MIE DIMISSIONI -Maria Pia

7 views
Skip to first unread message

Mariapia Gardini

unread,
Jan 10, 2009, 11:11:23 AM1/10/09
to

DESIDERO COMUNICARE CHE QUESTA MATTINA HO FORMALMENTE DATO LE MIE
DIMISSIONI DALL'ARIS TOSCANA E CHE QUINDI DA OGGI NON NE FACCIO PIU'
PARTE NON SONO PIU' NE' UN'ASSOCIATA NE'TANTOMENO UNA PORTAVOCE COME
VARIE VOLTE ERRONEAMENTE SONO STATA DEFINITA TRAVISANDO IL FATTO CHE
IN ALCUNE TRASMISSIONI O GIORNALI IO DICEVO DI FAR PARTE DELL'ARIS
TOSCANA.
Mi sono sentita in dovere di fare questo in quanto le due Aris sono
state tirate in ballo su discussioni che avrebbero dovuto riguardare
solo quello che io avevo o non avevo detto,e sono state incolpate
ingiustamente.
Ho fatto questo con grande dispiacere dati gli anni di
collaborazione,ma ho DOVUTO farlo per lasciare lavorare in pace chi
tanto ha fatto e spero che continui a fare. Quello che io dirò o non
dirò da oggi in poi sarà solo una mia esternazione,imputabile
solamente a me e non ad altri.Attraverso me si sono volute colpire
persone che hanno avuto la sola colpa di non voler scendere in piazza
in diatribe sterili e inutili.
.
Ribadisco il mio dispiacere per la chiusura di Allarme,ma mi dissocio
totalmente dall'idea che sia a causa delle Associazioni che ciò è
avvenute,e non credo che nemmeno le parole di una PETTEGOLA,come mi ha
definito Martini possano aver avuto un effetto così disastroso.Vorrei
sapere qual'è stata la vera causa.
un saluto Maria Pia

puma1...@yahoo.it

unread,
Jan 10, 2009, 3:14:41 PM1/10/09
to
Cara Mariapia,sono dispiaciuto che tu abbia dovuto dare le
dimissioni,spero che in futuro
cambierai idea,io sono del parere che l'associazione di cui tu fai
parte stia svolgendo un
lavoro egregio,non è facile aiutare famiglie di vittime delle sette.

Scientology è solo una delle tante ,ci sono sette che oltre a truffare
i propri adepti
li minacciano di violenza fisica e psicologica.

A mio parere ci vuole un gran coraggio per aiutare queste famiglie,e
sono poche le persone
che lo possiedono,tu Mariapia sei una di queste persone,so che hai
aiutato tanta gente
e spero che ritiri le dimissioni.

Ancora un grazie di cuore,è la tua storia che ho letto su ALLARME che
mi ha fatto capire che
Scientology è una religione disonesta,e si sta arrichendo ale spalle
della brava gente,e che molto
spesso non consegna nemmeno i servizi venduti.

mi rammarica il fatto che ci siamo persi in diatribe che nulla hanno a
che fare con azioni concrete
per contrastare i numerosi crimini commessi dagli staff della chiesa
di Scientology in italia.

Sappi che ti sono vicino e che credo alla tua buona fede.

Un abbraccio

Puma

Mariapia Gardini

unread,
Jan 11, 2009, 8:41:01 AM1/11/09
to

Grazie Puma fa piacere anche alla mia età sapere che c'è ancora
qualcuno
che apprezza il mio lavoro.Ora vorrei però fare un chiarimento sulla
chiusura di
ALLARME SCIENTOLOGY!!!!!!!!!!!!!!!NON CREDO che Martini pensi che
chiudendo
Allarme si danneggino le Associazioni di cui Lei ha tanto
parlato.Quelle
Associazioni hanno degli archivi enormi sia su Scientology che sugli
altri gruppi
o sette o come li volete chiamare.Mi sembra troppo intelligente per
pensare una cosa simile.
Lei chiudendo danneggia o meglio ha danneggiato tutte querlle persone
che hanno
forti dubbi sull'entrare o meno in scientology,e tutte quelle che sono
dentro e hanno dubbi
sull'uscire o non uscire.Ha distrutto un lavoro valido, perchè?Questo
solo lei lo sa!!!!!!!
Mi sembra un po' la storiella del marito cornuto che per far rabbia
lla moglie che l'ha
cornificato si taglia le .....palle!!!!!!!!!!!!!!!m.p.

Pietro Bono

unread,
Jan 11, 2009, 9:25:53 AM1/11/09
to
On 11 Gen, 14:41, Mariapia Gardini <mariapia.gard...@alice.it> wrote:
> On 10 Gen, 21:14, puma171...@yahoo.it wrote:

Gentile Signora Gardini,

mi dispiace che Lei scriva queste cose.
Le è stata offerta, a mio avviso, una opportunità per rivedere
criticamente talune sue modalità.
Come ho già detto altrove, la mia vita è costellata di sbagli.
Può essere che magari, qualche errore l'avrà commesso pure Lei.
Se riconoscerlo può servire a crescere, e se soprattutto può servire a
una nobile causa, fossi in Lei, ci penserei un po' su.
Poi veda Lei.
Un caro saluto.

Pietro Bono

eddy...@libero.it

unread,
Jan 11, 2009, 9:47:38 AM1/11/09
to
On 11 Gen, 14:41, Mariapia Gardini <mariapia.gard...@alice.it> wrote:
> cornificato si taglia le .....palle!!!!!!!!!!!!!!!m.p.- Nascondi testo citato
>
> - Mostra testo citato -

brava mariapia condivido al 100% e complimenti per la metafora del
'marito cornuto' è proprio quello che penso anch'io.

max

unread,
Jan 11, 2009, 11:25:45 AM1/11/09
to

"Mariapia Gardini" <mariapia...@alice.it> ha scritto nel messaggio
news:d1bdb8f0-2f6b-4428...@a12g2000pro.googlegroups.com...


