In ricordo di Delfi

141 views
Skip to first unread message

Alessia Guidi

unread,
Aug 25, 2022, 5:31:17 AMAug 25
to
Era: I talebani del Cicap


Il giorno martedì 23 agosto 2022 alle 23:00:20 UTC+2 m...@max.it ha scritto:
> >
> > Non è che per caso non vi sentivate in grado, te e tuo marito, di poter adempiere nel modo più opportuno a svolgere tale non facile compito di genitori in maniera responsabile e proficua? Visto il vostro rapporto coniugale così poco "affettivo" e decisamente "libero", potrebbe essere questa una più che valida ragione per accantonare un progetto di vita così impegnativo? Può dunque essere che tu i danni li hai preventivamente, e consapevolmente, conoscendo bene la vostra realtà familiare, voluti così evitare a quella povera innocente creatura?
>
> Ahahahahah dai la fattura del dentista per la moglie!!! E il disagiato
> sarei io?? Oddio mi sto rotolando

Non so che dirti.

Per tanti anni, purtroppo, ho avuto a che fare con chi qui si è firmato in tanti modi, da Delfi (primo nick) a Treves, a 1309, credo l'ultimo. Delfi fu il mentore e "fonte privilegiata" di Kumbaz (oggi Pier Paolo Caselli), così da alimentarsi a vicenda nell'ossessione per me. Delfi, con i suoi numerosi nick, mi ha tormentata ininterrottamente in pubblico e in privato dal 2003 al 2013 o giù di lì. Con Caselli va avanti da 14 anni...

In questi anni ho notato diverse similitudini comportamentali tra Delfi e Caselli e che classificherai alla voce "insana ossessione nei miei confronti". Ovviamente posso giudicare solo e unicamente dal loro comportamento pubblico su questo e altri NG, non so nella vita reale. Quelle che mi hanno maggiormente colpita:

- apparente incapacità a creare relazioni. Io su FIRS ho avuto occasione di creare amicizie vere che sono uscite dal virtuale per mantenersi nel mondo reale, anche se quelle persone non seguono più il NG da anni. Ma l'amicizia resta. Loro due - con il loro atteggiamento - sono riusciti a inimicarsi praticamente tutti gli utenti e a rendere invivibile questo posto in cui una volta si parlava di Scientology, non di Alessia (suoi *azziemazzi veri o presunti), di "dittatura sanitaria" o di vattelapesca;

- incapacità a dialogare con chi ha idee diverse. Al primo disaccordo partono insulti e attacchi personali;

- bisogno quasi spasmodico di attirare la mia attenzione e di dovermi dimostrare qualcosa, quasi che a me interessasse (e non è).

Delfi lo avevo incontrato di persona 3/4 volte, senza purtroppo rendermi conto che era una persona fortemente disturbata. All'epoca (parlo del 2000/2003) il suo disagio non era così palesemente manifesto come dal 2006 in poi. Non avevo mai avuto a che fare con dei disturbi mentali e non si può oggettivamente riconoscere ciò che non si conosce già. Lo avevo classificato alla voce "strano", ma nella mia immensa ingenuità di quegli anni attribuivo questa sua "stranezza" alla sua permanenza in Scientology. "Si sa" (ancora bazzicavo il mondo antisette) che gli ex-membri possono soffrire di PTSD, per cui si giustifica, si è comprensivi e compassionevoli.

Tra le molte "stranezze" di Delfi, in occasione dell'ultimo incontro (poi non lo volli più vedere di persona perché mi erano suonati troppi allarmi)[*] volle portarmi davanti alla caserma dei carabinieri dove diceva di aver sporto una denuncia contro Scientology. Poi, sempre guidando come un pazzo per le strade di Piacenza, mi portò davanti a una fabbrica di materie plastiche dove (diceva) lo avevano ripreso a lavorare dopo essersi licenziato per entrare in Sea Org. Infine mi portò davanti a un condominio dove mi disse che era tornato a vivere per assistere i genitori anziani.

Io non avevo mai messo in dubbio che lui avesse davvero sporto denuncia contro Scientology, né che lo avessero ripreso in quella fabbrica, né che si occupasse dei genitori. Rimasi perciò parecchio perplessa da questa sua volontà di "dimostrarmi" qualcosa di cui non avevo mai dubitato. Ho ritrovato lo stesso atteggiamento in Caselli con il suo invio di buste paga, ruolini di lavoro, fatture del dentista, screenshot di chat.

Ho mai messo in dubbio che Caselli fa la guardia di sicurezza? Mi dicesse che fa l'ingegnere alla NASA magari sì, dubiterei.
Ho mai messo in dubbio che la famiglia Caselli ha bisogno del dentista come quasi tutti noi? Perché inviarmi una fattura?
Che fa il paio con Delfi che mi scarrozza per Piacenza.

Delfi si era fatto convinto che io fossi molto invidiosa delle sue capacità di scrittura e/o analitiche. In realtà gli avevo fatto mille complimenti per dei suoi scritti che avevo anche pubblicato su "Allarme" (e che sono ancora là, nonostante tutto http://www.allarmescientology.it/txt/etica02.htm ).
Caselli sembra convinto che io sia molto invidiosa del suo contratto a tempo indeterminato come guardia, nonostante abbia alle spalle 30 anni di contributi e mi sia volontariamente ritirata dal lavoro attivo a 50 anni per perseguire un mio sogno, e alla fine raggiungerlo: frequentare l'università e laurearmi.

Caselli sembra convinto che io sia invidiosa del fatto che lui ha una figlia e io no. Il punto è che se mostro preoccupazione per una bambina non significa che invidi la sua genitorialità. Ci si può preoccupare per le sorti di una bimba anche senza essere genitori, e si può essere non-genitori in modo sereno. Il mondo è pieno di persone che per gli accidenti della vita, per malattia o per semplice scelta (sì, esiste anche la libera scelta) non ha figli. O non li ha più, perché magari una brutta malattia o un disgraziato incidente li ha portati via ancora piccolini.

Torno a Delfi e ai suoi epigoni/allievi per condividere le riflessioni che con il tempo ho maturato.

Perché uno dovrebbe pensare di non essere creduto dal suo interlocutore? Che cosa gli cambia se gli crede oppure no?
Perché chi si preoccupa o chi critica l'operato altrui dovrebbe essere motivato dall'invidia? (Quella che mi fu attribuita quando criticavo legittimamente l'operato di Maria Pia Gardini e di Lorita Tinelli).

Penso che ognuno di noi usi se stesso come metro di paragone per giudicare gli altri/il mondo. Se sono onesto, penso che tutti siano onesti e mi considerino onesto. Se sono rispettoso delle leggi, penso che tutti lo siano e mi considerino tale. Se sono ladro, penso che tutti lo siano e mi considerino tale. Se sono invidioso, penso che tutti lo siano e mi considerino tale.

Se sono bugiardo, penso che tutti siano bugiardi e mi considerino bugiardo. Proiezione?

Secondo me Delfi, nella consapevolezza di essere un bugiardo, pensava che io lo fossi e lo ritenessi tale, perciò doveva "dimostrarmi" a tutti i costi che non mentiva. Per lui era importante. Viceversa quando accusava me di mentire, gli rispondevo "no, non mento. Se mi vuoi credere bene, altrimenti fa come vuoi, non mi interessa".

Perché sentiva questo bisogno, mentre pubblicamente mi dipingeva come il diavolo in terra (proprio come fa Caselli)? Se per anni e anni mi ha pubblicamente insultata, diffamata, sminuita, rappresentata per ciò che oggettivamente non sono? (proprio come fa Caselli).

Se a me qualcuno/a non piace, se mi sta antipatico/a, se lo/a considero una brutta persona, non ho nulla da dimostrargli/le. Semplicemente il suo giudizio non mi interessa. Non mi interessa se lui/lei mi crede oppure no, e lo stesso vale per l'interlocutore occasionale. Se mi crede bene, sennò è uguale.

Viceversa mi preme il giudizio delle persone che mi sono vicine, a cui tengo, che stimo.

Perciò: perché Delfi, e poi Caselli che sembra avere tante similitudini, mi demonizzava, insultava, diffamava (con ciò cercando disperatamente la mia attenzione) e voleva a tutti i costi "dimostrarmi qualcosa", se per lui valevo meno di zero? Mi viene da pensare che invece per lui valessi molto.

