Fw: [hyperlink] CS. L'Authority approva la nuova tariffa dell'acqua in violazione del referendum

6 views
Skip to first unread message

Alberto Orioli

unread,
Dec 29, 2012, 5:13:38 AM12/29/12
to acqua-...@googlegroups.com
 
----- Original Message -----
Sent: Saturday, December 29, 2012 10:52 AM
Subject: [hyperlink] CS. L'Authority approva la nuova tariffa dell'acqua in violazione del referendum


Immagine in linea 2

 

  
 
 
COMUNICATO STAMPA
 
Dal decreto di Ferragosto alla tariffa di Capodanno
Ovvero come uccidere la Democrazia durante le vacanze
 
 
Ieri l'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas ha approvato il nuovo Metodo Tariffario Transitorio 2012-2013 per il Servizio idrico Integrato sancendo, nei fatti, la negazione dei Referendum del Giugno 2011, con cui 27 milioni di cittadini italiani si erano espressi per una gestione dell'acqua che fosse pubblica e fuori dalle logiche di mercato.
 
Già il Governo Berlusconi, solo due mesi dopo i referendum, aveva varato un decreto che, reintroducendo sostanzialmente la stessa norma abrogata, avrebbe portato alla privatizzazzione dei servizi pubblici locali. Tale decreto è stato poi dichiarato incostituzionale.
In egual modo l'Autorità vara una tariffa che nega, nello specifico, il secondo referendum sulla remunerazione del capitale e lascia che si possano fare profitti sull'acqua, cambiando semplicemente la denominazione in “costo della risorsa finanziaria”, ma non la sostanza: profitti garantiti in bolletta.
 
Ma fa anche di peggio.
Infatti, il nuovo metodo tariffario, metterà a rischio gli investimenti per la gestione del servizio idrico integrato più di quanto già non accada attualmente. Ciò avverrà perché in un sistema che si basa sul ricorso al mercato creditizio, se si allunga il periodo di ammortamento dei cespiti si ha una conseguente riduzione delle aliquote annue con un impatto negativo sui flussi di cassa, creando, così, un rischio elevato nel reperimento delle risorse finanziarie.
Ciò è particolarmente grave visto che il servizio idrico integrato abbisogna di ingenti investimenti nei prossimi anni (alcune stime parlano di circa 2 miliardi di € l'anno per i prossimi 20/30 anni).
 
L'Autorità, in un contesto dove il Governo tecnico di Monti ha rafforzato un' impostazione neoliberista e di privatizzazione dei beni comuni, che conferma e ripropone nella sua agenda per il prossimo governo, si nasconde dietro una deliberazione amministrativa per affermare una ricetta politica che vuole speculare sui servizi pubblici essenziali, a partire dall'acqua.
Dietro le manovre tecniche si afferma, inoltre, una sospensione democratica gravissima a danno di tutti noi.
 
Per questo vogliamo che il nuovo metodo tariffario venga ritirato e chiediamo le dimissioni dei membri dell'Autorità. E, chiaramente, non ci fermeremo ad elemosinare concessioni ma ci batteremo finchè questo non avverrà e venga ristabilità la volontà popolare.
 
Perchè si scrive acqua, si legge democrazia, e vogliamo ripubblicizzare entrambe.
 
Roma, 29 Dicembre 2012.
 
 
Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
 
 
 
 
 
 
--
Paolo Carsetti
Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
Via di S. Ambrogio n.4 - 00186 Roma
Tel. 06 6832638; Fax. 06 68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00
Sito web: www.acquabenecomune.org
 



testatinaforum.png

Coltorti Mauro

unread,
Dec 29, 2012, 5:31:58 AM12/29/12
to acqua-...@googlegroups.com
Non pensate che sia ora di mandare a casa tutti questi lestofanti ?? Le votazioni sono vicine. Non votiamo i partiti che sostengono la privatizzazione dei beni comuni. Non faccio nomi ma credo sia facile da riconoscerli: tutti quelli che hanno votato, sostenuto, appoggiato la privatizzazione della gestione delle risorse idriche (e non solo). La lista include ovviamente anche i partiti che hanno cavalcato il voto referendario e poi hanno fatto come se il referendum non fosse mai esistito. Se verranno eletti avremo altri 5 anni di privatizzazioni sulle nostre spalle a spese della riduzione dei salari, dell'occupazione, della salute e del benessere comune.
Mauro
--
Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Acqua Bene Comune Marche" di Google Gruppi.
Per postare messaggi in questo gruppo, invia un'email a acqua-...@googlegroups.com.
Per annullare l'iscrizione a questo gruppo, invia un'email a acqua-marche...@googlegroups.com.
Per ulteriori opzioni, visita il gruppo all'indirizzo http://groups.google.com/group/acqua-marche?hl=it.
testatinaforum.png