Ciao Maria Pia, mi dispiace per le tue dimissioni. In realtà non credo
serviranno molto perchè mi pare
di capire che non ci si aspettava una posizione da te, ma una posizione
dalle associazioni di cui tu facevi parte.
Mi pare di capire che le discussioni che loro ritengono sterili e inutili
siano di importanza fondamentale per l'altra parte
e la loro NON presa di posizione sia gia' di per sè stessa una posizione ed
un giudizio sui fatti accaduti.
Poi come avrai capito, ci sono altre figure che hanno creato un solco
incolmabile fra due modi di pensiero differenti nel modo in cui si approccia
lo studio delle "sette" . Comunque secondo me , la tua è sempre stata buona
fede e alcuni fatti che sono accaduti sono semplicemente imputabili al fatto
che non conosci/conoscevi molto il mezzo dello scambio di informazioni via
web.
Come Alessia ha detto, se lei ha rivisto le sue posizione su Introvigne, tu
hai rivisto la tua posizione su di lei nel tempo, probabilmente avresti
dovuto comunicargliela. Comunque personalmente ti ringrazio per i tuoi
contributo perchè tu sei stata e sei la chiave che ha consentito a molti di
accedere a piani di informazioni piu' alti (vedi quando hai deciso di
chiamare altri a portare la loro testimonianza nel programma di Rai Tre).


max

unread,
Jan 11, 2009, 11:37:43 AM1/11/09
to
Scusate per il pessimo quoting del mio post precedente. Ci riprovo.

> "Mariapia Gardini" <mariapia...@alice.it> ha scritto nel messaggio
> news:d1bdb8f0-2f6b-4428...@a12g2000pro.googlegroups.com...

Mariapia Gardini

unread,
Jan 11, 2009, 12:36:03 PM1/11/09
to

Sig.Bono anche la mia vita è stata costellata di sbagli,primo di tutti
infilarmi in scientology
e rimanere tanto tempo tra il credere e il non credere.Mi spiego
credere e pensare che tutto
fosse buono poi vedere cose che mi facevano RICREDERE e ricadere nei
dubbi e nel non credere.
Cosa vuole che cresca ho 72 anni e credo proprio che la mia crescita
sia finita.
Ora che non faccio più parte di nulla,per me è come essere di nuovo
orfana,ma posso
scrivere quello che penso e solo quello che penso senza paura che
possa venir usato
per un gioco al massacro contro le Associazioni .Scusi se sono un
pochino tarda
ma non capisco bene il suo post,lei non crede che chiudendo Allarme la
signora
Martini abbia privato le persone dubbiose di un supporto??M.P.

Mariapia Gardini

unread,
Jan 11, 2009, 12:46:50 PM1/11/09
to
On 11 Gen, 17:37, "max" <t...@test.it> wrote:
> Scusate per il pessimo quoting del mio post precedente. Ci riprovo.
>
>
>
>
>
> > "Mariapia Gardini" <mariapia.gard...@alice.it> ha scritto nel messaggio
> chiamare altri a portare la loro testimonianza nel programma di Rai Tre).- Nascondi testo citato

>
> - Mostra testo citato -

Vedi Max,non so se tu sia mai stato parte di un'Associazione.Un ass.è
formata
si da presidente,vice ecc,ma è formata da tante persone,tante teste
pensanti
e non sempre tutti la pensano allo stesso modo.Il NON scendere in
campo serve
anche a preservare sia le persone che ne fanno parte che le persone
che si
stanno seguendo da inutili diatribe a volte anche interne.Parlo per le
Associazioni in
generale,un conto è scrivere direttamente ad una persona un conto è
esporre i panni
al sole,ci sono tante cose,tante decisioni che DEVONO rimanere tra le
persone
che ne fanno parte.Cm.p.

Alessia is back

unread,
Jan 11, 2009, 3:31:10 PM1/11/09
to
On Sat, 10 Jan 2009 08:11:23 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:

>
>DESIDERO COMUNICARE CHE QUESTA MATTINA HO FORMALMENTE DATO LE MIE
>DIMISSIONI DALL'ARIS TOSCANA E CHE QUINDI DA OGGI NON NE FACCIO PIU'
>PARTE NON SONO PIU' NE' UN'ASSOCIATA NE'TANTOMENO UNA PORTAVOCE COME
>VARIE VOLTE ERRONEAMENTE SONO STATA DEFINITA TRAVISANDO IL FATTO CHE
>IN ALCUNE TRASMISSIONI O GIORNALI IO DICEVO DI FAR PARTE DELL'ARIS
>TOSCANA.

Direi che dare le dimissioni sottende l'aver rivestito una carica.
Rendere la tessera di socio è disassociarsi, e mi pare che tu abbia
semplicemente reso la tessera di socio.
Di solito si rende la tessera perchè non si condividono più scopi,
statuto o regolamento dell'associazione (o partito) a cui si
appartiene. Ma non mi sembra il tuo caso.
Oppure l'associazione fa rendere la tessera (ovvero espelle) chi tiene
un comportamento non conforme a scopi, statuto, regolamento.


>Mi sono sentita in dovere di fare questo in quanto le due Aris sono
>state tirate in ballo su discussioni che avrebbero dovuto riguardare
>solo quello che io avevo o non avevo detto,e sono state incolpate
>ingiustamente.

In questo caso se la colpa non è tua, ma di qualcun altro,
l'associazione avrebbe dovuto respingere le tue "dimissioni" e
prendere le tue difese, in quanto socia e un bel capitale da
presentare in pubblico.
In merito all'aver tirato in ballo i due Aris, chi lo ha fatto sei
stata tu - come ti ho ampiamente dimostrato.

>Ho fatto questo con grande dispiacere dati gli anni di
>collaborazione,ma ho DOVUTO farlo per lasciare lavorare in pace chi
>tanto ha fatto e spero che continui a fare.

Vedi sopra. Ti sei dovuta "dimettere" per lasciar lavorare in pace chi
lavora. Direi che anche tu ammetti che la causa sei stata tu e nessun
altro.


>Attraverso me si sono volute colpire
>persone che hanno avuto la sola colpa di non voler scendere in piazza
>in diatribe sterili e inutili.