Quando ancora pensavo di essere in buoni rapporti con lui,[*] Delfi una volta mi scrisse: "sai che cosa intendeva Hubbard per amore?". No, non lo sapevo. Beh, una delle definizioni di Amore da Dizionario Tecnico è: "la manifestazione umana dell'ammirazione". E lui all'inizio mi manifestava spesso la sua ammirazione. Avrebbe voluto collaborare con Allarme, trasmettermi tutto il suo "sapere" su Scientology, ci saremmo dovuti vedere più spesso per fare e brigare insieme. Ma non mi mostrai mai interessata. E lui si trasformò nella bestia che, chi c'era, ha conosciuto.

L'anno scorso ho saputo che Delfi era morto, non se se per Covid, che dalle sue parti ha fatto sfracelli. Secondo il suo ultimo avvocato, Delfi era stato abbandonato dalla famiglia (figlia e sorelle), ed era morto solo e in miseria a soli 66 anni. Mi dispiace che non abbia voluto curare il suo evidente disagio mentale. Qui ce ne eravamo accorti tutti, dubito che le sue parenti strette non l'avessero notato. Dubito che non se ne siano accorte quelle attiviste "antisette" ed "esperte di salute mentale" che per anni lo hanno usato e aizzato contro di me, infischiandosene del suo stato mentale, anzi sfruttandolo per i loro scopi.


* Ho poi scoperto che quando io lo consideravo ancora una persona "strana" ma innocua, lui stava già tramando alle mie spalle e sparlando di me con conoscenze comuni, e molto, molto peggio. Gli attacchi pubblici sono cominciati dopo questo periodo, anche se in privato mi minacciava pesantemente da tempo.

















Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 25, 2022, 8:57:10 AMAug 25
to
E quindi? Tutto questo pippone per dire cosa? 🥴

Io Eugenio, ha un nome quel "mostro" d'uomo, lo incontrai una volta. E già dopo 10 minuti mi accorsi che non ci stava con la melona. Se a te ci sono dovuti volere 3/4 incontri e non so quante mail messaggi etc., mi sa che il problema è più nella tua incapacità di osservazione della realtà che ti circonda, piuttosto che dell'individuo che in quel momento ti ritrovi di fronte. Chissà magari questo problema fa parte da sempre di te ed allora così si spiegherebbero tante cose, tipo la scelta di con chi accompagnarsi per il resto della propria vita. Tornando ad Eugenio, io gli diedi un minimo di confidenza perché all'epoca avevo sporto denuncia contro di te, mai fatto contro nessun altro in vita mia, e mi servivano alcune informazioni per magari integrarle nella denuncia o per avere ulteriori elementi con cui poter procedere. Non era certamente mia intenzione essergli amico. Le mie amicizie sono accuratamente scelte e ponderate e lui non rientrava sicuramente nei parametri voluti. E ripeto, me ne accorsi dopo 10 minuti di frequentazione de visu.

A questo proposito ricordo ai lettori che l'occasione per il nostro incontro, mio ed Eugenio, fu la mia partecipazione ad un'udienza del processo che vi vedeva contrapposti. E tu ricorderai molto bene le foto che mi scattasti di nascosto dall'interno del tribunale di Carpi. E poi quello strano ed ossessionato sarei io! 😅

Tralasciando tutta la parentesi relazioni amicali (ti devo sinceramente e del tutto francamente confessare che in occasione della nostra conoscenza in quel di Padova durante quel ritrovo/pranzo, mi siete parsi, tutti quanti quelli di quel gruppo di amici, degli elementi alquanto strambi e sul disagiato forte), quel tipo di approfondimento con quei frequentatori di Firs era una cosa che sicuramente non mi attraeva e non avevo dunque intenzione di portare avanti la frequentazione di questo spazio fino a questo punto, se non fosse stato per il tuo comportamento da stalker contro di me!

Ribadisco quindi il concetto. Qual è il senso di questo thread?

Forse quello di intorbidire nuovamente le acque e cambiare discorso (in Scientology si usa dire fare Q & A) per non voler entrare nel merito di alcune questioni che avevo precedentemente sollevato e dalle quali vuoi distogliere l'attenzione? È un qualcosa che ti riesce sempre piuttosto bene, soprattutto se non sanno con chi hanno a che fare, ma io, purtroppo per te, conosco piuttosto bene oramai le tue strategie! 😎

Il punto infatti che non torna in tutto questo panegirico è: ma se io ti ricordo in tutto e per tutto il Fellegara (ha anche un cognome il pover'uomo) perché non procedi nello stesso identico modo che hai usato con lui? Una bella denuncia per x motivi e così vedremo come andrà poi a finire. Con lui infatti, nonostante tu non abbia poi visto nemmeno un centesimo di risarcimento, perlomeno la causa l'avevi vinta. Hai dunque un parametro di riferimento, almeno secondo il tuo punto di vista, che ti ha dato comunque un risultato positivo. Se non altro almeno a livello morale. Prova ad attuare la stessa tattica anche con me allora, no? Così potrai vedere confermate o meno in pratica se queste tue continue illazioni, queste sì che vanno avanti da 14 anni senza però mai approdare a nulla, hanno un fondamento oppure se si tratta della solita fuffa che usi da una vita per voler mascherare la tua incapacità di far fronte a tutta quella merda che cerchi da una vita inutilmente di buttarmi addosso e che poi invece ti torna indietro con gli interessi. Basta osservare che fine ha fatto questo gruppo di tuoi "amici", quanto ti siano ora vicini nel difenderti, e la "qualità" del percorso di vita portato avanti nel frattempo dal sottoscritto e da te! 🤷

Cerca almeno questa volta, con i tuoi tempi mi raccomando, di essere in grado di osservare la realtà che ti circonda. Ti eviterai, forse, altre inevitabili delusioni e fallimenti.

Tra parentesi, e giusto per concludere questa ennesima noiosa replica al nulla, lo mandai tranquillamente e sonoramente anch'io a quel paese Eugenio dopo che trattò assai malamente Maria Pia Gardini. Ma questo ovviamente nel tuo pippone VITTIMISTICO come sempre lo ometti. Chissà mai perché! 😜

m...@max.it

unread,
Aug 25, 2022, 4:43:52 PMAug 25
to
Bella la tua testimonianza, mi hai fatto provare un moto di pietà per
Delfi e per il suo disagio mentale.
Per quanto riguarda il PierCazzelli a me pare chiaro:
è da almeno dieci anni che ti critica, ti offende, perde tempo a fare
ridicoli fotomontaggi, se ne va ma poi torna qua.
Ma guarda caso ad ogni tuo post risponde subito e poi replica a sè
stesso in un loop infinito e quasi commovente. Ci sono tuoi post in cui
ci sono decine di sue "riflessioni" e "sue risposte alle rifelssioni"
(.........) Basta un tuo intervento per attivarlo.
La realtà e' che gli piacerebbe avere i tuoi talenti, ma ammetterlo
significherebbe riconoscere che e' uno dei tanti, non ha niente dello
"speciale" di cui vorrebbe ossessivamente dare dimostrazione.

Riconoscere di essere un povero diavolo, ammettere di essere stato
truffato, accettare di cadere nel punto medio della gaussiana... come
la maggior parte dell'umanità è troppo per il suo ego.

Pierpy non avrà mai pace a meno di non avere il suo tributo quotidiano
di "ooooooooo che bravo " o al contrario di detrattori che gli diano
l'occasione di dimostrare, a parere suo quanto speciale e' nella
discussione (dovrebbe pagarmi uno stipendio a tal proposito).

Anche per Piercazzelli a volte provo un moto di pietà: lo stesso sito di
facebook che tanto ostenta mette tristezza. E' un personaggio quasi
"verghiano": uno che aspira a fantasmogorici successi e rivelazioni ma
che la vita riporta sempre al suo posto.
A me dispiace per lui ma soprattutto per la sua bambina.

Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 25, 2022, 6:38:41 PMAug 25
to
Eh sì sapessi che considerazione aveva di te Simonetta! 🤣🤣🤣

Povero idiota, sei talmente sfigato che Giggino Di Maio al tuo confronto pare essere Winston Churchill! 😬

Passo e chiudo! 🥳

Alessia Guidi

unread,
Aug 26, 2022, 5:46:01 AMAug 26
to
Il giorno giovedì 25 agosto 2022 alle 22:43:52 UTC+2 m...@max.it ha scritto:


> Bella la tua testimonianza, mi hai fatto provare un moto di pietà per
> Delfi e per il suo disagio mentale.