Alberto Orioli

unread,
Feb 3, 2013, 1:08:03 PM2/3/13
to Acqua Bene Comune Marche
Caro Mauro ci siamo, e` il momento di "mandare a casa tutti questi
lestofanti", come dici tu. O meglio "sarebbe" il momento...
Infatti non credo che la trinita` Bersani-Monti-Berlusconi (come da
citazione di "Gregorio papa"...
http://www.youtube.com/watch?v=_e5tXAIAsdE
"una et trina, trina et una"! "Una" a fine legislatura "et trina" a
queste elezioni) si ridurra` a raccogliere meno del 50% dei voti
validi, e tanto meno se ne andra` a casa.

Credo che, dalla nostra visuale, sarebbe gia` d'incoraggiamento poter
constatare che un popolo espressosi contro la privatizzazione
dell'acqua con il referendum del 2011 non si disperda nella nebulosa
elettorale che avvolge la mistica del liberismo predicato e praticato
negli ultimi lustri da questi tre capi di coalizione.
Altrimenti, non e` difficile immaginare, questa trinita` di biscazieri
del capitale finira` per rappresentare il fondamento dell'era nuova
del montianesimo.


Ciao.




On Dec 29 2012, 11:31 am, "Coltorti Mauro" <colto...@interfree.it>
wrote:
> Non pensate che sia ora di mandare a casa tutti questi lestofanti ?? Le votazioni sono vicine. Non votiamo i partiti che sostengono la privatizzazione dei beni comuni. Non faccio nomi ma credo sia facile da riconoscerli: tutti quelli che hanno votato, sostenuto, appoggiato la privatizzazione della gestione delle risorse idriche (e non solo). La lista include ovviamente anche i partiti che hanno cavalcato il voto referendario e poi hanno fatto come se il referendum non fosse mai esistito. Se verranno eletti avremo altri 5 anni di privatizzazioni sulle nostre spalle a spese della riduzione dei salari, dell'occupazione, della salute e del benessere comune.
> Mauro
>
> From: Alberto Orioli
> Sent: Saturday, December 29, 2012 11:13 AM
> To: acqua-...@googlegroups.com
> Subject: [SPAM] [A.B.C. Marche:2804] Fw: [hyperlink] CS. L'Authority approva la nuova tariffa dell'acqua in violazione del referendum
>
>
>
> ----- Original Message -----
> From: Ufficio Stampa Acqua Bene Comune
> To: hyperl...@lists.riseup.net
> Sent: Saturday, December 29, 2012 10:52 AM
> Subject: [hyperlink] CS. L'Authority approva la nuova tariffa dell'acqua in violazione del referendum
>
> COMUNICATO STAMPA
>
> Dal decreto di Ferragosto alla tariffa di Capodanno
> Ovvero come uccidere la Democrazia durante le vacanze
>
> Ieri l'Autorità per l'Energia Elettrica ed il Gas ha approvato il nuovo Metodo Tariffario Transitorio 2012-2013 per il Servizio idrico Integrato sancendo, nei fatti, la negazione dei Referendum del Giugno 2011, con cui 27 milioni di cittadini italiani si erano espressi per una gestione dell'acqua che fosse pubblica e fuori dalle logiche di mercato.
>
> Già il Governo Berlusconi, solo due mesi dopo i referendum, aveva varato un decreto che, reintroducendo sostanzialmente la stessa norma abrogata, avrebbe portato alla privatizzazzione dei servizi pubblici locali. Tale decreto è stato poi dichiarato incostituzionale.
> In egual modo l'Autorità vara una tariffa che nega, nello specifico, il secondo referendum sulla remunerazione del capitale e lascia che si possano fare profitti sull'acqua, cambiando semplicemente la denominazione in “costo della risorsa finanziaria”, ma non la sostanza: profitti garantiti in bolletta.
>
> Ma fa anche di peggio.
> Infatti, il nuovo metodo tariffario, metterà a rischio gli investimenti per la gestione del servizio idrico integrato più di quanto già non accada attualmente. Ciò avverrà perché in un sistema che si basa sul ricorso al mercato creditizio, se si allunga il periodo di ammortamento dei cespiti si ha una conseguente riduzione delle aliquote annue con un impatto negativo sui flussi di cassa, creando, così, un rischio elevato nel reperimento delle risorse finanziarie.
> Ciò è particolarmente grave visto che il servizio idrico integrato abbisogna di ingenti investimenti nei prossimi anni (alcune stime parlano di circa 2 miliardi di € l'anno per i prossimi 20/30 anni).
>
> L'Autorità, in un contesto dove il Governo tecnico di Monti ha rafforzato un' impostazione neoliberista e di privatizzazione dei beni comuni, che conferma e ripropone nella sua agenda per il prossimo governo, si nasconde dietro una deliberazione amministrativa per affermare una ricetta politica che vuole speculare sui servizi pubblici essenziali, a partire dall'acqua.
> Dietro le manovre tecniche si afferma, inoltre, una sospensione democratica gravissima a danno di tutti noi.
>
> Per questo vogliamo che il nuovo metodo tariffario venga ritirato e chiediamo le dimissioni dei membri dell'Autorità. E, chiaramente, non ci fermeremo ad elemosinare concessioni ma ci batteremo finchè questo non avverrà e venga ristabilità la volontà popolare.
>
> Perchè si scrive acqua, si legge democrazia, e vogliamo ripubblicizzare entrambe.
>
> Roma, 29 Dicembre 2012.
>
> Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
>
> Per ulteriori informazioni: Scarica le osservazioni del Forum Acqua sul Metodo Tariffario
>
> --
> Paolo Carsetti
> Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
> Cell. 333 6876990
> e-mail: segrete...@acquabenecomune.org
> Via di S. Ambrogio n.4 - 00186 Roma
> Tel. 06 6832638; Fax. 06 68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00
> Sito web:www.acquabenecomune.org
>
> --
> Hai ricevuto questo messaggio perché sei iscritto al gruppo "Acqua Bene Comune Marche" di Google Gruppi.
> Per postare messaggi in questo gruppo, invia un'email a acqua-...@googlegroups.com.
> Per annullare l'iscrizione a questo gruppo, invia un'email a acqua-marche...@googlegroups.com.
> Per ulteriori opzioni, visita il gruppo all'indirizzohttp://groups.google.com/group/acqua-marche?hl=it.
>
>
>
>  testatinaforum.png
> 66KViewDownload- Hide quoted text -
>
> - Show quoted text -

Coltorti Mauro

unread,
Feb 3, 2013, 5:20:44 PM2/3/13
to acqua-...@googlegroups.com
Caro Alberto,
sono d'accordo con te. "Sarebbe" ma molto probabilmente sar� molto
difficile. Qui non ci si rende conto che il tempo passa e le criticit�
ambientali aumentano, criticit� ambientali che significa anche criticit�
sociali, sanitarie, morali, ecc. Ma hai sentito qualcuno che parla di
ambiente volendo poi realizzare veramente quello di cui parla. Qui hanno
tutti imparato da Berlusconi che si deve promettere di tutto e di pi� tanto
poi le scuse per non mantenere le promesse si trovano. Con una popolazione
stremata dalla crisi economica creata da quelli che si sono e continuano ad
arricchirsi nessuno parla pi� di sviluppo sostenibile.
I fiumi continuano a seccarsi ed i pesci quasi non ci sono pi�, per non
parlare dei gamberi e dei granchi che erano comuni quando ero fanciullo. Il
mare � inquinato e spesso si f� il bagno nella schiuma .... . L'aria � piena
di smog e se volate spesso � facile notare che il colore del cielo nella
bassa atmosfera, nei giorni sereni, non � azzurra ma grigio azzurra !!
Devo comunque dire che non mi incoraggia molto "poter constatare che un
popolo espressosi contro la privatizzazione dell'acqua con il referendum del
2011 non si disperda nella nebulosa
elettorale che avvolge la mistica del liberismo predicato e praticato negli
ultimi lustri da questi tre capi di coalizione." Noi che abbiamo vinto il
referendum � un anno che assistiamo alla continua negazione del risultato
referendario. Pochi hanno messo in discussione questo cavolo di modello di
sviluppo propugnato dalla "trinit�".
ciao Mauro

--------------------------------------------------
From: "Alberto Orioli" <iiii...@tiscali.it>
Sent: Sunday, February 03, 2013 7:08 PM
To: "Acqua Bene Comune Marche" <acqua-...@googlegroups.com>
Subject: Re: [A.B.C. Marche:2857] Fw: [hyperlink] CS. L'Authority approva la
>> Ieri l'Autorit� per l'Energia Elettrica ed il Gas ha approvato il nuovo
>> Metodo Tariffario Transitorio 2012-2013 per il Servizio idrico Integrato
>> sancendo, nei fatti, la negazione dei Referendum del Giugno 2011, con cui
>> 27 milioni di cittadini italiani si erano espressi per una gestione
>> dell'acqua che fosse pubblica e fuori dalle logiche di mercato.
>>
>> Gi� il Governo Berlusconi, solo due mesi dopo i referendum, aveva varato
>> un decreto che, reintroducendo sostanzialmente la stessa norma abrogata,
>> avrebbe portato alla privatizzazzione dei servizi pubblici locali. Tale
>> decreto � stato poi dichiarato incostituzionale.
>> In egual modo l'Autorit� vara una tariffa che nega, nello specifico, il
>> secondo referendum sulla remunerazione del capitale e lascia che si
>> possano fare profitti sull'acqua, cambiando semplicemente la
>> denominazione in �costo della risorsa finanziaria�, ma non la sostanza:
>> profitti garantiti in bolletta.
>>
>> Ma fa anche di peggio.
>> Infatti, il nuovo metodo tariffario, metter� a rischio gli investimenti
>> per la gestione del servizio idrico integrato pi� di quanto gi� non
>> accada attualmente. Ci� avverr� perch� in un sistema che si basa sul
>> ricorso al mercato creditizio, se si allunga il periodo di ammortamento
>> dei cespiti si ha una conseguente riduzione delle aliquote annue con un
>> impatto negativo sui flussi di cassa, creando, cos�, un rischio elevato
>> nel reperimento delle risorse finanziarie.
>> Ci� � particolarmente grave visto che il servizio idrico integrato
>> abbisogna di ingenti investimenti nei prossimi anni (alcune stime parlano
>> di circa 2 miliardi di � l'anno per i prossimi 20/30 anni).
>>
>> L'Autorit�, in un contesto dove il Governo tecnico di Monti ha rafforzato
>> un' impostazione neoliberista e di privatizzazione dei beni comuni, che
>> conferma e ripropone nella sua agenda per il prossimo governo, si
>> nasconde dietro una deliberazione amministrativa per affermare una
>> ricetta politica che vuole speculare sui servizi pubblici essenziali, a
>> partire dall'acqua.
>> Dietro le manovre tecniche si afferma, inoltre, una sospensione
>> democratica gravissima a danno di tutti noi.
>>
>> Per questo vogliamo che il nuovo metodo tariffario venga ritirato e
>> chiediamo le dimissioni dei membri dell'Autorit�. E, chiaramente, non ci
>> fermeremo ad elemosinare concessioni ma ci batteremo finch� questo non
>> avverr� e venga ristabilit� la volont� popolare.
>>
>> Perch� si scrive acqua, si legge democrazia, e vogliamo ripubblicizzare
>> entrambe.
>>
>> Roma, 29 Dicembre 2012.
>>
>> Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
>>
>> Per ulteriori informazioni: Scarica le osservazioni del Forum Acqua sul
>> Metodo Tariffario
>>
>> --
>> Paolo Carsetti
>> Forum Italiano dei Movimenti per l'Acqua
>> Cell. 333 6876990
>> e-mail: segrete...@acquabenecomune.org
>> Via di S. Ambrogio n.4 - 00186 Roma
>> Tel. 06 6832638; Fax. 06 68136225 Lun.-Ven. 10:00-19:00
>> Sito web:www.acquabenecomune.org
>>
>> --
>> Hai ricevuto questo messaggio perch� sei iscritto al gruppo "Acqua Bene
>> Comune Marche" di Google Gruppi.
>> Per postare messaggi in questo gruppo, invia un'email a
>> acqua-...@googlegroups.com.
>> Per annullare l'iscrizione a questo gruppo, invia un'email a
>> acqua-marche...@googlegroups.com.
>> Per ulteriori opzioni, visita il gruppo
>> all'indirizzohttp://groups.google.com/group/acqua-marche?hl=it.
>>
>>
>>
>> testatinaforum.png
>> 66KViewDownload- Hide quoted text -
>>
>> - Show quoted text -
>
> --
> Hai ricevuto questo messaggio perch� sei iscritto al gruppo "Acqua Bene
> Comune Marche" di Google Gruppi.
> Per annullare l'iscrizione a questo gruppo e non ricevere pi� i suoi
> messaggi, invia un'email a acqua-marche...@googlegroups.com.
> Per postare messaggi in questo gruppo, invia un'email a
> acqua-...@googlegroups.com.
> Visita questo gruppo all'indirizzo
> http://groups.google.com/group/acqua-marche?hl=it.
> Per ulteriori opzioni, visita https://groups.google.com/groups/opt_out.
>
>
>
>
Reply all
Reply to author
Forward
0 new messages