No. Sei stata TU a scendere in piazza con diatribe sterili e inutili
(e del tutto non richieste) che hanno avuto un effetto molto negativo
sulle associazioni che tu hai nominato. Es. il diffondere il contenuto
di una mail privata inviata al presidente FECRIS, l'attacco a me ed
altre persone del novembre scorso, infilandoci anche l'Aris Veneto.
Nessuno aveva chiesto una tua opinione e quand'anche si fosse trattato
di un errore di invio, resta il fatto che il tuo intento era offensivo
e denigratorio verso persone che neanche conosci.
Oltre ad avere, come membro di associazione "antisette" per cui la
confidenzialità è veramente uno dei valori più grossi, diffuso al
mondo l'identità di un nick name. Se l'associazione a cui appartieni
non ti espelle ipso-facto, allora la responsabilità ricade anche su di
lei, e su tutte le federate FECRIS che hanno doveri di responsabilità
reciproci e verso la federazione.

Magari, come ha suggerito qualcuno, qualche esame di coscienza ogni
tanto andrebbe fatto - evitando di fare la vittima e di addossare la
colpa ad altri.


>Ribadisco il mio dispiacere per la chiusura di Allarme,ma mi dissocio
>totalmente dall'idea che sia a causa delle Associazioni che ciò è
>avvenute,e non credo che nemmeno le parole di una PETTEGOLA,come mi ha
>definito Martini possano aver avuto un effetto così disastroso.Vorrei
>sapere qual'è stata la vera causa.

Come è stato ripetuto all'infinito, i tuoi pettegolezzi NON sono stata
la causa della chiusura di Allarme. Sono solo stati la goccia che ha
fatto traboccare un vaso fin troppo pieno di ben altro - fatto di
inazione e mancata protezione di un lavoro (e di chi ci ha lavorato)
di cui tutte le associazioni hanno beneficiato.

Non si tratta, come tu sostieni, di avere "avuto la sola colpa di non
voler scendere in piazza in diatribe sterili e inutili". Si può
benissimo agire senza scendere in piazza, ma prendendo posizioni nette
e precise in sola conoscenza delle parti in causa, come fanno tanti
altri. Scn compresa.


Alessia is back

unread,
Jan 11, 2009, 3:31:10 PM1/11/09
to
On Sun, 11 Jan 2009 05:41:01 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:

>
>Ora vorrei però fare un chiarimento sulla
>chiusura di
>ALLARME SCIENTOLOGY!!!!!!!!!!!!!!!NON CREDO che Martini pensi che
>chiudendo
>Allarme si danneggino le Associazioni di cui Lei ha tanto
>parlato.

Chi ha mai detto che la chiusura di Allarme voleva danneggiare le
associazioni? Voleva svegliarle, semmai. Chi ha danneggiato le
associazioni è stato chi ha tenuto un comportamento non consono al
ruolo che rivestiva. Si tratti delle tue esternazioni su questo NG,
della pessima gestione di forum collegati al proprio sito, di
segnalare al magistrato chi mantiene visioni del mondo diverse dalle
sue, di seppellire di cause insussistenti una collega ed ex
collaboratrice. Il danno proviene da chi fa (o non fa) non da chi
rende noto.


>Lei chiudendo danneggia o meglio ha danneggiato tutte querlle persone
>che hanno
>forti dubbi sull'entrare o meno in scientology,e tutte quelle che sono
>dentro e hanno dubbi
>sull'uscire o non uscire.

Maria Pia! Mi stupisci! Ma perchè tutte quelle persone di cui parli
devono ricorrere ad Allarme, e non invece alle associazioni che hanno
messo l'informazione come dovere statutario? Chi è che danneggia, chi
chiude Allarme (iniziativa privata) o chi non fa quel che deve fare, e
gli archivi li tiene sotto chiave?
Tu sei una ex di altissimo livello, laureata in lingue, scrittrice,
con conoscenze in tutto il mondo. Perchè tutta quell'informazione che
serviva a chiarire dubbi ad ex e neofiti non l'hai fatta tu? non l'hai
messa tu a disposizione gratuitamente di tutti? E dire che la tua
(ex)associazione un sito lo possiede, ma ci mette materiale tratto da
Allarme. Incolpare qualcun altro delle proprie mancanze non è per
niente bello. Sei sulla pubblica arena, per così dire, dai primi del
2001. Quasi 7 anni. Nel 2004, a sette anni dalla sua apertura, su
Allarme c'era già l'80% del materiale presente alla sua chiusura -
frutti del lavoro di una sola persona o quasi. Potevi anche dare il
tuo contributo ad Allarme, se lo avessi voluto. Come hanno fatto tanti
altri, lettori di questo NG e non. Per cui ora non cercare di far
passare da insensibile o aguzzino chi per tanti anni ha fatto,
chiedendo tra l'altro come contributo una donazione anche alla tua
(ex)associazione.


>Ha distrutto un lavoro valido, perchè?Questo
>solo lei lo sa!!!!!!!

No, adesso lo sanno anche centinaia di altre persone. I motivi della
decisione di chiudere Allarme sono pubblici e sono stati ampiamente
dibattuti. Chi lo vuol capire lo capirà, altrimenti pazienza.

Pietro Bono

unread,
Jan 11, 2009, 4:15:42 PM1/11/09
to
On 11 Gen, 18:36, Mariapia Gardini <mariapia.gard...@alice.it> wrote:
> On 11 Gen, 15:25, Pietro Bono <bono.pie...@gmail.com> wrote:

Gentile Signora Gardini,

non me ne voglia se mi permetto di continuare questo dialogo, anche se
potrò sembrarLe un po’ sfacciato.
Vede, io ho cominciato a vedere realmente mio padre e a stimarlo
quando lui aveva superato i settant’anni e stava già piuttosto
acciaccato.
Dal canto suo credo che lui abbia fatto veramente pace con la sua
vita, tra i settantacinque e gli ottanta, quando poi è venuto a
mancare. Tre anni fa’. In quegli anni, grazie a lui ho imparato
molto.
Mia madre ha ora ottantanni suonati, qualche acciacco e un po’ di
nostalgia. E’ stata una donna semplice, una contadina, come mio
padre. Quando d’estate con la famiglia, abbiamo l’opportunità e il
piacere di trascorrere con lei qualche settimana, mi stupisco sempre
di come, alla sua età, sia aperta alla vita.

