Consiglio su nuovo impianto

29 visualizzazioni
Passa al primo messaggio da leggere

Rudder

da leggere,
7 gen 2007, 06:06:1007/01/07
a
Ciao a tutti!

Chiedo un consiglio da parte di un ignorante quale sono.
Ho ristrutturato una casa colonica di circa 110m2 netti, ho fatto
costruire un cappotto di coibentazione attorno ai muri perimetrali
della casa, ho isolato tutti i muri dal terreno per evitare risalita di
umidità, ho installato nuovi infissi con doppio vetro ed ho inserito
una guaina catramato tutta quanta sotto al massetto del pavimento
sempre per problemi di umidità (per il momento sembrano essere risolti
soddisfacentemente).Credo quindi di avere isolato efficacemente ed
energeticamente la casa.

Quindi ho sostituito i vecchi radiatori in ghisa con dei nuovi in
alluminio e infine ho installato un camino ad aria che mi riscalda
cucina,sala e bagno grande per un totale di circa 60m2.

Nel prossimo inverno quindi conterò di usare il piu possibile il
camino per queste stanze che sono le piu frequentate,mentre vorrei
utilizzare la caldaia per riscaldare le stanze piu lontane e meno
utilizzate (camere e ripostiglio-studio).

Quello che vorrei fare, e dove attendo un consiglio da parte vostra, è
la seguente cosa:
- dotare tutti i radiatori con valvole termostatiche in modo da
regolare finemente la temperatura di ogni stanza e anche sopratutto per
permettere l'arresto dei radiatori che si trovano in prossimità del
calore sviluppato dal camino.

- Porre il cronotermostato nel disimpegno zona notte (che essendo un
punto centrale della casa senza radiatori vicini dovrebbe avere una
temperatura costante senza troppe oscillazioni e rappresentare anche
la temperatura media della casa)

- Acquistare una caldaia a condensazione tipo Atag.Su questo punto in
particolare vorrei sapere quanti kw di potenza nominale dovrebbe essere
(non voglio il microaccumulo o bollitore,ma acqua sanitaria istantanea)
se 15 sono gia sufficienti oppure ne occorrono di più

Purtroppo ho notato che il sito della Atag sembra poco aggiornato e
nonostante invio frequente di mail non sono riuscito a capire se
esistono degli installatori dalla mie parti,vivo in provincia di
Ancona.

- Quali caldaie a condensazione alternativa ad Atag mi potete
consigliare e che anno un ottimo servizio di assistenza (che reputo
importante tanto quanto l'acquista della macchina stessa)

Scusate la lunghezza del topic ma poichè un impianto di riscaldamento
si fa poche volte nella vita vorrei essere il piu sicuro possibile
sulle scelte da fare.

Un grazie a tutte le risposte

Ciao da Rudder

sPiLaMbErTo

da leggere,
7 gen 2007, 06:31:1807/01/07
a

"Rudder" <casir...@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:1168167970.2...@s80g2000cwa.googlegroups.com...
Ciao a tutti!

> CUT


>Un grazie a tutte le risposte

>Ciao da Rudder

IO direi un paio di cose...
1) va bene le valvole sui radiatori ,ma ricorda UNO deve rimanere aperto
..senza valvola..non puoi mettere le valvole su TUTTI radiatori..

2) io la caldaia a condensazione non la vedo ,nel tuo caso ,molto indicata..

Devi sapere che la caldai a condensazione "condensa" e quindi funziona
regolare (cioe' risparmi egffettivo) solo se la temperatura di mandata
rimane sotto un certo limite.di temperatura.....il che vuol dire che per
scaldare una stanza devi avere una "grande "superficie radiante...
quindi in pratica termosifoni molto grossi ..che facendoli lavorare a
temperature piu' basse rispetto al tradizionale ,ti permettano ,grazi alla
loro superficie di scaldare la stanza..al solito modo
in caso contrario..rischi di non avere la temperatura desiderata..e se
decidi di farla lavorare a temčperature piu' alte (tipo tradizionale )
allora addio condensazione..

S.


Rudder

da leggere,
7 gen 2007, 11:58:4907/01/07
a

sPiLaMbErTo ha scritto:


> in caso contrario..rischi di non avere la temperatura desiderata..e se

> decidi di farla lavorare a temèperature piu' alte (tipo tradizionale )
> allora addio condensazione..
>
> S.


Pensi che sia possibile stabilire a priori, in base al
consumo energetico della casa ristrutturata e numero di elementi
del termosifone, la necessaria
temperatura di mandata e ritorno per mantenere la temperatura
a tot. gradi?

Se fosse così potrei sapere con più esattezza la possibilità
di effetto condensazione.

Ciao e grazie

Rudder

piero

da leggere,
8 gen 2007, 03:19:0108/01/07
a

"Rudder" <casir...@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:1168167970.2...@s80g2000cwa.googlegroups.com...
Ciao a tutti!

CUT

>Quello che vorrei fare, e dove attendo un consiglio da parte vostra, è


>la seguente cosa:
>- dotare tutti i radiatori con valvole termostatiche in modo da
>regolare finemente la temperatura di ogni stanza e anche sopratutto per
>permettere l'arresto dei radiatori che si trovano in prossimità del
>calore sviluppato dal camino.

Molto bene, valvole termostatiche e condensazione vanno molto d'accordo
a causa del calo di portata e delle temperature di ritorno ridotte che
permettono una maggiore condensazione

>- Porre il cronotermostato nel disimpegno zona notte (che essendo un
>punto centrale della casa senza radiatori vicini dovrebbe avere una
>temperatura costante senza troppe oscillazioni e rappresentare anche
>la temperatura media della casa)

Io farei a meno del cronotermostato e utilizzerei al meglio la regolazione
climatica
che c'è su quasi tutte le caldaie a condensazione

>- Acquistare una caldaia a condensazione tipo Atag.Su questo punto in
>particolare vorrei sapere quanti kw di potenza nominale dovrebbe essere
>(non voglio il microaccumulo o bollitore,ma acqua sanitaria istantanea)
>se 15 sono gia sufficienti oppure ne occorrono di più

15 kW per fare acqua istantanea sono pochini, se proprio hai deciso per
quella tipologia parti almeno da 23 kW

>Purtroppo ho notato che il sito della Atag sembra poco aggiornato e
>nonostante invio frequente di mail non sono riuscito a capire se
>esistono degli installatori dalla mie parti,vivo in provincia di
>Ancona.

Non so, non conosco

>- Quali caldaie a condensazione alternativa ad Atag mi potete
>consigliare e che anno un ottimo servizio di assistenza (che reputo
>importante tanto quanto l'acquista della macchina stessa)

Difficile da dire, ogni zona ha marchi coperti da assistenze diverse,
ti conviene chiedere un po' in giro, il barbiere di solito è il posto
migliore ;-)

>Scusate la lunghezza del topic ma poichè un impianto di riscaldamento
>si fa poche volte nella vita vorrei essere il piu sicuro possibile
>sulle scelte da fare.

Comprendo, è un po' come sposarsi :-)

Ciao


Rudder

da leggere,
10 gen 2007, 14:42:4210/01/07
a

sPiLaMbErTo ha scritto:


> IO direi un paio di cose...
> 1) va bene le valvole sui radiatori ,ma ricorda UNO deve rimanere aperto
> ..senza valvola..non puoi mettere le valvole su TUTTI radiatori..

Non le posso mettere su tutti perché potrei bloccare l'acqua di
ritorno?
Su quale radiatore conviene NON mettere la valvola termostatica?


Ciao e Grazie

Rudder

sPiLaMbErTo

da leggere,
10 gen 2007, 15:30:5210/01/07
a

"Rudder" <casir...@gmail.com> ha scritto nel messaggio
news:1168458162.7...@o58g2000hsb.googlegroups.com...

sPiLaMbErTo ha scritto:


Ciao e Grazie

Rudder

Be' su quello che ti pare...magari su quello nella stanza piu' fredda ..o
vedi tu..non c'e una regola precisa...
S.

Rispondi a tutti
Rispondi all'autore
Inoltra
0 nuovi messaggi