A me faceva pena, ma anche paura. Pena perché era chiaramente malato e non si curava. La sua sofferenza era percepibile in ciò che scriveva. Uno che manifesta un tale odio verso chi, oggettivamente, non gli ha mai fatto nulla è il primo a dimostrare di stare male, molto male. E' il primo che passa dalla maniacalità alla depressione, che non ci dorme la notte, che si arrovella e rumina tutto il tempo. Lui era così. Si creava di continuo nick diversi con cui inviava mail anonime a miei conoscenti veri e presunti, tutte cose che sono venuta poi a sapere con il tempo. Si presentava come uno che "mi conosceva molto bene", frase che ha più volte ripetuto anche Caselli, senza conoscermi affatto.

Nei periodi in cui apparentemente Delfi scompariva da FIRS, in realtà continuava a lurkare e appena trovava qualcuno che non mi manifestava la sua simpatia zac, gli scriveva per "metterlo in guardia" da me, del resto lui "mi conosceva molto bene, ci sono migliaia(!!!) di mail a testimoniarlo" e mi diffamava a piene mani con storie assurde. Lo ha fatto con Salvy, con Costantini, con Caselli, con la Gardini, con Giacomino, ma anche con altri con cui pensava stessi collaborando. Sceglieva e tagliava, decontestualizzandole, "frasi a effetto" dalle mail che gli avevo mandato e le mostrava ai suoi interlocutori per far vedere quanto fossi "malvagia" e "poco di buono".
Chi si comporta così ha bisogno di cure.

Al contempo mi faceva paura, perché sapevo che era un violento (ho poi saputo che aveva già due o tre condanne definitive per certe sue, diciamo, "intemperanze" di mani e di bocca). Lui stesso si era vantato su questo NG di aver mandato all'ospedale "attaccati all'ossigeno" "degli zingari" che gli avevano rubato la catenina. Vero o no, la mente del violento c'era. Quando scriveva qui dicendosi un suo amico, si era vantato che Delfi era uno "sverginatore di femmine" (!!).
Su EXSCN gongolava per aver fatto delle scritte diffamatorie sul muro prospicente l'org di Brescia, da cui poi era stato allontanato (anche perché stalkerizzava una donna dell'org). Altro che "fuoriuscito", era stato allontanato e lui per senso di rivalsa era entrato in Sea Org, voleva diventare Ufficiale di Etica per tornare a Bresca Org e "metterli tutti in riga" ("Novello Robespierre", come si era autodefinito spacciandosi per la sua morosa immaginaria proprio qui su FIRS).

Delfi mi aveva raccontato di aver distrutto a martellate il parabrezza dell'auto di un dirigente di Bs Org reo, se non ricordo male, di avere una relazione con la donna di cui Delfi si era invaghito e che stalkerizzava. In un'altra occasione mi scrisse che non tollerava come Salvy mi stava trattando su FIRS (proprio lui che lo stava foraggiando di schifezze su di me, che poi Salvy da bravo soldatino riportava in pubblico, proprio come fa Caselli), per cui mi propose di "cambiargli i connotati". Io avrei dovuto combinare con Salvy un incontro in un certo posto isolato, poi lui sarebbe uscito all'improvviso e lo avrebbe riempito di botte.
Nello stesso periodo, però, proponeva a Costantini di venire a riempire di botte me.

Fino alla famosa notte in cui mi tempestò di sms in cui diceva di essere arrivato a Carpi nel pomeriggio, di aver seguito mio marito e poi di essere in attesa sotto casa mia e che non avrebbe avuto pace fino a che non mi avesse spaccato la testa. Fu solo a quel punto, con quelle minacce, che mi risolsi a denunciarlo.

Per anni ho vissuto guardandomi alle spalle, e non è un bel vivere. Perciò se da una parte provo ancora infinita pena per lui, dall'altra quando ho saputo che era morto ho tirato un sospiro di sollievo, perché era veramente l'unico modo per tornare a vivere tranquilla. Con squilibrati di quella fatta non sai mai che cosa aspettarti. E non sai mai quanti altri squilibrati può intortare con le sue chiacchiere. In fondo mi aveva mandato in negozio e sotto casa Salvy e OSA. E l'odio che da 14 anni mi manifesta Caselli, senza alcun motivo reale, non promette nulla di buono visto il pregresso. Non sai mai se, come e quando un certo tipo di disagio può degenerare.

Caselli continua a dire che a lui bastarono 10 minuti per capire che Delfi era "fuori di melona". Lui ovviamente è ganzo e io "me la sono cercata. Ma non mi sembra che gli siano bastati "10 minuti", visto che Caselli ancora diffonde su di me le stupidaggini che gli riferì Delfi, per es. le sue recenti uscite sullo stato del mio matrimonio, che sarebbe "libero" e "anaffettivo". Tutte scemenze proprie di Delfi, il "fuori di melona".

Inoltre il "perspicace" Caselli incontrò Delfi nel 2010 in una condizione molto particolare di stress (e si sa che Delfi, come sembra anche Caselli, non regge lo stress). Io invece Delfi lo avevo conosciuto epistolarmente nel 1999 e incontrato 3/4 volte tra il 2000 e il 2003. Forse in quel periodo si curava (anche come aspetto, a parte l'ultima volta che sembrava scappato di casa), forse non era ancora degenerato del tutto, forse voleva semplicemente fare bell'impressione a una persona a cui "manifestava ammirazione". Non lo so.
Certo è che dal 2005 il suo stato mentale era chiaro a chiunque frequentasse FIRS. Da postatore bravo, preciso e analitico e tenuto in considerazione da tutti, si era trasformato in un troll con la bava alla bocca. Caselli non è mai neanche stato un postatore bravo, preciso e analitico, solo un troll. Il Delfi che il "perspicace" Caselli incontrò nel 2010 era ormai totalmente fuori controllo da almeno 5 anni, per capirlo bastava leggerlo. Ma Caselli (e non solo...) gli diede corda e retta.


> Per quanto riguarda il PierCazzelli a me pare chiaro:
> è da almeno dieci anni che ti critica, ti offende, perde tempo a fare
> ridicoli fotomontaggi, se ne va ma poi torna qua.
> Ma guarda caso ad ogni tuo post risponde subito e poi replica a sè
> stesso in un loop infinito e quasi commovente. Ci sono tuoi post in cui
> ci sono decine di sue "riflessioni" e "sue risposte alle rifelssioni"
> (.........) Basta un tuo intervento per attivarlo.

Questa è un'altra delle caratteristiche che Caselli condivide con Delfi, quello che io chiamo "ruminare". Anche Delfi faceva così. Sfilze di post a distanza di pochi minuti, alcune ore o addirittura di giorni, segno che con il cervello è ancora lì che rumina. E non è un bel sintomo https://www.stateofmind.it/rimuginio-ruminazione/

Quando poi ho visto Caselli ripostare a raffica spezzoni della tua vecchia diatriba con Ribelle (mi pare del 2010), mi è venuta in mente un'altra delle "passioni" di Delfi. Lui passava le notti a fare ricerche su di me. A un certo punto si era imbattuto in una "Simo" che su un NG di viaggi (che gli avevo detto aver frequentato anni prima) cercava un tizio. La "Simo" in questione aveva raccontato di aver conosciuto a un raduno di viaggiatori un certo sub, con cui poi aveva trascorso una piacevole nottata di sesso. E lo stava cercando, chiedeva in giro se qualcuno lo conoscesse.

Beh, Delfi si era convinto che quella "Simo" fossi io, tanto che più volte mi disse: "conosco bene la tua passione per i sub...". Io non riuscivo proprio a capire a che cosa si riferisse, ma lui continuava e, ovviamente, mi accusava di mentire, che potevo ben confessargli le mie scappatelle. Da qui al "matrimonio anaffettivo" e "libero" di cui blatera Caselli il passo è breve. Infatti proprio Delfi era la fonte privilegiata di Caselli per stupidaggini assortite su di me. Il punto è che nelle due sole (e di troppo) occasioni in cui ho incontrato Caselli, mio marito era con me. Sua moglie, no. Ma lui a certi particolari non ci pensa proprio, quando deve sparare scemenze ;-)

Tempo fa Caselli scrisse addirittura che era rimasto turbato da come mio marito mi (mal)trattava... Beh, devi sapere che la prima volta che lo incontrai ci eravamo ritrovati a Padova con altri del NG per partecipare a un gioco di ruolo. A me era toccato il ruolo di una stronza galattica e, dovendolo recitare, mi ci misi di impegno (per altro attingendo a piene mani alle cretinate che all'epoca - 2008 - scrivevano sul NG le anonime seguaci di Lorita Tinelli, gente totalmente fuori di testa). Eravamo tra amici di vecchia data (l'unico estraneo era Caselli) e mio marito fece alcune battute su "che stronza che mi sono sposato - ho paura a portarmela a casa stasera", e cose del genere. Tutta roba che solo chi non sa distinguere la finzione dalla realtà, la battuta dall'affermazione, potrebbe prendere sul serio. Caselli ha parlato più volte di quel gioco di ruolo come se fosse stata realtà, non una mera finzione.