Forse a volte un po’ più di silenzio e solitudine possono giovare,
magari aiutano guardare le stesse cose con occhi nuovi, con più
stupore.

Riguardo alla chiusura di Allarme, mi viene in mente un racconto, che
però sinceramente non so’ se corrisponda al vero.
Dicono che tra alcune specie di orsi, le madri insegnino ai figli a
salire rapidamente sugli alberi al loro segnale di pericolo e che, i
giovani orsi, scendano solo al segnale di pericolo finito, sempre dato
dalla madre.
Presto o tardi arriva il giorno che la madre orsa dia il segnale di
pericolo.
A differenza delle altre volte però a questo non segue poi l’altro, di
pericolo terminato. Ciò perché la madre se ne è andata per la sua
strada.

Con questo non voglio dire niente di particolare.

Credo soltanto che, se anche dolorose, alcune situazioni, possano
essere in realtà anche uno stimolo e un segnale di fiducia. Anche se
a primo acchito possono sembrare incomprensibili, o peggio, un
tradimento.
Le auguro di cuore molta serenità e pace.

Pietro Bono


articolo21

unread,
Jan 11, 2009, 5:30:58 PM1/11/09
to
On 11 Gen, 22:15, Pietro Bono <bono.pie...@gmail.com> wrote:

CUT

Qui mi sa che si va un po' troppo sull'astratto e sul metaforico,
almeno per quello che penso. Lascerei che la discussione tornasse sui
fatti.

Mariapia Gardini

unread,
Jan 12, 2009, 4:01:22 AM1/12/09
to
On 11 Gen, 21:31, Alessia is back <alessia.gu...@libero.it> wrote:
> On Sun, 11 Jan 2009 05:41:01 -0800 (PST), Mariapia Gardini
>

Vorrei chiarire che il materiale del mio archivio è sempre stato a
disposizione di
tutte le persone che si sono rivolte a me.Ho dato centinaia di
fotocopie(alcune
anche a te) dei materiali,e questo senza renderne edotto tutto il
pubblico,e per quanto ne so
anche le associazioni fanno lo stasso.Lo dimostra il fatto di tutto
quello che
abbiamo distribuito nei tre anni in cui c'è stato lo stand a
Festambiente di GR.
Io non sono stata nè cacciata nè pregata di uscire,l'ho fatto perchè
su questo NG
non si parlasse più della Associazioni che vedo tu invece continui a
tirarle in ballo.
Spero proprio che tutta questa storia infinita finisca e che si torni
a parlare di cose
costruttive per tutti.Tu sai benissimo che se io avessi aperto un sito
avrei subito
ancora più dei gatti morti e auto bruciate,quindi mi limito a dare a
chi me lo richiede
tutto il materiale del caso.Aguzzino è una parola che usi tu e non
io,ma certo per i
dubbiosi è più facile leggere su internet che affidarsi ad
Associazioni prima di aver
preso una decisone e quindi non uscire allo scoperto.Questo mio
scritto ti fa capire
il perchè delle mie dimissioni,ora parlo per me e solo per me.m.p.

Mariapia Gardini

unread,
Jan 12, 2009, 4:03:26 AM1/12/09
to

Sono daccordo con te,sinceramente non mi sento mammaosa!!!!!!!!!m.p.

carto...@hotmail.it

unread,
Jan 13, 2009, 1:54:46 AM1/13/09
to

Cara Mariapia , ti rispondo in ritardo per i motivi che sai già.

Tuttavia , non entrando nel merito , voglio ringraziarti
pubblicamente per avermi prima aiutato fattivamente a recuperare parte
del mio refund , consigliandomi correttamente e fornendomi la PL
Refund Money del 1963, attraverso la quale poi ho potuto far valere i
miei diritti nei confronti di Scientology.

Poi per aver segnalato il mio nome alla giornalista del Corriere della
Sera , la quale , dalla sera alla mattina , mi ha pubblicato
un'intervista nel bel mezzo di un'inchiesta di due pagine , uscita il
23-05-08 su un giornale cosi prestigioso , serio, e letto da
moltissime persone in tutta Italia.

Succesivamente per aver segnalo il mio nome alla redazione di Mi Manda
Rai3 , per partecipare alla trasmissione che poi è stata vista da 4
milioni di persone.

Oltre al fatto , che la registrazione di tale trasmissione non solo è
finita su Wikipedia , ma anche agli atti , in merito alle denunce che
il Codivis sta presentando alle autorità competenti.

Mi è doveroso sottolineare inoltre , che tutto ciò aquisisce un enorme
valore morale , se collegato al fatto che nulla è stato chiesto in
cambio, ne in termini di denaro e nemmeno in termini di "scambio di
favori".

E da Signora quale sei , mi hai sempre lasciato fuori e/o all'oscuro
di cio che poi è emerso in merito alla decisione da te presa di dare
le dimissioni dalle associazioni di cui hai fatto parte.

Tutto questo ti rende ai miei occhi , non solo un'amica , ma anche una
persona di grande valore umano e una persona alla quale posso
ciecamente porre la mia fiducia.

Ti ringrazio per tutto questo... un'abbraccio affettuoso ... Giacomo
Sotgia.

Alessia is back

unread,
Jan 13, 2009, 6:25:41 AM1/13/09
to
On Mon, 12 Jan 2009 01:01:22 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:


>
>Vorrei chiarire che il materiale del mio archivio č sempre stato a


>disposizione di
>tutte le persone che si sono rivolte a me.

Non credo di avere mai sostenuto il contrario. Ma un conto č
rivolgersi a te (o a una associazione), vale a dire venire a
conoscenza della tua esistenza, riuscire a contattarti, riuscire a
venire a casa tua per consultare il tuo archivio in tranquillitŕ ecc.,
un conto č connettersi a Internet e dal comodo di casa propria, con i
propri tempi, leggersi quello che interessa.
Tante persone che mi hanno scritto in questi giorni hanno sottolineato
una cosa che chi si occupa di "sette" a livello diciamo
"professionale" dovrebbe ben sapere e non sottovalutare: Il dubbioso,
il neofita, chi č stato avvicinato per la prima volta da Scn non si
rivolge a te (o alle associazioni) - o perchč non sa che esistete, o
perchč non č pronto. Si collega invece a Internet ed č per questo che
č cosě importante che su Internet ci siano informazioni disponibili
gratuitamente e in pronta presa. E' per questo che dico che tieni le
informazioni "sotto chiave". Non perchč tu non sia disponibile a
condividerle, ma perchč tu rappresenti comunque un grosso filtro tra
l'informazione e l'utente.

>Io non sono stata nč cacciata nč pregata di uscire,l'ho fatto perchč
>su questo NG non si parlasse piů della Associazioni che vedo tu

>invece continui a tirarle in ballo.

Credo di avere la libertŕ di "tirare in ballo le associazioni" ogni
volta che lo ritengo necessario, dal momento che esistono e che
offrono i loro servizi al pubblico. Con la tua uscita ufficiale
dall'Aris Toscana quello che dici sarŕ ora ascrivibile unicamente a
te, e non all'associazione a cui ad ogni tua apparizione pubblica č
stato (o hai tu stessa) associato il tuo nome. Se loro non hanno
ritenuto di prendere pubblicamente le distanze, allora bisogna dare
per scontato che approvavano. Ricordo su tutte una puntata del
Comunicattivo di Righetti su RadioRai (mi pare il 1 maggio 2008) in
cui tu hai parlato - presentata come rappresentante Aris Toscana -
assieme a Tinelli presidente del Cesap e Alessandrini presidente del
Favis. O che il tuo (ex) presidente ne era al corrente e ti aveva
autorizzata a fare da portavoce dell'associazione assieme agli altri
due presidenti di associazione, oppure non eri autorizzata e stavi
violando il regolamento interno - per cui sarebbe stato giusto
prendere provvedimenti. Se non lo hanno fatto, anche per ciň che
riguarda la tua partecipazione a questo NG, evidentemente gli stava
bene farsi rappresentare da te. E se non ti hanno cacciata (e tu
sostieni che non lo hanno fatto ma ti sei "dimessa" di tuo)
evidentemente gli continuava ad andare bene.

>Questo mio scritto ti fa capire il perchč delle mie dimissioni,ora

>parlo per me e solo per me.m.p.

In pratica hai preferito mantenere una posizione pubblica individuale,
invece che lavorare con e dentro un'associazione e metterti al suo
servizio. O ho capito male?

Mariapia Gardini

unread,
Jan 13, 2009, 8:43:52 AM1/13/09
to
On 13 Gen, 12:25, Alessia is back <alessia.gu...@libero.it> wrote:
> On Mon, 12 Jan 2009 01:01:22 -0800 (PST), Mariapia Gardini
>
> <mariapia.gard...@alice.it> wrote:
>
> >Vorrei chiarire che il materiale del mio archivio è sempre stato a

> >disposizione di
> >tutte le persone che si sono rivolte a me.
>
> Non credo di avere mai sostenuto il contrario. Ma un conto è

> rivolgersi a te (o a una associazione), vale a dire venire a
> conoscenza della tua esistenza, riuscire a contattarti, riuscire a
> venire a casa tua per consultare il tuo archivio in tranquillità ecc.,
> un conto è connettersi a Internet e dal comodo di casa propria, con i

> propri tempi, leggersi quello che interessa.
> Tante persone che mi hanno scritto in questi giorni hanno sottolineato
> una cosa che chi si occupa di "sette" a livello diciamo
> "professionale" dovrebbe ben sapere e non sottovalutare: Il dubbioso,
> il neofita, chi è stato avvicinato per la prima volta da Scn non si
> rivolge a te (o alle associazioni) - o perchè non sa che esistete, o
> perchè non è pronto. Si collega invece a Internet ed è per questo che
> è così importante che su Internet ci siano informazioni disponibili

> gratuitamente e in pronta presa. E' per questo che dico che tieni le
> informazioni "sotto chiave". Non perchè tu non sia disponibile a
> condividerle, ma perchè tu rappresenti comunque un grosso filtro tra

> l'informazione e l'utente.
>
> >Io non sono stata nè cacciata nè pregata di uscire,l'ho fatto perchè
> >su questo NG non si parlasse più della Associazioni che vedo tu

> >invece continui a tirarle in ballo.
>
> Credo di avere la libertà di "tirare in ballo le associazioni" ogni

> volta che lo ritengo necessario, dal momento che esistono e che
> offrono i loro servizi al pubblico. Con la tua uscita ufficiale
> dall'Aris Toscana quello che dici sarà ora ascrivibile unicamente a
> te, e non all'associazione a cui ad ogni tua apparizione pubblica è

> stato (o hai tu stessa) associato il tuo nome. Se loro non hanno
> ritenuto di prendere pubblicamente le distanze, allora bisogna dare
> per scontato che approvavano. Ricordo su tutte una puntata del
> Comunicattivo di Righetti su RadioRai (mi pare il 1 maggio 2008) in
> cui tu hai parlato - presentata come rappresentante Aris Toscana -
> assieme a Tinelli presidente del Cesap e Alessandrini presidente del
> Favis. O che il tuo (ex) presidente ne era al corrente e ti aveva
> autorizzata a fare da portavoce dell'associazione assieme agli altri
> due presidenti di associazione, oppure non eri autorizzata e stavi
> violando il regolamento interno - per cui sarebbe stato giusto
> prendere provvedimenti. Se non lo hanno fatto, anche per ciò che

> riguarda la tua partecipazione a questo NG, evidentemente gli stava
> bene farsi rappresentare da te. E se non ti hanno cacciata (e tu
> sostieni che non lo hanno fatto ma ti sei "dimessa" di tuo)
> evidentemente gli continuava ad andare bene.
>
> >Questo mio scritto ti fa capire il perchè delle mie dimissioni,ora

> >parlo per me e solo per me.m.p.
>
> In pratica hai preferito mantenere una posizione pubblica individuale,
> invece che lavorare con e dentro un'associazione e metterti al suo
> servizio. O ho capito male?

In questo posr riprndi esttamente quello che ho detto io,e cioè che
togliere
Allarme ha fatto del male ai dubbiosi e non a quelli che hanno già
deciso
e che MAGARI si rivolgono ad associazioni o persone che possano
aiutarle.
Hai capito bene ora lavoro DA SOLA e con quello persone che vorranno,
bontà loro,rivolgersi a me,se la mia esperienza può aiutare ben venga.
E' chiaro che potevo presentarmi come associata Aris avendone la
tessera,
è altrettanto chiaro che non è che ogni volta chiedessi il permesso
per dire
che avevo la tessera dell''Aris.
ciao M.P.

Alessia is back

unread,
Jan 13, 2009, 1:20:52 PM1/13/09
to
On Tue, 13 Jan 2009 05:43:52 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:


>
>In questo posr riprndi esttamente quello che ho detto io,e cioè che
>togliere Allarme ha fatto del male ai dubbiosi e non a quelli che hanno
>già deciso e che MAGARI si rivolgono ad associazioni o persone che possano
>aiutarle.

Ho mai detto il contrario?
Io ho sempre, solo e unicamente detto che proprio per questo motivo,
vista la latitanza delle associazioni nel campo dell'informazione
diretta e in pronta presa, il mio lavoro andava salvaguardato e
protetto.

In un tuo post precedente, alla mia domanda del perchè non ti sei
attivata tu, con tutte le tue competenze e conoscenze (anche
linguistiche) per fare un lavoro parallelo a quello di Allarme (frutto
di una privata cittadina e non di un'associazione) hai scritto
testualmente: "Tu sai benissimo che se io avessi aperto un sito


avrei subito ancora più dei gatti morti e auto bruciate,quindi mi
limito a dare a chi me lo richiede tutto il materiale del caso".

Bene, io oltre alle molestie subite dai gruppi, devo subire anche
quelle di associazioni/colleghi senza che gli altri muovano un dito?
O vedere altre valide colleghe subire la stessa sorte
nell'indifferenza più totale?
Mi dispiace molto per il gatto morto davanti alla tua porta, e i danni
alla tua automobile, e alle molestie che hai subito ho dato ampio
spazio su Allarme. Ma sono purtroppo rischi che si devono mettere in
conto quando si decide di entrare in un'arena come questa.
Non ho visto però altrettanto dispiacere per chi ha subito molestie
legali da una collega, per chi da una collega è stato seppellito di
cause insussistenti, per chi si è ritrovato indagato (e sito chiuso
dall'autorità giudiziaria) solo per avere osato cantare fuori
dall'unanime coro "setta setta". Anzi, ho spesso sentito dire che in
fondo in fondo se lo meritavano, essendo "amiche di..." o scemenze
simili. E anche tu hai sostenuto queste tesi, come ho ampiamente
dimostrato.

Se tu scoprissi che gatto morto e danni all'automobile fossero da
ascrivere a una collega, che lo stesso trattamento è stato riservato
anche ad altri e solo per divergenza di opinioni e incapacità di
accettare le critiche, che le associazioni sanno ma tacciono e fanno
finta di non vedere, come ti comporteresti?
Risposta molto gradita.

Mariapia Gardini

unread,
Jan 14, 2009, 1:10:15 PM1/14/09
to
On 13 Gen, 19:20, Alessia is back <alessia.gu...@libero.it> wrote:
> On Tue, 13 Jan 2009 05:43:52 -0800 (PST), Mariapia Gardini
>

Scusa se rispondo in ritardoho letto solo ora questo post.Io non credo
che dire di essere in disaccordo sulla frequentazione di alcune ersone
sia paragonabile a gatti morti ecc.Ti ribadisco che mi è molto
dispiaciuto
il fattoche ti fossi in accordo con Introvigne anche perchè il
suddetto signore
in una trasmissione su SKY 2000 alla vigilia del matrimonio di Tom
Cruise,
senza avermi mai conosciuto di persona,quando il presentatore ha detto
facciamo vedere un contributo di MPG" se n'è uscito bello bello con
la
frase "A BENE IL NEMICO PUBBLICO NUMERO UNO".Bontà sua io
non mi sono mai permessa di parlare di lui in nessuna trasmissione.
C'è la registrazione che SKY mi ha dato.Per il resto non ho mai negato
i tuoi meriti passati sulla lotta a scn.ma non mi è certamente
piaciuto
sentirmi dare della pettegola,anlfabeta ecc.E' chiaro che citavo la
mia
associazione come tesserata anche perfar sapere che esisteva chi
poteva aiutare,ed è altrettanto chiaro che non rompevo l'anima al
presidente
ogni volta per chiede " scusa posso parlare?"Ora vorrei veramente
tornare ad
un lavoro costruttivo e utile per i casi che sto seguendol
Ciao m.p.

Alessia is back

unread,
Jan 14, 2009, 4:38:20 PM1/14/09
to
On Wed, 14 Jan 2009 10:10:15 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:


>>
>> Se tu scoprissi che gatto morto e danni all'automobile fossero da
>> ascrivere a una collega, che lo stesso trattamento è stato riservato
>> anche ad altri e solo per divergenza di opinioni e incapacità di
>> accettare le critiche, che le associazioni sanno ma tacciono e fanno
>> finta di non vedere, come ti comporteresti?
>> Risposta molto gradita.
>
>Scusa se rispondo in ritardoho letto solo ora questo post.Io non credo
>che dire di essere in disaccordo sulla frequentazione di alcune ersone
>sia paragonabile a gatti morti ecc.

A volte ho l'impressione di parlare con Salvatore, sembrate avere la
stessa identica capacità di non capire, o far finta di non capire e di
stravolgere completamente il senso di una domanda. Guardala lassù, te
la lascio quotata.

>Ti ribadisco che mi è molto dispiaciuto il fattoche ti fossi in accordo
>con Introvigne

Tu parti dal presupposto indimostrato che io fossi "in accordo su
Introvigne", non si sa bene su cosa. O, per meglio dire, siccome gira
un pettegolezzo e assunto indimostrato che Raffaella Di Marzio sarebbe
"amica di Introvigne" (??), pettegolezzo che tu hai sposato e
ritrasmesso, e siccome io sarei "amica di Di Marzio", allora io per
estensione sarei "amica di Introvigne", vale a dire che sposerei
acriticamente tutto ciò che Introvigne dice. Immagino che per la
logica di Hubbard non faccia una piega, ma nel mondo reale ne fa
parecchie.

>anche perchè il suddetto signore in una trasmissione su SKY 2000 alla
>vigilia del matrimonio di Tom Cruise, senza avermi mai conosciuto di
>persona,quando il presentatore ha detto facciamo vedere un contributo
>di MPG" se n'è uscito bello bello con la frase "A BENE IL NEMICO
>PUBBLICO NUMERO UNO".

E quindi? Ha detto una cavolata? Ma se anche l'avesse detta, che
c'entro io con quello che ha detto Introvigne su Sky alla vigilia del
matrimonio di Tom Cruise? Che c'entra il dire "Alessia è amica di..."
per cui "Alessia si è rimangiata tutto"? Tutto cosa? Che senso aveva
quella tua uscita multipla del 14 novembre? E' a questo che NON hai
mai risposto, tale e quale Salvatore quando gli si fanno le domande.
Il tuo post è questo: http://tinyurl.com/8fsqut nel caso ti fossi
dimenticata di ciò che hai scritto, cercando poi di addossare la colpa
a qualcun altro.


>Per il resto non ho mai negato i tuoi meriti passati sulla lotta a scn.
>ma non mi è certamente piaciuto sentirmi dare della pettegola,anlfabeta
>ecc.

a) Pettegolo: Che fa chiacchiere e commenti maliziosi sugli altri, per
leggerezza o fatuità. Vedi appunto tuoi commenti su di me, Di Marzio,
Radoani, Aris Veneto, Presidente FECRIS e Foppiano.
Aggettivo più che consono al tuo comportamento su questo NG, e che ti
ho attribuito DOPO il tuo post del 14 novembre 2008
http://tinyurl.com/8fsqut


b) Non ti ho mai dato dell'analfabeta. In verità sei stata tu a dirlo:
"Hai dimenticato analfabeta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!m.p."
E il mio commento è stato questo: "Sì scusami, hai ragione. Su questo
gruppo di discussione ti esprimi senz'altro come una semianalfabeta"
http://tinyurl.com/7vudxn
aggiungendo però che: "Ma questo ha poca importanza. Si può essere
semianalfabeti e contemporaneamente intelligenti e sinceri...
Essere bugiardi, falsi, ipocriti e pettegoli ha poco a che fare con la
cultura e molto con il senso di responsabilità, con l'integrità
personale e con il rispetto per gli altri.
Anche il rispondere alle domande che gli altri ti fanno ha a che fare
con il senso di responsabilità e il rispetto per gli altri, tutti gli
altri, che ti leggono. "

Era il 18 novembre, e in quel post ti facevo domande che ancora
aspettano risposta, per cui te le ripropongo:

a) che senso ha fare "terze parti" su persone che non conosci o su
situazioni che dimostri di non conoscere, come hai fatto nella tua
presunta "replica privata" a Ignis, poi finita in pubblico e
ripresa/ampiamente commentata altrove? Dove volevi arrivare con le
affermazioni che hai fatto? Che scopo pensavi di ottenere?

b) Che senso ha fare gli abbinamenti nick/nomi che hai fatto, dal
momento che riguardano al più il vero o presunto personale/privato
altrui?

c) In che modo tu (che sei un'attivista ed esponente di una
associazione "antisette" - Aris Toscana - oltre che in ottimi rapporti
con altri associazioni "antisette", ad esempio il CESAP-Bari) e le
associazioni "antisette" in generale verificate le narrazioni che
ricevete, prima di gettare la croce addosso a un gruppo e a tutti i
suoi aderenti? Soprattutto quando tali narrazioni riguardano aspetti
molto delicati e personali come presunte attività sessuali, che
potrebbero veramente incidere in modo grave sulla reputazione, i
rapporti familiari e inter-personali degli aderenti?

Resto in attesa

>Ora vorrei veramente tornare ad un lavoro costruttivo e utile per
>i casi che sto seguendol
>Ciao m.p.

E chi te lo impedisce? Partecipare a questo NG è una tua scelta, non
un'imposizione. Se hai cose più importanti da fare, falle.

Mariapia Gardini

unread,
Jan 15, 2009, 7:27:34 AM1/15/09
to
On 14 Gen, 22:38, Alessia is back <alessia.gu...@libero.it> wrote:
> On Wed, 14 Jan 2009 10:10:15 -0800 (PST), Mariapia Gardini
>
> Il tuo post è questo:http://tinyurl.com/8fsqutnel caso ti fossi

> dimenticata di ciò che hai scritto, cercando poi di addossare la colpa
> a qualcun altro.
>
> >Per il resto non ho mai negato i tuoi meriti passati sulla lotta a scn.
> >ma non mi è certamente piaciuto sentirmi dare della pettegola,anlfabeta
> >ecc.
>
> a) Pettegolo: Che fa chiacchiere e commenti maliziosi sugli altri, per
> leggerezza o fatuità. Vedi appunto tuoi commenti su di me, Di Marzio,
> Radoani, Aris Veneto, Presidente FECRIS e Foppiano.
> Aggettivo più che consono al tuo comportamento su questo NG, e che ti
> ho attribuito DOPO il tuo post del 14 novembre 2008http://tinyurl.com/8fsqut

OK hai ragione parteciperò d'ora in poi solamente per parlare di
scientology
ma ricordato la tua affemazione " mi copro la testa di cenere ecc"
riguardo
alle passate critiche fatte,comunque torno ad essre dellidea che i
panni
sporchi si lavano in casa,non so bene con quale detersivo.m.p.

Alessia is back

unread,
Jan 16, 2009, 4:16:33 AM1/16/09
to
On Thu, 15 Jan 2009 04:27:34 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:

Vedo che ancora eviti di rispondere alle domande scaturite dal tuo
intervento del 14.11.2008. Vale a dire che ancora declini le tue
responsabilità. Se sta bene a te sta bene anche a me, per carità.


>
>OK hai ragione parteciperò d'ora in poi solamente per parlare di
>scientology
>ma ricordato la tua affemazione " mi copro la testa di cenere ecc"
>riguardo
>alle passate critiche fatte,

Che cosa significa <<ma ricordato la tua affemazione " mi copro la
testa di cenere ecc" riguardo alle passate critiche fatte>>?

Se ti riferisci all'espressione "mi copro il capo di cenere" che ho
usato qualche giorno fa a propos del fatto che anche io, come tanti
altri del mondo anticult che tu frequenti, per un certo tempo ho
liquidato gli scritti di Introvigne come un <<ah beh... Introvigne è
"amico delle sette" per cui non merita alcuna considerazione. Inutile
riflettere su quel che dice>> (che è poi il classico approccio
scientologico per liquidare le critiche = "l'entheta non va
ascoltato"), quella mia espressione aveva il solo significato di:
<<prendo atto della mia stupidità di allora per aver condiviso questo
modo del tutto irrazionale di affrontare le cose>> che ancora sembra
corrente in un certo ambiente come tu ci hai dimostrato.

Se Introvigne dice cose che ritengo condivisibili le condivido, se
dice cose che non ritengo condivisibili non lo faccio, e se ho tempo
le critico NEL MERITO. Se tu ritieni che il mio modo di agire sia
sbagliato spiegami perchè.

In riferimento all'analisi di merito di ciò che Introvigne dice (o
diceva), pochissimi nel mondo anticult si sono presi la briga di
scrivere lavori critici, preferendo invece ricorrere all'approccio
scientologico di cui sopra, quello dei "clichè blocca pensiero". Tra
le poche persone che hanno portato critiche di merito ci sono proprio
quella Raffaella Di Marzio tanto invisa a un certo mondo anticult e la
sottoscritta, con i due articoli che anche tu hai citato.

Ciò che sta alla base della capacità di critica è leggere e riflettere
sulle affermazioni altrui. Chiaro che se non si legge e non si
riflette non si è nemmeno in grado di portare critiche di merito, ed è
propriamente l'approccio scientologico alle questioni, l'uso di clichè
blocca pensiero. Quello caro anche a un certo mondo anticult.

Leggere, approfondire, riflettere fa muovere gli ingranaggi cerebrali
- perchè la critica necessita comunque e sempre di approfondimento e
riflessione, ANCHE per difendere le proprie tesi - e anche, a volte, a
modificare parzialmente o in toto il proprio punto di vista precedente
(non è il mio caso rif. molto di quanto Introvigne diceva negli anni
'90, e mi pare non sia nemmeno il caso della di Marzio).

In fondo questo approccio critico è quello si chiede anche agli
scientologist dedicati, giusto? Gli si chiede di informarsi
autonomamente, di approfondire su altre fonti, di allargare i propri
orizzonti, di riflettere... cioè di abbandonare l'approccio
scientologico fatto di clichè. Ma se lo chiedo a loro devo giocoforza
chiedere a me stessa quale tipo di approccio ho scelto di usare io, e
vedere se per caso non sto facendo lo stesso errore che contesto agli
altri.

Benchè la Di Marzio sia così invisa a un certo mondo anticult - e
anche a te, visti i commenti molteplici che hai fatto al suo indirizzo
- io non ho mai visto una sola singola critica di merito a ciò che ha
scritto, e dire che ha scritto tanto. I suoi "tasselli" hanno fatto
salire la pressione a molti, lo so per certo, ma nessuno che abbia
deciso di sollevare critiche DI MERITO. Si è preferito ricorrere al
vecchio sistema "sparaletame", quello dei clichè.


>comunque torno ad essre dellidea che i panni
>sporchi si lavano in casa,non so bene con quale detersivo.


Beh, la tua affermazione mi suona parecchio strana visto che sei stata
tu quella che per prima li ha messi in piazza - del tutto non
richiesti. Io mi sono semplicemente limitata a farti domande su tue
precise affermazioni, domande che ancora attendono risposte.

Message has been deleted
Message has been deleted

Mariapia Gardini

unread,
Jan 16, 2009, 11:06:45 AM1/16/09
to
On 16 Gen, 10:16, Alessia is back <alessia.gu...@libero.it> wrote:
> On Thu, 15 Jan 2009 04:27:34 -0800 (PST), Mariapia Gardini
>

N on ho mai letto nulla della dott.Di Marzio a parte tutti i suoi post
e quelli di
suo marito quando erano nel GRIS e alcuni più recenti,mentre ho letto
alcun libri
di Introvigne etutto quello che c'è sul sito del Cesnur,posso dire che
concordo con
lui in poche cose o mi è proibito??Riguardo alla dott.RDM io ho SOLO
detto che
ha peccato di ingenuità ad andare a quell'incontro a Roma,non mi
sembra una grande
offesa,e che mi meravigliavo che fosse al Cesnur.Punto!!Sul sito di
Martinez mi pare
KELEBEK ci sono ancora sia i suoi post che i tuoi.Comunque questo era
solo per
rispondertiOgnuno nella vita fa le scelte che preferisce ed è padrone
di farle,e ognuno è
padrone di apprezzarle o meno.

Alessia Guidi

unread,
Jan 16, 2009, 1:45:29 PM1/16/09
to
On Fri, 16 Jan 2009 08:06:45 -0800 (PST), Mariapia Gardini
<mariapia...@alice.it> wrote:

Va bene Maria Pia. Hai ragione. Tu hai detto SOLO che la Di Marzio ha
peccato di ingenuità e questi post li ha scritto lo spirito santo e
non tu
http://tinyurl.com/7zovwo
http://tinyurl.com/8922tm
http://tinyurl.com/8fsqut
http://tinyurl.com/7kfgzs

Ok, va benissimo, se va bene a te va bene anche a me. Ma poi non
offenderti se dico, e ribadisco, che non ti ritengo una fonte
attendibile nè affidabile.

Salud, come direbbe Ribelle

Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages