Il 05/08/2022 14:06, Dino Bruniera ha scritto:
> Il 05/08/2022 08:03, Yoda ha scritto:
>> Addi' 04 ago 2022 23:27:34, Dino Bruniera scrive:
> anche se l'aereo è fermo rispetto alla Terra.
>

ops

anche se l'aereo fosse fermo rispetto all'aria

Dino Bruniera

gino-ansel

unread,
Aug 5, 2022, 10:21:52 AMAug 5
to
Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 14:07:00 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto a Yoda
> Il 05/08/2022 08:03, ha scritto:

> Non partecipo ai 3D sull'orologio di luce perché, almeno per la mia
> teoria, non si tratta di un fenomeno realmente possibile ....

come sai sono d'accordo

> ... Per cui si tratta solo di un esperimento mentale della relatività
> ristretta, come Franco ha già fatto rilevare a gino.

Davvero? non me ne sono accorto

Il risultato di esperimento mentale dever potersi giudicare ottenibile
eliminando le difficoltà di eseguirlo, altrimenti sarebbe come dire:
"Se mia nonna avesse le ruote ..."
Non si può dire che un orologio a luce funzionante da fermo
continui a funzionare se lo metti in moto, neppure se lo spegni e poi
lo riaccendi (senza toccarlo) una volta che il moto sia diventato
uniforme: occorre sempre la giusta inclinazione dell'impulso, questo
perchè il moto dell'emittente non incide sul moto della luce.

Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
la necessaria angolazione) chi viaggia con l'orologio vede la luce
andare su e giù verticalmente mentre chi guarda da fermo vede
l'mpulso disegnare uno zig-zag RISPETTO ALLO SFONDO (fermo
rispetto a chi guarda). E poi può concludere dicendo che facendo i
conti dall'opportuno punto di vista saltano fuori proprio le trasformazioni
di Lorentz.

Questo è curioso e val la pena di rifletterci, ma questo non è l'esperimento
dell'orologio a luce come viene proposto (almeno nei posti da me consultati)

Quanto a quell'aereo, se l'hanno proposto come esperimento mentale
pro-RR, mi pare sia un'operazione degna dell'orologio a luce :-)

Yoda

unread,
Aug 5, 2022, 11:45:20 AMAug 5
to
Addi' 05 ago 2022 12:06:50, Dino Bruniera scrive:
> Il 05/08/2022 08:03, Yoda ha scritto:
>> Addi' 04 ago 2022 23:27:34, Dino Bruniera scrive:

-snip-
>>> 3. Qualche anno fa ho partecipato ad un corso on line tenuto da un
>>> professore dell'Università Sapienza di Roma, che comprendeva anche la
>>> Relatività Ristretta, superandolo col punteggio di 92,5 su 100.

>> E allora cos'aspetti a rispondere alla domanda "Allora di che
>> impulso si tratta?" fatta da gino-ansel nel suo post iniziale
>> del thread "orlogio a luce bis".

> Non partecipo ai 3D sull'orologio di luce perché, almeno per la mia
> teoria, non si tratta di un fenomeno realmente possibile.

Per rispondere basta capirci un po' di RR, per non rispondere non
occorrono scuse o giustificazioni.


-snip-
>>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>>> opposta. L'aereo puó decollare?

>> Il nastro e' polvere negli occhi: l'aereo muove rispetto all'aria,

> Non sono d'accordo.

E sbagli completamente - t'assicuro.


-snip-
>> La RR c'entra come i cavoli a merenda ciao

> Invece solo considerandolo come un esperimento mentale della relatività
> ristretta, come ho fatto io, l'aereo riesce a decollare.
..................
> E questa è un'altra prova che la relatività ristretta non riflette la
> realtà.

Deciditi: l'orologio a luce no, l'aereo si' ciao!

--
Yoda

Giovanni

unread,
Aug 5, 2022, 12:18:46 PMAug 5
to
> il signor "HO DETTO TUTTO" ovvero Yoda ha scritto:
> Per rispondere (ndr: sull'orologio a luce) basta capirci
> un po' di RR

https://youtu.be/WDIxpvPj3KI

Giovanni

unread,
Aug 5, 2022, 12:44:44 PMAug 5
to
> Yoda ha scritto:
> Deciditi: l'orologio a luce no, l'aereo si' ciao!

(in italiano): https://tinyurl.com/mkvbwhkw

(in inglese): https://tinyurl.com/3ez7haj5

(in tedesco): https://tinyurl.com/2evxkt7b

(in francese): https://tinyurl.com/4t673vam

(in cinese): https://tinyurl.com/4ferx5u4

.................................

Giovanni.

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 2:33:14 PMAug 5
to
Il 05/08/2022 16:21, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 14:07:00 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto a Yoda
>> Il 05/08/2022 08:03, ha scritto:
>
>> Non partecipo ai 3D sull'orologio di luce perché, almeno per la mia
>> teoria, non si tratta di un fenomeno realmente possibile ....
>
> come sai sono d'accordo
>
>> ... Per cui si tratta solo di un esperimento mentale della relatività
>> ristretta, come Franco ha già fatto rilevare a gino.
>
> Davvero? non me ne sono accorto
>
> Il risultato di esperimento mentale dever potersi giudicare ottenibile
> eliminando le difficoltà di eseguirlo, altrimenti sarebbe come dire:
> "Se mia nonna avesse le ruote ..."
> Non si può dire che un orologio a luce funzionante da fermo

Almeno secondo le teorie che si basano sull'etere di Lorentz, come la
mia per esempio, l'orologio a luce non è mai fermo, perché si sta
muovendo sicuramente rispetto all'etere.
Perché se è solidale con la superficie della Terra, gira attorno al suo
centro in un giorno, che gira attorno al Sole in un anno, che gira
attorno al centro della Via Lattea, che gira attorno ..., ecc..
Quindi si sta sempre muovendo rispetto all'etere di moto accelerato.

Per cui prima di proseguire col discorso, dovresti dimostrarmi che,
invece, l'orologio è fermo rispetto all'etere.

Mi sa che ti sei fatto contagiare dagli einsteinisti :-)

> continui a funzionare se lo metti in moto, neppure se lo spegni e poi
> lo riaccendi (senza toccarlo) una volta che il moto sia diventato
> uniforme: occorre sempre la giusta inclinazione dell'impulso, questo
> perchè il moto dell'emittente non incide sul moto della luce.
>
> Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
> luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
> la necessaria angolazione) chi viaggia con l'orologio vede la luce
> andare su e giù verticalmente mentre chi guarda da fermo vede
> l'mpulso disegnare uno zig-zag RISPETTO ALLO SFONDO (fermo
> rispetto a chi guarda). E poi può concludere dicendo che facendo i
> conti dall'opportuno punto di vista saltano fuori proprio le trasformazioni
> di Lorentz.
>
> Questo è curioso e val la pena di rifletterci, ma questo non è l'esperimento
> dell'orologio a luce come viene proposto (almeno nei posti da me consultati)
>
> Quanto a quell'aereo, se l'hanno proposto come esperimento mentale
> pro-RR, mi pare sia un'operazione degna dell'orologio a luce :-)

In verità è stato proposto come domanda.
Sono stato io a considerarlo come un esperimento mentale della RR (e
penso di essere nel giusto), ma chi ha fatto la domanda, nonostante che
io l'avessi richiesto, non ha mai detto se la mia risposta era giusta
(forse perché non ha voluto darmi il "premio" di maggior esperto di RR
del NG, nonostante che io sia contrario alla RR? :-)).

Ciao.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 2:45:57 PMAug 5
to
Il 05/08/2022 17:45, Yoda ha scritto:
> Addi' 05 ago 2022 12:06:50, Dino Bruniera scrive:
>> Il 05/08/2022 08:03, Yoda ha scritto:
>>> Addi' 04 ago 2022 23:27:34, Dino Bruniera scrive:
>
> -snip-
>>>> 3. Qualche anno fa ho partecipato ad un corso on line tenuto da un
>>>> professore dell'Università Sapienza di Roma, che comprendeva anche la
>>>> Relatività Ristretta, superandolo col punteggio di 92,5 su 100.
>
>>> E allora cos'aspetti a rispondere alla domanda "Allora di che
>>> impulso si tratta?" fatta da gino-ansel nel suo post iniziale
>>> del thread "orlogio a luce bis".
>
>> Non partecipo ai 3D sull'orologio di luce perché, almeno per la mia
>> teoria, non si tratta di un fenomeno realmente possibile.
>
> Per rispondere basta capirci un po' di RR, per non rispondere non
> occorrono scuse o giustificazioni.
>

Il fatto è che il tempo che posso dedicare alla fisica, lo sto usando
per cercare di ottenere osservazioni, critiche, ecc. da gente del mestiere.
Ma finora il solo che mi ha fatto un'osservazione costruttiva, è stato
proprio gino.
Anche per questo ho iniziato a rispondergli in merito al suo benedetto
orologio a luce.

>
> -snip-
>>>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>>>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>>>> opposta. L'aereo puó decollare?
>
>>> Il nastro e' polvere negli occhi: l'aereo muove rispetto all'aria,
>
>> Non sono d'accordo.
>
> E sbagli completamente - t'assicuro.
>

Come ti ho già detto, non mi bastano le tue assicurazioni.

>
> -snip-
>>> La RR c'entra come i cavoli a merenda ciao
>
>> Invece solo considerandolo come un esperimento mentale della relatività
>> ristretta, come ho fatto io, l'aereo riesce a decollare.
> ..................
>> E questa è un'altra prova che la relatività ristretta non riflette la
>> realtà.
>
> Deciditi: l'orologio a luce no, l'aereo si' ciao!
>

Vedi sopra.

Ciao.

Dino Bruniera

gino-ansel

unread,
Aug 5, 2022, 3:03:31 PMAug 5
to
Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 20:33:14 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto a gino-ansel ha scritto:

> > Il risultato di esperimento mentale dever potersi giudicare ottenibile
> > eliminando le difficoltà di eseguirlo, altrimenti sarebbe come dire:
> > "Se mia nonna avesse le ruote ..."
> > Non si può dire che un orologio a luce funzionante da fermo
> Almeno secondo le teorie che si basano sull'etere di Lorentz, come la
> mia per esempio, l'orologio a luce non è mai fermo, perché si sta
> muovendo sicuramente rispetto all'etere.
> Perché se è solidale con la superficie della Terra, gira attorno al suo
> centro in un giorno, che gira attorno al Sole in un anno, che gira
> attorno al centro della Via Lattea, che gira attorno ..., ecc..
> Quindi si sta sempre muovendo rispetto all'etere di moto accelerato.

certamente, ma più avanti avevo scritto:
"Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
la necessaria angolazione) .... " e questo vale anche per un orologio
che "sembra" fermo

> Mi sa che ti sei fatto contagiare dagli einsteinisti :-)

no, ti assicuro :-)
però e vero che disposto a pentirmi se misurano c costante a modo mio


> Sono stato io a considerarlo come un esperimento mentale della RR (e
> penso di essere nel giusto), ma chi ha fatto la domanda, nonostante che
> io l'avessi richiesto, non ha mai detto se la mia risposta era giusta
> (forse perché non ha voluto darmi il "premio" di maggior esperto di RR
> del NG, nonostante che io sia contrario alla RR? :-)).

ormai siamo bollati

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 3:43:52 PMAug 5
to
Ho letto le risposte al quesito dell'aereo, sia quelle in italiano che
quelle in inglese.
Non immaginavo che tale quesito fosse diventato un tormentone.
Comunque, io do ragione a chi sostiene che l'aereo non può decollare,
perché i termini del problema, e cioè che il nastro trasportatore si
muove sempre alla stessa velocità ma contraria delle ruote, non
consentono all'aereo di muoversi.
Molti sostenitori del contrario affermano che l'aereo se ne frega del
movimento delle ruote e si muove lo stesso, ma così non rispettano i
termini del problema, quindi non lo risolvono correttamente.
Molti dicono che il nastro trasportatore raggiungerà velocità
impossibili da tenere, ma questa considerazione non conta, perché il
quesito non lo cita come termine del problema.

Comunque ho intenzione di rispondere a quora, proponendo anche la mia
soluzione relativistica, che consentirebbe di far decollare l'aereo
anche se nella realtà è impossibile, dimostrando così una volta di più
che la relatività ristretta non è compatibile con la realtà e cioè con
le osservazioni.

Dino Bruniera

Yoda

unread,
Aug 5, 2022, 3:54:19 PMAug 5
to
Addi' 05 ago 2022 14:21:51, gino-ansel scrive:

-snip-
> Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
> luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
> la necessaria angolazione) chi viaggia con l'orologio vede la luce
> andare su e giù verticalmente mentre chi guarda da fermo vede
> l'impulso disegnare uno zig-zag RISPETTO ALLO SFONDO (fermo
> rispetto a chi guarda). E poi può concludere dicendo che facendo i
> conti dall'opportuno punto di vista saltano fuori proprio le trasformazioni
> di Lorentz.

Focherello, bravo! ciao

> Questo è curioso e val la pena di rifletterci, ma questo non è
> l'esperimento dell'orologio a luce come viene proposto (almeno
> nei posti da me consultati)

Perche' hai consultato gli asini!

> Quanto a quell'aereo, se l'hanno proposto come esperimento mentale
> pro-RR, mi pare sia un'operazione degna dell'orologio a luce :-)

Ma mi leggi o non mi leggi? la RR non c'entra un piffero ariciao!

--
Yoda

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 4:02:19 PMAug 5
to
Il 05/08/2022 21:03, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 20:33:14 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto a gino-ansel ha scritto:
>
>>> Il risultato di esperimento mentale dever potersi giudicare ottenibile
>>> eliminando le difficoltà di eseguirlo, altrimenti sarebbe come dire:
>>> "Se mia nonna avesse le ruote ..."
>>> Non si può dire che un orologio a luce funzionante da fermo
>> Almeno secondo le teorie che si basano sull'etere di Lorentz, come la
>> mia per esempio, l'orologio a luce non è mai fermo, perché si sta
>> muovendo sicuramente rispetto all'etere.
>> Perché se è solidale con la superficie della Terra, gira attorno al suo
>> centro in un giorno, che gira attorno al Sole in un anno, che gira
>> attorno al centro della Via Lattea, che gira attorno ..., ecc..
>> Quindi si sta sempre muovendo rispetto all'etere di moto accelerato.
>
> certamente, ma più avanti avevo scritto:
> "Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
> luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
> la necessaria angolazione) .... " e questo vale anche per un orologio
> che "sembra" fermo
>
Il fatto è che gli specchi si muovono sempre circolarmente su centri
sempre diversi, mentre la luce si muove sempre dritta.
Come si fa a dare l'angolazione necessaria affinché i fotoni rimbalzino
da specchio a specchio continuamente?
Per me nella realtà è impossibile.

>> Mi sa che ti sei fatto contagiare dagli einsteinisti :-)
>
> no, ti assicuro :-)
> però e vero che disposto a pentirmi se misurano c costante a modo mio
>

Non ce la faranno mai, perché nella realtà è impossibile.

>
>> Sono stato io a considerarlo come un esperimento mentale della RR (e
>> penso di essere nel giusto), ma chi ha fatto la domanda, nonostante che
>> io l'avessi richiesto, non ha mai detto se la mia risposta era giusta
>> (forse perché non ha voluto darmi il "premio" di maggior esperto di RR
>> del NG, nonostante che io sia contrario alla RR? :-)).
>
> ormai siamo bollati

Però tramite i link che mi ha segnalato Giovanni, ho saputo che il
quesito è diventato un tormentone e che vi sono state sia risposte che
affermano che l'aereo decollerebbe che risposte contrarie, anche su Quora.
Per cui proporrò la mia soluzione anche là, anche se in ritardo perché è
da molti anni che è stato posto il quesito, dimostrando così una volta
di più che la RR non è compatibile con la realtà.

Ciao.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 5, 2022, 4:18:35 PMAug 5
to
Il 05/08/2022 17:45, Yoda ha scritto:
> Addi' 05 ago 2022 12:06:50, Dino Bruniera scrive:

> -snip-
>>>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>>>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>>>> opposta. L'aereo puó decollare?
>
>>> Il nastro e' polvere negli occhi: l'aereo muove rispetto all'aria,
>
>> Non sono d'accordo.
>
> E sbagli completamente - t'assicuro.
>
>

Da quanto ho trovato in rete grazie ai link di Giovanni, risulta che il
quesito dell'aereo sopra il nastro trasportatore, è stato un tormentone
per diversi anni.
E vi sono state risposte date da gente del mestiere, sia a favore del
decollo che contrarie.
A mio parere, in base ai termini del problema, l'aereo non decollerà mai.

Ciao.

Dino Bruniera

Yoda

unread,
Aug 5, 2022, 4:55:17 PMAug 5
to
Addi' 05 ago 2022 20:18:34, Dino Bruniera scrive:
> Il 05/08/2022 17:45, Yoda ha scritto:
>> Addi' 05 ago 2022 12:06:50, Dino Bruniera scrive:

-snip-
>>> Non sono d'accordo.

>> E sbagli completamente - t'assicuro.

> Da quanto ho trovato in rete grazie ai link di Giovanni, risulta che il
> quesito dell'aereo sopra il nastro trasportatore, è stato un tormentone
> per diversi anni.

Io sono in console a caratteri, non apro nessun link.

> E vi sono state risposte date da gente del mestiere, sia a favore del
> decollo che contrarie.

Chi non sa non e' necessariamente un asino, lo e' solo se non sa
quel che dovrebbe sapere per il lavoro che svolge e per cui viene
pagato.
Questo gedanken di fisica classica e' troppo semplice ed elementare,
molto difficilmente lo sbaglia un prof di fisica o un ingegnere, e'
invece molto facile che ci sia equivoco nelle risposte.

> A mio parere, in base ai termini del problema, l'aereo non decollerà mai.

Tu non sei del mestiere, puoi dire cio' che vuoi e non potrai mai
essere o diventare un asino ciao

--
Yoda

gino-ansel

unread,
Aug 5, 2022, 8:09:59 PMAug 5
to
Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 21:54:19 UTC+2
Yoda ha scritto:

> > Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
> > luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
> > la necessaria angolazione) chi viaggia con l'orologio vede la luce
> > andare su e giù verticalmente mentre chi guarda da fermo vede
> > l'impulso disegnare uno zig-zag RISPETTO ALLO SFONDO (fermo
> > rispetto a chi guarda). E poi può concludere dicendo che facendo i
> > conti dall'opportuno punto di vista saltano fuori proprio le trasformazioni
> > di Lorentz.
> Focherello, bravo! ciao

che focherello? sono fatti (mentali) che però non dimostrano che il tempo
muta con la velocità perchè che lo zigzag è un'illusione (come pure il moto
su-giù per non essere rimbrottato da Bruniera)

> > Questo è curioso e val la pena di rifletterci, ma questo non è
> > l'esperimento dell'orologio a luce come viene proposto (almeno
> > nei posti da me consultati)
> Perche' hai consultato gli asini!

qualcuno ha qua esposto la cosa così come io ho testè fatto meritando
la tua quasi-approvazione? Magari tu stesso? In tal caso dovresti fare
un corso di comunicazione verso i vecchietti rimbambiti. Bisognerebbe
ritrovare il link all'esposizione di Fabri, Giovanni dovrebbe saperla
ritrovare

> > Quanto a quell'aereo, se l'hanno proposto come esperimento mentale
> > pro-RR, mi pare sia un'operazione degna dell'orologio a luce :-)
> Ma mi leggi o non mi leggi? la RR non c'entra un piffero ariciao!

accennavo un commento a Bruniera senza averci meditato, mi perdoni
la mia distrazione nei sui confronti

gino-ansel

unread,
Aug 5, 2022, 8:12:17 PMAug 5
to
Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 22:18:35 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto:

> A mio parere, in base ai termini del problema, l'aereo non decollerà mai.

ah, meno male,
mi pareva che tu avessi detto che decollava e non volevo offenderti

gino-ansel

unread,
Aug 5, 2022, 8:37:17 PMAug 5
to
Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 22:02:19 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto:

> > ... certamente, ma più avanti avevo scritto:
> > "Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
> > luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
> > la necessaria angolazione) .... " e questo vale anche per un orologio
> > che "sembra" fermo
> >
> Il fatto è che gli specchi si muovono sempre circolarmente su centri
> sempre diversi,

circolarmente?

> mentre la luce si muove sempre dritta.
> Come si fa a dare l'angolazione necessaria affinché i fotoni rimbalzino
> da specchio a specchio continuamente?
> Per me nella realtà è impossibile.

per me teoricamente sarebbe possibile
ma in pratica è impossibile, servirebbe una regolazione troppo fine
comunque si dovrebbe andare per tentativi


> >> Mi sa che ti sei fatto contagiare dagli einsteinisti :-)
> > no, ti assicuro :-)
> > però e vero che disposto a pentirmi se misurano c costante a modo mio
> Non ce la faranno mai, perché nella realtà è impossibile.

beh, mi sono imbattuto in un vecchio thread dovo ho avuto risposte (indirette
ambigue e monche) da Fabri il 21 ott 2016, 14:49:35 egli scrive in
https://groups.google.com/g/free.it.scienza.fisica/c/1d8m9229Lag/m/mqlm7kfaCgAJ
"La mia impressione è che GA abbia in mente un'idea che non sa esprimere a
causa del suo analfabetismo scientifico. Ma l'idea in sé non è da buttar via, anzi."
(GA sono io) quindi la mia idea sarebbe buona, ma ci doveva essere un problema
altrimenti avrebbe detto OK, difatti poi scrive:
"La mia ipotesi è che GA confusamente abbia in mente questo: il suo "pezzo di filo"
(magari sarebbe meglio un cavo coassiale) avrà un comportamento che non cambia
se lo sposta da qua a là. Ma a questo punto ho avuto il mio "lampo di genio" :-) Se
ho diritto d'imporre l'invar. per traslazioni, perché non anche quella per rotazioni?"

Parrebbe il mio argomento. Ce l'ho o non ce l'ho questo diritto? (di cavi coassiali a
suo tempo ne facemmo entrambi indigestione). Ma Fabri prosegue oscuramente:
"Proviamo... E' facile vedere che questa implica f(u) = f(-u), quindi k=0, quindi th = t.
Teorema: l'unica sincron. invariante per trasl. e rot. è quella standard. Dopo di che
il discorso è chiuso, a meno che tu non mi confuti in qualche punto il ragionamento. "
Questo rivolgendosi non a me ma a un altro con cui aveva un discorso aperto.

Con me cosa c'entra la sincronizzazione? io proponevo un solo oscilloscopio che
faceva da orologio. Fabri si sarà accorto di non saper cosa rispondere a me
(indirettamente) e ha glissato.

Pertano non escludo quella possibilità di misura



> ... tramite i link che mi ha segnalato Giovanni, ho saputo che il
> quesito è diventato un tormentone e che vi sono state sia risposte che
> affermano che l'aereo decollerebbe che risposte contrarie, anche su Quora.
> Per cui proporrò la mia soluzione anche là, anche se in ritardo perché è
> da molti anni che è stato posto il quesito, dimostrando così una volta
> di più che la RR non è compatibile con la realtà.

ottimo, ma cosè Quora? un altro posto dove si bisticcia di cose fisiche?

gino-ansel

unread,
Aug 6, 2022, 1:17:40 AMAug 6
to
Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 02:12:17 UTC+2
gino-ansel ha scritto:
mi sono fregato, sapevo di non essere teci d'accordo, ma ricordavo viceversa,
(oppure stanotte ero in dormiveglia). Cancello tutto e riparto dal tuo:
> ... non si muove rispetto alla Terra, perché il moto
> contrario del nastro trasportatore, rende inutile il moto delle ruote (è
> simile al caso del podista che corre sul tapis roulant). Per cui non si
> muove neanche rispetto all'aria, dato che essa è praticamente ferma
> rispetto alla Terra, e quindi neanche le ali dell'aereo si muovono
> rispetto all'aria, e pertanto non ricevono la spinta che le farebbe alzare.
> Quindi l'aereo non potrà mai decollare.

le ruote dell'aereo non sono motrici
è l'elica che "tira" l'aereo (o il getto che lo "spinge")
ha ragione Yoda

Yoda

unread,
Aug 6, 2022, 2:47:38 AMAug 6
to
Addi' 06 ago 2022 05:17:39, gino-ansel scrive:
> Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 22:18:35 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto:

>> Quindi l'aereo non potrà mai decollare.

Dunque per te un idrovolante e' un servosterzo idraulico ciao

> le ruote dell'aereo non sono motrici
> è l'elica che "tira" l'aereo (o il getto che lo "spinge")

--
Yoda

Dino Bruniera

unread,
Aug 6, 2022, 2:48:21 AMAug 6
to
Il 06/08/2022 02:37, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 22:02:19 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto:
>
>>> ... certamente, ma più avanti avevo scritto:
>>> "Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
>>> luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
>>> la necessaria angolazione) .... " e questo vale anche per un orologio
>>> che "sembra" fermo
>>>
>> Il fatto è che gli specchi si muovono sempre circolarmente su centri
>> sempre diversi,
>
> circolarmente?
>
Più precisamente su traiettorie curve circolari, perché, come ti ho già
detto, se l'orologio a luce è fermo sulla superficie della Terra, si
muove con essa attorno al suo centro, che si muove attorno al Sole, che
si muove attorno al centro della Via Lattea, che si muove ..., ecc..
Però Fabri è un einteinista incallito, per cui non è un "realista".
>
>
>> ... tramite i link che mi ha segnalato Giovanni, ho saputo che il
>> quesito è diventato un tormentone e che vi sono state sia risposte che
>> affermano che l'aereo decollerebbe che risposte contrarie, anche su Quora.
>> Per cui proporrò la mia soluzione anche là, anche se in ritardo perché è
>> da molti anni che è stato posto il quesito, dimostrando così una volta
>> di più che la RR non è compatibile con la realtà.
>
> ottimo, ma cosè Quora? un altro posto dove si bisticcia di cose fisiche?

E' un sito web dove puoi porre domande e rispondere ad altre domande, di
qualsiasi genere, e quindi anche di fisica.

Ecco il link alla domanda sull'aereo, sperando che funzioni perché è
molto lungo:
https://it.quora.com/Immagina-un-aereo-appoggiato-sopra-un-nastro-trasportatore-largo-e-lungo-come-una-pista-di-decollo-Il-nastro-trasportatore-%C3%A8-scorre-alla-stessa-velocit%C3%A0-delle-ruote-dell-aereo-muovendosi-in-direzione

Ciao.

Dino Bruniera

Giovanni

unread,
Aug 6, 2022, 2:49:40 AMAug 6
to
> gino-ansel scrive:
> Certo si può dire che se si è riuscisse a far funzionare un orologio a
> luce in movimento (ovviamente sparando l'impulso con
> la necessaria angolazione) chi viaggia con l'orologio vede la luce
> andare su e giù verticalmente mentre chi guarda da fermo vede
> l'impulso disegnare uno zig-zag RISPETTO ALLO SFONDO (fermo
> rispetto a chi guarda). E poi può concludere dicendo che facendo i
> conti dall'opportuno punto di vista saltano fuori proprio le trasformazioni
> di Lorentz.

> Yoda ha risposto:
> Focherello, bravo!

Ma stiamo scherzando !:

- l'orologio a luce in possesso del capostazione è e deve essere identico a quello in possesso del capotreno, e se nell'orologio a luce, in possesso del capotreno, il fotone parte storto per adeguarlo alla velocità del treno, nell'identico orologio a luce nella stazione, in possesso del capostazione, il fotone schizza via.

Giovanni.

Dino Bruniera

unread,
Aug 6, 2022, 3:23:59 AMAug 6
to
No che non ha ragione.
Ora ti spiego perché, almeno a mio parere.

L'aereo "pesa" sul nastro trasportatore ed ha anche un'inerzia, per cui
non può passare da velocità zero a velocità estreme in modo immediato.
Quindi le ruote devono girare, ma nello stesso istante che iniziano a
girare, anche il nastro inizia a girare, ed in senso contrario a quello
delle ruote. Per cui l'aereo resta fermo.
E più l'aereo spinge, più le ruote girano (perché l'aereo continua a
"pesare", e cioè ad accelerare verso il centro della Terra), e più il
nastro trasportatore si muove in senso contrario.
Quindi l'aereo rimane come incollato per terra, anche se in moto
rispetto al nastro trasportatore.

Se le ruote arrivano a girare troppo velocemente, potrebbero anche
frantumarsi, per via che la loro circonferenza si potrebbe accorciare
(perché si muove nei confronti dell'etere e quindi si comprime) premendo
quindi verso il centro, ma questo potrebbe far concludere che i termini
della domanda non sono corretti e che quindi non è possibile rispondere
alla domanda.

Ma se accetti di rispondere alla domanda, devi accettare anche i termini
della domanda, e quindi non puoi domandarti se sono fisicamente
possibili oppure no.

Quindi o non rispondo perché la domanda ha termini impossibili, oppure
devo rispondere che l'aereo non decolla.

Ma non posso rispondere che l'aereo decolla.

Ciao.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 6, 2022, 3:30:45 AMAug 6
to
Il 06/08/2022 08:47, Yoda ha scritto:
> Addi' 06 ago 2022 05:17:39, gino-ansel scrive:
>> Il giorno venerdì 5 agosto 2022 alle 22:18:35 UTC+2
>> Dino Bruniera ha scritto:
>
>>> Quindi l'aereo non potrà mai decollare.
>
> Dunque per te un idrovolante e' un servosterzo idraulico ciao
>

Ma l'idrovolante usa le ruote?

Comunque sulla domanda sull'aereo, puoi leggere anche la mia risposta a
gino.

Ciao.

Dino Bruniera

Yoda

unread,
Aug 6, 2022, 3:42:18 AMAug 6
to
Addi' 06 ago 2022 07:30:43, Dino Bruniera scrive:
> Il 06/08/2022 08:47, Yoda ha scritto:
>> Dino Bruniera ha scritto:

>>> Quindi l'aereo non potrà mai decollare.

>> Dunque per te un idrovolante e' un servosterzo idraulico ciao

> Ma l'idrovolante usa le ruote?

E il calabrone usa le ruote? anch'esso non vola ciao

--
Yoda

Giovanni

unread,
Aug 6, 2022, 3:46:42 AMAug 6
to
> Dino Bruniera ha scritto:
> Quindi o non rispondo perché la domanda ha termini impossibili, oppure
> devo rispondere che l'aereo non decolla.
> Ma non posso rispondere che l'aereo decolla.

https://youtu.be/YORCk1BN7QY

gino-ansel

unread,
Aug 6, 2022, 4:28:52 AMAug 6
to
Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 08:49:40 UTC+2
Giovanni ha scritto:

> Ma stiamo scherzando !:

non hai capito, mica ho detto che funziona come ad es. dice boschetto
o skuola.net (con o senza la pausa durante l'accelerazione di Franco)
piuttosto forsi ti ricordi come raggiungere l'esposizione di Fabri (che
usava se ben ricordo una lampadina)

gino-ansel

unread,
Aug 6, 2022, 4:41:26 AMAug 6
to
Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 09:23:59 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto:

> > ha ragione Yoda
> No che non ha ragione.
> Ora ti spiego perché, almeno a mio parere.
> L'aereo "pesa" sul nastro trasportatore ed ha anche un'inerzia, per cui
> non può passare da velocità zero a velocità estreme in modo immediato.
> Quindi le ruote devono girare, ma nello stesso istante che iniziano a
> girare, anche il nastro inizia a girare, ed in senso contrario a quello
> delle ruote. Per cui l'aereo resta fermo.

veramente mi pare che raddoppiano di giri e magari scoppiano, ma
non è questo il punto, le ruote sono folli, non trattengnono nè spingono
l'aereo. Al posto delle ruote mettici dei pattini, fanno più attrito e ci
vuole più potenza, se la pista scappa indietro l'attrito aumenta e ci
vuole ancora più potenza, ma l'areo si muove (a meno che non sia bolso)

> E più l'aereo spinge, più le ruote girano (perché l'aereo continua a
> "pesare", e cioè ad accelerare verso il centro della Terra), e più il
> nastro trasportatore si muove in senso contrario.
> Quindi l'aereo rimane come incollato per terra, anche se in moto
> rispetto al nastro trasportatore.
>
> Se le ruote arrivano a girare troppo velocemente, potrebbero anche
> frantumarsi, per via che la loro circonferenza si potrebbe accorciare
> (perché si muove nei confronti dell'etere e quindi si comprime) premendo
> quindi verso il centro, ma questo potrebbe far concludere che i termini
> della domanda non sono corretti e che quindi non è possibile rispondere
> alla domanda.
>
> Ma se accetti di rispondere alla domanda, devi accettare anche i termini
> della domanda, e quindi non puoi domandarti se sono fisicamente
> possibili oppure no.
>
> Quindi o non rispondo perché la domanda ha termini impossibili, oppure
> devo rispondere che l'aereo non decolla.

vedo che sui rischi per le ruote concordiamo, ma mi stupisco di questo tuo convincimento

Vittorio

unread,
Aug 6, 2022, 6:16:44 AMAug 6
to
solo la PNN usa le ruote ma non vola


Dino Bruniera

unread,
Aug 6, 2022, 6:19:38 AMAug 6
to
Il 06/08/2022 10:41, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 09:23:59 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto:
>
>>> ha ragione Yoda
>> No che non ha ragione.
>> Ora ti spiego perché, almeno a mio parere.
>> L'aereo "pesa" sul nastro trasportatore ed ha anche un'inerzia, per cui
>> non può passare da velocità zero a velocità estreme in modo immediato.
>> Quindi le ruote devono girare, ma nello stesso istante che iniziano a
>> girare, anche il nastro inizia a girare, ed in senso contrario a quello
>> delle ruote. Per cui l'aereo resta fermo.
>
> veramente mi pare che raddoppiano di giri e magari scoppiano, ma
> non è questo il punto, le ruote sono folli, non trattengnono nè spingono
> l'aereo. Al posto delle ruote mettici dei pattini, fanno più attrito e ci
> vuole più potenza, se la pista scappa indietro l'attrito aumenta e ci
> vuole ancora più potenza, ma l'areo si muove (a meno che non sia bolso)
>

Mi è venuto in mente un esperimento giusto per te.
Pensa ad una carriola con una ruota di gomma.
Pensa di riempirla di sabbia e di mettere la ruota sopra un tapis
roulant, tipo quelli usati dai podisti nelle palestre. Poi fai partire
il tapis roulant e cerchi di far andare la ruota della carriola alla
stessa velocità del tapis roulant ma al contrario, come dice la domanda
sull'aereo.
Vedrai che per rispettare i termini della domanda, non puoi muoverti.
Poi fai aumentare la velocità del tapis roulant e vedrai che per
rispettare i termini della domanda, dovrai restare sempre fermo.
Perché se spingi in avanti la carriola, non rispetti più i termini della
domanda.

La stessa cosa vale per l'aereo.
E cioè che per rispettare i termini della domanda, l'aereo non può muoversi.
Se attacca razzi potenti ed aumenta la velocità, anche il nastro
trasportatore aumenta la velocità, e lo tiene sempre fermo.

In pratica per decollare rispettando i termini della domanda, dovrebbe
farlo da fermo.

Ciao.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 6, 2022, 6:36:31 AMAug 6
to
Il 06/08/2022 10:41, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 09:23:59 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto:
>
>>> ha ragione Yoda
>> No che non ha ragione.
>> Ora ti spiego perché, almeno a mio parere.
>> L'aereo "pesa" sul nastro trasportatore ed ha anche un'inerzia, per cui
>> non può passare da velocità zero a velocità estreme in modo immediato.
>> Quindi le ruote devono girare, ma nello stesso istante che iniziano a
>> girare, anche il nastro inizia a girare, ed in senso contrario a quello
>> delle ruote. Per cui l'aereo resta fermo.
>
> veramente mi pare che raddoppiano di giri e magari scoppiano, ma
> non è questo il punto, le ruote sono folli, non trattengnono nè spingono
> l'aereo. Al posto delle ruote mettici dei pattini, fanno più attrito e ci
> vuole più potenza, se la pista scappa indietro l'attrito aumenta e ci
> vuole ancora più potenza, ma l'areo si muove (a meno che non sia bolso)
>

Mi è venuta in mente un'altra ideea.

Pensa all'aereo fermo sul nastro trasportatore.
Ad un certo momento il nastro trasportatore si mette in moto e tira
indietro l'aereo.
Cosa deve fare l'aereo per restare fermo?
Deve far girare le eliche per non farsi tirare indietro, con la giusta
potenza.

Ciao.

Dino
Message has been deleted
Message has been deleted

Giovanni

unread,
Aug 6, 2022, 7:36:55 AMAug 6
to
> gino-ansel ha scritto:
> piuttosto forse ti ricordi come raggiungere
> l'esposizione (ndr: sull'orologio a luce) di Fabri
> (che usava se ben ricordo una lampadina )

Bisogna cercare, ma non è necessario perché la sedicente esposizione con la lampadina di Fabri (vengono sparati una miriade di fotoni e qualcuno dovrà pur esserci che raggiunge lo specchio) fu contestata da me a suo tempo ed è contestabile nel modo:

- la miriade di fotoni sparati dalla lampadina è la classica zappa sui piedi perché vorrebbe dire che perfino quando l'orologio a luce verticale torna indietro, ci sarà un fotone, della miriade di fotoni sparati dalla lampadina, che segue l'orologio nel suo tornare indietro per quindi colpire lo specchio, il che vorrebbe dire che applicando il teorema di Pitagora all'orologio a luce verticale, resta dimostrata che la dilatazione cinematica del tempo vale anche nei sistemi accelerati e perfino quando un riferimento torna indietro.

Ripeto: i relativisti più rispondono e più si contraddicono o dicono scemenze fisiche, ecco perché per strappargli una risposta ce ne vuole, o fanno finta di non leggere le contestazioni della RR e dell RG.

A proposito, ti hanno contestato (Franco e lo stesso Fabri) di usare il termine "relativisti", ma sappi che il termine relativista fu usato dallo stesso Einstein in un suo libro, e che lo stesso Fabri ha di sicuro usato, come minimo in un suo scritto presente sul web, il medesimo termine relativisti.

Non è ancora finita: sappi che l'inventore dell'orologio atomico, ovvero Louis Essen, scrisse un intero libro di critiche contro la dilatazione cinematica del tempo, e praticamente scrivendo che Einstein non capiva nulla di misure e che i suoi scritti erano pieni di incongruenze e contraddizioni.

Giovanni.

gino-ansel

unread,
Aug 6, 2022, 8:51:38 AMAug 6
to
Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 12:19:38 UTC+2
Dino Bruniera aveva scritto:

> E cioè che per rispettare i termini della domanda, l'aereo non può muoversi.
> Se attacca razzi potenti ed aumenta la velocità, anche il nastro
> trasportatore aumenta la velocità, e lo tiene sempre fermo.

con riferimento a questa domanda:

> > Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
> > per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
> > opposta. L'aereo puó decollare?

quando la ruota è ferma, il nastro sta fermo

se una ruota (circonferenza 1m) posta sul nastro la fai girare a 1 giro al secondo
vuoi che il nastro si muova a 1 m/s nella stessa direzione del copertone della ruota:
non occorre nessun marchingegno basta che il nastro sia folle cioè sia trascinato dal
copertone. Questo è vero a qualsiasi rpm.

Nel caso proposto però la ruota è folle anch'essa ma sostiene un aereo.
Quando l'aereo parte, normalmente il perno della ruota (attaccato all'aereo) spinge
la ruota in avanti e l'attrito copertone-pista mette in rotazione la ruota.
In questo caso però la pista-nastro non fa resistenza e la ruota non viene messa
in rotazione. D'altra parte l'aereo vuole andare avanti per i fatti suoi e continua a
spingere in avanti sul perno della sua ruota folle e quindi la ruota dovrebbe
"strisciare" impedendo il decollo.

E' questo il tuo ragionamento?

Beh, se striscia, allora la ruota gira e allora siamo a posto.

Se però ch'è un motore che interviene facendo aumentare la velocità del
nastro che succede? Direi che in un attimo i giri tenderebbero all'infinito
e che se sbraga tutto: è questo che vuoi dire?

Yoda

unread,
Aug 6, 2022, 12:41:21 PMAug 6
to
Addi' 06 ago 2022 12:51:37, gino-ansel scrive:

> con riferimento a questa domanda:

> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
> opposta. L'aereo puó decollare?

> quando la ruota è ferma, il nastro sta fermo

Il testo e' impreciso ai limiti dall'essere inaccettabile.
Deve necessariamente intendersi:

1. velocita' della ruota = velocita' del suo mozzo (e quindi
dell'aereo tutto) rispetto al suolo (torre di controllo, perche'
la pista e' diventata un tapis roulant)

2. [nastro trasportatore] infinito = semmai "indefinito", ma basta
che si estenda lungo tutta la pista

3. direzione opposta = verso opposto (diffusa imprecisione) ciao

> Nel caso proposto però la ruota è folle anch'essa ma sostiene un aereo.

Ti prego: "folle" -> "in folle", meglio "libera" ciao

--
Yoda

Dino Bruniera

unread,
Aug 6, 2022, 4:51:10 PMAug 6
to
Il 06/08/2022 14:51, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 12:19:38 UTC+2
> Dino Bruniera aveva scritto:
>
>> E cioè che per rispettare i termini della domanda, l'aereo non può muoversi.
>> Se attacca razzi potenti ed aumenta la velocità, anche il nastro
>> trasportatore aumenta la velocità, e lo tiene sempre fermo.
>
> con riferimento a questa domanda:
>
>>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>>> opposta. L'aereo puó decollare?
>
> quando la ruota è ferma, il nastro sta fermo
>
> se una ruota (circonferenza 1m) posta sul nastro la fai girare a 1 giro al secondo
> vuoi che il nastro si muova a 1 m/s nella stessa direzione del copertone della ruota:
> non occorre nessun marchingegno basta che il nastro sia folle cioè sia trascinato dal
> copertone. Questo è vero a qualsiasi rpm.
>
> Nel caso proposto però la ruota è folle anch'essa ma sostiene un aereo.
> Quando l'aereo parte, normalmente il perno della ruota (attaccato all'aereo) spinge
> la ruota in avanti e l'attrito copertone-pista mette in rotazione la ruota.
> In questo caso però la pista-nastro non fa resistenza e la ruota non viene messa
> in rotazione.

No, la ruota gira, ma nello stesso tempo il nastro si muove alla stessa
velocità delle ruote, ma in direzione opposta.

> D'altra parte l'aereo vuole andare avanti per i fatti suoi e continua a
> spingere in avanti sul perno della sua ruota folle e quindi la ruota dovrebbe
> "strisciare" impedendo il decollo.
>

Non capisco cosa intendi per strisciare.

> E' questo il tuo ragionamento?
>
> Beh, se striscia, allora la ruota gira e allora siamo a posto.
>

Siamo a posto in che senso, che l'aereo si muove?

> Se però ch'è un motore che interviene facendo aumentare la velocità del
> nastro che succede? Direi che in un attimo i giri tenderebbero all'infinito
> e che se sbraga tutto: è questo che vuoi dire?

Penso anch'io che i giri tenderebbero all'infinito e che probabilmente
le ruote si romperebbero.

Per questo ho detto che una possibile risposta alla domanda potrebbe
essere quella di dire che si tratta di un esperimento impossibile.
Ma così non risponderei veramente alla domanda.

Se voglio rispondere alla domanda devo rispettare solo i termini della
domanda, tra i quali non c'è quello che le ruote dell'aereo si
romperebbero se raggiungessero una determinata velocità.
Per cui devo accettare che il nastro trasportatore scorra alla stessa
velocità delle ruote ma in direzione contraria, anche a velocità
tendenti all'infinito.
E se è così, l'aereo rimane sempre fermo, qualunque sia la velocità
delle sue ruote, perché il loro moto viene annullato da quello in
direzione opposta del nastro trasportatore.

Per cui, se voglio rispondere alla domanda, devo rispondere che l'aereo
non decolla, in quanto resta fermo rispetto all'aria.

L'alternativa è quella di non rispondere alla domanda, in quanto ritengo
che l'esperimento proposto sia impossibile.

Almeno così la penso io, il che non vieta che tu e yoda, la pensiate
diversamente.

Certo che sarebbe bello che ci fosse un arbitro, naturalmente accettato
da noi tre, che decidesse chi è il "vincitore".

Ciao.

Dino Bruniera

gino-ansel

unread,
Aug 7, 2022, 3:09:56 AMAug 7
to
Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 22:51:10 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto

anche dicendo che io ho fatto casino, ha ragione, ci riprovo:

> >>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
> >>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
> >>> opposta. L'aereo puó decollare?

quando l'elica tira l'aereo, tira pure il perno della ruota (folle)
1- se la pista fosse ferma la ruota gira a causa dell'attrito copertone-pista
2- se la pista "contemporaneamente" al "tiro" dell'elica scorresse all'indietro
la ruota girerebbe come prima ma non si capisce se a spese del tiro
dell'elica o del motore del nastro-pista: l'aereo avanza di un infinitesimo
3- un istante dopo il tiro dell'elica è aumentato, ma il motore del nastro-pista
è così furbo da aumentare la sua velocità eguagliando quello che farebbe la
ruota
4- come in 2
.....
quindi cambio idea: mi sembra che l'aereo parta forse risparmiandosi parte
dello attrito della pista


> Se voglio rispondere alla domanda devo rispettare solo i termini della
> domanda, tra i quali non c'è quello che le ruote dell'aereo si
> romperebbero se raggiungessero una determinata velocità.
> Per cui devo accettare che il nastro trasportatore scorra alla stessa
> velocità delle ruote ma in direzione contraria, anche a velocità
> tendenti all'infinito.
> E se è così, l'aereo rimane sempre fermo, qualunque sia la velocità
> delle sue ruote, perché il loro moto viene annullato da quello in
> direzione opposta del nastro trasportatore.

per poter dire che l'aereo non avanza devi dimostrare che le ruote
strisciano sul nastro creando un attrito che genera una spinta
all'indietro sul perno che annulla il tiro dell'elica.

Facciamo un esempio estremo:
l'aereo è fermo sul nastro che sta girando come un pazzo facendo
girare le ruote, ma i cuscinetti sono buonissimi e non tramettono forze
al perno, quindi l'aereo riesce a star fermo.
Se ora l'elica si mette a tirare perchè l'ereo non deve muoversi?
Supponi anche che il nastro-pista vada in avanti, le ruote girano
come se l'ereo andasse all'indietro, ma mica spingono l'aereo
all'indietro (grazie ai cuscinetti perfetti), perchè l'aereo non deve muoversi?

Salvo ripensamenti, ma trovo assurdo sciupare i neuroni residui
per una cazzata del genere, tipo fare le parole crociate :-)
Meglio pensare a come costringere i politici a fare cose serie
o come risparmiare acqua e gas :-) :-)

Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 3:08:05 AMAug 8
to
Il 07/08/2022 09:09, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno sabato 6 agosto 2022 alle 22:51:10 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto
>
> anche dicendo che io ho fatto casino, ha ragione, ci riprovo:
>
>>>>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>>>>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>>>>> opposta. L'aereo puó decollare?
>
> quando l'elica tira l'aereo, tira pure il perno della ruota (folle)
> 1- se la pista fosse ferma la ruota gira a causa dell'attrito copertone-pista
> 2- se la pista "contemporaneamente" al "tiro" dell'elica scorresse all'indietro
> la ruota girerebbe come prima ma non si capisce se a spese del tiro
> dell'elica o del motore del nastro-pista: l'aereo avanza di un infinitesimo

No, l'aereo non avanza di un infinitesimo, perché i termini della
domanda non lo consentono.

> 3- un istante dopo il tiro dell'elica è aumentato, ma il motore del nastro-pista
> è così furbo da aumentare la sua velocità eguagliando quello che farebbe la
> ruota
> 4- come in 2

e quindi l'aereo non si muove rispetto alla terra e all'aria.


> quindi cambio idea: mi sembra che l'aereo parta forse risparmiandosi parte
> dello attrito della pista
>
>


>> Se voglio rispondere alla domanda devo rispettare solo i termini della
>> domanda, tra i quali non c'è quello che le ruote dell'aereo si
>> romperebbero se raggiungessero una determinata velocità.
>> Per cui devo accettare che il nastro trasportatore scorra alla stessa
>> velocità delle ruote ma in direzione contraria, anche a velocità
>> tendenti all'infinito.
>> E se è così, l'aereo rimane sempre fermo, qualunque sia la velocità
>> delle sue ruote, perché il loro moto viene annullato da quello in
>> direzione opposta del nastro trasportatore.
>
> per poter dire che l'aereo non avanza devi dimostrare che le ruote
> strisciano sul nastro creando un attrito che genera una spinta
> all'indietro sul perno che annulla il tiro dell'elica.
>

No, bastano i termini della domanda, che dicono che il nastro
trasportatore si muove esattamente al contrario delle ruote dell'aereo.

> Facciamo un esempio estremo:
> l'aereo è fermo sul nastro che sta girando come un pazzo facendo
> girare le ruote, ma i cuscinetti sono buonissimi e non tramettono forze
> al perno, quindi l'aereo riesce a star fermo.
> Se ora l'elica si mette a tirare perchè l'ereo non deve muoversi?

Perché il nastro trasportatore lo tira indietro.

> Supponi anche che il nastro-pista vada in avanti, le ruote girano
> come se l'ereo andasse all'indietro, ma mica spingono l'aereo
> all'indietro (grazie ai cuscinetti perfetti), perchè l'aereo non deve muoversi?
>

Questo non è nei termini della domanda.


> Salvo ripensamenti, ma trovo assurdo sciupare i neuroni residui
> per una cazzata del genere, tipo fare le parole crociate :-)
> Meglio pensare a come costringere i politici a fare cose serie
> o come risparmiare acqua e gas :-) :-)

Sono d'accordo, anche perché in questo periodo sto andando su e giù tra
casa mia e quella in montagna, e sto cercando di trovare il tempo per
rivedere il mio articolo sulla mia teoria, alla luce della scoperta che
ho fatto leggendo attentamente la tesi di laurea di un certo Billi.
Perché ho scoperto che tutta la fatica che ho fatto per dimostrare che
il redshift cosmologico non indica il fattore di scala dell'espansione
dell'Universo, è stata inutile, perché anche per Billi, e quindi per la
comunità scientifica, non lo indica. Il che significa che tutto ciò che
ho letto nei libri di fisica più o meno divulgativi, almeno non è
aggiornato.

Per quanto riguarda l'aereo, io non mi pongo problemi pratici, perché
sono convinto che si tratta di un esperimento impossibile, ma devo
ritenerlo ugualmente possibile per rispettare i termini della domanda.

Ciao.

Dino Bruniera

gino-ansel

unread,
Aug 8, 2022, 9:38:25 AMAug 8
to
Il giorno lunedì 8 agosto 2022 alle 09:08:05 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto:

> > Meglio pensare a come costringere i politici a fare cose serie
> > o come risparmiare acqua e gas :-) :-)
> Sono d'accordo, anche perché in questo periodo sto andando su e giù tra
> casa mia e quella in montagna, e sto cercando di trovare il tempo per
> rivedere il mio articolo sulla mia teoria, alla luce della scoperta che
> ho fatto leggendo attentamente la tesi di laurea di un certo Billi.
> Perché ho scoperto che tutta la fatica che ho fatto per dimostrare che
> il redshift cosmologico non indica il fattore di scala dell'espansione
> dell'Universo, è stata inutile, perché anche per Billi, e quindi per la
> comunità scientifica, non lo indica. Il che significa che tutto ciò che
> ho letto nei libri di fisica più o meno divulgativi, almeno non è
> aggiornato.

Cavolo, ma allora hanno ragione i prof nel dire che della divulgazione
non ci si può fidare !!! Se questo è vero è strano che i prof. di ISF non
te l'abbiano detto, magari non si occupano di cosmologia, però mi
pare una questione fondamentale per tutti, sarebbe una conferma
dei difetti dell'iperspecializzazione .
Però mi sembra doppiamente strano, mi pare che tu abbia consultato vari
autori, impossibile che tutti fossero d'accordo sulle medesime cazzate,
anche perchè hai riferito che ci sono state varie fasi nelle quali le idee
"ufficiali" sono mutate. Se qualcuno scrive ciofeche vuoi mo' dire che i
suoi "amici" non gli diano dell'asino? Io cercherei conferme su quel Billi.

> Per quanto riguarda l'aereo, io non mi pongo problemi pratici, perché
> sono convinto che si tratta di un esperimento impossibile, ma devo
> ritenerlo ugualmente possibile per rispettare i termini della domanda.

Dissento decisamente: le ruote dell'aereo sono folli, non trasmettono nè
ricevono potenza. Comunque si muova la pista-nastro, l'areo sovrastante
non si muove (salvo che per il minimo attriro del cuscinetto) pertanto se
l'aereo si mette in moto (tirato dall'elica) i giri delle ruote indotte normalmente
dal moto dell'aereo andranno a modificare i giri indotti dal moto del nastro,
qualunque siano questi giri, in avanti o all'indietro, anche quelli del quesito.

Ti ho risposto in ISF sulla duplice spiegazione della RR
Spero che la pubblicano perchè sono un po' basito.


Giovanni

unread,
Aug 8, 2022, 9:46:35 AMAug 8
to
> gino-ansel ha scritto:
> Per quanto riguarda l'aereo, io ..................

Vi risegnalo la remota clip video di circa 3 minuti tratta dalla internazionale famosa serie di documentari Mythbusters:
https://youtu.be/YORCk1BN7QY

Giovanni.

Yoda

unread,
Aug 8, 2022, 10:10:18 AMAug 8
to
Addi' 08 ago 2022 13:38:24, gino-ansel scrive:

> Cavolo, ma allora hanno ragione i prof nel dire che della divulgazione
> non ci si può fidare!!!

Non e' cosi'.. invece e' certo che
- quel che c'e' scritto
- e quel che CHI LEGGE capisce,
son due cose a priori non confrontabili.
Dico: e' chi legge che il 90% delle volte capisce aglio per cipolla!

E la stessa cosa vale per le news: non lo vedi che a Dino non riesci
a spiegargli la ruota libera della bicicletta?! va be', non ha tutti
i torti: tu la chiami ruota folle LOL ciao!

--
Yoda

Giovanni

unread,
Aug 8, 2022, 10:11:41 AMAug 8
to
> io stesso Giovanni ho scritto:
> Vi risegnalo la remota clip video di circa 3 minuti tratta
> dalla internazionale famosa serie di documentari Mythbusters:
> https://youtu.be/YORCk1BN7QY

In questa clip (tratta dallo stesso documentario) di un solo minuto le immagini sono più definite:
- "a Mythbusters fanno vedere che l'aereo sul tapirulan vola":
https://youtube.com/clip/UgkxKlpsfS31xKZP7ZRS9GecezCiGwPTjmJA

Giovanni.



Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 11:47:39 AMAug 8
to
Ho verificato che Billi si è laureato in astrofisica e cosmologia
all'università di Bologna, ed è credibile perché la sua versione mi
risolve parecchi dubbi e problemi che ho almeno dal 1917, quando ho
postato su ISF le mie deduzioni sulla luminosità apparente degli oggetti
celesti ad alto redshift, ma senza ottenere risposte, salvo quella di
Fabri che mi ha detto che "nessuno ha voglia di perdere tempo con me".
Comunque si tratta di scoperte molto recenti, che hanno fruttato il
premio nobel nel 2011, quindi è plausible che non siano ancora
considerate nei libri divulgativi.
Ed anche plausibile che i partecipanti al NG ISF non ne siano a
conoscenza in quanto non cosmologi.
Ed è per questo motivo che una volta che avrò completato l'aggiornamento
del mio articolo, che ora diventa più soddisfacente, continuerò nella
ricerca di un cosmologo che mi stia a sentire sulle mie "lucubrazioni".

>> Per quanto riguarda l'aereo, io non mi pongo problemi pratici, perché
>> sono convinto che si tratta di un esperimento impossibile, ma devo
>> ritenerlo ugualmente possibile per rispettare i termini della domanda.
>

Va bene, non ho molto tempo, ma cercherò comunque di seguire i tuoi
ragionamenti sull'aereo.

> Dissento decisamente: le ruote dell'aereo sono folli, non trasmettono nè
> ricevono potenza. Comunque si muova la pista-nastro, l'areo sovrastante
> non si muove (salvo che per il minimo attriro del cuscinetto)

Fino a qui intendi che anche se il nastro trasportatore si muove,
l'aereo non si nuove?

> pertanto se
> l'aereo si mette in moto (tirato dall'elica) i giri delle ruote indotte normalmente
> dal moto dell'aereo andranno a modificare i giri indotti dal moto del nastro,
> qualunque siano questi giri, in avanti o all'indietro, anche quelli del quesito.
>

Se vanno a modificare i giri indotti dal nastro, dovrà essere modificata
anche la velocità del nastro in senso opposto, perché altrimenti non si
rispettano i termini della domanda.
Giusto?


> Ti ho risposto in ISF sulla duplice spiegazione della RR
> Spero che la pubblicano perchè sono un po' basito.
>
>

L'hanno già pubblicata, ed io ho già risposto una prima volta, ma mi è
stata rifiutata la pubblicazione, forse perché mi sono lasciato un po'
andare sulla RR, ma non sul merito.
Il fatto è che su ISF preferirei non provare a parlare delle teorie di
Einstein, perché non potrei farlo liberamente per il timore che non mi
pubblichino i post.

Comunque ho già mandato un'altra risposta, dove ho risposto solo alla
prima domanda.

Ciao.

Dino Bruniera

Giovanni

unread,
Aug 8, 2022, 1:43:09 PMAug 8
to
> Dino Bruniera ha scritto:
> leggendo attentamente la tesi di laurea di un certo Billi

Hai letto che Matteo Billi parla di Hubble Flow, cioè di questo:
https://telegra.ph/Gianni-08-07
cosa che io ti sto segnalando dal 2016 insieme al video su YouTube in cui Margherita Hack ne parla.

O se ancora convinto che è tutto lo spazio che si espanda e non solo quello fra le galassie ?

Giovanni.






gino-ansel

unread,
Aug 8, 2022, 2:45:13 PMAug 8
to
Il giorno lunedì 8 agosto 2022 alle 17:47:39 UTC+2
Dino Bruniera ha scritto:

per la cosmologia mi metto in ascolto, non ne so nulla, però sapere che

> ... Billi si è laureato in astrofisica e cosmologia
> all'università di Bologna,

mi mette in sospetto, di lì sono usciti molti "strani" :-)
(anch'io, non in fisica, per fortuna della fisica)

> > Dissento decisamente: le ruote dell'aereo sono folli, non trasmettono nè
> > ricevono potenza. Comunque si muova la pista-nastro, l'areo sovrastante
> > non si muove (salvo che per il minimo attriro del cuscinetto)
> Fino a qui intendi che anche se il nastro trasportatore si muove,
> l'aereo non si nuove?

certamente, concordi?


> > pertanto se
> > l'aereo si mette in moto (tirato dall'elica) i giri delle ruote indotte normalmente
> > dal moto dell'aereo andranno a modificare i giri indotti dal moto del nastro,
> > qualunque siano questi giri, in avanti o all'indietro, anche quelli del quesito.
> Se vanno a modificare i giri indotti dal nastro,

non sono stato chiaro: il nastro induce le ruote dell'aereo fermo a girare

> dovrà essere modificata
> anche la velocità del nastro in senso opposto, perché altrimenti non si
> rispettano i termini della domanda.
> Giusto?

poni che ci siano due aerei con le stesse ruote
un aereo parte e l'altro no
dopo un secondo il nastro parte e fare 10 giri/s alle ruote dell'aereo fermo
poni che l'aereo che parte, dopo un secondo avrebbe fatto fare 10 giri/s
ma visto che il nastro ne fa fare altrettanti, la ruota farà 20 giri/s

se il nastro girasse nell'altro senso facendo fare 100 gir/s all'aereo fermo
le ruote di quello in moto ne faranno 90 (all'ìndietro anche se l'aereo va
all'avanti, non c'è alcun collegamento fisso fra le ruote e l'aereo)

quindi qualunque cosa faccia il nastro l'aereo può volare
piuttosto è il nastro che non può fare quello che dice il quesito
> >>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
> >>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
> >>> opposta. L'aereo puó decollare?

in un certo senso hai ragione anche tu
ma il quesito è sbagliato, doveva chiedere se un tale meccanismo si può fare


> L'hanno già pubblicata, ed io ho già risposto una prima volta, ma mi è
> stata rifiutata la pubblicazione, forse perché mi sono lasciato un po'
> andare sulla RR, ma non sul merito.
> Il fatto è che su ISF preferirei non provare a parlare delle teorie di
> Einstein, perché non potrei farlo liberamente per il timore che non mi
> pubblichino i post.
> Comunque ho già mandato un'altra risposta, dove ho risposto solo alla
> prima domanda.

puoi rispondere qua se t'imbarazza
ciao

Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 3:24:12 PMAug 8
to
In base alla mia teoria, l'Universo è formato esclusivamente da una
moltitudine di quanti di spazio (quindi lo spazio non è continuo), che
tendono ad espandersi.
Per cui dato che i quanti di spazio sono anche all'interno delle
galassie, i cui corpi celesti che le compongono sono anch'essi composti
di quanti di spazio anche se compressi, si devono per forza espandere
anche li.
Il fatto che i corpi celesti che le compongono non si distanzino,
dipende dalla gravità, che li fa avvicinare.

In pratica è la formula della gravità che regola anche l'espansione
dell'Universo.

E cioè, questa:

F = G (M • m) / d² - A • d

Dove A è una costante, che varia nel tempo, ed indica la forza media con
la quale i quanti di spazio dell’Universo, cercano di espandersi.
E come si può vedere, più la distanza è grande, meno forte è la gravità
e più forte è la tendenza ad espandersi.

Quindi all'interno delle galassie la gravità può pareggiare la forza di
espansione, per cui gli oggetti celesti non si allontanano, mentre
all'esterno vince la forza di espansione, per cui le galassie si
allontanano.

Almeno questa è la mia opinione.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 3:46:21 PMAug 8
to
Il 08/08/2022 20:45, gino-ansel ha scritto:
> Il giorno lunedì 8 agosto 2022 alle 17:47:39 UTC+2
> Dino Bruniera ha scritto:
>
> per la cosmologia mi metto in ascolto, non ne so nulla, però sapere che
>
>> ... Billi si è laureato in astrofisica e cosmologia
>> all'università di Bologna,
>
> mi mette in sospetto, di lì sono usciti molti "strani" :-)
> (anch'io, non in fisica, per fortuna della fisica)
>
>>> Dissento decisamente: le ruote dell'aereo sono folli, non trasmettono nè
>>> ricevono potenza. Comunque si muova la pista-nastro, l'areo sovrastante
>>> non si muove (salvo che per il minimo attriro del cuscinetto)
>> Fino a qui intendi che anche se il nastro trasportatore si muove,
>> l'aereo non si nuove?
>
> certamente, concordi?
>

Io cerco solo di capire i tuoi ragionamenti, anche se probabilmente non
c'entrano con i dati della domanda.

>
>>> pertanto se
>>> l'aereo si mette in moto (tirato dall'elica) i giri delle ruote indotte normalmente
>>> dal moto dell'aereo andranno a modificare i giri indotti dal moto del nastro,
>>> qualunque siano questi giri, in avanti o all'indietro, anche quelli del quesito.
>> Se vanno a modificare i giri indotti dal nastro,
>
> non sono stato chiaro: il nastro induce le ruote dell'aereo fermo a girare
>
questo l'avevo capito.

>> dovrà essere modificata
>> anche la velocità del nastro in senso opposto, perché altrimenti non si
>> rispettano i termini della domanda.
>> Giusto?
>
Però non hai risposto, se è giusto o no.
Oppure non ho capito cosa intendi.

> poni che ci siano due aerei con le stesse ruote
> un aereo parte e l'altro no
> dopo un secondo il nastro parte e fare 10 giri/s alle ruote dell'aereo fermo
> poni che l'aereo che parte, dopo un secondo avrebbe fatto fare 10 giri/s
> ma visto che il nastro ne fa fare altrettanti, la ruota farà 20 giri/s
>
> se il nastro girasse nell'altro senso facendo fare 100 gir/s all'aereo fermo
> le ruote di quello in moto ne faranno 90 (all'ìndietro anche se l'aereo va
> all'avanti, non c'è alcun collegamento fisso fra le ruote e l'aereo)
>
> quindi qualunque cosa faccia il nastro l'aereo può volare
> piuttosto è il nastro che non può fare quello che dice il quesito

Non ho seguito bene il tuo ragionamento, ma se dici che il nastro non
può fare quello che dice il quesito, allora la risposta sarebbe che
l'esperimento non è realizzabile, non che l'aereo decolla.

>>>>> Un aereo é appoggiato sopra un nastro trasportatore infinito, progettato
>>>>> per scorrere alla stessa velocitá delle ruote dell'aereo, in direzione
>>>>> opposta. L'aereo puó decollare?
>
> in un certo senso hai ragione anche tu
> ma il quesito è sbagliato, doveva chiedere se un tale meccanismo si può fare
>

Ma anche se non lo chiede, è comunque una possibile risposta.
Invece io non mi pongo il problema, e prendo per validi i dati della
domanda.
Forse perché sono un ragioniere e non un ingegnere.

>
>> L'hanno già pubblicata, ed io ho già risposto una prima volta, ma mi è
>> stata rifiutata la pubblicazione, forse perché mi sono lasciato un po'
>> andare sulla RR, ma non sul merito.
>> Il fatto è che su ISF preferirei non provare a parlare delle teorie di
>> Einstein, perché non potrei farlo liberamente per il timore che non mi
>> pubblichino i post.
>> Comunque ho già mandato un'altra risposta, dove ho risposto solo alla
>> prima domanda.
>
> puoi rispondere qua se t'imbarazza

Non mi pare corretto.
Preferisco aspettare che si concluda il 3D su ISF.

Ciao.

Dino Bruniera

Message has been deleted

Giovanni

unread,
Aug 8, 2022, 4:28:20 PMAug 8
to
> Dino Bruniera ha scritto:
> In pratica è la formula della gravità che regola anche l'espansione
> dell'Universo.
> E cioè, questa:
> F = G (M • m) / d² - A • d
> Dove A è una costante, che varia nel tempo, ed indica la forza media

Guarda che G finisce per cambiare.

"A" costante per cui otteniamo al denominatore una sottrazione per esempio fra 10 metri quadri meno 10 metri, e quanto farebbe tale sottrazione, vuoi spiegarcelo ?

"A" costante che però non è una costante perché varia nel tempo.

"A" costante che però è una forza.

Ma è uno scherzo ?

Scusa puoi dirci che titolo di studio hai ?

Giovanni.

Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 4:43:35 PMAug 8
to
Ho sbagliato a risponderti.

Ti dico solo che l'importante non sono le denominazioni, ma le funzioni.

Comunque anche la costante di Hubble, varia nel tempo.

Dino Bruniera


Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 4:50:54 PMAug 8
to
Il 08/08/2022 22:28, Giovanni ha scritto:
>> Dino Bruniera ha scritto:
>> In pratica è la formula della gravità che regola anche l'espansione
>> dell'Universo.
>> E cioè, questa:
>> F = G (M • m) / d² - A • d
>> Dove A è una costante, che varia nel tempo, ed indica la forza media
>
> Guarda che G finisce per cambiare.
>
> "A" costante per cui otteniamo al denominatore una sottrazione per esempio fra 10 metri quadri meno 10 metri, e quanto farebbe tale sottrazione, vuoi spiegarcelo ?
>

Solo per dirti che in una espressione matematica prima si risolvono le
moltiplicazioni e le divisioni, e poi le addizioni e le sottrazioni.
Per cui il - non sta al denominatore.

Passo e chiudo.


Dino Bruniera

Giovanni

unread,
Aug 8, 2022, 5:32:34 PMAug 8
to
> Dino Bruniera ha scritto:
> Passo e chiudo.

Altra tua cretinata.

> In base alla mia teoria, l'Universo è formato esclusivamente da una
> moltitudine di quanti di spazio (quindi lo spazio non è continuo), che
> tendono ad espandersi.
> Per cui dato che i quanti di spazio sono anche all'interno delle
> galassie, i cui corpi celesti che le compongono sono anch'essi composti
> di quanti di spazio anche se compressi, si devono per forza espandere
> anche li.
> Il fatto che i corpi celesti che le compongono non si distanzino,
> dipende dalla gravità, che li fa avvicinare.

Quindi un'astronave che viaggia nello spazio fra una galassia e una galassia vicina, finisce per esplodere.

Ma ci sei o ci fai ?

Giovanni.




Dino Bruniera

unread,
Aug 8, 2022, 6:09:57 PMAug 8
to
Il tuo problema è che non capisci quello che scrivo (anche perché non
sono bravo ad esprimermi), ma anziché chiedere chiarimenti, spari
sentenze su cose che ti immagini tu, ma che addebiti a me.

Insomma sei un disastro!

Discutere con te, è una missione impossibile.

Dino Bruniera

Dino Bruniera

unread,
Aug 9, 2022, 1:58:18 AMAug 9
to
Il 08/08/2022 23:32, Giovanni ha scritto:
Ho notato che hai tagliato il pezzo relativo all'espressione,
F = G (M • m) / d² - A • d
nel quale praticamente affermi che io non conoscerei neanche le
espressioni matematiche.
e cioè:

> "A" costante pe