>
> Anche per Piercazzelli a volte provo un moto di pietà: lo stesso sito di
> facebook che tanto ostenta mette tristezza. E' un personaggio quasi
> "verghiano": uno che aspira a fantasmogorici successi e rivelazioni ma
> che la vita riporta sempre al suo posto.
> A me dispiace per lui ma soprattutto per la sua bambina.


Non so che cosa pubblichi su FB, a parte le stupidaggini su di me e mio fratello che poi qualcuno mi gira. Ma assieme a quelle mi sono stati girati anche alcuni suoi post dove "gureggia" e si autocompiace per la sua forza, resilienza, ganzitudine. C'è che qui su FIRS, dove si manifesta per ciò che è e non per ciò che vorrebbe essere o è convinto di essere, dei "like" ne tira su pochi.




Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 26, 2022, 8:47:53 AMAug 26
to
Il giorno venerdì 26 agosto 2022 alle 11:46:01 UTC+2 Alessia Guidi ha scritto:
>
>
>
> Da qui al "matrimonio anaffettivo" e "libero" di cui blatera Caselli il passo è breve. Infatti proprio Delfi era la fonte privilegiata di Caselli per stupidaggini assortite su di me. Il punto è che nelle due sole (e di troppo) occasioni in cui ho incontrato Caselli, mio marito era con me. Sua moglie, no. Ma lui a certi particolari non ci pensa proprio, quando deve sparare scemenze ;-)
>
>
Prendo spunto solo da questa perla, tra i tanti vittimismi assortiti e le fesserie lette, scritte dalla nostra, per dimostrare costantemente il nulla, ed invece assai rappresentative del fatto che come sempre torno a ripetere quando Vittimetta sente puzza di bruciata si impegna allo spasimo per depistare i lettori con post prolissi tipo questo che non hanno né capo né coda tranne voler demonizzare il suo interlocutore per ergersi a povera vittima sacrificale del "disturbato" di turno. Basta infatti scorgere il pregresso di questo ng per accorgersi che è la sua strategia preferita, anzi a dire la verità, l'unica, che ha messo in moto innumerevoli volte contro chi in quel momento cercava di tenerle testa.

Ciò premesso specifico che chi mi parlò per la prima volta di un rapporto anafettivo e libero non fu Eugenio ma Maria Pia, a cui fu la stessa Simonetta che confidò di trovarsi suo malgrado in quella condizione. Se non ricordo male le parole che usò in quella telefonata tra noi intercorsa fu "che non si sopportavano più". Ed il fatto che nel gioco di ruolo scelse proprio quella particolare caratteristica potrebbe stare a significare che oramai era talmente naturale in lei che non faceva molto fatica a così ben interpretarla. D'altronde se qualcuno ha la possibilità di scegliere logica vuole che scelga ciò che le riesce meglio ed in cui ha più familiarità. 😜

Io con mia moglie ci vado in vacanza, non certo ad assistere ad udienze di tribunale o a pranzi dove si sarebbe sicuramente annoiata a morte vista la sua totale estraneità dal contesto, non conoscendo tra l'altro nessuno dei partecipanti, persone totalmente sconosciute persino a me e di cui io stesso nutrivo qualche perplessità iniziale che poi si è rivelata purtroppo tristemente confermata nel prosieguo della relazione mio malgrado instauratasi per cause e motivazioni non certo cercate e volute. I due "perfetti" sposini quante vacanze hanno trascorso insieme? Il momento delle vacanze è probabilmente il periodo di tempo in cui si sta più lungamente a stretto contatto poiché esula dal contesto quotidiano in cui ognuno è impegnato per gran parte della giornata nelle sue proprie particolari attività, e rappresenta spesso un buon banco di prova circa la vera tenuta di un rapporto. Se si vuole evitare continuamente questa situazione significa che molto probabilmente il rapporto è giunto al capolinea.

P.s. mi scuso per la scrittura ma digito nel 99% dei casi il testo del post dal telefono e spesso non ho il tempo di rileggere ciò che scrivo, oltre magari ad alcune involontarie correzioni apportate dal T9, ma spero comunque di risultare comprensibile! 😎

Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 26, 2022, 3:56:13 PMAug 26
to
Il giorno venerdì 26 agosto 2022 alle 14:47:53 UTC+2 Pier Paolo Caselli ha scritto:
>
> >
> >
> >
> > [...] per ergersi a povera vittima sacrificale del "disturbato" di turno. Basta infatti scorgere il pregresso di questo ng per accorgersi che è la sua strategia preferita, anzi a dire la verità, l'unica, che ha messo in moto innumerevoli volte contro chi in quel momento cercava di tenerle testa.
>
>

Una martire addirittura! 🤣🤣

Ecco un esempio illuminante, uno solo dei tantissimi ovviamente. Lo sciopero di Allarme! Un concentrato di narcisismo e di disagio patologico mica da ridere. 🥴

Ma 'sti famosi personaggi "che contano" si è poi saputo chi sono? 😬

Avrò provato a chiederlo una decina di volte alla nostra martire vip, ma probabilmente è un segreto che verrà rivelato solo una volta che Simonetta sarà canonizzata! 😇

https://groups.google.com/g/free.it.religioni.scientology/c/UWcgJ3wYcRA/m/RqXkh5vjZYUJ

m...@max.it

unread,
Aug 26, 2022, 4:52:02 PMAug 26
to
I

> Eh sì sapessi che considerazione aveva di te Simonetta! 🤣🤣
> Povero idiota, sei talmente sfigato che Giggino Di Maio al tuo confronto pare essere Winston Churchill! 😬
>
> Passo e chiudo! 🥳

E' la perfetta sintesi di te stesso: tu pensi che io viva in base alla
considerazione che hanno di me gli altri perchè tu vivi cosi'.

Comunque le tue risposte sono veramente un manifesto di quanto
resiliente, zen e spirituale sei :)

m...@max.it

unread,
Aug 26, 2022, 5:08:31 PMAug 26
to

> Per anni ho vissuto guardandomi alle spalle, e non è un bel vivere. Perciò se da una parte provo ancora infinita pena per lui, dall'altra quando ho saputo che era morto ho tirato un sospiro di sollievo, perché era veramente l'unico modo per tornare a vivere tranquilla. Con squilibrati di quella fatta non sai mai che cosa aspettarti. E non sai mai quanti altri squilibrati può intortare con le sue chiacchiere. In fondo mi aveva mandato in negozio e sotto casa Salvy e OSA. E l'odio che da 14 anni mi manifesta Caselli, senza alcun motivo reale, non promette nulla di buono visto il pregresso. Non sai mai se, come e quando un certo tipo di disagio può degenerare.


Caspita non sapevo questi retroscena, eh no, non deve essere una bella
sensazione. Mi ha suscitato pena la tua descrizione del passaggio
finale, morto relativamente "giovane", probabilmente abbandonato da
tutti tranne che dalle sue ossessioni.


>
> Questa è un'altra delle caratteristiche che Caselli condivide con Delfi, quello che io chiamo "ruminare". Anche Delfi faceva così. Sfilze di post a distanza di pochi minuti, alcune ore o addirittura di giorni, segno che con il cervello è ancora lì che rumina. E non è un bel sintomo https://www.stateofmind.it/rimuginio-ruminazione/
>
> Quando poi ho visto Caselli ripostare a raffica spezzoni della tua vecchia diatriba con Ribelle (mi pare del 2010), mi è venuta in mente un'altra delle "passioni" di Delfi. Lui passava le notti a fare ricerche su di me. A un certo punto si era imbattuto in una "Simo" che su un NG di viaggi (che gli avevo detto aver frequentato anni prima) cercava un tizio. La "Simo" in questione aveva raccontato di aver conosciuto a un raduno di viaggiatori un certo sub, con cui poi aveva trascorso una piacevole nottata di sesso. E lo stava cercando, chiedeva in giro se qualcuno lo conoscesse.


Fra l'altro dimostrando come lui della realtà o presunta verità prenda
solo quello che gli fa comodo magari rigirata a suo piacimento. Se
adesso Piercazzelli prende le considerazioni di Ribelle a certificazione
della "verita'" su di me, dovrebbe pure postare anche l'opinione che
Ribelle aveva di lui.
Se è vero cio' che RIbelle diceva di me secondo il Piercazzelli, non
capisco perche' non sia vero quanto Ribelle affermava sul suo conto.
Mi fa ridere che proprio lui dopo quindi dodici anni! sia diventato il
propugnatore delle tesi di Ribelle, dopo che per anni gli ha dato
contro....Wow che coerenza di pensiero!Lui che capisce sempre tutto al volo!
>



Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 26, 2022, 5:13:45 PMAug 26
to
Il giorno venerdì 26 agosto 2022 alle 22:52:02 UTC+2 m...@max.it ha scritto:
> I
>
> > Eh sì sapessi che considerazione aveva di te Simonetta! 🤣🤣
> > Povero idiota, sei talmente sfigato che Giggino Di Maio al tuo confronto pare essere Winston Churchill! 😬
> >
> > Passo e chiudo! 🥳
> E' la perfetta sintesi di te stesso: tu pensi che io viva in base alla
> considerazione che hanno di me gli altri perchè tu vivi cosi'.
>


Il giorno martedì 23 agosto 2022 alle 23:00:20 UTC+2 m...@max.it ha scritto

La realtà e' che gli piacerebbe avere i tuoi talenti, ma ammetterlo
significherebbe riconoscere che e' uno dei tanti, non ha niente dello
"speciale" di cui vorrebbe ossessivamente dare dimostrazione.

Riconoscere di essere un povero diavolo, ammettere di essere stato
truffato, accettare di cadere nel punto medio della gaussiana... come
la maggior parte dell'umanità è troppo per il suo ego.

Pierpy non avrà mai pace a meno di non avere il suo tributo quotidiano
di "ooooooooo che bravo " o al contrario di detrattori che gli diano
l'occasione di dimostrare, a parere suo quanto speciale e' nella
discussione (dovrebbe pagarmi uno stipendio a tal proposito).

Anche per Piercazzelli a volte provo un moto di pietà: lo stesso sito di
facebook che tanto ostenta mette tristezza. E' un personaggio quasi
"verghiano": uno che aspira a fantasmogorici successi e rivelazioni ma
che la vita riporta sempre al suo posto.

Ah ma che bella cosa il transfert! Ci risparmia un sacco di fatica perché viene fuori tutto direttamente dalla "fonte" stessa senza bisogno di troppi pipponi psicanalitici! 😜🎯

> Comunque le tue risposte sono veramente un manifesto di quanto
> resiliente, zen e spirituale sei :)

Magari prova anche tu a fare il "martire" attuando uno sciopero postatorio! Ab limitum sarebbe meglio!

Alessia Guidi

unread,
Aug 27, 2022, 4:36:45 AMAug 27
to

Il giorno venerdì 26 agosto 2022 alle 23:08:31 UTC+2 m...@max.it ha scritto:

> > Quando poi ho visto Caselli ripostare a raffica spezzoni della tua vecchia diatriba con Ribelle (mi pare del 2010), mi è venuta in mente un'altra delle "passioni" di Delfi. Lui passava le notti a fare ricerche su di me. A un certo punto si era imbattuto in una "Simo" che su un NG di viaggi (che gli avevo detto aver frequentato anni prima) cercava un tizio. La "Simo" in questione aveva raccontato di aver conosciuto a un raduno di viaggiatori un certo sub, con cui poi aveva trascorso una piacevole nottata di sesso. E lo stava cercando, chiedeva in giro se qualcuno lo conoscesse.
>
> Fra l'altro dimostrando come lui della realtà o presunta verità prenda
> solo quello che gli fa comodo magari rigirata a suo piacimento. Se
> adesso Piercazzelli prende le considerazioni di Ribelle a certificazione
> della "verita'" su di me, dovrebbe pure postare anche l'opinione che
> Ribelle aveva di lui.

Ma infatti. Altra caratteristica che Caselli condivide con Delfi.

Ora dice che le "informazioni" sul mio matrimonio le ebbe al telefono dalla Gardini. LOL! Altra bella "fonte qualificata", non c'è che dire. Posto che Delfi foraggiava di stupidaggini pure lei, io con la Gardini non parlai mai né del mio matrimonio, né di mio marito. Figuriamoci se mi sarei mai "confidata" proprio con lei, quand'anche avessi avuto problemi coniugali o dissapori. L'ho invece sempre tenuta a distanza di bastone, tanto ero consapevole da sempre di quanto fosse pettegola, inattendibile e inaffidabile.

La Gardini, purtroppo, è passata alla storia per le sue balle spaziali, qui una disamina delle sue varie quanto contradditorie dichiarazioni sulla sua storia personale
http://pensieribanali.blogspot.com/2012/02/intervista-maria-p-gardini-cap-1.html

Ma a parte quello, possiamo anche solo valutare dalle panzane che scrisse qui e su EXSCN, dall'OT8 "blasfemo" che diceva di aver fatto fino alle decine di refund che avrebbe fatto ottenere (evidentemente a tutti, fuorché a Caselli), alle decine di persone che avrebbe "tirato fuori da Scientology", al negare di dare auditing sottobanco, fino all'affermare di aver fatto una "intervista" a un tizio che in realtà era una mia traduzione che lei prese senza permesso da Allarme (in fondo sarebbe bastato chiedere...) e che mise in un libro come se fosse opera sua. Lei s'è schivata la condanna per plagio editoriale perché all'epoca della sentenza era già morta, ma il suo co-autore no.

Tuttavia, per Caselli la Gardini è una fonte attendibile sul mio matrimonio. Ah beh, allora. Non è che se proprio avesse voluto informazioni sul mio matrimonio (e sarebbe doveroso chiedersi perché gli interessavano) Caselli avrebbe potuto chiedere a chi ci conosce e ci ha frequentati come coppia? Cosa che la Gardini non ha mai fatto. Che so, Cirul e le mille volte che siamo andati in vacanza da loro a Merano. Giaga, che è stato nostro ospite tante volte. Ribelle, con cui per anni, prima che loro si trasferissero all'estero, abbiamo fatto regolari uscite a 4. Nono, lui prende il "ghiotto pettegolezzo" apparentemente riferitogli dalla Gardini (ma l'origine so bene io qual è) e lo trasforma in "verità" da diffondere su internet. E meno male che si vede come un essere ipersensibile e spiritualmente evoluto.

Adesso dice pure che al gioco di ruolo di Padova mi sarei "scelta" il ruolo da interpretare. Quel giorno i ruoli vennero estratti a sorte tramite cartoncini coperti, il cui contenuto veniva visionato solo quando tutti avevano pescato il proprio. Su ogni cartoncino era spiegato il ruolo che ognuno avrebbe dovuto interpretare. Eravamo in parecchie persone: Cirul, Shen (RIP), Ignis, Dulcamara, Ribelle, Claudia, mio marito, Caselli e io. Basta chiedere agli altri.

Le similitudini tra Delfi e Caselli si fanno sempre più numerose e sempre più evidenti.



Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 27, 2022, 7:28:13 AMAug 27
to
È vero oppure no che tuo marito possiede una casa in Brasile dove regolarmente va a trascorrere le sue vacanze da solo, come mi disse quella "bugiarda" della Gardini? 🤔

E se è così chi aveva dato a lei questa informazione?

m...@max.it

unread,
Aug 27, 2022, 7:48:01 AMAug 27
to
Il
>> Adesso dice pure che al gioco di ruolo di Padova mi sarei "scelta" il ruolo da interpretare. Quel giorno i ruoli vennero estratti a sorte tramite cartoncini coperti, il cui contenuto veniva visionato solo quando tutti avevano pescato il proprio. Su ogni cartoncino era spiegato il ruolo che ognuno avrebbe dovuto interpretare. Eravamo in parecchie persone: Cirul, Shen (RIP), Ignis, Dulcamara, Ribelle, Claudia, mio marito, Caselli e io. Basta chiedere agli altri.
>>
>> Le similitudini tra Delfi e Caselli si fanno sempre più numerose e sempre più evidenti.
> È vero oppure no che tuo marito possiede una casa in Brasile dove regolarmente va a trascorrere le sue vacanze da solo, come mi disse quella "bugiarda" della Gardini? 🤔
>
> E se è così chi aveva dato a lei questa informazione?

Wow che informazioni piccanti! (...........)!

Altro che essere spirituale evoluto e resiliente, sembri la pettegola di
paese.
Dovevano essere proprio profonde le conversazioni che facevate tu e la
Gardini, sembra una puntata di "casalinghe disperate"!

Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 27, 2022, 9:01:00 AMAug 27
to
Dovresti leggere allora le mail con cui Simonetta cominciò a tempestarmi già dal giorno dopo quel famoso ritrovo a Padova di cui parlava poco sopra. 😥

Mail lunghissime e noiosissime piene di gossip con cui lei pensava di schermarsi mettendo in testa "Riservata personale" affinché non ne facessi menzione con nessuno. Il tutto spedito ad una persona che aveva conosciuto personalmente solo appunto il giorno prima. Giusto per chiarire quale sia il suo livello di "senso critico", quello che sbandiera ai quattro venti e di cui si vanta tanto, che poi però finisce per giustificarne la sua dabbenaggine volendo apparire come la vittima "martire" del solito cattivone ingrato di turno! 🤦

Fu proprio dal momento in cui, dopo che per l'ennesima volta mi ammorbò con tutte queste sue pallosissime cazzate che mi arrivavano oramai a cadenza giornaliera da portinaia frustrata, le chiesi di non continuare più a scocciarmi con simili fesserie, che lei si incattiví e reagì nel modo che ben conosciamo.

Fu da quel momento che si scatenò contro di me con quella foga e ferocia tipica di qualcuno che con la melona non ci sta proprio. Che poi, ulteriore elemento contraddittorio che ti fa capire la serietà ed eticità della persona, se di queste persone (Eugenio, Maria Pia, etc) hai questa impressione negativa perché poi ne inserisci bellamente i loro contributi, supportando dunque in qualche modo il valore quelli che consideri dei bugiardi patentati ed il peggio del peggio, sul tuo sito?

Questo è un ulteriore ben evidente modo di fare di Simonetta, persona abituata a non farsi alcun benché minimo problema nel prendere tutto quello che le può tornare utile per apparire in un certo modo. Anche se fino al giorno prima aveva gettato tonnellate di letame su coloro che comunque le hanno portato questo vantaggio in termini di immagine. In poche parole un parassita che si nutre delle sue vittime e le rinnega allo stesso tempo quando più le fa comodo. Un atteggiamento e comportamento perfettamente in linea con quanto da sempre da me evidenziato fin già dalle prime battute in cui ho avuto modo di confrontarmi con lei su questo spazio.
Ecco perché mi odia così ferocemente e deve dare di me quell'immagine che da sempre si sforza assai inutilmente di fornire.

Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 27, 2022, 10:43:18 PMAug 27
to
Il giorno sabato 27 agosto 2022 alle 10:36:45 UTC+2 Alessia Guidi ha scritto:
>
>
> Le similitudini tra Delfi e Caselli si fanno sempre più numerose e sempre più evidenti.

No dai, adesso non esagerare che poi mi monto la testa. Io non scrivo così bene
e con quell'acume che caratterizzava invece Delfi. 🤷😰

Alessia Guidi

unread,
Aug 28, 2022, 2:55:55 AMAug 28
to
Il giorno sabato 27 agosto 2022 alle 13:48:01 UTC+2 m...@max.it ha scritto:

> > È vero oppure no che tuo marito possiede una casa in Brasile dove regolarmente va a trascorrere le sue vacanze da solo, come mi disse quella "bugiarda" della Gardini? 🤔
> >
> > E se è così chi aveva dato a lei questa informazione?
>
> Wow che informazioni piccanti! (...........)!
>
> Altro che essere spirituale evoluto e resiliente, sembri la pettegola di
> paese.
> Dovevano essere proprio profonde le conversazioni che facevate tu e la
> Gardini, sembra una puntata di "casalinghe disperate"!

Non ci posso credere! Anche Delfi quando partiva per la tangente cominciava con "E' vero oppure no che...", e gli rispondevo "ma pensa un po' quel che ti pare...".

E ovviamente sempre a farsi i carri miei, ma quando gli dici che sono ossessionati, loro negano. Ora tu prova a immaginare che giro di mail e telefonate doveva esserci in quel periodo per scambiarsi "informazioni cruciali" su di me e caricarsi l'uno con l'altro per mantenere vivi odio e ossessione.
Povero Caselli che ha perso i suoi sodali e che ora deve fare tutto da solo.

<<Ho fatto le mie scale tre alla volta
Mi son steso sul divano
Ho chiuso un poco gli occhi
E con dolcezza è partita la mia mano>>

Pier Paolo Caselli

unread,
Aug 28, 2022, 8:18:26 AMAug 28
to
L'importanza di essere creativi per eludere le domande e magari portare certe
"sporgenze ossee o formate da un tessuto particolarmente duro come la cheratina, per lo più di forma cilindro-conica presente generalmente in numero di due simmetriche sul capo di molti mammiferi ungulati", con classe ed eleganza. 😎

Potresti scriverci su un trattato scientifico da sottoporre poi al Cicap, così da essere, almeno in questo caso di sicuro, utile ad una certa buona parte di umanità repressa! 😅

Leonardo Serni

unread,
Aug 29, 2022, 5:41:56 PMAug 29
to
On Thu, 25 Aug 2022 02:31:16 -0700 (PDT), Alessia Guidi
<alessi...@libero.it> wrote:

>Ma non mi mostrai mai interessata. E lui si trasformò nella bestia che, chi c'era, ha conosciuto.

Scrivevano nel 1697,

Heav'n hath no Rage, like Love to Hatred turn'd,
Nor Hell a Fury, like a Woman scorn'd.

-- ma non è ristretto alle donne, e lo "scorning" non è necessariamente
sentimentale.

Sul mettersi a cercare le peggio cose sul conto di qualcun altro, avrei
una storiella divertente (oddio, per il mio senso dello humour. Ci sarà
chi la trova stupida, assurda, o anche incredibile)... lo sai chi è che
nel corso degli anni ha messo in giro più voci calunniose nei confronti
del sottoscritto[1]? 8-D

Leonardo

[1] è, poi, una cosa che si riallaccia al discorso del "quel che è vero
per te è vero", che avevo iniziato a intuire intorno al 1985 e che,
tangenzialmente, fu parte del mio interessamento per Scientology ai
tempi
--

"You all presumably know why" :-) :-(

Alessia Guidi

unread,
Aug 30, 2022, 2:57:53 AMAug 30
to
Il giorno lunedì 29 agosto 2022 alle 23:41:56 UTC+2 Leonardo Serni ha scritto:

> Sul mettersi a cercare le peggio cose sul conto di qualcun altro, avrei
> una storiella divertente (oddio, per il mio senso dello humour. Ci sarà
> chi la trova stupida, assurda, o anche incredibile)... lo sai chi è che
> nel corso degli anni ha messo in giro più voci calunniose nei confronti
> del sottoscritto[1]? 8-D


Dai, racconta, racconta. Oppure archivia là dove hai messo le altre, che con "M'hanno caàto sull'uscio di peggio" sto ancora ridendo.


Leonardo Serni

unread,
Sep 4, 2022, 5:26:45 PMSep 4
to
Non è una storia granché comica (però, può essere istruttiva), e l'ho già
raccontata un paio di volte. Non tutte le volte cambio i particolari allo
stesso modo :-D

Anni e anni e anni fa, mi trovai coinvolto in una serie di casini umani -
gli "amici" che ti parlano alle spalle, il tizio che ti tira il 'roller',
e quello che avendo cercato di fregarti, adesso ce l'ha con te e cerca di
screditarti perché pensa che tu voglia rendergli la pariglia, e quindi va
di anticipo. Questo genere di merda.

Uno dei picchi di questo merdajo consisteva in un dinamico duo di cretini
a cui per metà avevo pestato i piedi, e per l'altra metà ostacolavo anche
se solo passivamente nella realizzazione di dati progetti. Una cara amica
mi avvertì del fatto che costoro stavano iniziando una operazione di vero
e proprio dossieraggio. Avevo un santo protettore in quell'ambiente ma ci
stava che non bastasse.

Proprio allora, i due, mesta e traména, trovarono un tizio che ce l'aveva
con me e mi stalkerava fin dall'infanzia, da tanto che ne sapeva di cazzi
miei... non c'era un mio altarino che costui non fosse venuto a sapere, e
si affrettava a rifischiare tutto ai due fitusi, dopo aver detto loro con
chiarezza che lui non voleva operare direttamente la mia rovina, ma che -
se i due erano disposti a fargli da zampe di gatto - aveva tante castagne
che aspettavano solo di essere tolte dal fuoco.

I due non se lo fecero certo ripetere... e in breve tempo grazie a questo
grandissimo stronzo che chiamerò "Mister X", accumularono un bel faldone,
armati del quale mi dissero più o meno letteralmente che da quel momento,
potevo considerarmi uno schiavetto al loro servizio. "Or else".

Io risposi che quella roba che avevano era un mucchio di balle - frottole
progettate su misura per rovinare qualcuno, e dissi anche che, dal tipo e
dalla natura delle informazioni, sapevo benissimo chi fosse Mister X, che
non era affatto un loro amico come forse credevano, e che li stava usando
per i suoi sudici fini ("e mi gioco le palle che non ha avuto il coraggio
di farsi vedere di persona, eh? Non vi siete domandati perché? Ma cristo,
arriva uno sconosciuto e voi bevete qualunque stronzata vi racconta? Cosa
avete nella testa, le pigne?").

Ma non fui creduto. Quelle informazioni che potevano verificare, i due le
verificarono... e corrispondevano. Per forza, dissi: è chiaro che per far
digerire le sue balle, Mister X le aveva condite con qualche verità - del
tutto innocua, tra l'altro. La roba davvero succosa, quella non avrebbero
potuto verificarla finché non fosse stato troppo tardi.

Ma era esattamente il genere di difesa disperata che s'aspettavano. Io se
avessi voluto avrei potuto dimostrare falsa qualcuna di quelle balle: per
quale motivo non lo facevo? Hmmm? "Fatti miei", dissi. "Ma che sono balle
posso dimostrarlo: e se v'azzarderete, lo farò, e sarete voi a finire nei
casini. Io a voi qui e ora non devo dimostrare proprio niente".

E si arrivò al redde rationem, in cui i due falsoni, sconvolti dall'avere
appreso chi davvero io fossi, con la morte nel cuore, si videro costretti
a denunciarmi all'autorità; non potevano, in coscienza, permettere che la
loro amicizia, ma che dico?, l'affetto, ma che dico?, l'amore che avevano
per me impedissero loro di fare ciò che era giusto. Quelle merde.

Scoppiò il prevedibile casino, ed arrivarono i quattro gendarmi di Bocca
di Rosa con i pennacchi e con le armi. Mi misero di fronte alle prove che
mi accusavano - nemmen tutte, scoprii con stupore - e dopo essere rimasto
abbastanza cacino, dissi che non capivo, che quelle erano balle spaziali,
e presentai prove che dimostravano, inoppugnabilmente, che le cose erano,
né più né meno, come le avevo dette io.

I due stronzoni rincararono la dose con altre accuse, tra l'altro facendo
crollare la sceneggiata di "accusarmi con la morte nel cuore", anche se -
a dire il vero - non so se qualcuno c'avesse creduto. Ma anche qui per la
maggior parte potei dimostrare che avevo ragione io.

Vennero così fuori i motivi per cui questi potevano avercela con me, e la
ciliegina sulla torta fu che una delle false accuse coinvolgeva anche - e
sempre falsamente - uno dei nostri "giudici"... il quale si infuriò oltre
ogni previsione, decretando la fine di quella sceneggiata e, di fatto, la
rovina dei due disgraziati. A questo punto il loro tentativo di ribaltare
ogni colpa sull'anonimo Mister X era destinato a fallire, e fallì. Non si
scoprì mai né perché Mister X avesse cercato di fottermi, né chi fosse.

E questa fu una bella fortuna, perché come si sarà ormai capito, Mister X
ero io. Fine della storiella.

(Vorrei far notare che tutto ciò che avevo detto ai due... dal sapere chi
fosse Mister X, all'avvertirli, eccetera... era sempre stata la verità, e
nient'altro che la verità. Solo, detta in modo che non mi credessero).

===

Una versione più blanda di questa tecnica l'adottai poi per vézzo, qui su
Usenet. Non è assolutamente difficile: la maggior parte della gente se ti
vede che te la prendi per un qualcosa si convincerà che quello sia il tuo
punto debole. E anzi, ogni protesta (sincera e veritiera) in contrario la
interpreteranno come una conferma.

E tanto saranno impegnati a costruirsi questo modello mentale fasullo che
perderanno un sacco di occasioni di scoprire cose vere; anzi, succederà -
e lo so perché l'ho visto succedere - che scoprendo una cosa vera, ma che
sia in contrasto col resto del modello (falso), la scarteranno perché non
si incastra bene.

Così si possono ancora trovare - la gran parte su it.discussioni.misteri,
o anche in varie mailing list - i post di gente straconvinta delle peggio
cose sul mio conto, perché son cose che a loro piacerebbero fossero vere.

Questo ha molti vantaggi: intanto fa contenti dei fessi, che è sempre una
opera buona. Poi, i fessi contenti sono meno attivi e pericolosi rispetto
ai fessi incazzati con la bava alla bocca - chi sta contento nel suo, non
va a cercare altro: e chi non cerca, non trova.

Poi, nel momento in cui costoro descrivono il Serni della loro fantasia a
qualcuno che mi conosce davvero, quest'ultimo penserà che stiano parlando
di qualcun altro. Ma anche una volta appurato che si parla proprio di me,
la persona che mi conosce capirà di aver di fronte uno squinternato o uno
che crede alle peggio balle, cosicché quest'ultimo partirà screditato fin
dall'inizio.

E inoltre, mentre di verità sul mio conto ce n'è una sola, di balle ce ne
sono infinite: gettandone una diversa in ogni tombino di fogna, quando la
vedessi saltar fuori da qualche altra parte saprò per quali condotti deve
essere passata. Per esempio, quando Tizio mi racconta una balla che io ho
fatto sapere a Sempronio, saprò che Tizio e Sempronio sono in combutta.

===

Ed è per questo che raccomando a tutti di controllare sempre bene le loro
fonti, di ribattere bene i chiodi di ogni gradino... perché non si sa mai
quando una cosa che "credi" vera... e lo credi perché ti piacerebbe tanto
tanto tanto che fosse vera... è davvero vera; e quando è una polpetta che
qualcuno t'ha preparato.

E' un consiglio che rivolgo sempre sia agli amici che ai "nemici", e pure
qui c'è un motivo: l'amico, essendo amico, mi dà retta e si trova bene. E
il "nemico", dato che non si fida, farà il contrario e si rovinerà con le
proprie mani. Oltretutto, io c'avrò un alibi: non gli avevo forse dato un
ottimo consiglio? Per esempio giusto al povero Delfi dissi proprio,

Mi fai vedere LE MIE PAROLE
REALI, invece del 'riassuntino' di qualche solerte
'amico' che ti consiglia, oh, per il tuo bene?

Leonardo

Pier Paolo Caselli

unread,
Sep 5, 2022, 9:24:04 AMSep 5
to
Comunque alla fine della fiera quello che conta è la verità oggettiva dei fatti.

Io svolgo il 95% del mio lavoro di sorveglianza presso un'azienda che da poco più di un anno ha terminato i suoi lavori di edificazione dei fabbricati. Faccio sicurezza coprendo un'area di circa 50.000 mq di terreno coperto. Per fare il primo giro di sorveglianza ci metto circa 2 ore poiché lo si percorre a piedi controllando in maniera scrupolosa ogni ufficio, laboratorio, settore produttivo, garage sotterraneo, insomma ci si tiene bene in allenamento (tutto a beneficio ovviamente del mio fisico! 😜). Poi si rientra in guardiola e si controlla tutto a monitor, alternando controlli continui in presenza ogni paio d'ore circa, a controlli statici al computer in ufficio.

C'è un'ottima alternanza tra movimento fisico e lavoro sedentario. Il tutto in un ambiente confortevole e moderno. Per questa ed altre motivazioni è una mansione che mi viene parecchio invidiata, e più che giustamente aggiungo 😅, da parecchi miei colleghi. In particolare da uno che ha approfittato più di qualche volta della sua presenza in questa azienda per mettermi in cattiva luce e cercare di soffiarmi il posto in questo mio ruolo.

Capitava che "stranamente" quando saltuariamente veniva
questa persona (siamo 2 fissi, io ed un altro collega) più un paio di altri operatori a rotazione che si alternano periodicamente 4/5 volte al mese per darci qualche volta il cambio.
Bene dicevo, ogni volta che c'era lui e montavo dopo io di servizio, dopo poco che ero operativo succedeva sempre qualcosa di anomalo al sistema d'allarme. Le prime volte non facevo troppo caso al fatto che questa "strana" coincidenza avvenisse proprio e solo quando c'era lui nel turno precedente, ma quando mi resi conto che questa persona cercava sempre di addossare a me le colpe e soprattutto quando venni a sapere per vie traverse che mi sparlava alle spalle e che mirava con questa sua condotta a voler venire a lavorare al mio posto volendomi scalzare così facendo, almeno così riteneva avvenisse nei suoi programmi, da quel ruolo in quell'azienda (lui operava in un'altra azienda e mi continuava a dire che lì si trovava malissimo), allora e solo allora cominciai a collegare i puntini. Fu così che grazie alle telecamere, che lui evidentemente non sapeva fossero presenti anche in certi locali attigui alla sala degli allarmi, feci fare un controllo dalla centrale operativa e fu così che ci accorgemmo che il tipo manometteva alcuni parametri poco prima del cambio turno in modo da far scattare alcuni sensori per poter dare quindi poi a me la colpa di quegli anomali falsi allarmi.

Per farla breve il tipo non rischiò il licenziamento, è un operatore con un'anzianità di servizio di 7 anni presso il nostro gruppo, per un pelo, ma venne trasferito a 50 km da casa sua senza rimborso chilometrico presso un'azienda in cui nessuno voleva prestare servizio. Io invece dopo poco sono stato assunto a tempo indeterminato e mi è stato concesso anche un premio di produzione aggiuntivo.

Avrei anche altri interessanti episodi in questo senso che hanno direttamente a che fare con ciò che ho quí scritto e che poi grazie ad un "fortunoso" riverbero mi ha consentito di poter avere una certa visibilità mediatica che successivamente per una serie di motivi ho utilizzato per poter avere dei compensi (in ambito lavorativo e di investimenti fatti) che altrimenti avrei certamente perduto. Lo dico con sufficiente certezza poiché purtroppo è ciò che è avvenuto a colleghi ed investitori che non potevano utilizzare tale supporto mediatico a loro favore. Con questo tipo di "strategia" non sono andato a pari con l'esborso fatto in 20 anni di Scientology, ma non ci sono andato molto lontano. 😎

Pier Paolo Caselli

unread,
Sep 5, 2022, 10:22:17 AMSep 5
to
"[...] che successivamente per una serie di motivi ho utilizzato per poter avere dei compensi (in ambito lavorativo e di investimenti fatti) che altrimenti avrei certamente perduto. Lo dico con sufficiente certezza poiché purtroppo è ciò che è avvenuto a colleghi* ed investitori che non potevano utilizzare tale supporto mediatico a loro favore."

* Anzi sarebbe meglio specificare ex colleghi, perché quell'azienda da lì a poco fallì e lasciò parecchi debiti, soprattutto per quanto riguarda i compensi spettanti ai suoi ex collaboratori! 🥺

Franco Migliori

unread,
Sep 7, 2022, 5:55:12 AMSep 7
to
Il giorno domenica 4 settembre 2022 alle 23:26:45 UTC+2 Leonardo Serni ha scritto:
> On Mon, 29 Aug 2022 23:57:52 -0700 (PDT), Alessia Guidi
> <alessi...@libero.it> wrote:
>
> >Il giorno lunedì 29 agosto 2022 alle 23:41:56 UTC+2 Leonardo Serni ha scritto:
> >
> >> Sul mettersi a cercare le peggio cose sul conto di qualcun altro, avrei
> >> una storiella divertente…

Bellissima
Perdona la curiosità: quindi i due gentiluomini avevano dialogato con il signor X per via telematica, o come?

Alessia Guidi

unread,
Sep 7, 2022, 2:04:22 PMSep 7
to
Il giorno domenica 4 settembre 2022 alle 23:26:45 UTC+2 Leonardo Serni ha scritto:

Intanto grazie perché è veramente istruttiva. Ma anche comica... ;-)


> Una cara amica
> mi avvertì del fatto che costoro stavano iniziando una operazione di vero
> e proprio dossieraggio. Avevo un santo protettore in quell'ambiente ma ci
> stava che non bastasse.

Anche a me è capitato così. Se non che, a informarmi dell'attività di dossieraggio non furono solo dei cari amici, ma pure i doppiogiochisti, quelli che tengono i piedi in due scarpe che non si sa mai.
>
> Proprio allora, i due, mesta e traména, trovarono un tizio che ce l'aveva
> con me e mi stalkerava fin dall'infanzia, da tanto che ne sapeva di cazzi
> miei... non c'era un mio altarino che costui non fosse venuto a sapere, e
> si affrettava a rifischiare tutto ai due fitusi, dopo aver detto loro con
> chiarezza che lui non voleva operare direttamente la mia rovina, ma che -
> se i due erano disposti a fargli da zampe di gatto - aveva tante castagne
> che aspettavano solo di essere tolte dal fuoco.

[...]

>
> E questa fu una bella fortuna, perché come si sarà ormai capito, Mister X
> ero io. Fine della storiella.

Che è un po' quello che feci io quando capii che razza di merdajo si stava mescolando alle mie spalle. Così che oggi conosco perfettamente la provenienza di certe leggende metropolitane che qualche beota ancora tenta di diffondere a mio danno.


>
> Una versione più blanda di questa tecnica l'adottai poi per vézzo, qui su
> Usenet. Non è assolutamente difficile: la maggior parte della gente se ti
> vede che te la prendi per un qualcosa si convincerà che quello sia il tuo
> punto debole. E anzi, ogni protesta (sincera e veritiera) in contrario la
> interpreteranno come una conferma.
>
> E tanto saranno impegnati a costruirsi questo modello mentale fasullo che
> perderanno un sacco di occasioni di scoprire cose vere; anzi, succederà -
> e lo so perché l'ho visto succedere - che scoprendo una cosa vera, ma che
> sia in contrasto col resto del modello (falso), la scarteranno perché non
> si incastra bene.


Esattamente così.


> Poi, nel momento in cui costoro descrivono il Serni della loro fantasia a
> qualcuno che mi conosce davvero, quest'ultimo penserà che stiano parlando
> di qualcun altro. Ma anche una volta appurato che si parla proprio di me,
> la persona che mi conosce capirà di aver di fronte uno squinternato o uno
> che crede alle peggio balle, cosicché quest'ultimo partirà screditato fin
> dall'inizio.
>
> E inoltre, mentre di verità sul mio conto ce n'è una sola, di balle ce ne
> sono infinite: gettandone una diversa in ogni tombino di fogna, quando la
> vedessi saltar fuori da qualche altra parte saprò per quali condotti deve
> essere passata. Per esempio, quando Tizio mi racconta una balla che io ho
> fatto sapere a Sempronio, saprò che Tizio e Sempronio sono in combutta.

Precisamente.

E si credono pure molto furbi.

>
> ===
>
> Ed è per questo che raccomando a tutti di controllare sempre bene le loro
> fonti, di ribattere bene i chiodi di ogni gradino... perché non si sa mai
> quando una cosa che "credi" vera... e lo credi perché ti piacerebbe tanto
> tanto tanto che fosse vera... è davvero vera; e quando è una polpetta che
> qualcuno t'ha preparato.

Eh, giusto giusto quache post fa ragionavo sul fatto che il controllo delle fonti è uno dei modi per non passare per fesso.

Grazie Ancora!


Leonardo Serni

unread,
Sep 8, 2022, 8:40:49 AMSep 8
to
On Wed, 7 Sep 2022 02:55:11 -0700 (PDT), Franco Migliori <fmig...@gmail.com>
wrote:
Via telematica (erano proprio gli albori).
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages